[X]
  [X]
Sfoglia Settimanale

a cura di ITALIA SOLIDALE

Perché sembra che ormai Dio è morto? FOTO

<
>
GEMELLAGGI INTERNAZIONALI DI VITA
Paolo Pizzolato con i bambini adottati 
a distanza in india
GEMELLAGGI INTERNAZIONALI DI VITA Paolo Pizzolato con i bambini adottati a distanza in india

Occorre ritrovare una vera Fede, che è l’esperienza della forza di Dio 

La Terra sta bruciando, non solo in Amazzonia. L’Istituto Superiore della Sanità avverte che, se non interveniamo, tra venti anni il pianeta sarà distrutto dai cambiamenti climatici. I leader mondiali s’incontrano, ma continuano a prevalere gl’interessi economici e non si risolve nulla. In tutto questo, i conflitti mondiali si radicano, c’è sempre più confusione, violenza, morte, dentro e fuori le persone. Nessuno sa cosa fare. Questa è la nostra “civiltà”. Qualcuno canta: “ Dio è morto”, sarà vero? No! Diciamo noi, ma è necessario incontrarlo finalmente nel concreto della nostra esistenza, superando le secolari “schizofrenie” tra fede, vita e scienza! Questa esigenza ha mosso P. Angelo Benolli nei suoi 87 anni di vita e 60 di servizio come sacerdote, missionario, antropologo e scienziato, incontrando ogni giorno, per molte ore, persone di tante culture e religioni. è impossibile riassumere la nuova e completa antropologia da lui sviluppata per portare la scienza alla fede e la fede alla vita, caratterizzata da grandi novità. Invitiamo tutti a conoscere i suoi 10 libri, video e documenti in cui, tra l’altro, emerge chiaramente che la Fede è Vita e che, per vivere e superare ogni male, dobbiamo avere luce sulla realtà e collaborare, testimoniando e prendendo la nostra croce con quella di Cristo. Con questi contenuti 2.500.000 di persone escono da inganni secolari, ritrovano Dio, la propria identità per poter ben amare, ben lavorare ed essere sussistenti e solidali. In Italia e in 117 missioni in Africa, India e Sud America, centinaia di migliaia di famiglie s’incontrano settimanalmente con i libri di P. Angelo nei “giardini” (piccole comunità di 5 famiglie), condividono, pregano, anche se appartengono a diverse religioni e sono solidali con le altre famiglie vicine e lontane, attraverso un nuovo modo di fare “adozione a distanza”. Le famiglie italiane salvano un bambino nel Sud del mondo e coinvolgono altre famiglie del loro territorio, per fare altri “giardini” e salvare altri bambini. Le famiglie del Sud del mondo trovano a loro volta un donatore locale per famiglie povere di altri continenti, in uno scambio d’amore e comunione mondiale. Vi offriamo ora uno scritto di P. Angelo  su “Fede e Vita”. La vera fede e quella falsa o atea La Fede di Abramo, che sceglieva l’alleanza con Dio prima dell’alleanza con l’unico figlio Isacco, subito c’illumina sull’importanza della Fede nella vita. La Fede è l’esperienza di Dio. La Fede è l’esperienza di Dio che illumina e salva l’uomo. Cristo, quando guarisce, dice sempre : “La tua fede ti ha salvato”. La Fede, mentre è essenzialmente un dono, una forza di Dio, non può investire l’uomo se questo non la cerca e non la merita. E poiché, come ogni essere, anche l’uomo è creatura di Dio, quando l’uomo è senza Fede si pone fuori, si stacca, si divide da Dio. La Grazia più grande dell’uomo è essere nell’Essere di Dio. La disgrazia più grande dell’uomo è essere senza la forza di Dio. La Fede è l’esperienza della forza di Dio. è l’alleanza con Dio. La Fede è la scelta della vita secondo il suo essere naturale. è libertà da ogni inganno, riduzione. La Fede è la comunione d’amore tra Dio e l’Uomo. è la scelta dell’uomo saggio e forte che, libero da tutti i condizionamenti del mondo e di tutte le culture, percepisce il valore della propria persona e creatura secondo l’ordine naturale che Dio ha posto in essa. La Fede è la scelta dell’uomo che è obbediente, cioè in servizio alla verità della vita e che quindi lotta ogni male come Cristo, fino alla Croce. Coloro poi che si manifestano “fedeli”, sono veramente tali? Non sono stati i sacerdoti, gli anziani gli scribi, i farisei a mettere in croce Gesù? Che cosa dire di molti credenti che scelgono più se stessi o la cultura umana che Cristo? Che dire poi quando la Fede è insegnata in contraddizione con l’ordine della vita? Che dire della fede quando si arrocca in forme di potere più che di servizio? La Fede può essere contro la vita e contro la verità? Quando plagia e aliena lo sviluppo personale? Quando s’impone come legge? Quando incute più timore che libertà? Quando vuole più gente debole, “brava e buona” che veri maschi e vere femmine? Quando è più un rito e una tradizione che una testimonianza? Tutto questo non è fede. Tutto questo è frutto del prevalere dell’uomo su Dio.

(P. Angelo Benolli)


Il valore della mia persona? Che scoperta!

“Se non vi convertirete e non diventerete come bambini, non entrerete nel Regno dei Cieli” (Mt 18, 3). Da sempre questo passo del Vangelo ha ispirato la mia vita. Sono cresciuto in una “normale” famiglia italiana, senza relazioni, tra i silenzi del non amore e le coperture materiali. Ho sempre pensato fosse normale vivere anonimamente, senza esprimersi e ripetendo parole e azioni di altri. Mi dicevano “Cresci, non sei più un bambino, fai come fanno gli altri”. Non pensavo quindi di avere un valore speciale, anzi mi è sempre stato passato, inconsciamente, il fatto di essere ubbidiente, di rimanere nella normale mediocrità, perché tanto nulla cambia nella vita. Questo modo d’essere mi aveva colpito anche nelle mie relazioni fuori casa, tutte superficiali e senza contenuti. Per fuggire da questo soffocamento mi sono rifugiato nei gruppi parrocchiali, che mi offrivano accoglienza, sport e aggregazione. Per anni ho vissuto la Fede come esperienza doverosa, mentale, qualcosa di giusto da fare. Sono stato volontario per oltre 10 anni, a contatto con centinaia e centinaia di bambini, ragazzi, genitori e sacerdoti, ma, anche da “adulto”, tutto era per lo più  gestione, organizzazione, ecc.. Coglievo la buona volontà di tutti, ma allo stesso tempo vedevo che non si dava un aiuto profondo alla persona e ai bambini. Davanti a questa realtà soffrivo e non trovavo risposte per rispettare me e aiutare i bambini bisognosi che incontravo. Pensavo ancora una volta di non avere valore e che nulla potesse cambiare nel portare aiuto agli altri. Nel 2015 l’incontro con i missionari di Italia Solidale, i libri di Padre Angelo e questa nuova cultura di vita ha segnato il punto di svolta per la mia esistenza. Ho visitato i bambini del Sud del Mondo, sono entrato nella profonda realtà del bambino, grazie al DVD sulla creazione realizzato da Padre Angelo, unendo Scienza e Fede, dove si vede che ognuno è creato da Dio con un’energia unica ed irripetibile, per essere co-creatore e co-redentore con Lui nell’Amore. Quì ho sentito nuovamente, nella mia anima, il “bambino Paolo” spingere verso Dio e la libertà da ogni ripetizione culturale. Ho sentito che Gesù può collaborare con me solo se sono pulito e semplice, come un bambino. Perché solo i bambini vivono naturalmente la Fede come Vita, una Fede che non ha bisogno di essere “insegnata”, ma solo testimoniata da persone, famiglie e comunità di qualità. Oggi sono felice di essere un missionario laico a tempo pieno a disposizione della mia anima e dei bambini del Mondo. Ho la grazia di seguire 600 famiglie nel Nord Est di Italia e 600 famiglie in Kerala (India). Ho trovato relazioni, amicizie e la coppia nei continui movimenti di vita missionari e in questi contenuti. Ho iniziato a fare continue esperienze in Italia e nel Mondo attraverso adozioni, giardini e bambini, nei gemellaggi intercontinentali e sperimentare la libertà di Gesù, che a 12 anni si stacca da Maria e Giuseppe e rimane 3 giorni con i dottori nel tempio a “fare la volontà di Dio”,  senza chiedere permesso, fuori da ogni “educazione” o ripetizione. Ciò che conta è “Dio e la persona e la persona con Dio”, permanendo in questa esperienza, come i bambini,  amiamo e siamo nella vera carità agli altri. Questo è ciò che vivo con “Italia Solidale- Mondo Solidale”. V’invito a conoscere questa realtà.

Paolo Pizzolato


Incontriamoci per un caffè
Domenica 29 settembre ore 18:00, presso la sede di “Italia Solidale-Mondo solidale” in via S. Maria de' Calderari n. 29 - Roma, incontro di presentazione della realtà culturale e missionaria del movimento con la testimonianza di Fernanda Zapata, volontaria della Colombia. Italia Solidale è presente in ogni quartiere e città. Se vuoi approfondire la realtà dei “giardini” e salvare i bambini con il nuovo modo di fare adozione a distanza chiama lo 06.6877999 o scrivi a www.italiasolidale.org. Non avrai a che fare con un call center, ma direttamente con i volontari attivi nel territorio.


Il Movimento Italia Solidale - Mondo Solidale
Italia Solidale – Mondo Solidale del Volontariato per lo sviluppo di vita e missione è un movimento laico grazie al quale moltissime persone, a Roma, in Italia e nel mondo, stanno uscendo da inganni secolari, ritrovano le loro energie personali, la loro sana spiritualità per ben amare e ben lavorare, fino ad essere sussistenti e solidali. Oggi questa esperienza è la prima necessità di ognuno. Alla base del movimento, c’è “Il Carisma di sviluppo di Vita e Missione”: una nuova e completa cultura di vita sviluppata da P. Angelo Benolli O.M.V., fondatore e presidente di “Italia Solidale – Mondo Solidale”. Nei suoi 60 anni di esperienza come sacerdote scienziato, antropologo e missionario, ha incontrato ogni giorno per molte ore, persone di molte culture e religioni, per sviluppare questa nuova cultura di vita e il nuovo modo di far missione e adozione a distanza. Sintetizzando il tutto nei suoi 10 libri e documenti tradotti in 35 lingue. Con questa base si sta salvando la vita di 2.500.000 di persone in tutta Italia e in 117 missioni di Africa, India e Sud America. Italia Solidale è in tutti i municipi di Roma. Se vuoi saperne di più chiama lo 06.68.77.999 o invia una mail a [email protected], entrerai in contatto con il volontario del tuo territorio.


 

ULTIME NOTIZIE
Nuova notizia in arrivo...
15:44 1610894640 Aprilia, da domani più bus per gli studenti grazie ai fondi della Regione Lazio
15:16 1610892960 Terracina, fracassato il finestrino dell'auto della consigliera Pernarella
11:20 1610878800 Albano, rissa e coltellate a Villa Doria, identificati gli autori
09:45 1610873100 Albano, un giovane accoltellato dentro villa Doria per motivi ancora ignoti
16/01 1610825040 A Nettuno 8 nuovi casi di coronavirus e il decesso di un ospite a Villa Gaia
16/01 1610825040 La Asl non paga il progetto riabilitativo alla Argos, 30 bimbi senza assistenza
16/01 1610822880 Iniziative on-line il 17 gennaio per i 30 anni della morte di Giacomo Manzù
16/01 1610819400 100 nuovi positivi in provincia di Latina e 3 decessi. I casi città per città
16/01 1610818020 Il Pd di Aprilia ci riprova e chiede di intitolare una strada a Nilde Iotti
16/01 1610817720 Compost al 'veleno' sui terreni, udienza preliminare il 12 febbraio
16/01 1610816160 Camion cisterna contenente gas liquido sprofonda in una strada rurale di Genzano
16/01 1610814660 Protesta a Ciampino contro l'antenna 5G installata all'insaputa dei residenti
16/01 1610806140 Festa di compleanno in un circolo privato in spregio alle norme anticovid
16/01 1610804820 Pace fatta, Coletta perdona il Pd: correranno insieme per le elezioni
16/01 1610798700 Nonostante gli arresti domiciliari, continuava a uscire e a drogarsi: arrestato
16/01 1610796060 Il Lazio ancora per oggi in zona gialla, da domenica 17 gennaio sarà arancione
16/01 1610794680 A Sermoneta arriva l’app Junker che aiuta i cittadini con la differenziata
16/01 1610794020 Una nuova sede per il commissariato di Velletri entro un anno
16/01 1610792100 Palestra aperta (e allenamenti in corso) nonostante i divieti: multa e chiusura
16/01 1610791200 Strage nella casa di riposo: 5 anziane morte, gravi altri 5 ospiti e 2 operatori
16/01 1610786160 Rapina e tentato omicidio, 38enne di Nettuno arrestato in una comunità Ciociaria
16/01 1610786160 I giudici: demolire le opere realizzate per ospitare la statua del Santo a Sezze
16/01 1610785920 Il Tar salva lo stabilimento balneare di Torvaianica chiuso dal Comune
16/01 1610780460 Va avanti a Pomezia il progetto Pegaso: barriere contro la pesca a strascico
16/01 1610779920 Gli uffici postali di Monticchio e Doganella riaprono 6 giorni la settimana

Sport
< <


Inchieste
[+] Mostra altri articoli