[X]
  [X]
Sfoglia Settimanale

Il ricordo della zia Bettina

Carlo Verdone scrive ai cittadini di Anzio: “Grande affetto per la città”

Venerdì 30 agosto 2019,  il grande regista, sceneggiatore e attore, Carlo Verdone, sarà ad Anzio per il Conferimento della Cittadinanza Onoraria. 

Carlo Verdone scrive una lettera alla Cittadinanza: “Anzio era la scenografia della nostra libertà. Ringrazio i Cittadini di Anzio che mi hanno dimostrato tanto affetto”

“Per la mia amata ANZIO.

Il conferimento della Cittadinanza Onoraria, che riceverò ad Anzio il 30 Agosto prossimo, mi riempie di gioia. E di questo ringrazio il Sindaco Candido De Angelis, tutte le Istituzioni che lo hanno appoggiato, l’amico Bruno Parente che ha ottimamente lavorato al progetto e, non ultimi, i Cittadini di Anzio che mi hanno mostrato negli anni tanto affetto.

Con vero piacere, insieme al Sindaco De Angelis, abbiamo deciso di contribuire alla realizzazione della “Cittadella di Padre Pio – Casa Socio Sanitaria Pediatrica Oncologica Madonna di Fatima”, devolvendo l’intero incasso, della serata di Villa Adele, alla meritevole opera dei Discepoli di Padre Pio, per la cura dei bambini gravemente malati.

La mia storia con Anzio ha inizio nei primi anni ’60, quando i miei genitori cominciarono a trascorrere diversi weekend per andare a trovare molti loro amici, che avevano una casa o una villa proprio lì. Erano medici, avvocati, architetti, professori. Era un’alta borghesia che in quell’epoca aveva scelto quella cittadina balneare come luogo di vacanza o di riposo. C’è da dire che un fratello di mia madre, Ermanno, aveva sposato una bellissima donna di Anzio: Elisabetta Pomante, che tutti noi chiamavamo Bettina. Quindi spesso si andava a casa Pomante, dove i genitori di Bettina, mamma Teresa e Nicolino, ci accoglievano sempre con pranzi straordinari. Mamma Teresa era continuamente interrogata da me affinché mi parlasse di Anzio e della sua storia. Era una donna forte, con un gran carattere popolano e saggio. Ricordava tanti episodi della sua cittadina, soprattutto quelli legati alla guerra e, ovviamente, allo Sbarco di Anzio. Non so quanti soldati tedeschi si presentarono affamati e feriti a casa sua e quanti altri americani e inglesi, che cercavano di potersi lavare e medicare. Per tutti c’era molta premura ed ospitalità. Ogni soldato che entrava a casa sua finiva con il lasciare il suo indirizzo, per poter ricambiare l’accoglienza. E nel vedere tutti quei fogli di carta con indirizzi inglesi, tedeschi e americani, a distanza di tanti anni, provavo un’enorme tristezza.

Ma anno dopo anno cominciai a sentire un grande affetto per questo luogo: c’erano delle immagini che mi emozionavano e che spesso ricordo in qualche scritto. Chiedevo sempre di poter andare al porto, per poter vedere i pescherecci che rientravano carichi di pesce e la gente che si accalcava curiosa nell’osservare cosa c’era nelle cassette di legno. L’arrivo della flotta in ordine sparso dei pescatori al tramonto era veramente poetica. Il porto, pieno di banchetti di pizza al taglio, di gelaterie, di ristoranti aveva un suo inconfondibile odore. Mi piaceva spesso appartarmi verso le scogliere di Ponente e restare incantato dalle onde che lì erano più gonfie e scure. Ma il mio luogo prediletto era il ponte della ferrovia, quello che porta a Santa Teresa. Ricordo che sfiancavo i miei genitori per poter vedere passare il treno della linea Nettuno-Roma. Ero appassionato di trenini elettrici e ogni volta notavo che il locomotore cambiava. Il treno aveva come un effetto ipnotico su di me. E la stazione, vista dall’alto, aveva qualcosa di romantico. Infatti di lì a poco cominciai a collezionare i famosi trenini Marklin, i più prestigiosi trenini da collezione. Una passione che durò circa vent’anni.

Finalmente dal 1964 i miei genitori si decisero a scegliere Anzio come luogo di villeggiatura. Ogni anno cambiavamo appartamento: Viale Paolini, Via Gramsci, Via Cupa, Santa Teresa etc… Se oggi mi chiedessero quali furono i tempi migliori, io risponderei gli anni ’60 vissuti durante le vacanze estive ad Anzio. A poco a poco la cerchia delle mie amicizie si allargò incredibilmente. Si perché ad Anzio c’erano tantissimi romani con figli della mia età e quindi molti di loro diventarono, negli anni, “grandi amici”. E con molti lo siamo ancora. Quante osservazioni ho colto in quel periodo… E quanto mi sono servite nel mio lavoro! Quante risate, quanti amori finiti bene o conclusi nella disperazione! Quanta musica dal jukebox del Tirrena o dal mangiadischi a casa di qualcuno. Quanti film ho visto nelle due arene storiche (Arena Antium e Cinema Estivo), quante corse fino a Nettuno per sfondarci di bombe calde alla marmellata! Erano anni pieni di leggerezza, aggregazione e vera condivisione. Erano gli anni della nostra giovinezza. Ed Anzio era la scenografia della nostra libertà”.

Carlo Verdone

ULTIME NOTIZIE
Nuova notizia in arrivo...
16:51 1568731860 Grande attesa per la visita di Papa Francesco sabato pomeriggio ad Albano
15:51 1568728260 Triage ospedaliero, nel Lazio cambia tutto: da 4 colori a 5 codici numerici
15:49 1568728140 Pd di Sezze: congresso per l'elezione di direttivo e segretario
13:56 1568721360 Soggetti violenti aggrediscono avvocati vicino alla Procura: presentato esposto
13:51 1568721060 Trovato morto nell'auto parcheggiata sotto casa: giallo a Latina
12:23 1568715780 Pomezia, sindaco ringrazia i volontari che curano il cimitero militare germanico
12:07 1568714820 Grave incidente su via Cisternense tra due furgoni da lavoro. Tre feriti
11:42 1568713320 Weekend di degustazioni con la Festa del Pane e la Sagra del Quinto Quarto
11:41 1568713260 Vendemmia notturna e presentazione dei vini, grande partecipazione di visitatori
09:41 1568706060 Attentato al Parco, chiuso il cerchio: titolare di stabilimento si costituisce
09:32 1568705520 Autostrada Roma-Latina: con il nuovo governo Pd-M5S l'opera potrà partire?
09:26 1568705160 Manifestazione con i cani da salvataggio e ricerca in calamità naturali
08:28 1568701680 Avviso per la concessione di una parte dell’immobile confiscato alla mafia
08:27 1568701620 Licenziato per i soldi spariti dall'ufficio postale: il giudice lo reintegra
08:23 1568701380 Presunta evasione fiscale, tre imprenditori apriliani salvati dalla prescrizione
08:21 1568701260 Due incendi in una giornata ad Ardea: brucia anche eternit
08:14 1568700840 Incidente tra una moto e una macchina: 50enne in ospedale
08:09 1568700540 Malori dopo la disinfestazione, la scuola resta chiusa per altri due giorni
08:08 1568700480 Scontro tra auto e moto su via Genio Civile ad Aprilia: ferito centauro
08:03 1568700180 Da Ponte Milvio a Torpignattara: disarticolate sette piazze di spaccio romane
16/09 1568648400 Pediatria, la Corrado (M5s) convoca Sindaci di Anzio e Nettuno in Commissione
16/09 1568648280 Straniero ferito al petto ad Anzio, l’aggressore denunciato a piede libero
16/09 1568648100 Gara sociale di pesca sportiva a Cretarossa a Nettuno, vince la solidarietà
16/09 1568645940 Ritorno al futurock: un successo l'evento per risollevare Rocca di Papa
16/09 1568642220 Ariccia: in manette fidanzati spacciatori. Base dello spaccio la loro villa

Sport

Eventi

Inchieste
[+] Mostra altri articoli