[X]
  [X]
Sfoglia Settimanale

Risarcimenti anche a Comune e Regione

Nove condanne per 'Alba pontina'. Il giudice: quella dei Di Silvio fu mafia

Accuse confermate. Compresa quella di mafia, la più pesante. Il giudice per l’udienza preliminare del Tribunale di Roma, Annalisa Marzano, ha condannato i nove imputati che, al termine dell’inchiesta denominata “Alba Pontina”, hanno scelto di essere processati con rito abbreviato. I pm Luigia Spinelli e Claudio De Lazzaro avevano chiesto condanne per circa ottanta anni di carcere e il giudice le ha inflitte per circa 74 anni. Nel corso della loro requisitoria i pubblici ministeri avevano ricostruito le indagini portate avanti dalla squadra mobile di Latina su quella che a loro avviso è un’associazione per delinquere di stampo mafioso, messa in piedi nel capoluogo pontino dai Di Silvio di Campo Boario e dedita alle estorsioni, all’usura, all’intestazione fittizia di beni, al traffico di droga e alla corruzione elettorale. Una tesi che ha appunto convinto il giudice Marzano. Condannati dunque i figli del presunto boss Armando “Lallà” Di Silvio: 17 anni e 4 mesi di reclusione a Gianluca detto “Bruno”, 16 anni e 8 mesi a Samuele e 16 anni e mezzo a Ferdinando “Pupetto”. Condannati poi a 4 anni e 4 mesi Gianfranco Mastracci, a 5 anni Daniele “Canarino” Sicignano, a 4 anni Valentina Travali, a 4 anni e 2 mesi Mohamed Jandoubi e Hacene Hassan Ounissi, e a 10 mesi Daniele Coppi. Un processo in cui hanno pesato le dichiarazioni dei collaboratori di giustizia Renato Pugliese, figlio del capo nomade Costantino Cha Cha Di Silvio, e Agostino Riccardo. Disposti infine risarcimenti per le parti civili. “La condanna a oltre settanta anni di carcere complessivi ad esponenti e affiliati del Clan di Silvio di Latina – ha dichiarato il presidente della Regione Lazio, Nicola Zingaretti - è il risultato di complesse ed efficaci indagini della Questura di Latina e della Dda di Roma, sostenute da istituzioni e cittadini. Una sentenza importante che riconosce l’associazione di stampo mafioso e accoglie, dunque, l’impianto accusatorio degli inquirenti. Come Regione ci siamo costituiti parte civile al processo per sostenere le vittime e il lavoro degli investigatori verso i quali esprimiamo un convinto ringraziamento. Alla Regione Lazio è stato riconosciuto dalla sentenza un risarcimento danni per 40.000 euro che reinvestiremo sulla cultura dei giovani attraverso progetti di educazione alla legalità per il territorio pontino”. “La sentenza odierna – ha aggiunto il sindaco di Latina, Damiano Coletta - dispone un risarcimento danni di 50mila euro in favore del Comune di Latina, che si è riconosciuto parte civile insieme con altre associazioni, e di 40mila euro per la Regione Lazio. Sono soldi che torneranno alla collettività. Li useremo per i patti di collaborazione, per l’acquisto di strumenti e per il bene comune. Colgo l’occasione per complimentarmi con l’Avvocatura del Comune”. Il processo principale scaturito dall’inchiesta “Alba Pontina” intanto è ancora in corso davanti al Tribunale di Latina.

ULTIME NOTIZIE
Nuova notizia in arrivo...
18/08 1566149640 Donna travolta sul lungomare a Tor San Lorenzo, è in codice rosso. Morto il cane
18/08 1566148380 Aggressione alla polizia locale a Cisterna, la Cisl Fp vicina agli agenti
18/08 1566148140 Trova rapace in difficoltà nel bosco: cittadino chiama i guardaparco
18/08 1566147660 Morde e stacca mezz'orecchio all'altro: lite tra nigeriani al centro accoglienza
18/08 1566134580 Nella casa del fantasma torna la rosa: realtà e suggestione nell'antica torre
18/08 1566134040 Latina, ruba 90 euro di cosmetici in farmacia: rintracciata con la refurtiva
18/08 1566133680 Picchia moglie e figlio di 38 anni di fronte ai carabinieri: arrestato 65enne
18/08 1566131400 Il consigliere di Nettuno Mancini sui giardini secchi al Forte: “Ora chi paga?”
18/08 1566131280 Lite con un minore in spiaggia ad Anzio, arrivano polizia e ambulanza
18/08 1566122700 Ennesima voragine sulla strada a Pomezia centro: si troverebbe sopra la fogna
18/08 1566122340 Ariccia, cade un albero sull'Appia antica: rimosso dalla protezione civile
18/08 1566121920 Genzano, vasto incendio in un maneggio. I soccorritori salvano i cavalli
18/08 1566115560 Tragedia a Torvaianica: 70enne ha un malore in mare. Inutili i soccorsi
18/08 1566115260 Cisterna, fuoco in un appartamento al terzo piano: evacuato l'intero palazzo
17/08 1566064440 Cittadinanza a Carlo Verdone, venduti oltre mille biglietti per la serata evento
17/08 1566063840 Rifiuti, l'assessore di Nettuno Roda chiede "un parere certificato" al Dirigente
17/08 1566063000 La Dello Cicchi contro la musica alta a Ferragosto, scuse ironiche di Armocida
17/08 1566054840 Genzano, protezione civile al lavoro per domare un vasto incendio su un terreno
17/08 1566051360 Ritorna a Tutta Birra: la corsa goliardica più attesa dell’anno
17/08 1566050760 Dopo una rissa ruba un’auto, entra nell’isola pedonale e ferisce quattro vigili
17/08 1566050160 Un film su Elisa: prima di morire compra 18 regali per i compleanni della figlia
17/08 1566049740 150 auto "fuorilegge" in 72 ore: controlli della Polstrada con lo street control
17/08 1566041700 Il trattore taglia la strada alla moto: ferito un 60enne. Contadino nei guai
17/08 1566040980 Rubano superalcolici ma vengono bloccati dai carabinieri durante la fuga
17/08 1566040260 Sfuggono all’alt della Polizia di Stato, inseguiti e arrestati 4 spacciatori

Sport

Eventi

Inchieste
[+] Mostra altri articoli