[X]
  [X]
Sfoglia Settimanale

Settis interviene sul Divino Amore

Marino, i costruttori chiedono 280 milioni di € al comune.In mattinata l'udienza

"Italia Nostra Castelli Romani, assieme a Legambiente Appia Sud ‘il riccio’, il Comitato Argine via Divino Amore (ADA), l’Associazione per il Cambiamento, esprimono grande preoccupazione in vista dell’udienza prevista per stamattina 19 luglio al TAR".  È quanto riporta un lungo comunicato stampa inviato in redazione dalle associazioni ambientaliste. "Il ricorso - continua la nota - è stato presentato dalla agguerrita cordata di costruttori chiede non solo il ripristino del Programma “urbanistico” PRINT Ecovillage a Marino, non solo 280 milioni e 745 mila euro di risarcimento danni al Comune di Marino, ma anche di restringere il Parco dell'Appia Antica, ampliato l'anno scorso con la legge regionale numero 7, risultato storico questo da molti anni atteso insistentemente da tutte le associazioni ambientaliste del territorio supportate da tanti cittadini che hanno da tempo espresso tale volontà per mezzo anche di una grande raccolta firme. Certamente la norma suddetta è molto avversata dai costruttori poiché potrebbe far svanire il mega intervento edilizio noto come “Marino2”, prospicente via del Divino Amore, in cui si vorrebbe anche costruire un enorme centro commerciale. “Riteniamo infondate le eccezioni di costituzionalità sollevate dai legali delle società dei costruttori” sottolineano associazioni e comitati. “Secondo loro la norma contrasterebbe con alcuni canoni fissati nella carta fondamentale della nostra Repubblica: articoli 3 (uguaglianza di tutti i cittadini davanti alla legge), 41 e 42 terzo comma, che tutelano iniziativa economica privata e proprietà privata, e 117, che disciplina la potestà legislativa regionale. Facciamo dunque appello agli eminenti giudici del TAR affinché difendano l’articolo 9 della Costituzione che stabilisce la tutela del paesaggio da parte dello Stato e quindi da parte di tutta la comunità dei cittadini”. A tal proposito abbiamo l’ importante dichiarazione del prof Salvatore Settis, già direttore della Normale di Pisa ed autorevolissimo studioso, a supporto della difesa del paesaggio e delle associazioni che a Marino si battono contro il cemento: “Il richiamo alla Costituzione in questo contesto mi sembra quanto meno improprio: l’art. 9 della Costituzione dice precisamente il contrario, come dimostrano numerose e coerenti sentenze della Corte Costituzionale, secondo cui la tutela del paesaggio non può essere subordinata a nessun valore costituzionalmente protetto, «ivi compresi quelli economici» (così per esempio nella sentenza n. 196 del 2004). Anzi, «la tutela del paesaggio dev’essere improntata a integralità e globalità, in attuazione del valore estetico-culturale», secondo «il precetto dell’art. 9 Cost., il quale, secondo una scelta operata al più alto livello dell’ordinamento, assume il detto valore come primario, cioè come insuscettibile di essere subordinato a qualsiasi altro» (sentenze n. 151 del 1986 e n. 182 del 2006). Ritengo del tutto ovvio che tali principi debbano applicarsi a un alto valore culturale e paesaggistico come il Parco dell’Appia.”

 


 


 

ULTIME NOTIZIE
Nuova notizia in arrivo...
20/11 1574272380 Il 15, 21 e 22 dicembre il cuore di cioccolato di Telethon nelle piazze italiane
20/11 1574271120 Tre anni di minacce e soprusi alla moglie: 40enne allontanato dall'abitazione
20/11 1574267160 Giochi Scolastici Opes: proseguono gli appuntamenti del calendario provinciale
20/11 1574266500 Il 1° dicembre all'ospedale Goretti "Hiv Latina Challenge 2019"
20/11 1574266140 Colletta Alimentare ad Anzio e Nettuno: aderiscono 23 supermercati
20/11 1574266140 Dalle buone idee alle azioni: le attività virtuose del territorio si presentano
20/11 1574266020 Il Comune di Latina premiato dall'Anci per il progetto Eco-scuole certificate
20/11 1574266020 Pericolo e divieti ignorati, si scavalcano le transenne sul Cavalcavia a Nettuno
20/11 1574265780 Ricorso a Mattarella per i cattivi odori alla ex Kyklos: la battaglia va avanti
20/11 1574263980 Anzio, Pino Ranucci torna alla guida dell’assessorato ai Lavori Pubblici
20/11 1574263860 Bimbo investito mentre va a scuola in via Visca a Nettuno, soccorso in Ospedale
20/11 1574263860 61enne si suicida nella sua villetta sul lago di Nemi
20/11 1574262480 Consiglio Regionale, le associazioni:“stop al riavvio della discarica di Albano”
20/11 1574260200 Anzio, 25 furti alle mense scolastiche: «Non escludiamo si tratti di sabotaggio»
20/11 1574257140 Lavori in ritardo al pronto soccorso del Goretti: la Asl si riprende il cantiere
20/11 1574255640 Comitato dona al Comune di Aprilia 4 fototrappole contro le discariche abusive
20/11 1574255040 Tassa sui rifiuti: in provincia di Latina costa in media 335 euro l'anno
20/11 1574252160 All'IC Cecchina parte il progetto "Legalità e cittadinanza responsabile"
20/11 1574251200 Appuntamenti con l'ensemble MediterrAnima a Latina, Sezze e a "Osmosi" (Aprilia)
20/11 1574250780 Genzano, i residenti di via Terracini e quartiere Palmetane: sistemate la strada
20/11 1574248920 Maxi controlli antidroga tra Roma e Ciampino: due persone arrestate
20/11 1574248680 Due casi di scabbia in una scuola a Pomezia. «Nessuna emergenza, no allarmismo»
20/11 1574248140 Successo per "Il tessuto bianco", partecipazione e Vita al lancio del romanzo
20/11 1574247720 Pomezia dice No alla violenza contro le donne: iniziative per il 25 novembre
20/11 1574247480 Furti nelle aziende di Cisterna: incontro tra imprenditori e Prefetto

Sport
< <

Eventi

Inchieste
[+] Mostra altri articoli