[X]
  [X]
Sfoglia Settimanale

Nuovo scontro in Commissione Controllo

La Giunta Raggi ‘scarica’ il Cda di Ama

Commissione controllo - La tesissima seduta del 2 luglio
Commissione controllo - La tesissima seduta del 2 luglio

Non rispetta le attese il terzo round sui conti Ama che si è tenuto il 2 luglio nella Commissione 'Controllo, Garanzia e Trasparenza' del Campidoglio, dopo le due infuocate sedute del 30 maggio e 13 giugno. La Commissione è presieduta dal consigliere Marco Palumbo ed ha sede negli uffici distaccati del Campidoglio di via del Tritone. Palumbo e colleghi stanno cercando di passare al setaccio lo stato del settore dei conti del settore rifiuti della Capitale in completo stallo da oltre 3 anni, ovvero dall'insediamento della Giunta Raggi. Mancano i bilanci del 2017 e 2018 e lo stato del rendiconto del 1° semestre 2019. Ma è un compito tutt’altro che facile. Dopo la nomina del nuovo Consiglio di Amministrazione di Ama da parte della sindaca, che risale al 7 giugno scorso, i cittadini, la stampa e i consiglieri presenti in seduta si aspettavano l'entrata in scena di un terzetto pronto a prendere in mano le sorti decisamente precarie dell'Ama e dell’immagine di Roma che, da giorni sommersa da montagne di rifiuti in centro e in periferia, sta danneggiando anche il turismo oltre che i cittadini. Purtroppo in scena si è presentato solo un duetto: l'Amministratore Delegato del Cda di Ama, il commercialista Paolo Longoni, e il consigliere, geologo Massimo Ranieri.

LA 'GRANDE FUGA'
I due membri del Cda Ama sono stati lasciati soli ad interpretare il ruolo dei perfetti parafulmini. La Presidente del Consiglio di Amministrazione, l'avvocato Luisa Melara, pur arrivata in seduta in perfetto orario, si è trattenuta appena qualche minuto ed è poi è sparita alla velocità della luce prima che iniziassero i lavori. Accompagnata nella sua 'Grande fuga' dalla Ragioniera generale di Roma, Anna Guiducci. Proprio la Guiducci avrebbe avuto il compito di spiegare alla Commissione se e quando il Comune di Roma restituirà ad Ama i debiti accumulati in passato. Anche il Direttore Generale del Comune di Roma, Franco Giampaoletti, arrivato in seduta con un largo anticipo, subito dopo è sparito in men che non si dica senza più ritornare. Non si sono presentati, nonostante fossero stati convocati, la sindaca Virginia Raggi e l'Assessore al Bilancio ed al controllo strategico delle Partecipate, Gianni Lemmetti. Assente – neanche a dirlo - anche l'Assessore all'Ambiente, la cui poltrona è vacante da febbraio scorso, ovvero dalla cacciata di Pinuccia Montanari: la delega è temporaneamente nelle mani della prima cittadina.

LA GIUNTA RAGGI SI SFILA DALLA BATTAGLIA
L'impressione è che la Giunta Raggi non abbia concesso ai due tecnici la copertura politica che il Cda meritava e che, forse, avrebbe dovuto pretendere, a maggior ragione vista la gravità della situazione del settore rifiuti: mancanza dei bilanci dergli ultimi due anni, falllimento della differenziata e assenza totale di impianti a Roma e dintorni per il trattamento dei rifiuti della Capitale. A tentare di proteggere i due ‘parafulmini’ la sindaca ha inviato un suo fedelissimo, Pietro Calabrese, consigliere e presidente della Commissione Viabilità, che non fa parte della Commissione Controllo, ma che sta gestendo l'altra patata bollente dell'affaire stadio. 

LONGONI PROMETTE: «AD AGOSTO APPROVIAMO IL BILANCIO 2017»
I toni, come nelle due precedenti sedute del 30 maggio e 13 giugno, sono divenuti subito roventi. Ma Longoni ha cercato di calmare gli animi bollenti ammettendo che «È in corso a Roma una emergenza dei rifiuti ed una emergenza economico-finanziaria – ha spiegato senza mezzi termini, a voce alta e senza il benché minimo tentennamento – ma, nonostante tutto, entro la metà di agosto approveremo il bilancio 2017. È paradossale e pazzesco – ha sottolineato – che i conti del settore rifiuti siano in stallo da un tempo così lungo». Tra i problemi principali che ha sottolineato, la «mancata conciliazione economica tra Ama e Comune di Roma relativa all'anno 2014». Una «partita molto importante, ancora in ballo, con la ragioneria comunale e che riguarda diversi milioni di euro che l'Ama dovrebbe presto incassare». Peccato che la Ragioniera Generale del Comune di Roma se ne sia andata prima ancora che la seduta iniziasse.  «C'è un accertamento contabile in corso – ha poi ricordato - (commissionato da Bagatti, ndr) sulla congruità dei conti Ama». Poi, incalzato dai consiglieri, ha annunciato che «l'Ama ha un patrimonio da 280 milioni di euro, quindi potrebbe assorbire perdite anche di notevole entità». Il riferimento, nemmeno troppo velato, è ai presunti 80 milioni di € di debiti dovuti a mancati pagamenti della Tari relativi all'anno 2017 (rilevati dal nostro giornale in una precedente inchiesta) che potrebbe generare un enorme buco nelle casse Ama. 

«Il PORTA A PORTA A ROMA È UN FALLIMENTO»
Infine l'affondo del consigliere d’opposizione Pietro Fassina: «Il Piano industriale dov'è? - ha sbottato - E il porta a porta?». «Tra le 1000 e 1000 emergenze – gli ha risposto Longoni - lo formuleremo il prima possibile, all'inizio dell'autunno, ora non ce n'è uno. Ma diciamo sin da subito “no” alle favole, partiamo dalla realtà. Per il resto – ha concluso - è giusto ammetterlo, il porta a porta è un fallimento».

ULTIME NOTIZIE
Nuova notizia in arrivo...
25/02 1582653240 Il giardino di Ninfa apre in anticipo le prenotazioni on line
25/02 1582652280 Centinaia di bambini in strada a Latina per la tradizionale sfilata dei carri
25/02 1582652040 Beccato a rubare in un minimarket non fa in tempo a fuggire in bici: preso
25/02 1582651860 Allerta meteo per mercoledì 26 febbraio: previste forti raffiche di vento
25/02 1582651740 Carnevale 2020, a Pomezia il falò di Re Carnevale chiude i festeggiamenti
25/02 1582649760 Muore all’improvviso l’imprenditore Andrea Flamini, disposta l’autopsia
25/02 1582649580 Anzio e Nettuno, stop al viaggio della memoria, studenti a casa per 15 giorni
25/02 1582649400 Coronavirus, il Sindaco e Marchiafava al vertice della Sindaci del Lazio
25/02 1582646940 Furto nel minimarket e fuga in bici (rubata): arrestato uno dei due ladruncoli
25/02 1582638060 Coronavirus, anche la protezione civile di Ardea al lavoro allo Spallanzani
25/02 1582632780 Sale a bordo saltando sul treno in movimento: la Polizia blocca il convoglio
25/02 1582631820 Abbandona il cane ma le guardie zoofile lo vedono: condannato a pagare 4000 euro
25/02 1582630860 A casa e addosso aveva hashish e cocaina: denunciato pusher a Roccagorga
25/02 1582629780 "Costone crollato da novembre, nessun lavoro di messa in sicurezza"
25/02 1582629180 Incendio in una discarica di carta, sul posto Protezione Civile e pompieri
25/02 1582625640 Regione Lazio smentisce la notizia di chiusura delle scuole
25/02 1582623300 Grottaferrata: il fosso sversa acqua putrida e maleodorante nei campi agricoli
25/02 1582621860 Rocca di Papa, continua il progetto "Rocca Si...Cura", aumentati i controlli
25/02 1582620660 Anche l'anziano di Latina in ospedale è risultato negativo al Coronavirus
25/02 1582619700 Elezioni Terracina, salta la candidatura a Sindaco di Luigi Torre
25/02 1582618380 In una ditta di autotrasporti a Pomezia smontano mezzi rubati: scatta il blitz
25/02 1582618320 Pomezia: trovati con cocaina, hashish e marijuana in casa: arrestati due giovani
25/02 1582617720 Albano, sequestrati 120 kg di pane, dolci e prodotti da forno, saranno distrutti
25/02 1582617120 Genzano, convegno "L'Autismo si vive con il cuore" sui progetti di autonomia
25/02 1582616520 Genzano, il quinto candidato sindaco è una donna: presentata Alessandra Lattanzi

Sport
< <

Eventi

Inchieste
[+] Mostra altri articoli