[X]
  [X]
Sfoglia Settimanale

Presto in Consiglio comunale

Regole etiche per i politici di Pomezia: tutti d'accordo sul nuovo codice

Un codice etico per gli amministratori pubblici di Pomezia che va oltre l'ambito strettamente legale e normativo, andando a disciplinare piuttosto la “buona condotta” del politico, indirizzandolo al rispetto dei principi di responsabilità, trasparenza e imparzialità nell'esercizio delle proprie funzioni. Per altre professioni lo si potrebbe definire quasi un codice deontologico – esiste da molti anni, ad esempio, per i giornalisti, con previsioni specifiche – mentre, per quanto riguarda il Comune, riguarderà sindaco, assessori, consiglieri comunali e “qualunque persona che eserciti un mandato conferito mediante nomina del sindaco”.

Il codice etico è già più che una semplice proposta: la commissione comunale Affari generali, Risorse umane e Partecipazione", di cui è presidente il consigliere Massimiliano Villani (M5S), è stata infatti già convocata due volte in meno di un mese per analizzare la bozza del consigliere di Pomezia Domani Stefano Mengozzi. Nella seduta del 9 luglio scorso sono state concordate all'unanimità, infatti, alcune lievi modifiche e al più presto il testo definitivo approderà in Consiglio comunale, unico organo deputato a dare il via libera.

COSA PREVEDE IL CODICE ETICO
Già dalle premesse, l'intento è chiaro: impegnare gli amministratori a “evitare situazioni di conflitto di interesse, a mantenere un comportamento consono alla carica che riveste” e “a osservare l’articolo che regola la possibilità di accettare vantaggi personali e omaggi, pratica che – si legge nel testo che sarà portato all'esame del Consiglio comunale - potrebbe dare l’impressione di interferire o influenzare il suo pubblico operato”.

Al politico (nonché ai professionisti eventualmente nominati dal sindaco) è richiesto anche di “stabilire un rapporto di fiducia e collaborazione” con i cittadini, favorendo loro “l'accesso alle informazioni e l'esercizio e la salvaguardia dei loro diritti”. Stesso spirito collaborativo deve essere dimostrato nei confronti degli organi di informazione, alle cui “ragionevoli richieste (…) deve rispondere in maniera diligente, sincera e completa”. In rispetto all'autorità giudiziaria, in particolare, deve essere fornita “anche se non richiesta espressamente tutta la documentazione e le informazioni utili all’attività degli inquirenti e assicurando analoga collaborazione da parte degli uffici”.

VIETATI: "PRESSIONI INDEBITE", CONFLITTI DI INTERESSE "ANCHE POTENZIALI", ACCETTARE REGALI
È fatto divieto assoluto agli amministratori pubblici di esercitare “pressioni indebite”. Si intendono, in particolare, le richieste a concessionari o gestori di pubblici servizi (appaltatori, fornitori, etc...) da cui “possa derivargli un vantaggio personale diretto o indiretto o che assicuri ad altri soggetti od organizzazioni un indebito vantaggio personale diretto o indiretto”. È tassativamente vietato trovarsi in situazioni “anche potenziali” di conflitto di interesse, non solo d'affari ma anche personali e parentali.

Altro divieto vale su doni e regali: “L'amministratore – si legge - non accetta, neanche in occasione di festività per sé, congiunti, familiari e affini o per altri, regali o altre utilità aventi valore economico e rivolti ad acquisire trattamenti di favore nella conduzione dell’attività pubblica, tali da influenzare la sua indipendenza o indurre ad assicurare qualsiasi vantaggio, da parte di soggetti (persone, società o enti) in qualsiasi modo interessati dall'attività dell'Amministrazione comunale, ad eccezione di regali d'uso di modico valore e comunque non superiore a euro 100. L'eletto che riceve, indipendentemente dalla sua volontà, doni o altre utilità di non modico valore, ne dà tempestivamente comunicazione scritta all'autorità giudiziaria e al Sindaco”.

SI RISCHIA LA CENSURA PUBBLICA
Nel momento in cui un amministratore dovesse violare il codice etico, partirebbe una immediata contestazione da parte del sindaco o del presidente del Consiglio comunale. Al politico o professionista, sarebbe richiesto di produrre “idonee giustificazioni” e, se non venissero reputate sufficienti, “il Sindaco assume i conseguenti provvedimenti ed iniziative necessarie, dal richiamo formale alla censura pubblica”. In caso di soggetti che ricoprono incarichi sindacali fiduciari, costoro potrebbero perdere la nomina.

«Il codice etico è uno strumento pratico, che stiamo costruendo, all'interno della commissione che mi onoro di presiedere, insieme alle altre forze politiche e che mira a prevenire corruzione, mafie, malaffare e cattiva amministrazione - afferma il consigliere Massimiliano Villani, presidente della commissione Affari generali, Risorse umane e Partecipazione - Un impegno collegiale forte di credibilità, di trasparenza e di responsabilità nei confronti dei cittadini, per il quale esprimo soddisfazione anche per lo spirito di collaborazione, tra maggioranza e opposizione, su due temi fondamentali che devono essere sempre al centro della nostra azione, la legalità e la trasparenza».

ULTIME NOTIZIE
Nuova notizia in arrivo...
17/07 1563382800 Storie de donne, amori e de cortelli, l’8 agosto al Teatro Spazio Vitale
17/07 1563382680 Verdone cittadino onorario di Anzio, subito in campo per beneficenza
17/07 1563373440 Ariccia: il Grand Tour e Locanda Martorelli il 21 luglio col pittore Nino Costa
17/07 1563373380 Ariccia, grande manifestazione di boxe "Italia e Germania" il 26 luglio
17/07 1563371460 L'auto prende fuoco su strada: l'incendio si propaga anche alle sterpaglie
17/07 1563362580 Strage di via D'Amelio: a Latina verrà inaugurato un maxi murales
17/07 1563361620 Parte il restyling del parco del quartiere San Valentino di Cisterna
17/07 1563360360 20enne nascondeva nel marsupio bustine di marijuana: denunciato
17/07 1563354600 Servizio civile al Comune di Sermoneta: aperto ai giovani tra i 18 e i 28 anni
17/07 1563353400 Venanzoni e Silvani: “Maggioranza muta sui lunedì di chiusura dell'anagrafe"
17/07 1563353340 Da oggi è possibile presentare online l’iscrizione alla mensa e allo scuolabus
17/07 1563352920 La grande musica di De Andrè sabato in scena ad Anzio per beneficenza
17/07 1563351420 Discarica a viale Roma ad Anzio, un cittadino: “Basterebbero due telecamere…”
17/07 1563351300 I commercianti di Nettuno donano i nuovi cartelli alla città, il Sindaco: Grazie
17/07 1563350820 Buone notizie: a Pomezia da settembre taglio delle rette dei nidi comunali
17/07 1563349860 Pomezia, giovani donne abbracciano passante e gli sganciano la catenina d'oro
17/07 1563344400 San Felice, divieto di balneazione a Rio Torto: l'acqua è inquinata
17/07 1563343500 Trasloco fatale: 56enne di Latina muore mentre scarica un divano
17/07 1563342120 24 case popolari a Latina, se si trova la nuova copertura finanziaria
17/07 1563341760 «Sasso lanciato contro la mia auto sulla Pontina a Campoverde»
17/07 1563341460 Miglioramento sismico, fondi per la scuola materna comunale Sant'Andrea Uberto
17/07 1563341040 Terza aggressione a medici e infermieri in un mese: interrogazione al Ministro
16/07 1563287520 Arrestato 46enne per furto di energia elettrica nella sua villa di Rocca Priora
16/07 1563285360 Sabaudia tra le righe, tutti i libri in cartellone. Debutto con Dacia Maraini
16/07 1563283200 Al via stasera al Forte Sangallo di Nettuno il l Guerre & Pace FilmFest

Sport
< <

Eventi

Inchieste
[+] Mostra altri articoli