[X]
  [X]
Sfoglia Settimanale

Presto in Consiglio comunale

Regole etiche per i politici di Pomezia: tutti d'accordo sul nuovo codice

Un codice etico per gli amministratori pubblici di Pomezia che va oltre l'ambito strettamente legale e normativo, andando a disciplinare piuttosto la “buona condotta” del politico, indirizzandolo al rispetto dei principi di responsabilità, trasparenza e imparzialità nell'esercizio delle proprie funzioni. Per altre professioni lo si potrebbe definire quasi un codice deontologico – esiste da molti anni, ad esempio, per i giornalisti, con previsioni specifiche – mentre, per quanto riguarda il Comune, riguarderà sindaco, assessori, consiglieri comunali e “qualunque persona che eserciti un mandato conferito mediante nomina del sindaco”.

Il codice etico è già più che una semplice proposta: la commissione comunale Affari generali, Risorse umane e Partecipazione", di cui è presidente il consigliere Massimiliano Villani (M5S), è stata infatti già convocata due volte in meno di un mese per analizzare la bozza del consigliere di Pomezia Domani Stefano Mengozzi. Nella seduta del 9 luglio scorso sono state concordate all'unanimità, infatti, alcune lievi modifiche e al più presto il testo definitivo approderà in Consiglio comunale, unico organo deputato a dare il via libera.

COSA PREVEDE IL CODICE ETICO
Già dalle premesse, l'intento è chiaro: impegnare gli amministratori a “evitare situazioni di conflitto di interesse, a mantenere un comportamento consono alla carica che riveste” e “a osservare l’articolo che regola la possibilità di accettare vantaggi personali e omaggi, pratica che – si legge nel testo che sarà portato all'esame del Consiglio comunale - potrebbe dare l’impressione di interferire o influenzare il suo pubblico operato”.

Al politico (nonché ai professionisti eventualmente nominati dal sindaco) è richiesto anche di “stabilire un rapporto di fiducia e collaborazione” con i cittadini, favorendo loro “l'accesso alle informazioni e l'esercizio e la salvaguardia dei loro diritti”. Stesso spirito collaborativo deve essere dimostrato nei confronti degli organi di informazione, alle cui “ragionevoli richieste (…) deve rispondere in maniera diligente, sincera e completa”. In rispetto all'autorità giudiziaria, in particolare, deve essere fornita “anche se non richiesta espressamente tutta la documentazione e le informazioni utili all’attività degli inquirenti e assicurando analoga collaborazione da parte degli uffici”.

VIETATI: "PRESSIONI INDEBITE", CONFLITTI DI INTERESSE "ANCHE POTENZIALI", ACCETTARE REGALI
È fatto divieto assoluto agli amministratori pubblici di esercitare “pressioni indebite”. Si intendono, in particolare, le richieste a concessionari o gestori di pubblici servizi (appaltatori, fornitori, etc...) da cui “possa derivargli un vantaggio personale diretto o indiretto o che assicuri ad altri soggetti od organizzazioni un indebito vantaggio personale diretto o indiretto”. È tassativamente vietato trovarsi in situazioni “anche potenziali” di conflitto di interesse, non solo d'affari ma anche personali e parentali.

Altro divieto vale su doni e regali: “L'amministratore – si legge - non accetta, neanche in occasione di festività per sé, congiunti, familiari e affini o per altri, regali o altre utilità aventi valore economico e rivolti ad acquisire trattamenti di favore nella conduzione dell’attività pubblica, tali da influenzare la sua indipendenza o indurre ad assicurare qualsiasi vantaggio, da parte di soggetti (persone, società o enti) in qualsiasi modo interessati dall'attività dell'Amministrazione comunale, ad eccezione di regali d'uso di modico valore e comunque non superiore a euro 100. L'eletto che riceve, indipendentemente dalla sua volontà, doni o altre utilità di non modico valore, ne dà tempestivamente comunicazione scritta all'autorità giudiziaria e al Sindaco”.

SI RISCHIA LA CENSURA PUBBLICA
Nel momento in cui un amministratore dovesse violare il codice etico, partirebbe una immediata contestazione da parte del sindaco o del presidente del Consiglio comunale. Al politico o professionista, sarebbe richiesto di produrre “idonee giustificazioni” e, se non venissero reputate sufficienti, “il Sindaco assume i conseguenti provvedimenti ed iniziative necessarie, dal richiamo formale alla censura pubblica”. In caso di soggetti che ricoprono incarichi sindacali fiduciari, costoro potrebbero perdere la nomina.

«Il codice etico è uno strumento pratico, che stiamo costruendo, all'interno della commissione che mi onoro di presiedere, insieme alle altre forze politiche e che mira a prevenire corruzione, mafie, malaffare e cattiva amministrazione - afferma il consigliere Massimiliano Villani, presidente della commissione Affari generali, Risorse umane e Partecipazione - Un impegno collegiale forte di credibilità, di trasparenza e di responsabilità nei confronti dei cittadini, per il quale esprimo soddisfazione anche per lo spirito di collaborazione, tra maggioranza e opposizione, su due temi fondamentali che devono essere sempre al centro della nostra azione, la legalità e la trasparenza».

ULTIME NOTIZIE
Nuova notizia in arrivo...
12/11 1573583580 L’Udc di Anzio batte cassa al Sindaco, chiesta una rappresentanza in giunta
12/11 1573583460 Medaglia per un salvataggio in mare ad Anzio Saverio Spina, 100 anni di storia
12/11 1573583400 Tragedia sull'Appia, perde la vita una donna dopo un drammatico incidente
12/11 1573581600 Al via il processo ai vertici Acea Ambiente per le 'puzze' all'ex Kyklos
12/11 1573580760 Vendevano pc e smartphone sul web ma non li consegnavano: centinaia di truffati
12/11 1573573620 Fortitudo Futsal Pomezia, addio shock: il DS Pierpaolo Aiello ai saluti
12/11 1573569000 Perdita di gas in una villa di Rocca di Papa: intervengono i pompieri
12/11 1573568340 Rocca di Papa: perdita di gas da un piano cottura alla materna, scuola evacuata
12/11 1573563960 Colosseo: ad un anno dallo sgombero ci sono ancora occupanti in uffici e case
12/11 1573563660 Maltempo: il Comune a lavoro per ripristinare le criticità nelle scuole
12/11 1573562700 Aprilia, decine di armi e munizioni illegali in casa: arrestato 50enne
12/11 1573559760 La Banca di Credito Cooperativo promuovere risparmio e ecosostenibilità
12/11 1573554360 Proclamato sciopero Cotral Lunedì 18 Novembre
12/11 1573553400 Disabilità, a Pomezia nasce una "cellula" dell'associazione Luca Coscioni
12/11 1573552500 A Pomezia una panchina rossa per ricordare le vittime di femminicidio
12/11 1573550280 Allagamenti, Pompieri, polizia locale e protezione civile in strada fino a notte
12/11 1573550040 Mara Carfagna al Cimitero Americano di Nettuno per il Veterans Day
12/11 1573548360 Centimetri di terra sulla strada: chiusa. Lavori in corso
12/11 1573546620 Via Norbana: dalla Regione i fondi per i lavori di messa in sicurezza
12/11 1573546440 Bomba d'acqua ai Castelli e litorale romano: frana in una villa sulla Nettunense
12/11 1573546140 Coppia trovata in possesso di armi e droga a Pomezia: denunciati
12/11 1573545240 Scuola primaria di via Legnano allagata: chiusa. Lavori in corso
12/11 1573543560 Bufalara: sabbia sul manto stradale pericolosa per gli automobilisti
12/11 1573543200 Incidente sulla Pontina, auto si schianta contro un pino e finisce fuori strada
12/11 1573542660 Ciak si gira a Marino: riprese del seguito di 'Non ci resta che il crimine'

Sport
< <

Eventi

Inchieste
[+] Mostra altri articoli