[X]
  [X]
Sfoglia Settimanale

Aprilia, in due aziende sotto sequestro

Rifiuti in zona Caffarelli, la Regione: spetta alla proprietà rimuoverli

Spetta ai proprietari del sito rimuovere i rifiuti accatastati e, in caso di inerzia, dovrà pensarci il Comune di Aprilia. La Regione ha risposto all'interrogazione presentata dal consigliere regionale Pd Enrico Forte relativa ai siti di Asea di via delle Scienze ed Ecoimballaggi di via dell'Industria, nella zona industriale Caffarelli, sotto sequestro per stoccaggio abusivo di rifiuti ancora presenti, “con grave pericolo per l'incolumità pubblica”, si legge nel testo dell'interrogazione. “Il materiale abbandonato rappresenta un problema sia per le emissioni odorigene generate, sia per l'esposizione al rischio incendi”; inoltre, “la mancata pulizia ha trasformato la zona in ricettacolo di animali e parassiti”. Per questo il consigliere Forte chiedeva che cosa la regione avrebbe potuto fare, per quanto di competenza, per risolvere il problema. Anche il consorzio delle industrie della zona Caffarelli aveva presentato un esposto lamentando il pericolo igienico ambientale per la zona.

IL RUOLO DELLA REGIONE

«Il timore per l’ambiente e la salute delle persone è molto forte – spiega il consigliere Forte – per questo mi sono mobilitato per capire quali siano i rischi ambientali e di salute pubblica connessi, oltre a individuare il possibile ruolo delle Regione in questo contesto caratterizzato dalla presenza di attività produttive particolarmente impattanti. L’assessorato competente (Ciclo dei rifiuti, impianti di trattamento, smaltimento e recupero, Urbanistica e Politiche abitative) ricorda come la vicenda sia oggetto di incontri tecnici tra autorità comunali, provinciali e regionali in tema ambientale e dei cui esiti viene informata anche la Prefettura».

MONITORAGGIO IN CORSO

“L’attività di monitoraggio istituzionale è riconducibile alle procedure di legge relative all’abbandono dei rifiuti, e non al procedimento di bonifica dei siti inquinati, poiché le analisi non avrebbero riscontrato nessuna contaminazione di suolo, sottosuolo ed acque sotterranee. Pertanto – si legge nella risposta all'interrogazione – rimuovere e smaltire i rifiuti è una incombenza che spetta a chi ha commesso le violazioni, in solido ai proprietari dell’area o chi ne gode diritti reali sulla stessa. Perciò, sarà compito del Sindaco disporre una ordinanza di ripristino dell’area, ma decorso il termine entro cui operare, sarà l’amministrazione comunale a dover eseguire le operazioni in danno ai soggetti obbligati. La competenze della Regione, dunque, sono limitare a supportare il Comune in seno ai tavoli tecnici già in corso”.

«PREOCCUPAZIONE PER APRILIA»

«Resta comunque la preoccupazione per il territorio di Aprilia nel suo complesso – conclude l'esponente regionale del Pd – visto che le analisi sullo stato di salute dei cittadini residenti nel comune condotte dalla Asl e della Regione evidenziano la presenza di gravi patologie oltre la media registrata nel Lazio. Per questo occorre la collaborazione di tutti affinché una situazione ambientale già compromessa della presenza di siti produttivi ad alto rischio non venga ulteriormente peggiorata con possibili ricadute sulla popolazione».

ULTIME NOTIZIE
Nuova notizia in arrivo...
19:31 1571247060 Critiche ‘politiche’ ai lavori, l’assessore Ranucci di Anzio si è dimesso
19:29 1571246940 Furgone del supermercato rubato ad Anzio e ritrovato grazie ai sociale
19:27 1571246820 L’assessore regionale promette nuovi fondi per l’Ospedale di Anzio e Nettuno
19:25 1571246700 Il Tribunale boccia il ricorso di Conte niente indennità dall’Agraria di Nettuno
18:36 1571243760 Arrivate a Ciampino le salme dei poliziotti uccisi in Questura a Trieste
18:14 1571242440 Recuperate ad Aprilia e Roma dalla Polstrada due Range Rover rubate
17:15 1571238900 La Fiera del turismo di Rimini lancia "La via dei Caetani" Cisterna-Sermoneta
17:13 1571238780 Il parco di via Ugo Bassi a Marino intitolato a Maura Carrozza
16:59 1571237940 Gli artisti del festival del circo di Latina in udienza da Papa Francesco
16:55 1571237700 Castel Gandolfo illuminata di rosa con l'energia prodotta dall'attività sportiva
16:30 1571236200 ‘I precursori dell’ambientalismo’: scrittore di Ariccia vince premio letterario
14:22 1571228520 Marino, il parco di via Bassi verrà intitolato a Maura Carrozza
13:51 1571226660 Di Silvio guida con patente revocata e dà false generalità: arrestato
11:56 1571219760 Pomezia, intesa Comune - Caf: più servizi e assistenza fiscale per i cittadini
11:44 1571219040 Nostra Madre Terra, lo spettacolo musicale dell'istituto comprensivo Matteotti
11:14 1571217240 Albano, sgominata banda di ladri di auto. 6 arresti e numerose perquisizioni
09:32 1571211120 Open Day ai Castelli il 20 ottobre: visite guidate a musei e beni artistici
09:07 1571209620 20enne litiga con uno straniero: è in coma per le bastonate ricevute
09:02 1571209320 Pomezia, riasfaltatura di via del Mare: da stasera al via il cantiere notturno
08:57 1571209020 Sfruttamento dei lavoratori: il Comune non si costituisce parte civile
08:44 1571208240 Rocca di Papa, esposto in procura sulle perimetrazioni dei nuclei abusivi
08:38 1571207880 Residenti chiedono messa in sicurezza della ciclabile di via Gallerie di Sotto
08:35 1571207700 Botte a un 62enne mentre due donne stanno a guardare: un arresto e due denunce
08:28 1571207280 Sequestrati 300 kg di alimenti avariati al mercato. Minacciati gli agenti
08:23 1571206980 Prostituirsi non è reato: la lucciola vince al Tar e può tornare nella sua città

Sport

Eventi

Inchieste
[+] Mostra altri articoli