[X]
  [X]
Sfoglia Settimanale

Stop a nuovi palazzi e capannoni

Castel Gandolfo, il Ministero blocca le ruspe:"No" al nuovo quartiere delle Mole

In giallo l'area prescelta per la lottizzazione "Le Mole", ora bloccata - Sulla destra, in alto, la villa del Papa e  il centro storico
In giallo l'area prescelta per la lottizzazione "Le Mole", ora bloccata - Sulla destra, in alto, la villa del Papa e il centro storico

Nessun nuovo palazzo residenziale o capannone artigianale sorgerà mai a Castel Gandolfo, in località 'Le Mole'. La Soprintendenza Archeologica e del Paesaggio di Roma, una costola del Ministero dei Beni Culturali, ha sonoramente bocciato il Piano di Edilizia Economica e Popolare della città delle pesche. Sono due i pareri negativi che bloccano la realizzazione della nuova area residenziale. Parliamo di 4,5 ettari di terreno, un'area grande quanto 9 campi da calcio di serie A, situati a ridosso della via Appia nuova e proprio al confine con il comune di Albano. Area su cui si trovano prati, ulivi e orti, ma su cui la sindaca, Milvia Monachesi, e il suo vicesindaco nonché assessore all'Urbanistica, Cristiano Bavaro, avrebbero voluto realizzare 8 palazzi, ovvero 120 appartamenti: 80 destinati ad essere venduti al prezzo calmierato delle cooperative edili e 40 al normale valore di mercato dei privati. Oltre all'area residenziale, il programma della Giunta Monachesi prevedeva anche la costruzione di un'area commerciale destinata ad ospitare servizi privati di vario genere: si parlava di un supermercato, un laboratorio h 24 per il pane e un oratorio, ma niente ancora di definitivo. I provvedimenti negativi della Soprintendenza sono due, come accennato poco fa, i numeri 807 e 810, inviati in Regione il 15 gennaio scorso. 

SOPRINTENDENZA: “AREA GRAVATA DA DUE VINCOLI”
La costruzione della lottizzazione era stata pre annunciata più volte dalla Giunta Monachesi, anche poco prima prima delle ultime elezioni amministrative comunali del 2017. Elezioni che hanno riconfermato Milvia Monachesi alla guida di Castel Gandolfo per la seconda volta. Ma a risentire di più di questo stop inatteso è il vicesindaco Bavaro che aveva definito la lottizzazione “perfetta e storica”. “L'area di cui trattasi - si legge al contrario in una nota 'top secret' della Soprintendenza ai Beni Culturali che ha stroncato la lottizzazione e che il Caffè ha potuto consultare – è gravata da ben due vincoli paesaggistici, uno (…) dichiarativo, recante Codice dei Beni Culturali e del Paesaggio, ed uno ricognitivo (…)”. La Soprintendenza ha espresso insomma, in sole due parole, “parere negativo” alla realizzazione del Piano edilizio che stava tanto a cuore all'assessore all'Urbanistica. 

CIVITA FINISCE FUORIGIOCO
Il Piano edilizio denominato 'Le Mole' è stato approvato dalla Giunta Zingaretti il 20 ottobre 2016, dopo una gestazione durata vari anni durante i quali le Amministrazioni comunali precedenti non erano evidentemente riuscite a trovare la quadra per l'avvio del cantiere. Il via libera regionale è arrivato anche grazie all'interessamento dell'ex assessore all'Urbanistica, Michele Civita, che appena un anno e mezzo dopo è stato arrestato nell'ambito dell'affaire legato alla costruzione del nuovo stadio della Roma. Al contrario per il Ministero dei Beni Culturali quell'area non si può toccare visto che “il comune di Castel Gandolfo – si legge tra le carte – è inserito nel contesto più ampio dei Castelli Romani che ed è stato preda di un fenomeno di urbanizzazione che ne ha deturpato e devastato il territorio per oltre 50 anni (…) un ambito territoriale già messo a dura prova dalla cementificazione pregressa, ma ancora estremamente ricco di storia, arte, archeologia, natura e numerosi scorci panoramici che vanno preservati”. 

REGIONE E COMUNE NON SI ARRENDONO
Ma non è tutto. Lo scorso 20 febbraio, la Regione Lazio ha inviato alla Soprintendenza una richiesta di riesame del parere negativo del 15 gennaio.
Nota di riesame a cui la Regione ha fatto seguire, il 5 aprile, anche un successivo sollecito in cui si chiedeva il “riesame in via di autotutela con conseguente annullamento dei pareri negativi”. Ma la porta della Soprintendenza Archeologica è stata di nuovo sbattuta in faccia al mittente: “Alla luce delle considerazioni esposte – scrive nero su bianco la Soprintendenza - questo Ufficio ritiene di rigettare l'istanza di riesame e confermare il proprio parere negativo”. Contro la lottizzazione pende ancora un ricorso al Tar del Lazio presentato da numerosi residenti.
E un esposto all'Anac, Autorità Nazionale Anticorruzione, del consigliere di minoranza, Paolo Gasperini.

ULTIME NOTIZIE
Nuova notizia in arrivo...
08:49 1580284140 Con l'auto a tutta velocità rischiando di travolgere i pedoni: condannato
08:30 1580283000 Arance contro gli operai che installano le telecamere di videosorveglianza
08:22 1580282520 Sabaudia, riapertura di alcuni plessi dopo il pesticida nelle aule
28/01 1580236140 Paradiso sul mare a rischio, il Sindaco convoca Provincia e Sovrintendenza
28/01 1580235960 Mnemosine, gli studenti di Nettuno non dimenticano la Shoah
28/01 1580226840 Invasione di pecore sulla Pontina Vecchia, auto ferme ad aspettare il passaggio
28/01 1580226060 In un mese hanno truffato anziani incassando circa 100mila euro: due arrestati
28/01 1580214720 Arrivano gli scooter elettrici per i portalettere di Latina
28/01 1580211600 Al liceo Volterra di Ciampino si vota: studenti scelgono la settimana normale
28/01 1580209140 La sciabolatrice Alessia Piccoli sul podio ai campionati del Mediterraneo
28/01 1580207760 Controlli vicino alle aree cani di Pomezia: 27 multe per mancanza di microchip
28/01 1580204820 Furto all’asilo nido di Nettuno, rubati i viveri della mensa dei bimbi
28/01 1580203020 Ariccia, pedone investito via delle Cerquette durante il temporale: è grave
28/01 1580202960 "Guardie Zoofile a Scuola", all'incontro a Cecchina c'era anche il cocker Rino
28/01 1580201400 Tassa di soggiorno: più controlli e pagamenti web, Pomezia incassa 160mila euro
28/01 1580199540 Si sente male nel traffico della Pontina: 57enne soccorso in eliambulanza
28/01 1580197560 Carcere confermato per Sisco, il pusher che avrebbe venduto metadone a Desirée
28/01 1580197440 Sezze, il consigliere Bernasconi passa dal Pd a Italia Viva
28/01 1580196300 Carla Amici assessore di Latina: verifica su potenziali incompatibilità
28/01 1580195940 Da Cisterna alle Marche per derubare nelle case: finita la fuga di tre croati
28/01 1580195340 Minaccia la ex sotto casa con una pistola giocattolo: arrestato
27/01 1580144220 Ricercato per l'omicidio della moglie in Pakistan, 31enne rintracciato a Latina
27/01 1580142960 Bloccarono un uomo in preda a raptus, premiati 8 agenti di polizia locale
27/01 1580142180 Alle Scuderie Aldobrandini la mostra "Segno di artisti poeti di scena"
27/01 1580141940 Al via il progetto Pegaso (modificato) contro la pesca a strascico a Torvaianica

Sport
< <

Eventi

Inchieste
[+] Mostra altri articoli