[X]
  [X]
Sfoglia Settimanale

3 overdose in un mese, 7 dal 2017

Latina, il Comandante: «Da 5 anni è tornata l'eroina. Si insinua nel ceto medio»

<
>
Gabriele Vitagliano - Comandante dei Carabinieri di Latina
Gabriele Vitagliano - Comandante dei Carabinieri di Latina
ex svar, Latina
ex svar, Latina
ex pozzi ginori, Latina
ex pozzi ginori, Latina
Piazza del Quadrato, latina
Dove è avvenuto l'ultimo decesso per overdose di eroina
Piazza del Quadrato, latina Dove è avvenuto l'ultimo decesso per overdose di eroina
DI FRONTE ALLE AUTOLINEE DI LATINA
Siringhe abbandonate
DI FRONTE ALLE AUTOLINEE DI LATINA Siringhe abbandonate
ex caseificio, Sabaudia
ex caseificio, Sabaudia
ex canebi, Aprilia
ex canebi, Aprilia

Due ragazzi indiani, uno di 27 anni e l’altro di 32. E ancora una donna, stavolta italiana, di 35 anni. Tutti e tre hanno in comune una tragica morte: sono stati trovati senza vita a qualche centimetro da una siringa. Si tratta di tre decessi per overdose da eroina avvenuti nell’ultimo mese, che hanno riacceso la luce su un mostro che fino a qualche anno fa sembrava quasi sconfitto. A Latina, e più in generale in provincia, l’eroina è tornata ad allungare i suoi tentacoli. È tornata a percorrere canali di approvvigionamento e di spaccio e a girare quasi indistintamente tra i vari profili di consumatori. Da storie di vita al margine, i cosiddetti “disperati”, come erano i due giovani braccianti indiani, uno spirato all’interno del sito dismesso dell’ex Svar (dove un anno fa era stato registrato un altro decesso da overdose), l’altro alle spalle del campo di calcio della Samagor nel quartiere Nicolosi. Fino a incunearsi nella Latina bene e nella classe media, com’era il caso della sedicenne Arianna che ha sconvolto la città nel 2015. Sedici erano anche gli anni di Desiree Mariottini, che da Cisterna sembrerebbe fosse solita “rifornirsi” alle autolinee di Latina, e che, spinta dalla sua dipendenza, ha trovato un’orribile morte nello stabile degli orrori di San Lorenzo, a Roma, ad ottobre 2018. I numeri delle morti per overdose da eroina nella provincia pontina sono eloquenti: sono quasi un terzo di quelle registrate in tutto il Lazio dal 2017, con un indice di mortalità che è il triplo di quello regionale e quasi cinque volte quello della provincia di Roma. In un territorio crocevia di mafie e racket, dove “rispetto ad altre parti di droga ne gira veramente tanta”, il mercato dell’eroina “rappresenta per le organizzazioni criminali quello che per un supermercato è un reparto per celiaci: un settore con un bacino specifico di consumatori”. Ma che sembra allargare, di nuovo, i suoi confini. A raccontarcelo è il comandante provinciale dei Carabinieri, Gabriele Vitagliano, che avverte: “Da circa 5-6 anni l’eroina è tornata”.

Comandante, tre decessi registrati a Latina in un mese. L’eroina sta tornando su piazza?
«L’eroina è una sostanza che crea una dipendenza fisica assoluta. Infatti il consumatore farà di tutto per riuscire a procurarsela, arrivando a spendere fino a 150-200 euro al giorno.  E il pusher riuscirà, così, a letteralmente a “spolparlo” senza difficoltà e ad avere una rendita consistente. D’altro canto, però, è la droga con il più alto indice di mortalità. Proprio per quest’ultimo aspetto, l’eroina era passata di moda a livello di business delle organizzazioni criminali. Ma negli ultimi anni è stata una delle droghe, assieme alla cocaina, che ha subito la maggiore compressione del prezzo, dovuta sostanzialmente a una diversificazione del mercato e delle tratte dei traffici, e quindi ad una maggiore accessibilità.  In ragione di una banale legge dell’economia, si sono abbassati i prezzi delle dosi. Un grammo di eroina (ndr. che equivale a 10 dosi da 0,1g) si può acquistare a 40-50 euro. Questo ha rilanciato il business, anche in provincia».

Quando è cominciato questo “rilancio” ?
«Circa 5-6 anni fa. E possiamo dunque dire che è tornata a tutti gli effetti sul mercato delle sostanze stupefacenti della provincia». 

Quanto vale la fetta dell’eroina all’interno dell’intera torta del mercato degli stupefacenti?
«Possiamo dire che il mercato dell’eroina è per le organizzazioni criminali come un reparto di prodotti per celiaci per un supermercato: si tratta di un settore con un bacino di consumatori specifico. Non è sicuramente paragonabile al volume d’affari generato da marijuana e cocaina, ma assicura una rendita costante». 

Spesso si parla di soggetti che vivono vite al margine, di “disperati”. Qual è l’identikit del consumatore medio?
«Alcuni decenni fa si trattava di una questione culturale, quasi un fenomeno di massa, e quindi l’utilizzo era ampiamente diffuso. L’eroina è però, di per sé, la droga di chi ha paura del più o meno imminente fallimento, così fino a qualche anno il consumo riguardava quelli che possiamo definire, appunto, “disperati”. A Latina, però, gira una quantità impressionante di droga. È difficile fare paragoni, ma di certo si ha l’impressione che ce ne sia più che in molte altre zone d’Italia. E questa abbondanza di offerta ha fatto sì che si andasse a colmare una nicchia di mercato come l’eroina, che ha invaso anche il ceto medio latinense. Purtroppo all’interno della classe media pontina si consuma una quantità importante di droga».

I canali sono gli stessi di marijuana e cocaina?
«Nel mercato degli stupefacenti i canali di approvvigionamento e di spaccio sono essenzialmente tre: marijuana, cocaina e droghe sintetiche. Nella maggioranza dei casi, per precise dinamiche sociali di consumo, chi spaccia eroina è chi ha come business principale quello della cocaina. Se il pusher trova un soggetto incline e assoggettabile al consumo, oltre alla cocaina gli propone l’eroina, provando ad innescare una nuova dipendenza che potrebbe essere potenzialmente anche più redditizia. A tal proposito, ha preso piede da diversi anni un cocktail endovena di cocaina più eroina».

Esistono precise piazze di spaccio, differenti da quelli per altre sostanze?
«A Latina, così come per marijuana e cocaina, non esistono vere e proprie piazze di spaccio. Da sottolineare, piuttosto, molti casi di smercio all’interno di appartamenti, più sicuro per gli spacciatori. Diverso, invece, è il luogo dove viene consumata. L’eroina non è una droga di compagnia: l’eroinomane si vergogna dell’atto che compie. Ma, dal momento che sente la necessità di evadere dalle quattro mura della propria casa, si apparta spesso in spazi abbandonati. Nel capoluogo mi viene in mente l’ex Svar, la zona attorno alle autolinee, l’ex Pozzi Ginori, lo stabile abbandonato dietro piazza del Quadrato. In provincia, per fare due esempi, l’ex caseificio alle porte di Sabaudia e lo stabile residenziale abbandonato dell’ex Canebi ad Aprilia. E più in generale le campagne, soprattutto per gli immigrati».

ULTIME NOTIZIE
Nuova notizia in arrivo...
18:34 1568565240 Tragedia a Pomezia: ragazzo di 21 anni si suicida in casa
18:02 1568563320 Grande successo ad Ariccia per il Festival dell'Organo di Galloro
17:53 1568562780 Ariccia, cambio di sacerdozio nelle due chiese centrali della città
17:47 1568562420 Strisce pedonali invisibili: preoccupazione per la riapertura delle scuole
17:29 1568561340 Albano, grande folla al Bajocco Festival: centro storico preso d'assalto
14:56 1568552160 Aprilia: in centro con pistola carica, 60 proiettili, droga e mazza da baseball
14:40 1568551200 Turismo d'élite a Terracina: arriva il mega-yacht lungo 100 m di Lawrence Stroll
14:32 1568550720 Carabinieri sedano maxi rissa a Frascati: arrestati 5 giovani, 7 sono fuggiti
11:19 1568539140 Biogas e fogne, assemblea cittadina il 19 settembre a Cavallo Morto ad Anzio
11:16 1568538960 Platano caduto a Nettuno, il Comune avvia il monitoraggio degli alberi
10:45 1568537100 Lariano, furto al chiosco gestito dai ragazzi disabili alla fonte Ontanese
10:09 1568534940 20enne cerca di fermare il padre mentre picchia la madre e lo accoltella
09:47 1568533620 Violento impatto tra due auto: madre e due figlie di 8 e 11 anni in codice rosso
09:44 1568533440 La Polizia locale abbatte una costruzione abusiva in zona Le Salzare ad Ardea
14/09 1568478360 Morto per presunto errore medico, annullata la condanna di un dottore di Albano
14/09 1568471040 Aprilia celebra la protezione civile Alfa nei primi trent'anni di attività
14/09 1568469840 50mila euro per il progetto del Comune di Latina contro lo spaccio a scuola
14/09 1568469540 Si presenta a casa del padre e colpisce i mobili con l'accetta: arrestato
14/09 1568469300 Abuso di alcol tra minorenni e scarsa sicurezza, il Questore chiude discoteca
14/09 1568469000 A Rocca di Papa un week di musica, spettacolo e intrattenimento
14/09 1568468700 Si ribalta un'autocisterna sulla Pontina: strada chiusa verso Latina
14/09 1568461740 Parcheggi rosa a Nettuno, la richiesta protocollata negli uffici del Comune
14/09 1568461680 Evade dai domiciliari il ladro di Anzio scassinatore di auto: in manette
14/09 1568455980 A Frascati, con l'inizio delle scuole, riparte il progetto "Scuole Sicure"
14/09 1568450340 Rinviato a giudizio un 41enne: è ritenuto l'autore di tre omicidi

Sport

Eventi

Inchieste
[+] Mostra altri articoli