[X]
  [X]
Sfoglia Settimanale

3 overdose in un mese, 7 dal 2017

Latina, il Comandante: «Da 5 anni è tornata l'eroina. Si insinua nel ceto medio»

<
>
Gabriele Vitagliano - Comandante dei Carabinieri di Latina
Gabriele Vitagliano - Comandante dei Carabinieri di Latina
ex svar, Latina
ex svar, Latina
ex pozzi ginori, Latina
ex pozzi ginori, Latina
Piazza del Quadrato, latina
Dove è avvenuto l'ultimo decesso per overdose di eroina
Piazza del Quadrato, latina Dove è avvenuto l'ultimo decesso per overdose di eroina
DI FRONTE ALLE AUTOLINEE DI LATINA
Siringhe abbandonate
DI FRONTE ALLE AUTOLINEE DI LATINA Siringhe abbandonate
ex caseificio, Sabaudia
ex caseificio, Sabaudia
ex canebi, Aprilia
ex canebi, Aprilia

Due ragazzi indiani, uno di 27 anni e l’altro di 32. E ancora una donna, stavolta italiana, di 35 anni. Tutti e tre hanno in comune una tragica morte: sono stati trovati senza vita a qualche centimetro da una siringa. Si tratta di tre decessi per overdose da eroina avvenuti nell’ultimo mese, che hanno riacceso la luce su un mostro che fino a qualche anno fa sembrava quasi sconfitto. A Latina, e più in generale in provincia, l’eroina è tornata ad allungare i suoi tentacoli. È tornata a percorrere canali di approvvigionamento e di spaccio e a girare quasi indistintamente tra i vari profili di consumatori. Da storie di vita al margine, i cosiddetti “disperati”, come erano i due giovani braccianti indiani, uno spirato all’interno del sito dismesso dell’ex Svar (dove un anno fa era stato registrato un altro decesso da overdose), l’altro alle spalle del campo di calcio della Samagor nel quartiere Nicolosi. Fino a incunearsi nella Latina bene e nella classe media, com’era il caso della sedicenne Arianna che ha sconvolto la città nel 2015. Sedici erano anche gli anni di Desiree Mariottini, che da Cisterna sembrerebbe fosse solita “rifornirsi” alle autolinee di Latina, e che, spinta dalla sua dipendenza, ha trovato un’orribile morte nello stabile degli orrori di San Lorenzo, a Roma, ad ottobre 2018. I numeri delle morti per overdose da eroina nella provincia pontina sono eloquenti: sono quasi un terzo di quelle registrate in tutto il Lazio dal 2017, con un indice di mortalità che è il triplo di quello regionale e quasi cinque volte quello della provincia di Roma. In un territorio crocevia di mafie e racket, dove “rispetto ad altre parti di droga ne gira veramente tanta”, il mercato dell’eroina “rappresenta per le organizzazioni criminali quello che per un supermercato è un reparto per celiaci: un settore con un bacino specifico di consumatori”. Ma che sembra allargare, di nuovo, i suoi confini. A raccontarcelo è il comandante provinciale dei Carabinieri, Gabriele Vitagliano, che avverte: “Da circa 5-6 anni l’eroina è tornata”.

Comandante, tre decessi registrati a Latina in un mese. L’eroina sta tornando su piazza?
«L’eroina è una sostanza che crea una dipendenza fisica assoluta. Infatti il consumatore farà di tutto per riuscire a procurarsela, arrivando a spendere fino a 150-200 euro al giorno.  E il pusher riuscirà, così, a letteralmente a “spolparlo” senza difficoltà e ad avere una rendita consistente. D’altro canto, però, è la droga con il più alto indice di mortalità. Proprio per quest’ultimo aspetto, l’eroina era passata di moda a livello di business delle organizzazioni criminali. Ma negli ultimi anni è stata una delle droghe, assieme alla cocaina, che ha subito la maggiore compressione del prezzo, dovuta sostanzialmente a una diversificazione del mercato e delle tratte dei traffici, e quindi ad una maggiore accessibilità.  In ragione di una banale legge dell’economia, si sono abbassati i prezzi delle dosi. Un grammo di eroina (ndr. che equivale a 10 dosi da 0,1g) si può acquistare a 40-50 euro. Questo ha rilanciato il business, anche in provincia».

Quando è cominciato questo “rilancio” ?
«Circa 5-6 anni fa. E possiamo dunque dire che è tornata a tutti gli effetti sul mercato delle sostanze stupefacenti della provincia». 

Quanto vale la fetta dell’eroina all’interno dell’intera torta del mercato degli stupefacenti?
«Possiamo dire che il mercato dell’eroina è per le organizzazioni criminali come un reparto di prodotti per celiaci per un supermercato: si tratta di un settore con un bacino di consumatori specifico. Non è sicuramente paragonabile al volume d’affari generato da marijuana e cocaina, ma assicura una rendita costante». 

Spesso si parla di soggetti che vivono vite al margine, di “disperati”. Qual è l’identikit del consumatore medio?
«Alcuni decenni fa si trattava di una questione culturale, quasi un fenomeno di massa, e quindi l’utilizzo era ampiamente diffuso. L’eroina è però, di per sé, la droga di chi ha paura del più o meno imminente fallimento, così fino a qualche anno il consumo riguardava quelli che possiamo definire, appunto, “disperati”. A Latina, però, gira una quantità impressionante di droga. È difficile fare paragoni, ma di certo si ha l’impressione che ce ne sia più che in molte altre zone d’Italia. E questa abbondanza di offerta ha fatto sì che si andasse a colmare una nicchia di mercato come l’eroina, che ha invaso anche il ceto medio latinense. Purtroppo all’interno della classe media pontina si consuma una quantità importante di droga».

I canali sono gli stessi di marijuana e cocaina?
«Nel mercato degli stupefacenti i canali di approvvigionamento e di spaccio sono essenzialmente tre: marijuana, cocaina e droghe sintetiche. Nella maggioranza dei casi, per precise dinamiche sociali di consumo, chi spaccia eroina è chi ha come business principale quello della cocaina. Se il pusher trova un soggetto incline e assoggettabile al consumo, oltre alla cocaina gli propone l’eroina, provando ad innescare una nuova dipendenza che potrebbe essere potenzialmente anche più redditizia. A tal proposito, ha preso piede da diversi anni un cocktail endovena di cocaina più eroina».

Esistono precise piazze di spaccio, differenti da quelli per altre sostanze?
«A Latina, così come per marijuana e cocaina, non esistono vere e proprie piazze di spaccio. Da sottolineare, piuttosto, molti casi di smercio all’interno di appartamenti, più sicuro per gli spacciatori. Diverso, invece, è il luogo dove viene consumata. L’eroina non è una droga di compagnia: l’eroinomane si vergogna dell’atto che compie. Ma, dal momento che sente la necessità di evadere dalle quattro mura della propria casa, si apparta spesso in spazi abbandonati. Nel capoluogo mi viene in mente l’ex Svar, la zona attorno alle autolinee, l’ex Pozzi Ginori, lo stabile abbandonato dietro piazza del Quadrato. In provincia, per fare due esempi, l’ex caseificio alle porte di Sabaudia e lo stabile residenziale abbandonato dell’ex Canebi ad Aprilia. E più in generale le campagne, soprattutto per gli immigrati».

ULTIME NOTIZIE
Nuova notizia in arrivo...
09:07 1561446420 Due incidenti in due ore sulla Pontina verso Roma: traffico paralizzato
08:43 1561444980 A Velletri è stato protagonista il vino con la kermesse "Tutti giù in cantina"
08:41 1561444860 Concluso il concorso Miss Mamma 2019: tra le finaliste anche una di Lanuvio
08:06 1561442760 Il Sindaco Coppola: “Farinelli persona di rigore e passione, ci mancherà”
08:04 1561442640 Al via alla 7° Festa Antoniana all’Oratorio di Santa Rita dal 12 al 14 luglio
07:53 1561441980 Pontina chiusa per cercare il martello con cui è stata uccisa Elisa Ciotti
07:47 1561441620 Nominati dal Sindaco 12 ispettori ambientali volontari al servizio di Marino
07:40 1561441200 L'Infiorata di Genzano chiude con il corteo e lo spallamento a cura dei bambini
07:31 1561440660 Ennesimo incidente in via Pratica di Mare, un'auto si ribalta
07:26 1561440360 Aprilia-Lanuvio, gemellaggio "culturale" tra i due comuni alla festa del Patrono
24/06 1561403580 Sequestro di cozze e vongole al Mercato di Nettuno, massima attenzione
24/06 1561403460 I 5 stelle di Anzio scrivono al Prefetto: “Attivi gruppi di estrema destra”
24/06 1561403340 Anzio in festa per Sant’Antonio, dopo i Pink Floyd Legend arriva Arisa
24/06 1561393860 Le auto storiche in tour per il territorio pontino domenica 30 giugno
24/06 1561389420 Falso avvocato truffava gli stranieri in difficoltà per il permesso di soggiorno
24/06 1561387440 Giallo di Torvaianica: Maria Corazza uccisa da una sola coltellata al petto
24/06 1561387260 Scontro tra due auto in pieno centro a Latina, una si cappotta: due feriti
24/06 1561385760 Cinema, musica e recitazione con "Metti... un weekend a Palazzo Chigi"
24/06 1561385700 Presentato ufficialmente il 1° Marino Short Film Festival alla Sala Lepanto
24/06 1561385100 Ultimo giorno dell'Infiorata di Genzano: super ospite il figlio di Anthony Quinn
24/06 1561384740 I cittadini del comitato Vascarelle di Marino tagliano l'erba incolta
24/06 1561383120 Si opera al naso e finisce in coma, 21enne calabrese muore al Goretti di Latina
24/06 1561382460 Pomezia, pista ciclabile franata: pronto un progetto comunale da 290mila euro
24/06 1561374000 MDMA nel cassetto della cucina di un uomo di Ardea: arrestato dalla Polizia
24/06 1561373700 Un miglio con Fede, primo memorial Federica Menotti

Sport

Eventi

Inchieste
[+] Mostra altri articoli