[X]
  [X]
Sfoglia Settimanale

Rigenerazione urbana e il recupero

Regione Lazio, metri cubi gratis per ‘asfaltare’ le periferie

<
>
Nicola Zingaretti - Governatore del Lazio e Massimiliano Valeriani - Assessore all'Urbanistica
Nicola Zingaretti - Governatore del Lazio e Massimiliano Valeriani - Assessore all'Urbanistica
Palazzo Pamphilj - La facciata del palazzo storico in piazza S. Paolo ad Albano
Palazzo Pamphilj - La facciata del palazzo storico in piazza S. Paolo ad Albano
Zona Cancelliera - Un'area degradata al confine tra Roma, Albano e Ariccia
Zona Cancelliera - Un'area degradata al confine tra Roma, Albano e Ariccia

La Regione Lazio sta cercando di mettere il turbo al recupero dei capannoni abbandonati situati nelle aree artigianali, industriali e commerciali e delle palazzine cadenti ad uso residenziale situate in periferia, ma dimentica la riqualificazione dei centri storici. La legge regionale sulla “rigenerazione urbana e il recupero edilizio” varata dalla Giunta Zingaretti a luglio 2017 offre grossi incentivi volumetrici per chi avvia la ristrutturazione di strutture immobiliari abbandonate e degradate, ma solo se si trovano fuori dai centri storici. In certi casi, la legge voluta dal nuovo segretario nazionale del PD darà la stura anche ad ampliamenti o nuove costruzioni immobiliari decisamente poco 'green' anche su aree verdi e agricole (leggi il box di approfondimento). Ma “le disposizioni (della nuova legge regionale, ndr) – si legge tra le carte - non possono riferirsi ad aree ed edifici situati nelle zone individuate come insediamenti urbani storici”. Una legge poco chiara, così sostengono gli addetti ai lavori, tanto da spingere la Giunta regionale a pubblicare a febbraio scorso una circolare esplicativa che ha lo scopo di chiarire “l’effettiva portata – ammette lo stesso assessore regionale all'Urbanistica, Massimiliano Valeriani - dei diversi strumenti urbanistici innovativi e caratterizzati da una certa complessità attuativa”. 

E I CENTRI STORICI?
Purtroppo non sarà possibile godere dei vantaggi offerti dalla nuova legge per recuperare vecchi palazzi nobiliari, palazzine sorte durante il boom economico degli anni '50, '60 e '70, case cantoniere, stazioni, binari ferroviari, qualora situati in centro storico. Una caratteristica, quest'ultima, che sembra contraddire lo spirito a cui dovrebbe invece ispirari l’attività politica regionalei: riutilizzare il suolo e il patrimonio edilizio esistente che giace in stato di totale abbandono, per limitare l’erosione inutile di suolo, uno dei mali della nostra società. Una contraddizione non da poco visto che 1/3 degli edifici da recuperare nel Lazio, per la precisione 49mila e 353 immobili “cadenti o in rovina”, sono situati proprio nei centri storici (fonte Istat). Discorso diverso per gli immobili dedicati alle attività produttive e commerciali e le palazzine residenziali situate in periferia. Questa legge costituirà un volano per i circa 100 immobili (fonte Istat) che rispecchiano tale prescirzione e che potranno essere quindi ristrutturati ed eventualmente ampliati senza oneri per i proprietari.

LA LEGGE IN PILLOLE
La legge prevede cinque diverse tipologie di recupero immobiliare. Il primo: “Programma di rigenerazione urbana” (art. 2), ovvero la possibilità di costruire nuovi “interventi urbanistici e edilizi ” su aree urbane degradate o in alternativa di recuperare “complessi edilizi e edifici esistenti, ma dismessi o inutilizzati”. Il secondo: la “riqualificazione ed il recupero edilizio (art.3) di immobili esistenti” che consentirà di ottenere “il riconoscimento di una volumetria aggiuntiva rispetto a quelle preesistenti nella misura del 30% (che contempla, ndr) anche il possibile mutamento delle destinazioni d'uso degli edifici”. Il terzo è il “cambio di destinazione d'uso”; il quarto il “miglioramento sismico e l'efficientamento energetico”; il quinto gli “interventi diretti”, ovvero l' “incremento fino ad un massimo del 20% della volumetria esistente ad eccezione degli edifici produttivi per i quali l'incremento massimo consentito non può superare il 10%”. Solo le disposizioni per il cambio di destinazione d'uso degli edifici potranno  essere applicate anche per gli immobili situati nei centri storici, ma “previa autorizzazione – così si legge nell'articolo 4, comma 5 – della giunta comunale”.

UNA CHIAVE PER 'SCARDINARE' I PRG
Con la legge 'speciale' sulla 'Rigenerazione Urbana e recupero edilizio' la Giunta Zingaretti sembra voler dare una mano ai cittadini e agli investitori privati a 'scardinare' i Piani Regolatori Generali, o P.R.G. comunali, per aiutarli ad avviare nuove attività economiche (o ampliare attività già esistenti) su area agricola, commerciale e industriale. La nuova legge consente difatti il cambio di destinazione d'uso anche in deroga alle procedure ordinarie. Il quesito però sorge spontaneo: non sarebbe stato meglio chiamarla con un altro nome?

ULTIME NOTIZIE
Nuova notizia in arrivo...
18:15 1590941700 Non si ferma la movida a Frascati, maxi rissa a piazza Paolo III
16:32 1590935520 Ancora buone notizie della Asl di Latina: 0 positivi e 0 decessi
16:32 1590935520 Dieci positivi e sette decessi tra Roma e provincia: i dati delle Asl
16:26 1590935160 Genzano, incidente in moto. Ferita grave una ragazza trasportata con elisoccorso
16:23 1590934980 Matteo Salvini a Sabaudia, giornata di relax per il leader della Lega
13:10 1590923400 Ciampino, la polizia locale scopre con i droni terreno adibito a discarica
13:00 1590922800 Sabaudia, 38enne con cocaina e 430 euro in casa: trasferito ai domiciliari
12:53 1590922380 Banconote false e droga a casa: arrestato un 56enne di Latina
11:40 1590918000 Aereo precipita tra Nettuno e Latina: due morti carbonizzati
11:07 1590916020 Grottaferrata, test sierologici per dipendenti comunali e agenti in corso
10:42 1590914520 Dalla sua auto effettuava le consegne della droga: scoperto dalla Polizia
10:14 1590912840 Nelle mutande nasconde 11 involucri di cocaina e 250 euro: arrestato
10:13 1590912780 Residenti segnalano spaccio: la Polizia arriva e arresta due pusher
10:08 1590912480 Latina, torna il mercatino della memoria da domenica 7 giugno
09:57 1590911820 Coronavirus, positivo un dipendente del comune di Anzio, corsa ai controlli
09:54 1590911640 La polizia riporta in chiesa la collana rubata a Nostra signora delle Grazie
09:46 1590911160 Il Sindaco consegna le prime mascherine nella zona pub di Latina
09:30 1590910200 Tutte le regioni riapriranno dal 3 giugno: lo ha deciso il Governo
30/05 1590870240 Nettuno protagonista dell’estate, si prepara la stagione in tutta sicurezza
30/05 1590869940 Tensioni nella Lega ad Anzio, consiglieri sulla porta e tanti malumori
30/05 1590846060 Due soli nuovi contagi tra Castelli e litorale ma c'è anche una vittima
30/05 1590845940 Secondo giorno consecutivo senza contagi in provincia di Latina. C'è un decesso
30/05 1590844860 Latina, chiusa con ordinanza Strada della Rosa: troppo pericolosa
30/05 1590844440 Durante una lite colpisce la vittima, priva di sensi a terra. Arrestato 40enne
30/05 1590835860 Stalker continuava a importunare la ex nonostante il divieto di avvicinamento

Sport
< <


Intervista a Claudio Di Berardino

Cassa integrazione ok. Ma quali i tempi?

Intervista a Claudio Di Berardino

Claudio di Berardino è assessore regionale con due deleghe fondamentali, soprattutto in questo momento di emergenza: lavoro e...

Inchieste
[+] Mostra altri articoli