[X]
  [X]
Sfoglia Settimanale

Il 23 Marzo al Palatlantico

Kick Boxing. Mattia Faraoni, “sono pronto per Enfusion”

Mattia Faraoni
Mattia Faraoni

Il 23 marzo sbarca a Roma Enfusion, il prestigioso circuito internazionale che organizza incontri di K1 e Muay Thai in tutto il mondo, portando sul ring i più forti fighters del momento e i talenti emergenti, e che cura la distribuzione televisiva degli eventi a livello mondiale. Nella nottata, presso l’Atlantico in Via dell’oceano Atlantico 2710, in palio anche un titolo mondiale. Ricco il programma e diversi gli atleti italiani presenti, abbiamo incontrato e parlato con Mattia Faroni che affronterà Boubaker el Bakkouri.

Come ti stai preparando per questa nuova sfida? “Per questa nuova sfida mi sto preparando con la sinergia creata tra il Team Raini dei due fratelli Manuele e Milo e il mio preparatore Antonello Regina: il lavoro tecnico e specifico sulla kick boxing è affidato ai primi, mentre il secondo segue tutta la parte atletica. Gli allenamenti nella palestra di Piazzale Marcellino Champagnat 2 sono duri e sto curando i minimi dettagli: ho la possibilità di confrontarmi ogni giorno con atleti di alto livello. Oltre l’aspetto fisico quando sali su palcoscenici così importanti anche le situazioni emotive sono da tenere sotto controllo e gestire: l’ansia da prestazione delle volte può giocare brutti scherzi soprattutto se a combattere sei in casa e hai molti occhi amici a guardarti”.

Come ci si allena psicologicamente per un appuntamento come questo? (pensi mai, ma chi me lo ha fato fare?) “Quello mentale è l’aspetto più importante. Fare un lavoro su se stessi per evitare di entrare in una spirale di stress che grava sulla preparazione e poi sulla prestazione. Io cerco di dare il massimo ad ogni allenamento e sono attento ad ogni dettaglio: la dieta, coprirmi bene dopo una sudata, riscaldarmi sempre intensamente prima di una sessione di allenamento. Cerco di godermi ogni momento consapevole che l’appuntamento arriverà e che io per quel giorno sarò pronto”.

Sei tornato da poco da una esperienza di training in Olanda, cosa cambia con la preparazione che si segue in Italia? “Il camp in Olanda è stato veramente duro. Dico subito che la differenza maggiore con il nostro paese è il materiale umano con il quale mi sono confrontato: molti atleti e tutti molti forti. In Olanda questo è possibile perché di questo sport, la Kick boxing, è possibile vivere. Gli eventi sviluppano delle borse tali da poter assicurare all’atleta una totale dedizione all’allenamento mentre qui in Italia è un lusso che nessuno può permettersi: è un sacrificio e uno stress che può portare anche ad infortuni. In Italia poter essere uno sportivo professionista significa fare necessariamente anche un altro lavoro”.

A chi ti sei affidato in Olanda? “Mi sono allenato alla Mousid Gym con Mousid Akamrane ex-campione del Mondo e Europeo con 83 combattimenti all’attivo di cui 72 vittorie. È stato l’allenatore di Bad Hari, uno degli atleti più forti e celebri di questa disciplina e ancora oggi la sua palestra è frequentata da molti campioni che girano i circuiti più famosi del mondo: Bellator, Glory e Enfusion appunto. È stata una settimana intensa, ma mi ha dato molto anche sotto il punto di vista della tenuta fisica e mentale”.

Cosa significa per un atleta un evento simile? “Partecipare a Enfusion è uno di quei sogni che ti accompagnano dalla prima volta che metti i guanti o entri in una palestra. Porta una fortissima motivazione e una grande responsabilità. L’evento sarà trasmesso in 49 paesi al mondo. Questa è la direzione giusta, per la possibilità di essere apprezzati in altri paesi, e perché vogliamo che Roma inizi a ospitare eventi di questo livello”.

Quali obbiettivi ti senti di aver raggiunto e quali devi ancora raggiungere? “Cerco di restare sempre concentrato sugli obbiettivi che devo raggiungere e evito di pensare a quelli raggiunti. Vengo fuori da due infortuni e non vedo l’ora di tornare a fare quello che amo: combattere al meglio delle mie possibilità. Ho quasi 100 match all’attivo che mi hanno portato a ricevere diversi riconoscimenti, sono sia un pugile che un Kickboxer. Nella boxe ho fatto oltre 60 match, ho vinto i campionati studenteschi, il Golden Glove, sono stato in Nazionale. Nella Kick sono stato tre volte campione italiano, bronzo ai mondiali e bronzo agli europei. In totale ci stiamo avvicinando ai 100 match. Sono l’unico atleta italiano nella storia ad essersi aggiudicato il titolo di campione italiano lo stesso anno in due diverse federazioni riconosciute dal CONI: la FPI per la boxe, e la FIKBMS per la Kick. Sono molto orgoglioso di questo”.

Dove potremo seguirti? “Potrete seguirmi su Enfusion tv in streaming live da 48 paesi al mondo. Sto carico!”. Roberto Persia

ULTIME NOTIZIE
Nuova notizia in arrivo...
25/05 1558804260 Preleva la figlia dall'asilo e picchia l'ex moglie che cercava di impedirglielo
25/05 1558803720 Il Vespa Club di Sermoneta partecipa alla 1000 km di Mantova
25/05 1558802940 Istrice selvatico investito sull'Appia: carreggiata ristretta per il recupero
25/05 1558802580 Ha un malore nel supermercato: inutili i soccorsi, muore tra gli scaffali
25/05 1558790100 Agricoltura, 12 Comuni pontini firmano la richiesta di intervento alla Regione
25/05 1558789680 Dichiara false generalità ai carabinieri per evitare l'espulsione: denunciato
25/05 1558789320 "Eletta tra le spose. Maria in musica dal ‘600 al ‘900": musica e solidarietà
25/05 1558789020 Truffa un'anziana al telefono fingendosi suo nipote: arrestato un anno dopo
25/05 1558788420 Incendio al dodicesimo piano di un palazzo di Pomezia: a fuoco un appartamento
25/05 1558787520 Latina dice addio a Luciano Marinelli, pioniere del basket pontino
25/05 1558779240 Fanno spesa ed escono senza pagare: quattro ragazze denunciate
25/05 1558778220 Riaperto dopo tre settimane il ponte Giovanni XXIII a Sabaudia
25/05 1558777020 Pesca illegale nell'area marina protetta di Tor Paterno, multe e sequestri
25/05 1558776360 Le buche diventano opere d'arte: mosaici e maioliche al posto dell'asfalto
25/05 1558775940 Prende male le misure e si incastra sotto il ponte: strada bloccata
25/05 1558772880 Velletri, al via le "Lezioni Aperte in Accademia"
25/05 1558772220 Albano Laziale, targa e mosaico in memoria di Cesare e Teresa Durante
25/05 1558772040 Ubriaco si scaglia contro due commesse del supermercato: fermato
25/05 1558771620 Convegno su “La scuola del futuro. La Costituzione come palestra di democrazia”
25/05 1558771260 Velletri, grande festa al PalaBandinelli con i campioni del mondo di ParaKarate
25/05 1558770900 Ennesima tragedia sulle strade pontine: in un incidente muoiono madre e figlia
25/05 1558770480 Esce dall'ospedale e si lancia nel laghetto vicino: morto un 25enne
25/05 1558760400 Latina, il Comandante: «Da 5 anni è tornata l'eroina. Si insinua nel ceto medio»
24/05 1558720320 La Meloni scalda la piazza a Nettuno, Coppola tra gli applausi: “Grazie a tutti”
24/05 1558720200 Memorial Day a Nettuno, si celebra il ricordo di chi ha dato la vita per la Pace

Sport
< <

Eventi
< <

Inchieste
[+] Mostra altri articoli