[X]
  [X]
Sfoglia Settimanale

Latina, «Abc garantirà il servizio»

Gara rifiuti annullata, il Consiglio di Stato ribalta la sentenza del Tar

Il Consiglio di Stato ha ribaltato la sentenza del Tribunale amministrativo regionale e dato ragione alla società dei rifiuti De Vizia Transfer Spa e non al Comune, che aveva annullato la gara d'appalto per la gestione della raccolta dei rifiuti dando poi vita all'azienda speciale ABC.  Nella giornata di ieri il Consiglio di Stato ha depositato la decisione sul ricorso della De Vizia contro la decisione del Tar. Alla base della nuova decisione dei Giudici amministrativi di secondo grado, si apprende dal Comune, vi sarebbe una sorta di cavillo (un "vizio procedurale"). Oggetto della causa sono gli atti con cui il Comune ha ritirato la procedura ad evidenza pubblica scelta dal vecchio Consiglio Comunale con l'ordine del giorno approvato il 12 maggio 2015 (a favore Forza Italia, PD e Fabio Cirilli). Il bando fu poi elaborato e lanciato quando il Comune era commissariato, guidato al Prefetto Giacomo Barbato, coadiuvato dai tre subcommissari Luigi Scipioni, vice Prefetto vicario a Latina, Paolo Canaparo, Vice Prefetto in servizio al Ministero dell'Interno e Michele Albertini, dirigente della Prefettura di Brindisi. Altissima la posta in gioco: oltre 18 milioni di euro per un appalto lungo 7 anni. 

L'Amministrazione ha invece mandato a monte l'iter, optando invece per riportare totalmente nelle mani del Comune la gestione del servizio, creando appunto l'ABC. 

Scelta adottata da Coletta e i suoi, dopo che l'Autorità nazionale anticorruzione aveva censurato il bando oggetto del contendere: “criteri irragionevolmente restrittivi”, “sembra dimensionato sulla raccolta tradizionale su strada”, scrive l'Anac nella sua raccomandazione al Comune che gli aveva sottoposto gravi dubbi. Certi criteri facevano somigliare il bando ad un abito su misura per qualcuno. Né si capiva come poter arrivare al 65% di raccolta differenziata imposto dalla legge e ottenibile solo con il 'porta a porta' in tutto il territorio comunale, non certo con i cassonetti stradali. È arcinoto. Lo chiarì ad esempio, nel 2002, la commissione di esperti nazionali, nominati dall'allora sindaco romano Walter Veltroni. Nel bando latinense, scrive l'Anticorruzione, “non è dato evincere nella tipologia dei servizi elencati […] una specifica indicazione del servizio di raccolta differenziata”. Come e cosa si pensava di fare, in concreto?

«La sentenza odierna - fanno sapere dal Municipio del capoluogo oggi - non entra nel merito delle scelte politiche operate da questa Amministrazione né sull’operato dell’Azienda Speciale. L’Amministrazione ha già dato mandato ai Servizi competenti di mettere in atto tutti gli adempimenti necessari all’esecuzione del pronunciamento. Stando a una primissima lettura del pronunciamento, è stato individuato un vizio procedurale nell’atto di annullamento della gara. Si tratta comunque di una vicenda estremamente complessa che necessita senza dubbio di ulteriori approfondimenti e che fa salvi in ogni caso gli ulteriori provvedimenti di competenza dell’Amministrazione. L’Azienda Speciale ABC nel frattempo continuerà a garantire il servizio di igiene urbana e tutti gli atti successivi saranno concordati con il Comune».

La causa in questione è scattata con un ricorso al Tar di Latina della stessa De Vizia Transfer. La società legittimamente invoca libera concorrenza in libero mercato. Giusta aspirazione che appare destinata ad essere frustrata se si guardano certi fatti: da come era congegnato il bando di gara e dai suoi primi esiti, pare propio che la partita se la sarebbe potuta aggiudicare uno solo: la DE Vizia stessa. Ecco perché. Alla gara avviata dal Commissario Barbato hanno partecipato due ditte. La De Vizia Transfer, nota da anni alla politica e alle cronache locali per alcuni incidenti giudiziari e precedenti di polizia riportati dall'ex Prefetto di Latina Bruno Frattasi nella sua relazione sul condizionamento mafioso al Comune di Fondi. Si sono inoltre fatte avanti AVR Spa - Ditta Sangalli riunite in associazione temporanea di imprese: la prima è nota soprattutto per i lavori stradali, più che come realtà industriale di peso nel settore rifiuti. La Sangalli è quella che a Frosinone si è vista togliere l'affidamento dell'appalto da oltre 26 milioni di euro proprio su ricorso della De Vizia. Il Tar e poi il Consiglio di Stato l’hanno fatta fuori perché ritenuta senza i requisiti morali prescritti: vari membri della famiglia Sangalli sono stati condannati in via definitiva con patteggiamento a 4 anni (ridotti a tre con l'indulto) per corruzione in appalti nel settore rifiuti. Anche a Maenza, ancora più vicino a Latina, la Sangalli è stata esclusa per analoga carenza di requisiti di moralità professionale (è poi rientrata all’ultimo minuto finendo seconda). Requisiti imposti dalla legge e richiesti anche nel bando latinense finito ora davanti al Tar.

ULTIME NOTIZIE
Nuova notizia in arrivo...
03:04 1558919040 Elezioni europee a Nettuno la Lega sfiora i 10mila voti, i 5 stelle sopra il Pd
03:00 1558918800 Ecco tutti i risultati delle Europee ad Anzio, Lega avanti dietro i 5 stelle
26/05 1558888380 Caos sulla Pontina: 148 paralizzata in entrambe le direzioni per due incidenti
26/05 1558887240 Accoltella trans e la riduce in fin di vita: 25enne fermato per tentato omicidio
26/05 1558886340 Sorpreso a fotografare il voto nella cabina elettorale: 50enne denunciato
26/05 1558878420 Tampona un’auto a Le Vele a Nettuno, scende dall’auto e scappa a piedi
26/05 1558871460 Rissa tra napoletani e nettunesi al centro Le Vele, indagano i carabinieri
26/05 1558870080 Elezioni comunali, si vota per sindaco e consiglieri: l'affluenza alle ore 19
26/05 1558869420 Pet therapy: animali in visita ai pazienti dell'hospice all'Ini di Grottaferrata
26/05 1558851720 Tutto esaurito a Rock per un Bambino: sul palco Grignani e Roby Facchinetti
26/05 1558850820 Elezioni europee: gli italiani oggi al voto. Alle ore 19 affluenza al 43,84%
26/05 1558846800 Latina e Velletri, carceri che scoppiano. Morti sospette e manutenzione assente
25/05 1558804260 Preleva la figlia dall'asilo e picchia l'ex moglie che cercava di impedirglielo
25/05 1558803720 Il Vespa Club di Sermoneta partecipa alla 1000 km di Mantova
25/05 1558802940 Istrice selvatico investito sull'Appia: carreggiata ristretta per il recupero
25/05 1558802580 Ha un malore nel supermercato: inutili i soccorsi, muore tra gli scaffali
25/05 1558790100 Agricoltura, 12 Comuni pontini firmano la richiesta di intervento alla Regione
25/05 1558789680 Dichiara false generalità ai carabinieri per evitare l'espulsione: denunciato
25/05 1558789320 "Eletta tra le spose. Maria in musica dal ‘600 al ‘900": musica e solidarietà
25/05 1558789020 Truffa un'anziana al telefono fingendosi suo nipote: arrestato un anno dopo
25/05 1558788420 Incendio al dodicesimo piano di un palazzo di Pomezia: a fuoco un appartamento
25/05 1558787520 Latina dice addio a Luciano Marinelli, pioniere del basket pontino
25/05 1558779240 Fanno spesa ed escono senza pagare: quattro ragazze denunciate
25/05 1558778220 Riaperto dopo tre settimane il ponte Giovanni XXIII a Sabaudia
25/05 1558777020 Pesca illegale nell'area marina protetta di Tor Paterno, multe e sequestri

Sport
< <

Eventi

Inchieste
[+] Mostra altri articoli