[X]
  [X]
Sfoglia Settimanale

Pomezia, caso via Tanaro

Ecomostro, due processi: l'avvocato prima difende il dirigente, poi il Comune

(immagine generica)
(immagine generica)

La battaglia su quello che è diventato noto alle cronache come l’ecomostro di via Tanaro è finita anche al Tar. L’imprenditore Francesco De Filippo e la Tanaro Costruzioni srl hanno impugnato il provvedimento con cui a dicembre il Comune di Pomezia ha annullato il contestato permesso a costruire. I giudici amministrativi hanno però respinto la richiesta di sospendere quella determina e hanno deciso di pronunciarsi direttamente nel merito sulla vicenda, fissando l’udienza al 9 giugno dell’anno prossimo.

I RINVII A GIUDIZIO, POI IL RICORSO AL TAR DELLA DITTA - Il 15 novembre 2015 venne rilasciato alla società romana Tanaro Costruzioni un permesso a costruire per la parziale demolizione di un fabbricato in via Tanaro, a Campo Ascolano, e la realizzazione di un fabbricato plurifamiliare. Ok alla demolizione della metà di una bifamiliare e alla realizzazione, al posto della parte demolita, di una palazzina di tre piani. Inutili le proteste dell’altro proprietario della bifamiliare, un russo che lavora a Pomezia come guida turistica.
Dopo le indagini svolte dai carabinieri di Torvaianica e gli accertamenti compiuti da un consulente tecnico nominato dal pm Carlo Morra, sono stati però indagati e poi rinviati a giudizio il dirigente all’urbanistica Renato Curci, il geometra dell’ufficio tecnico comunale Massimo Lauri, il direttore dei lavori Paolo Di Giovannantonio e il legale responsabile della Tanaro Costruzioni, Francesco De Filippo. Per il magistrato Curci e Lauri avrebbero rilasciato un permesso a costruire alla Tanaro illegittimo, perché in contrasto con le norme tecniche di attuazione della variante al piano particolareggiato esecutivo di Campo Ascolano. De Filippo avrebbe potuto così realizzare una nuova costruzione di 1.048 metri cubi di volumetria al posto dei preesistenti 472, oltre il doppio dunque, e alta nove metri anziché i sette e mezzo consentiti. La “Tanaro” avrebbe inoltre potuto realizzare ulteriore volumetria con il terzo piano dell’immobile, indicato come volume tecnico. Il tutto omettendo di sospendere i lavori come chiesto invece dalla Regione. Condotte che hanno portato ad accusare i tre di abuso d’ufficio. Di Giovannantonio e De Filippo, per i lavori eseguiti sulla scorta di un permesso a costruire ritenuto illegittimo, sono stati poi accusati di abusivismo edilizio. Il processo inizierà davanti al Tribunale di Velletri il prossimo 8 aprile e il Comune ha deciso di costituire parte civile.

Sulla vicenda però è in corso anche un contenzioso amministrativo. Il 7 dicembre scorso infatti, tre mesi dopo le richieste di rinvio a giudizio, il dirigente imputato Curci ha annullato il contestato permesso a costruire. Un provvedimento impugnato dal coimputato De Filippo e dalla Tanaro, tramite l’avvocato Giuseppe Ciaglia, che hanno fatto ricorso contro il Comune di Pomezia, rappresentato dall’avvocato Luigi Leoncilli, chiedendo al Tar di sospendere subito e poi, una volta analizzato il caso nel merito, annullare la determina dirigenziale. Ma i giudici hanno respinto la richiesta di congelare il provvedimento, non essendo ancora stati adottati provvedimenti sanzionatori da parte dell’ente locale e data “la complessità della questione, anche in considerazione della pendenza del processo penale”. Decideranno direttamente nel merito il 9 giugno 2020 e in quella data si pronunceranno anche sull’altro ricorso presentato dalla Tanaro, contro una sospensione lavori disposta dal Comune nel 2016.

IL "CASO" LEONCILLI - Sulla vicenda di via Tanaro appare particolare anche la posizione dell’avvocato Leoncilli. Nel corso delle indagini preliminari il legale, a cui il Comune di Pomezia ha affidato numerosissimi incarichi tanto durante la consiliatura Fucci quanto durante quella Zuccalà, ha difeso il dirigente Renato Curci. Il difensore, dunque, di un indagato in un procedimento che vede il Comune come parte lesa, tanto che la giunta Zuccalà ha deciso di costituirsi parte civile contro Curci e gli altri tre imputati. Quando a fine febbraio il giudice Gisberto Muscolo doveva decidere sulle richieste di rinvio a giudizio, Leoncilli ha poi lasciato la difesa di Curci. E nel ricorso al Tar, presentato dalla Tanaro pochi giorni prima dell’udienza preliminare e in cui il Comune si è costituito l’8 marzo, dunque a breve distanza dai rinvii a giudizio, ha assunto la difesa dell’ente. Una posizione particolare appunto e, non fosse altro che per una questione di opportunità, viene da chiedersi la ragione per cui il Comune ha deciso di farsi rappresentare da un avvocato che nella stessa vicenda fino a poco tempo prima difendeva il dirigente comunale a cui lo stesso ente locale vuole ora chiedere i danni.

Clemente Pistilli

ULTIME NOTIZIE
Nuova notizia in arrivo...
20/03 1553101260 Genzano, 118 chiuso per mancanza di personale. Silvestroni (FdI): sanità a pezzi
20/03 1553093040 Under 15. Mirafin, non basta una grande prova contro Zagarolo
20/03 1553092200 Nuoto, Il Team Master Lavinio protagonista a Frosinone
20/03 1553089560 Devis D'Arpino bronzo ad Abu Dhabi: premiato dal presidente Di Pietro
20/03 1553089080 Under 19. Unipomezia, la salvezza è sempre più vicina
20/03 1553088540 Under 20. Anzio Basket, non basta un'ottima prova contro la capolista Fonte
20/03 1553088480 Problemi con l'impianto idrico, ordinanza di chiusura per la scuola
20/03 1553088240 Dramma all'ospedale di Anzio, dipendente del Cup muore di infarto
20/03 1553087520 Vela. Tognazzi Marine Village, gli atleti ripuliscono la spiaggia
20/03 1553085600 Il Comune di Latina ha individuato l'area per la spiaggia per cani
20/03 1553085600 Genzano, sindaco senza maggioranza: non si dimette e passa la palla al Prefetto
20/03 1553083920 Genzano, vigilessa investita da un Suv davanti alla scuola
20/03 1553077260 Di notte nel bosco per dare fuoco alle potature e agli stralci, arrestati
20/03 1553076660 Spaccio a Torvaianica: sequestrati 6 etti di cocaina e marijuana, tre arresti
20/03 1553074740 United Aprilia,si separano le strade con Serpietri. Tornerà nella "sua" Pomezia?
20/03 1553074320 Daniele Mancini: “Rivoluzione turismo a Nettuno, ecco il primo portale on line”
20/03 1553071800 Infiltrazioni a scuola: rilievi dei vigili del fuoco all'istituto Ardea 2
20/03 1553071140 Il Comune di Aprilia "sotto attacco informatico": sospesi i servizi al pubblico
20/03 1553067120 Colpo alla Conad di Nettuno, i ladri prendono la Cassaforte e fanno spesa
20/03 1553065080 Cinque assessori Lbc lanciano la "Piazza grande" di Zingaretti a Latina
20/03 1553064600 Terracina, maggioranza KO in commissione bilancio dopo i passaggi alla Lega
20/03 1553064480 Sezze, Fernando Acitelli presenta il libro “La tristezza delle ripartenze
20/03 1553064420 Licenziato per le pause sigaretta, dipendente reintegrato dai giudici
20/03 1553064180 “Assassinio in Cornovaglia (verso l’ora zero)” al Teatro Pistilli di Cori
20/03 1553063940 La senatrice Elena Fattori presenta il suo libro "Il medioevo in Parlamento"

Sport
< <

Eventi

Inchieste
[+] Mostra altri articoli