[X]
  [X]
Sfoglia Settimanale

Pomezia, caso via Tanaro

Ecomostro, due processi: l'avvocato prima difende il dirigente, poi il Comune

(immagine generica)
(immagine generica)

La battaglia su quello che è diventato noto alle cronache come l’ecomostro di via Tanaro è finita anche al Tar. L’imprenditore Francesco De Filippo e la Tanaro Costruzioni srl hanno impugnato il provvedimento con cui a dicembre il Comune di Pomezia ha annullato il contestato permesso a costruire. I giudici amministrativi hanno però respinto la richiesta di sospendere quella determina e hanno deciso di pronunciarsi direttamente nel merito sulla vicenda, fissando l’udienza al 9 giugno dell’anno prossimo.

I RINVII A GIUDIZIO, POI IL RICORSO AL TAR DELLA DITTA - Il 15 novembre 2015 venne rilasciato alla società romana Tanaro Costruzioni un permesso a costruire per la parziale demolizione di un fabbricato in via Tanaro, a Campo Ascolano, e la realizzazione di un fabbricato plurifamiliare. Ok alla demolizione della metà di una bifamiliare e alla realizzazione, al posto della parte demolita, di una palazzina di tre piani. Inutili le proteste dell’altro proprietario della bifamiliare, un russo che lavora a Pomezia come guida turistica.
Dopo le indagini svolte dai carabinieri di Torvaianica e gli accertamenti compiuti da un consulente tecnico nominato dal pm Carlo Morra, sono stati però indagati e poi rinviati a giudizio il dirigente all’urbanistica Renato Curci, il geometra dell’ufficio tecnico comunale Massimo Lauri, il direttore dei lavori Paolo Di Giovannantonio e il legale responsabile della Tanaro Costruzioni, Francesco De Filippo. Per il magistrato Curci e Lauri avrebbero rilasciato un permesso a costruire alla Tanaro illegittimo, perché in contrasto con le norme tecniche di attuazione della variante al piano particolareggiato esecutivo di Campo Ascolano. De Filippo avrebbe potuto così realizzare una nuova costruzione di 1.048 metri cubi di volumetria al posto dei preesistenti 472, oltre il doppio dunque, e alta nove metri anziché i sette e mezzo consentiti. La “Tanaro” avrebbe inoltre potuto realizzare ulteriore volumetria con il terzo piano dell’immobile, indicato come volume tecnico. Il tutto omettendo di sospendere i lavori come chiesto invece dalla Regione. Condotte che hanno portato ad accusare i tre di abuso d’ufficio. Di Giovannantonio e De Filippo, per i lavori eseguiti sulla scorta di un permesso a costruire ritenuto illegittimo, sono stati poi accusati di abusivismo edilizio. Il processo inizierà davanti al Tribunale di Velletri il prossimo 8 aprile e il Comune ha deciso di costituire parte civile.

Sulla vicenda però è in corso anche un contenzioso amministrativo. Il 7 dicembre scorso infatti, tre mesi dopo le richieste di rinvio a giudizio, il dirigente imputato Curci ha annullato il contestato permesso a costruire. Un provvedimento impugnato dal coimputato De Filippo e dalla Tanaro, tramite l’avvocato Giuseppe Ciaglia, che hanno fatto ricorso contro il Comune di Pomezia, rappresentato dall’avvocato Luigi Leoncilli, chiedendo al Tar di sospendere subito e poi, una volta analizzato il caso nel merito, annullare la determina dirigenziale. Ma i giudici hanno respinto la richiesta di congelare il provvedimento, non essendo ancora stati adottati provvedimenti sanzionatori da parte dell’ente locale e data “la complessità della questione, anche in considerazione della pendenza del processo penale”. Decideranno direttamente nel merito il 9 giugno 2020 e in quella data si pronunceranno anche sull’altro ricorso presentato dalla Tanaro, contro una sospensione lavori disposta dal Comune nel 2016.

IL "CASO" LEONCILLI - Sulla vicenda di via Tanaro appare particolare anche la posizione dell’avvocato Leoncilli. Nel corso delle indagini preliminari il legale, a cui il Comune di Pomezia ha affidato numerosissimi incarichi tanto durante la consiliatura Fucci quanto durante quella Zuccalà, ha difeso il dirigente Renato Curci. Il difensore, dunque, di un indagato in un procedimento che vede il Comune come parte lesa, tanto che la giunta Zuccalà ha deciso di costituirsi parte civile contro Curci e gli altri tre imputati. Quando a fine febbraio il giudice Gisberto Muscolo doveva decidere sulle richieste di rinvio a giudizio, Leoncilli ha poi lasciato la difesa di Curci. E nel ricorso al Tar, presentato dalla Tanaro pochi giorni prima dell’udienza preliminare e in cui il Comune si è costituito l’8 marzo, dunque a breve distanza dai rinvii a giudizio, ha assunto la difesa dell’ente. Una posizione particolare appunto e, non fosse altro che per una questione di opportunità, viene da chiedersi la ragione per cui il Comune ha deciso di farsi rappresentare da un avvocato che nella stessa vicenda fino a poco tempo prima difendeva il dirigente comunale a cui lo stesso ente locale vuole ora chiedere i danni.

Clemente Pistilli

ULTIME NOTIZIE
Nuova notizia in arrivo...
03:04 1558919040 Elezioni europee a Nettuno la Lega sfiora i 10mila voti, i 5 stelle sopra il Pd
03:00 1558918800 Ecco tutti i risultati delle Europee ad Anzio, Lega avanti dietro i 5 stelle
26/05 1558888380 Caos sulla Pontina: 148 paralizzata in entrambe le direzioni per due incidenti
26/05 1558887240 Accoltella trans e la riduce in fin di vita: 25enne fermato per tentato omicidio
26/05 1558886340 Sorpreso a fotografare il voto nella cabina elettorale: 50enne denunciato
26/05 1558878420 Tampona un’auto a Le Vele a Nettuno, scende dall’auto e scappa a piedi
26/05 1558871460 Rissa tra napoletani e nettunesi al centro Le Vele, indagano i carabinieri
26/05 1558870080 Elezioni comunali, si vota per sindaco e consiglieri: l'affluenza alle ore 19
26/05 1558869420 Pet therapy: animali in visita ai pazienti dell'hospice all'Ini di Grottaferrata
26/05 1558851720 Tutto esaurito a Rock per un Bambino: sul palco Grignani e Roby Facchinetti
26/05 1558850820 Elezioni europee: gli italiani oggi al voto. Alle ore 19 affluenza al 43,84%
26/05 1558846800 Latina e Velletri, carceri che scoppiano. Morti sospette e manutenzione assente
25/05 1558804260 Preleva la figlia dall'asilo e picchia l'ex moglie che cercava di impedirglielo
25/05 1558803720 Il Vespa Club di Sermoneta partecipa alla 1000 km di Mantova
25/05 1558802940 Istrice selvatico investito sull'Appia: carreggiata ristretta per il recupero
25/05 1558802580 Ha un malore nel supermercato: inutili i soccorsi, muore tra gli scaffali
25/05 1558790100 Agricoltura, 12 Comuni pontini firmano la richiesta di intervento alla Regione
25/05 1558789680 Dichiara false generalità ai carabinieri per evitare l'espulsione: denunciato
25/05 1558789320 "Eletta tra le spose. Maria in musica dal ‘600 al ‘900": musica e solidarietà
25/05 1558789020 Truffa un'anziana al telefono fingendosi suo nipote: arrestato un anno dopo
25/05 1558788420 Incendio al dodicesimo piano di un palazzo di Pomezia: a fuoco un appartamento
25/05 1558787520 Latina dice addio a Luciano Marinelli, pioniere del basket pontino
25/05 1558779240 Fanno spesa ed escono senza pagare: quattro ragazze denunciate
25/05 1558778220 Riaperto dopo tre settimane il ponte Giovanni XXIII a Sabaudia
25/05 1558777020 Pesca illegale nell'area marina protetta di Tor Paterno, multe e sequestri

Sport
< <

Eventi

Inchieste
[+] Mostra altri articoli