[X]
  [X]
Sfoglia Settimanale

Allarme nella Asl Roma 6

Ospedale dei Castelli, Cardiologia 'zoppa'. I medici: "mancano 3 reparti chiave"

La coronarografia - L'esame che permette di passare al setaccio le arterie del cuore: al Noc non si può fare
La coronarografia - L'esame che permette di passare al setaccio le arterie del cuore: al Noc non si può fare

La Asl Roma 6 abbraccia un bacino di 21 comuni in cui vivono oltre 600mila abitanti e in cui si verificano in media 1749 infarti gravi all’anno (fonte Regione Lazio), eppure non è dotata di apparecchiature e personale specializzato per curare le patologie cardiache. I pazienti con problemi di cuore vengono quindi spediti nelle strutture sanitarie dell’area sud di Roma. Un problema che sta investendo, ancora prima di tutte le altre strutture sanitarie del territorio, il nuovo Ospedale dei Castelli che era nato proprio per risolvere tutti questi problemi. Ma cerchiamo di capire perché.

NOC, CARDIOLOGIA 'ZOPPA'

«Il reparto di Cardiologia dell'Ospedale dei Castelli è zoppo e in completo stallo». È quanto riferiscono a il Caffè fonti sanitarie qualificate che lavorano nella nuova struttura sanitaria che preferiscono non comparire. Parliamo dell’ospedale situato ad Ariccia, località Fontana di Papa, lungo la via Nettunense, che ha preso il posto dei tre 'vecchi' ospedali di Albano, Ariccia e Genzano destinato a divenire secondo la Regione Lazio una punta di diamante della sanità del basso Lazio. Oltre all'area dei Castelli, servirà anche i Comuni della Asl Roma 6, a cominciare da Aprilia, Anzio, Nettuno, Cisterna, Ardea e Pomezia.  “Nella nuova struttura – spiegano i sanitari - manca difatti l'Emodinamica, termine con il quale si indica il reparto in cui si trovano strumentazioni e personale specializzato nell'analisi e cura delle malattie cardiache acute: infarti, patologie valvolari, etc. Tra questi servizi  – incalzano i medici - figura anche la Coronarografia, esame fondamentale in tutte le patologie ischemiche del cuore che consente di comprendere se sia necessario, per risolvere il problema ischemico/infartuale del paziente, il posizionamento di uno stent (piccola struttura metallica che viene introdotta nei vasi sanguigni per aumentare il loro diametro); o il trasferimento in un reparto di Cardiochirurgia per l'intervento di ricostruzione coronarica (bypass). Al momento – ringhiano i medici - al Noc non è possibile eseguire Coronarografie, installare stent o eseguire operazioni cardiochirurgiche, visto che manca anche il reparto di Cardiochirurgia, ma è possibile solo installare pacemaker (piccolo dispositivo impiantato che aiuta a tenere sotto controllo le anomalie del battito cardiaco, ndr): un'operazione che al giorno d'oggi – continuano i sanitari - è considerata poco più che ambulatoriale». 

L'EMODINAMICA NEGLI OSPEDALI PRIVATI
«Tra i pochi reparti in funzione nel nuovo ospedale dei Castelli – continuano i sanitari - la Cardiologia è quella decisamente più in sofferenza. La Cardiologia è stata accorpata alla Medicina generale, con gli stessi operatori sanitari che lavorano su entrambi i settori. Non è più attiva nemmeno l'Unità Coronarica, che era in funzione invece all'ospedale di Albano. I pazienti più  gravi vengono spediti in Terapia Intensiva dove sono attivi 2 soli letto che vengono usati però anche per tutti gli altri reparti. Anche i posti letto a disposizione della Cardiologia sono diminuiti, da 12 di Albano a soli 10 del Noc. Tra gli addetti ai lavori, si vocifera che presto un nuovo e fiammante reparto di Emodinamica sarà attivato al Campus Biomedico di Roma-Eur, distante dal Noc appena 25 km. Noi medici, ci auguriamo che quanto prima anche la Cardiologia del Noc sia dotata del servizio di Emodinamica.Ma speriamo che nessuno venga a dirci in modo pretestuoso, come giustificazione per non aprire un reparto di Emodinamica al Noc, che vi sia una “presunta ed eccessiva vicinanza ad un'altra Emodimanica già attiva dello stesso quadrante sanitario di Roma sud”. In sostanza, il problema principale è uno: gli ospedali privati - concludono - inaugurano nuovi reparti e noi medici pubblici stiamo sempre e solo a guardare: perché?».


I medici: “Le promesse del direttore non ci bastano”
A inizio marzo, il direttore generale della Asl Roma 6, Narciso Mostarda – incalzato dai sanitari – ha promesso ai cittadini l'attivazione nel nuovo ospedale dei Castelli, entro l'anno in corso, di 207 posti letto in più rispetto agli attuali 137. Inoltre, il capo della Asl Roma 6 ha preannunciato al nostro giornale due ulteriori novità. A breve, ci sarà un deciso aumento del personale medico, infermieristico e tecnico che prenderà servizio nella nuova struttura. Inoltre, dal prossimo maggio all'interno dell'ospedale sarà attiva anche una centrale per la sterilizzazione dei ferri chirurgici, l'importante servizio era stato subappaltato al d una azienda esterna privata. Ma le rassicurazioni a mezzo stampa del direttore generale, Narciso Mostarda, evidentemente non bastano ai sanitari, che ci hanno ricontattato e continuano a lamentare numerose carenze.


 

ULTIME NOTIZIE
Nuova notizia in arrivo...
17/07 1563382800 Storie de donne, amori e de cortelli, l’8 agosto al Teatro Spazio Vitale
17/07 1563382680 Verdone cittadino onorario di Anzio, subito in campo per beneficenza
17/07 1563373440 Ariccia: il Grand Tour e Locanda Martorelli il 21 luglio col pittore Nino Costa
17/07 1563373380 Ariccia, grande manifestazione di boxe "Italia e Germania" il 26 luglio
17/07 1563371460 L'auto prende fuoco su strada: l'incendio si propaga anche alle sterpaglie
17/07 1563362580 Strage di via D'Amelio: a Latina verrà inaugurato un maxi murales
17/07 1563361620 Parte il restyling del parco del quartiere San Valentino di Cisterna
17/07 1563360360 20enne nascondeva nel marsupio bustine di marijuana: denunciato
17/07 1563354600 Servizio civile al Comune di Sermoneta: aperto ai giovani tra i 18 e i 28 anni
17/07 1563353400 Venanzoni e Silvani: “Maggioranza muta sui lunedì di chiusura dell'anagrafe"
17/07 1563353340 Da oggi è possibile presentare online l’iscrizione alla mensa e allo scuolabus
17/07 1563352920 La grande musica di De Andrè sabato in scena ad Anzio per beneficenza
17/07 1563351420 Discarica a viale Roma ad Anzio, un cittadino: “Basterebbero due telecamere…”
17/07 1563351300 I commercianti di Nettuno donano i nuovi cartelli alla città, il Sindaco: Grazie
17/07 1563350820 Buone notizie: a Pomezia da settembre taglio delle rette dei nidi comunali
17/07 1563349860 Pomezia, giovani donne abbracciano passante e gli sganciano la catenina d'oro
17/07 1563344400 San Felice, divieto di balneazione a Rio Torto: l'acqua è inquinata
17/07 1563343500 Trasloco fatale: 56enne di Latina muore mentre scarica un divano
17/07 1563342120 24 case popolari a Latina, se si trova la nuova copertura finanziaria
17/07 1563341760 «Sasso lanciato contro la mia auto sulla Pontina a Campoverde»
17/07 1563341460 Miglioramento sismico, fondi per la scuola materna comunale Sant'Andrea Uberto
17/07 1563341040 Terza aggressione a medici e infermieri in un mese: interrogazione al Ministro
16/07 1563287520 Arrestato 46enne per furto di energia elettrica nella sua villa di Rocca Priora
16/07 1563285360 Sabaudia tra le righe, tutti i libri in cartellone. Debutto con Dacia Maraini
16/07 1563283200 Al via stasera al Forte Sangallo di Nettuno il l Guerre & Pace FilmFest

Sport
< <

Eventi

Inchieste
[+] Mostra altri articoli