[X]
  [X]
Sfoglia Settimanale

Giuliano Dalmata

Giorno del Ricordo, gli studenti visitano il museo

Il giorno del ricordo dell’esodo istriano e Giuliano-Dalmata è stato promosso dalla legge 92 nel 2004 per favorire la conoscenza e la memoria dell’esodo istriano e giuliano-dalmata. In occasione di questa giornata alcune scuole, tra le quali il Leon Battista Alberti, hanno realizzato una visita guidata il 15 febbraio scorso presso l’archivio e museo storico di Fiume ed al quartiere Giuliano-Dalmata a pochi chilometri dall’Eur. La classe 4 b geometri, guidata dal professore Paolo Emilio Papò e seguita nella visita museale dal direttore dell’archivio Marino Micich ha avuto la possibilità di approfondire un tema storico molto importante per la penisola italiana e troppo spesso sottovalutato e dimenticato.  Il professore Paolo Emilio Papò riferisce al Caffè le caratteristiche del progetto: “nell’ambito dell’alternanza scuola-lavoro, la classe ha prodotto una brochure che delinea un itinerario fra i monumenti dedicati al ricordo dell’esodo istriano e giuliano-dalmata all’interno del quartiere.” Tra i monumenti evidenziati ricordiamo l’Archivio e Museo Storico di Fiume, il Monumento Esilio di Amedeo Colella, la Lupa romana di Pola, la Nuova Chiesa di San Marco Evangelista, la Sede Associazione sportiva Giuliana, il Monumento ai caduti Giuliano e Dalmati, la Casa della bambina Giuliani e il Monumento alle vittime delle Foibe. “I ragazzi hanno successivamente mostrato la brochure agli studenti delle altre scuole partecipanti ed hanno presentato e descritto ai loro compagni i monumenti simbolo del ricordo dei tragici eventi.”  Il programma si è dunque integrato con il percorso didattico della scuola, attraverso la creazione di un itinerario turistico, culturale e storico.  Lo scopo è quello di rendere gli studenti protagonisti dell’apprendimento, stimolare l’interesse e proporre metodologie alternative di didattica. Paolo Emilio Papò riferisce inoltre: “Durante il giro non è mancata la viva testimonianza di un passante esule anziano, il quale ha arricchito ulteriormente l’evento grazie alla sua partecipazione ed esperienza diretta”. Il professore continua “è stato molto coinvolgente, infatti i ragazzi hanno partecipato in maniera entusiasta. Il percorso si è rivelato adeguato, concentrato e realizzabile, si è avuta infatti la percezione del quartiere come di un “Museo diffuso”.  Il direttore dell’archivio e museo storico di Fiume Marino Micich è entusiasta della partecipazione delle scuole ad eventi di approfondimento, studio e memoria dell’esodo istriano e giuliano-dalmata e della tragedia delle Foibe. “Ritengo sia un progetto molto positivo, perché con queste visite sul posto è possibile spiegare meglio la storia e l’identità degli esuli giuliano dalmati, che portano con sé una lunga tradizione storica”. Il Museo offre una mostra permanente e la visione di filmati d’epoca su queste vicende.  “La conoscenza di questa parte di storia è attualmente insufficiente e per questo bisogna promuovere queste iniziative sul territorio. Non voglio provocare rivendicazioni di alcun tipo, ma piuttosto sottolineare il valore intrinseco della memoria e della comprensione del passato e migliorare la conoscenza della periferia romana” spiega Marino Micich. Questo non è l’unico evento organizzato dalla società di studi Fiumani, infatti quest’ultima è al contrario molto attiva nella promozione della conoscenza del passato. Il presidente dell’archivio è infatti impegnato da anni in progetti di scambio culturale con la città di Fiume, favorendo i legami culturali e politici con quest’ultima.  All’evento sono state presenti anche l’assessore per i Diritti alla Scuola, Crescita Culturale, Turismo e Sport del IX Municipio Carmela Lalli e l’assessore Maria Rosaria Porfido dell’XI Municipio. “Lo scopo di quest’attività è quella di sensibilizzare gli studenti ed i giovani a percepire ed essere consapevoli di quello che vuol dire patrimonio.” Riferisce Carmela Lalli. L’assessora si concentra sul concetto di patrimonio, sottolineando come la sua importanza sia sancita anche dall’articolo 9 della Costituzione italiana, che riconosce il valore del patrimonio sia culturale che ambientale, il quale contribuisce a delineare parte dell’identità dei cittadini. “Partendo da questa idea più ampia siamo andati ad analizzare le peculiarità del nostro territorio e, in questo caso, il quartiere Giuliano Dalmata. I ragazzi vengono sensibilizzati su due livelli: il primo è il patrimonio storico, poiché il IX Municipio fu interessato da un forte insediamento di esuli istriani. Il secondo è il patrimonio architettonico”. L’assessora sottolinea “I ragazzi devono prendere coscienza dell’enorme possibilità di raccontare la nostra storia in ogni angolo del territorio”. Il IX Municipio continua dunque a lavorare attivamente sul proprio territorio, impegnandosi in numerose iniziative che interessano ambiti trasversali ed hanno il fine di potenziare e riscoprire quelle peculiarità proprie del territorio romano.


ULTIME NOTIZIE
Nuova notizia in arrivo...
18:35 1624034100 Doppio incendio a Nettuno, la Protezione civile in azione a Tre Cancelli
18:31 1624033860 Ubriaco crea il panico in centro a Nettuno, fermato e rilasciato dalla polizia
18:22 1624033320 Estratte le anfore dai fondali del lago di Nemi: un'esperimento ben riuscito
18:20 1624033200 Riapre piazzale Berlinguer a Nettuno, a disposizione 50 posti per l’Estate
18:17 1624033020 Incidente a Tre Cancelli a Nettuno, tre feriti soccorsi all’ospedale di Anzio
18:04 1624032240 Isola ecologica, arriva l'ok su Via della Radiosa, ma il Comune sceglie altro
17:54 1624031640 Spiaggia di Ardea invasa da rifiuti ed erbacce: "Un degrado che dura da tempo"
17:53 1624031580 Ariccia, solidarietà alla collega di partito La Leggia da Valentino Cianfanelli
17:51 1624031460 Ciampino, abbandono totale dell'Appia Antica: urge manutenzione
17:47 1624031220 Covid, 6 casi nella Asl Roma 6. Scaricabile il certificato vaccinale: ecco come
17:23 1624029780 OperaDomus: il finissage della mostra alle Scuderie Aldobrandini di Frascati
17:12 1624029120 Ring all'aperto a Palazzo Sforza Cesarini: sfida di boxe tra Galdino e Geografo
16:03 1624024980 Albano, sos a Villa Corsini (sede Asl): serve aiuto per controllo e manutenzione
15:47 1624024020 Bufera a Nemi: denunciata per violenza privata la segretaria del PD locale
15:26 1624022760 Aggrediti agenti di Polizia Penitenziaria a Velletri: "Ancora poca sicurezza"
15:07 1624021620 Torna la Festa della Musica di Lanuvio: una maxi band per l'estate nel borgo
15:05 1624021500 Ariccia: ripartono gli spettacoli alla Foresta Sonora. Si inizia con Dario Rossi
15:02 1624021320 Domani inaugura il murale della scuola di Cocciano realizzato da 7 artisti
14:40 1624020000 Aspettando Rock per un bambino: torna la musica a Parco Sforza Cesarini
14:35 1624019700 Pontina da incubo: dopo l'incidente traffico in tilt per i lavori
14:23 1624018980 16 casi Covid e nessun decesso nella Asl di Latina. 5063 le vaccinazioni
12:17 1624011420 Pontina chiusa per incidente: si scontrano tre vetture verso sud, due feriti
11:42 1624009320 Maria Grazia Ciolfi, fuori da Lbc per il M5S: ecco perché
11:40 1624009200 Torvaianica: ricorso respinto definitivamente al lido che perse la concessione
11:32 1624008720 Fondi per il mare: come li impiegheranno i Comuni. Addio app e prenotazioni

Sport
< <

convenzione con il Comune è scaduta

Il Mitreo rischia di chiudere: salviamolo

convenzione con il Comune è scaduta

Nel quartiere periferico di Corviale esiste una realtà speciale dedicata all’arte, alla creatività e all’espressività dei singoli e...


Eventi

Inchieste
[+] Mostra altri articoli