[X]
  [X]
Sfoglia Settimanale

Attesa la sentenza del Tribunale Civile

Ace, la lottizzazione da 40 milioni di € che fa ‘tremare’ Ariccia FOTO

<
>
Ariccia - Gli scheletri della lottizzazione Ace ancora ben visibili, sullo sfondo la frazione di Cecchina (di Albano Laziale)
Ariccia - Gli scheletri della lottizzazione Ace ancora ben visibili, sullo sfondo la frazione di Cecchina (di Albano Laziale)

40 milioni e mezzo di euro, oltre 2100 euro per ognuno dei 19mila cittadini residenti nel Comune di Ariccia. Tanto vale l'udienza che ha contrapposto la città della porchetta e la società Ace srl in liquidazione che si è tenuta al tribunale Civile di Velletri, giovedì 31 marzo. Per comprendere appieno tale vicenda è necessario però ripartire dall’inizio. A trascinare in giudizio il Municipio ariccino e a chiedergli 35 milioni e mezzo di euro di risarcimento danni – come annunciato sul numero 454 de Il Caffè dei Castelli Romani - è stato il curatore fallimentare della società Ace srl, dottor Sandro Carrubbi. Carrubbi è stato nominato dal Tribunale di Firenze con lo scopo di rimettere insieme i cocci di una società nata nel 2004 per costruire case e che in un battibaleno si è trovata sommersa di debiti.

LA LOTTIZZAZIONE 'ABORTITA'
Il contenzioso nasce da una grossa lottizzazione promossa da Ace srl nel 2005 su un terreno privato di oltre 8 ettari, l’equivalente di 16 campi di calcio di serie A, in località Villafranca, al confine con la frazione di Cecchina di Albano. Il piano di urbanizzazione, approvato con il via libera della Regione Lazio e della ex Provincia di Roma, prevedeva la costruzione di 27 ville e due palazzi a 3 piani. Ma anche case popolari, uffici pubblici e privati, un centro commerciale e un centro sportivo. La lottizzazione avviata dall’ex sindaco di centro-destra, Vittorioso Frappelli, saltò dopo tre anni, quando il cantiere era già in corso, poiché il terreno prescelto su cui si ergeva uno storico uliveto il 9 agosto 2003 era stato colpito da un violento incendio. Evento che la società Ace srl aveva sottaciuto nelle proprie richieste di edificazione. L’avvio di attività edilizia su terreni percorsi dal fuoco è vietata per 15 anni. A stoppare i lavori fu la giunta capitanata dall’ex sindaco e attuale consigliere di minoranza, Emilio Cianfanelli. L’intera area è tornata edificabile lo scorso 10 agosto 2018.   

IL COMUNE DI ARICCIA ALZA LA VOCE
Gli avvocati che difendo il Municipio ariccino, i legali Vito Bellini e Maurizio Dell’Unto, hanno avanzato a loro volta per conto del Municipio ariccino e contro la Ace srl una richiesta di risarcimento danni da 5 milioni di euro. Così si legge nelle carte da loro consegnate alla seconda sezione Civile del Tribunale di Velletri, presieduta dalla dottoressa Paola Pasqualucci. L’Amministrazione comunale guidata dal sindaco, Roberto De Felice, accusa il curatore di aver avviato una causa giudiziaria “temeraria”, ovvero in malafede e con la consapevolezza di avere torto. Secondo il Comune, la causa avviata da Ace srl contro il Municipio starebbe provocando “danni d’immagine al Comune e al decoro e alla reputazione del sindaco, degli assessori e dei dirigenti e dipendenti dell’Ente locale che hanno interferito con la presente procedura Ace srl”. Il Comune lamenta inoltre costi altissimi per pagare i dirigenti e dipendenti comunali e i professionisti esterni, principalmente avvocati e commercialisti, che da 15 anni difendono il Comune dalle innumerevoli pretese giudiziarie avviate da Ace srl. Pretese che fino ad ora non hanno mai trovato conforto in una sentenza giudiziaria.

PRESSIONE SUI CONSIGLIERI COMUNALI?
“Peraltro – scrivono testualmente i due avvocati - si noti che Ace srl ha notificato l’atto di citazione (ovvero copia delle carte giudiziarie, ndr) personalmente a tutti i consiglieri comunali, senza però chiamarli formalmente in giudizio. Facile immaginare che tale modus operandi – concludono i due legali -  ha avuto lo scopo di pubblicizzare al massimo la richiesta risarcitoria, volendo al contempo screditare l’operato dell’Amministrazione stessa”. La prossima puntata della saga, sarà la pubblicazione della sentenza  di primo grado, attesa entro poche settimane. 

CARRUBBI ‘DIMENTICA’ REGIONE, PROVINCIA E GESSICA 90 SRL
Tra l’altro, il curatore di Ace srl ha deciso di chiedere un risarcimento record da 35 milioni e mezzo di euro, ma solo nei confronti del Comune di Ariccia, senza chiamare in causa la società Gessica 90 srl, riconducibile alla nota famiglia di costruttori Ramacci di Albano. Nel 2004, Gessica 90 srl aveva venduto ad Ace srl quei terreni dichiarando espressamente che “non erano mai stati interessati da incendi”. Dichiarazione che poi si è rivelata essere del tutto infondata. E senza chiedere i danni anche alla Regione Lazio e all’ex Provincia di Roma, che pure avevano dato il via libera alla lottizzazione.

ULTIME NOTIZIE
Nuova notizia in arrivo...
09:24 1563521040 Inaugurato a Rocca Priora il 2° centro antiviolenza della Asl Roma 6
08:34 1563518040 Arriva Caesar: il super autovelox tra Pontina, Eur e Ostia
08:10 1563516600 Il Sindaco De Angelis:Vigilanza e accesso vietato la notte alle Grotte di Nerone
08:08 1563516480 La differenza sul ticket a Nettuno si paga di nuovo in centro al punto Pit
08:08 1563516480 Autisti troppe volte assenti, la Csc avvia controlli con i medici
08:05 1563516300 Un incendio distrugge 12 auto parcheggiate in un'autorimessa a Santa Palomba
08:05 1563516300 Action Day ad Anzio e Ardea: sequestrati oltre 10.000 articoli agli abusivi
07:59 1563515940 Rai Uno ad Aprilia per festeggiare i 60 anni insieme di Pasqualino e Lina Nuti
07:36 1563514560 Carlo, 27enne di Cisterna scomparso. Avvistato l'ultima volta a Latina
07:30 1563514200 Durante un controllo ad una discarica abusiva trovata una macchina rubata
07:23 1563513780 Ha smarrito il pin e non riesce a prelevare: far west alle Poste
18/07 1563475920 Lite e accoltellamento in un bar a Tre Cancelli a Nettuno, feriti due uomini
18/07 1563462240 Ariccia, rogo "doloso" nel terreno comunale. Gli operai stavano tagliando l'erba
18/07 1563459420 1,3 milioni per progetti ambientali: anche a Pomezia, Ardea, Nettuno e Ciampino
18/07 1563458280 Abbandono di rifiuti in strada: a Pomezia da gennaio circa 300 incivili multati
18/07 1563454380 Altre due zone 30 km/h a Pomezia: al via i lavori in centro città e a Roma 2
18/07 1563453480 Quattro vetture si scontrano sulla Pontina: traffico in tilt verso sud
18/07 1563450120 Città Metropolitana: «Sala giunta intitolata al sindaco-eroe di Rocca di Papa»
18/07 1563448440 Cori, 24enne beccato con la cocaina già divisa in dosi: arrestato
18/07 1563448080 Picchia 37enne del Bangladesh: arrestato con l'aggravante dell'odio razziale
18/07 1563446760 Spettacoli e movida: multe fino a 500 euro per chi non rispetta gli orari
18/07 1563444600 300 bottiglie di vino rosso "Roma Doc" immerse nel lago di Nemi
18/07 1563441060 Cisterna, pubblicata la graduatoria per l’iscrizione all’Asilo Nido comunale
18/07 1563436380 Chiudono il parcheggio pubblico e minacciano chi prova a entrare
18/07 1563436200 Raccolta differenziata porta a porta: dal 24 luglio nella zona 6 di Marino

Sport
< <

Eventi

Inchieste
[+] Mostra altri articoli