[X]
  [X]
Sfoglia Settimanale

Interrogazione di 14 senatori Pd

Aprilia città razzista? Il caso approda in Senato: "Il Governo deve intervenire"

Arriva in parlamento la delicata vicenda del cittadino apriliano di origine camerunense ferito a un piede il giorno di ferragosto da un proiettile di piombo, mentre passeggiava nel centro di Aprilia: il colpo era partito da una finestra dove tre giovani, due dei quali minorenni, hanno sparato diversi colpi in strada con un fucile a piombini.

Quattordici senatori del Partito democratico hanno presentato una interrogazione alla presidenza del Consiglio dei ministri denunciando come “ormai da alcuni mesi nel nostro Paese si susseguono sempre più numerosi atti di violenza e aggressioni determinate da motivi razziali, che hanno come bersagli migranti stranieri e cittadini italiani”.

“Quest'ultimo episodio risulta particolarmente inquietante, perché proprio ad Aprilia il 29 luglio scorso un cittadino marocchino di 43 anni, scambiato per un rapinatore, è morto dopo essere stato inseguito e linciato da alcuni residenti”.

“La città di Aprilia – si legge nell'interrogazione che vede come primo firmatario Giovanni Pittella – soffre una grave crisi socio culturale, aggravata dalla complicata situazione economica di questi ultimi anni. Gli spari da una finestra che hanno raggiunto un cittadino straniero di colore vanno posti all'interno di tale contesto e valutati quale atto emulativo di analoghe violenze con motivazione razziale che si sono verificati recentemente in diverse altre parti del Paese”.

E ancora: “La sequenza di violenze contro gli immigrati, gli stranieri o contro cittadini italiani che presentano tratti somatici tali da poter essere identificati in una di queste categorie, dovrebbero destare grande preoccupazione nel Governo per la comune matrice razzista alla base di questi gesti di violenza e per il grave pericolo che tale fenomeno può arrecare alla vita delle persone, nonché all'ordine e all'incolumità pubblica; il Ministro dell'interno, direttamente responsabile sulla materia, non solo ha negato l'esistenza di razzismo in Italia sminuendo la gravità degli episodi, ma addirittura non ha mai preso alcuna posizione di esplicita condanna delle violenze degli ultimi mesi”.

Secondo i senatori del Partito democratico, il Governo dovrebbe lavorare “sulle cause primarie e profonde di questo susseguirsi preoccupante di episodi di violenza razzisti, per apprestare un intervento immediato che, ad Aprilia come nel resto del Paese, coinvolga tutti gli attori politici ed istituzionali nello sforzo di modificare linguaggio politico-sociale, specie quando di affrontano i problemi dell'immigrazione straniera in Italia e della convivenza civile nelle nostre aree urbane”.

I senatori chiedono al Presidente del Consiglio dei ministri se “non ritenga opportuno, di fronte al ripetersi sempre più frequente degli episodi di violenza con motivazione razziale che si vanno diffondendo in tutto il territorio nazionale, prendere una ferma posizione di condanna del fenomeno ed elaborare una specifica strategia per contrastare il dilagare della violenza e di altre forme di discriminazione razzista nelle nostre città; se non ritenga necessario, di fronte a quello che agli interroganti appare come il manifestato disinteresse del Ministro dell'interno per il problema, avvalersi delle prerogative e delle attribuzioni della Presidenza del Consiglio per assumere direttamente un'iniziativa politica al fine di promuovere una campagna di comunicazione istituzionale su tutti i più importanti organi di informazione del Paese, volta a stigmatizzare socialmente il razzismo e la xenofobia e a condannare ogni forma discriminazione basata sul colore della pelle e sull'appartenenza a minoranze linguistiche e religiose”.

ULTIME NOTIZIE
Nuova notizia in arrivo...
19/02 1550593020 Il Comune libera il Piccolo Porto e parte dell'ex Biagio: tornano al Demanio
19/02 1550591100 Sottraggono il terreno a un 50enne per farci una discarica abusiva: 4 denunciati
19/02 1550590500 Colpaccio a Terracina: questa estate arriva il mondiale di beach tennis
19/02 1550588520 Il metodo degli Ex Assessori conquista Pizzarotti, venerdì sarà ospite a Nettuno
19/02 1550588460 Scritte intimidatorie contro il candidato a Sindaco di Nettuno Marchiafava
19/02 1550587020 Discarica e altri rifiuti a Latina? Lessio: neanche 1 kg. Chi lo fa lo denuncio
19/02 1550584740 Under 16. Virtus Invicta Pomezia, il bicchiere è mezzo pieno
19/02 1550581500 Pomezia: vietati i cartelloni pubblicitari contenenti sessismo e discriminazione
19/02 1550580540 Auto contromano sulla Pontina: il video fa il giro del web
19/02 1550577480 Freddo a scuola: protesta degli studenti del San Benedetto di Latina
19/02 1550575020 Torna a Nemi l'appuntamento con la quarta edizione del Trail del Bosco
19/02 1550574660 Incendio all'aeroporto di Ciampino, centinaia di passeggeri ancora in attesa
19/02 1550574420 Screening gratuiti di prevenzione oncologica: appuntamento anche a Nemi
19/02 1550574300 Lo sport: l'emozione in uno scatto. Premiazione del concorso Gabbarini
19/02 1550574240 Tredici, lo spettacolo di Latitudine teatro in scena al Fellini di Pontinia
19/02 1550574180 Bertrando Fochi. L'uomo e il chirurgo: una vita ricca di insegnamenti a Cori
19/02 1550573820 Mountain Bike.Team Race Mountain Folcarelli Cycling, presentata la nuova squadra
19/02 1550573820 Raddoppio tratta ferroviaria tra Campoleone e Aprilia: al via iter di esproprio
19/02 1550573640 Controlli in zona pontina: arresto per droga e denuncia per detenzione di armi
19/02 1550573460 Aggredisce controllore su un mezzo pubblico e le toglie il telefono, denunciato
19/02 1550573100 Nuoto, la New Line Pomezia incanta alla Zero9
19/02 1550569620 Rugby, Serie C1. Il Rugby Anzio Club crolla a Terni
19/02 1550568900 Ardea, protesta contro il limite a 30 km/h sulle strade: compare uno striscione
19/02 1550568240 Incendio al camper in zona Cretarossa a Nettuno, è di un turista toscano
19/02 1550568120 Sold out al Teatro studio 8 di Nettuno con lo spettacolo “Varietà Romano”

Sport
< <

Eventi

Inchieste
[+] Mostra altri articoli