[X]
  [X]
Sfoglia Settimanale

La fatiscente struttura sull’Appia

Esselunga al palaghiaccio di Marino: comprato nel 2015 per farci un ipermercato

<
>
esclusivo: tetto sfondato. cosa può succedere?
Esselunga è pronta a ristrutturare l'immobile abbandonato e pericolante. Foto drone Il Caffè
esclusivo: tetto sfondato. cosa può succedere? Esselunga è pronta a ristrutturare l'immobile abbandonato e pericolante. Foto drone Il Caffè
Le esclusive immagine dal drone de Il Caffè mostrano un impressionate collasso del tetto dell'ex Palaghiaccio
Le esclusive immagine dal drone de Il Caffè mostrano un impressionate collasso del tetto dell'ex Palaghiaccio

Non si tratta di un sogno: riconvertire strutture edilizie abbandonate e riutilizzarle per creare economia sana e nuovi posti di lavoro è possibile. Rigenerare l'esistente anziché impattare sull'ambiente con nuove costruzioni, si può. Il famoso Palaghiaccio di Marino diventerà un punto vendita della Esselunga, la storica catena milanese di supermercati. Il terzo nel Lazio, dove il marchio lombardo ha aperto già ad Aprilia e poi a Roma. Non sono state annunciate le tempistiche di avvio del nuovo superstore, come li battezzò il leggendario Bernardo Caprotti, fondatore della ditta. A lanciare la notizia è stato l’attuale Assessore allo sport di Roma ed ex vicesindaco della Giunta Raggi, Daniele Frongia. Parliamo dell’ex impianto sportivo situato a Marino, frazione di Cava dei Selci, a ridosso del km 19 della via Appia nuova. Un monolite da oltre 70mila metri cubi, classe 1990 inaugurato subito prima dell’inizio dei mondiali di calcio che da sette anni si trova in stato di completo abbandono. È suddiviso in cinque piani, di cui due interrati, per un totale di oltre 17mila metri quadrati calpestabili, l’equivalente di quattro campi di calcio di serie A. Il cuore della grande struttura era costituito da una pista di ghiaccio in cui si sono svolte gare di livello nazionale e internazionale. Ma è stato utilizzato anche come palazzetto della musica visto che è in grado di ospitare oltre 5mila persone a sedere e circa 3mila in piedi. Qui si sono esibiti miti come Carlos Santana e i Nirvana, Frank Sinatra, Barry White, Peter Gabriel, Metallica, Red Hot Chili Peppers, Cranberries e Smashing Pumpkins. 

LA STORIA RECENTE DEL PALAGHIACCIO
Fino al 2011, il Palaghiaccio di Marino era di proprietà della società Casa Bianca srl, poi fallita, titolare anche dell’importante sito storico-archeologico della Marcandreola di Ciampino. In seguito, il Palaghiaccio è stato pignorato dal Tribunale di Velletri su richiesta della banca Unicredit. L’11 giugno 2013, la sezione fallimentare veliterna ha stabilito che l’immobile dovesse essere venduto e ha delegato l’incombenza all’avvocato Consuelo Lattanzio. 
Infine, il 15 maggio 2015 è stato venduto senza gara pubblica, quindi con la sola trattativa privata, alla Esselunga spa al prezzo di circa 10 milioni di euro, per la precisione 9 milioni e 375mila euro più tasse ed oneri notarili. Ma diversi altri milioni di euro serviranno probabilmente per ristrutturare la struttura visto che, come mostrano le immagini aeree inedite de Il Caffè, parte del tetto è collassata e la struttura langue in uno stato generale di fatiscenza.

I PASSAGGI CHE MANCANO
Per essere portate a compimento, queste operazioni giudiziarie necessitano però anche di passaggi burocratici e amministrativi che vengono gestiti dagli amministratori e politici locali. Cerchiamo di capire il perché. Per trasformare l’ex Palaghiaccio di Marino in un grande supermercato, è necessario che l’Ufficio tecnico comunale esprima parere favorevole al cambio della destinazione d’uso della struttura da ‘sportiva polivalente’ a ‘commerciale’. Tale cambio, poi, per strutture di questa portata va confermato dalla Giunta comunale e infine dal Consiglio comunale. Alcuni hanno fatto circolare presunte cifre e altri dati sull’affare a Marino: ad esempio, 2,9 milioni di euro come presunta somma per riqualificare la struttura, e avvio del cantiere a inizio 2019. «No comment», ci ha risposto l’ufficio stampa Esselunga. Di sicuro, Esselunga da oltre tre anni aspetta gli ok comunali. 

Che vuole fare il Comune?
L’operazione Esselunga – Palaghiaccio a Marino, coniugando finalità pubbliche e iniziativa privata, può rivelarsi positiva per l’economia e l’occupazione locale, nonché per il recupero di un importante immobile oggi fatiscente. Ruolo fondamentale in questo tipo di sinergie tra Enti e imprenditori ce l'hanno le Giunte comunali: ad esse la legge affida i cosiddetti poteri di indirizzo utilizzabili per attrarre aziende e investimenti sul proprio territorio. Non è facile convincere i privati a spendere soldi per acquistare e sistemare strutture edilizie preesistenti. Infatti, per un imprenditore costruire da zero un nuovo edificio costa molto meno che comprarne e ristrutturarne uno che già c'è. Ma le Giunte comunali hanno a disposizione lo strumento degli sgravi fiscali, cioè sconti sulle tasse. Le domande a questo punto sorgono spontanee: la Giunta di Marino si sta muovendo in questa direzione? E, nel caso, perché non rendere pubbliche tali e importanti iniziative? È importante saperlo, soprattutto in una realtà travolta nell’ultimo decennio da scandali giudiziari legati all'edilizia e a conmmistioni tra l’Ente e affaristi privati. Il più recente è quello sollevato dalla Procura di Roma nei giorni scorsi sull'asse Parnasi-Palozzi. Scandali e accuse tutti da dimostrare fino all’ultimo grado di giudizio.
ULTIME NOTIZIE
Nuova notizia in arrivo...
08:25 1580196300 Carla Amici assessore di Latina: verifica su potenziali incompatibilità
08:19 1580195940 Da Cisterna alle Marche per derubare nelle case: finita la fuga di tre croati
08:09 1580195340 Minaccia la ex sotto casa con una pistola giocattolo: arrestato
27/01 1580144220 Ricercato per l'omicidio della moglie in Pakistan, 31enne rintracciato a Latina
27/01 1580142960 Bloccarono un uomo in preda a raptus, premiati 8 agenti di polizia locale
27/01 1580142180 Alle Scuderie Aldobrandini la mostra "Segno di artisti poeti di scena"
27/01 1580141940 Al via il progetto Pegaso (modificato) contro la pesca a strascico a Torvaianica
27/01 1580140260 Femminile. Nuovo Latina Lady, steso l’Esercito Aprilia
27/01 1580139660 Alternativa per Anzio: “Il fascismo è un crimine, diciamo grazie a Borrometi”
27/01 1580139540 Passaggi al mare chiusi a Nettuno, i cittadini scrivono a Sindaco e Procura
27/01 1580139480 Pallanuoto, Serie B femminile. Colpaccio Latina Nuoto, presa Viktoria Sajben
27/01 1580139420 Marcello Fotia di Anzio, nel team che preparerà le pizze a Casa Sanremo
27/01 1580137920 Reddito solidale per donne abusate, ad Ardea la proposta di legge non piace
27/01 1580136600 Ladro di auto identificato dopo due anni grazie al DNA sul passamontagna
27/01 1580135520 Scuole, Anpi e associazioni di Genzano insieme per il Giorno della Memoria
27/01 1580135400 Girone A. L'Anzio ritrova il sorriso con la Corneto Tarquinia
27/01 1580134860 Girone A. Unipomezia, 2 punti persi contro la Vigor Perconti
27/01 1580134380 Serie C, Girone B. La Pizzamore Onda sbanca Aprilia
27/01 1580133900 Serie C2, Girone C. Lele Nettuno, un punto d’oro nel big match
27/01 1580130360 Giornata della Memoria, a Pomezia una targa per le vittime dell'olocausto
27/01 1580130000 Aprilia, nel giorno della Memoria medaglie d'onore ai sopravvissuti ai lager
27/01 1580124360 Desertificazione commerciale a Marina di Ardea: chiude il 5° negozio in un anno
27/01 1580124300 Sospensione idrica mercoledì 29 gennaio a Frascati: ecco le vie interessate
27/01 1580123880 Albano, danneggiato per la terza volta il box velox di via Olivella
27/01 1580123220 Fino a 50mila euro a fondo perduto per le imprese balneari di Torvaianica

Sport
< <

Eventi

Inchieste
[+] Mostra altri articoli