[X]
  [X]
Sfoglia Settimanale

Operazione della Guardia di Finanza

False fatturazioni: 18 arresti tra Aprilia e Cisterna. Commercialisti nei guai

La Guardia di Finanza di Latina ha eseguito 18 misure cautelari per false fatturazioni. I provvedimenti sono arrivati in seguito ad attività di indagine eseguite dai militari del Nucleo Tributario delegate dalla Procura della Repubblica su un giro di false fatture per circa 90 milioni di euro relative a delle cooperative di facchinaggio.Coinvolti soggetti di Latina, Aprilia e Cisterna. Tra gli arrestati ci sono un imprenditore della provincia di Pavia, tre commercialisti e altrettanti consulenti del lavoro che gravitano tra Aprilia e Cisterna, un ispettore della Guardia di Finanza di Aprilia e un funzionario dell'Agenzia delle Entrate. Altre nove persone tra cui presidenti e soci di cooperative sono finite agli arresti domiciliari.

I DETTAGLI - I militari del Comando Provinciale di Latina, coordinati dai Sostituti Procuratori Dott.ssa Luigia Spinelli e Dott. Giuseppe Bontempo, hanno concluso un’articolata indagine eseguendo, come da ordinanza emessa dal GIP del Tribunale di Latina Dott. Pierpaolo Bortone, 18 arresti e sequestrando beni per oltre 15 milioni di euro, nei confronti di un’organizzazione criminale, operante su scala internazionale, dedita alla commissione di una serie indeterminata di reati tributari e di reati contro la pubblica amministrazione.

L’attività investigativa si è sviluppata attraverso acquisizioni e perquisizioni, audizioni di testimoni ed intercettazioni telefoniche ed ambientali, che hanno consentito di disvelare un articolato sistema di frode attuato mediante l’emissione e l’utilizzo di fatture per operazioni inesistenti, per un valore complessivo di oltre 90 milioni di euro.

Gli approfondimenti, condotti unitamente dal Nucleo di polizia economico-finanziaria di Latina e dalla Tenenza di Aprilia, hanno permesso di scoprire un dedalo di società cooperative, riconducibili a un commercialista apriliano e a un imprenditore pavese, intestate a prestanome e destinate ad operare per pochi anni, utilizzate per la commissione di svariati reati tributari.

Le investigazioni hanno inoltre consentito di arrestare sei commercialisti, che mettevano a disposizione del sistema criminoso le loro specifiche competenze professionali, per la contabilizzazione di costi derivanti da false fatture e per la certificazione dei crediti IVA derivanti dalle operazioni oggettivamente inesistenti. Crediti che venivano poi utilizzati per compensare la quasi totalità dei debiti di natura tributaria e previdenziale. Questi costi venivano bilanciati con ricavi derivanti, a loro volta, dall’emissione di false fatture di prestazione manodopera, per milioni di euro frodati all’Erario.

Lo spregiudicato sistema ha consentito all’associazione di fornire manodopera a prezzi concorrenziali ai propri clienti – tra i quali una società milanese di recupero credito – e di generare ingenti fondi neri derivanti dalle imposte evase. Fondi che venivano trasferiti all’estero simulando l’acquisto di servizi presso società londinesi risultate riconducibili agli stessi indagati.

Gli accertamenti delle Fiamme Gialle pontine hanno, inoltre, stabilito che il sodalizio criminale, per raggiungere i propri scopi si avvaleva anche di due pubblici ufficiali corrotti. Le indagini condotte su tale filone hanno consentito l’individuazione di un insidioso sistema clientelare facente capo a tre commercialisti apriliani che sfruttavano illecitamente i loro contatti presso pubblici uffici per agevolare i loro clienti.

La lotta alle frodi ed agli abusi è tra i fattori chiave per assicurare, in un’ottica di rigore ed equità, il recupero di risorse illecitamente sottratte all’Erario. In questa direzione va l’operazione “super job”, che attesta l’impegno del Comando Provinciale della Guardia di Finanza di Latina nel contrasto all’evasione e alle frodi fiscali, dalla parte dei cittadini e degli operatori economici onesti.

ULTIME NOTIZIE
Nuova notizia in arrivo...
00:14 1550531640 Fiamme ed esplosioni nel camper nomadi, paura in zona Cretarossa a Nettuno
18/02 1550506440 Torna la XV edizione della Falia con i broccoletti in piazza a Priverno
18/02 1550505300 Pomezia, impresa: «Sindaco incontra le aziende ma "dimentica" i sindacati»
18/02 1550504040 Un uomo schiacciato da un bobcat in un'area in cantiere a Ciampino: morto
18/02 1550502660 Al via a Sezze la rassegna letteraria “L’ora del tè e delle parole”
18/02 1550502480 L'Ekoclub dei Colli Albani organizza il Corso di Guardie Zoofile Prefettizie
18/02 1550501400 Lettera dei genitori degli 84 studenti esclusi dal Liceo: "Un problema sociale"
18/02 1550501280 Una pista ciclabile per unire Aprilia, Anzio, Nettuno e Latina: il progetto
18/02 1550497920 Dal ministero 15 milioni ai Comuni per incentivare la mobilità sostenibile
18/02 1550496480 Torvaianica, il progetto: percorsi verso la spiaggia dedicati ai non vedenti
18/02 1550494680 Girone A. Unipomezia, Roberto Delgado Show: "volevamo questo successo"
18/02 1550494680 Telline, l'appello dei pescatori: «Sindaci, impedite pesca e vendita abusiva»
18/02 1550494200 Serie B, Girone E. Fortitudo Pomezia travolgente contro lo Sporting Juvenia
18/02 1550493720 Serie A2, Girone B. Mirafin, pari e patta nel big match con la Cioli
18/02 1550491920 Il 2 marzo riparte Zoomarine: ecco tutte le novità
18/02 1550491620 Violenze, minacce e false denunce verso l'ex moglie e il nuovo compagno
18/02 1550491560 Cocaina, hashish e marijuana addosso e a casa: arrestato 28enne a Latina
18/02 1550491380 Terza età, dalla Regione 6mila euro per il Centro anziani di Genzano
18/02 1550490960 Albano, riqualificazione di Piazza Mazzini: area bar e fermata Cotral
18/02 1550490180 Latina Scalo, dissuasori a scomparsa al mercato. Ok della commissione
18/02 1550487000 Serie C1, Girone A. L’Atletico Anziolavinio sbanca Castel Fontana
18/02 1550484180 Polstrada: le postazioni del telelaser di questa settimana nel Lazio
18/02 1550484060 Convegno della Caritas di Genzano sulla povertà del territorio locale
18/02 1550484000 Carcere di Velletri: annunciata l'apertura di un reparto psichiatrico, ma...
18/02 1550483160 Rifiuta di sottoporsi al drug test e chiama l'avvocato... che è ubriaco

Sport
< <

Eventi

Inchieste
[+] Mostra altri articoli