[X]
  [X]
Sfoglia Settimanale

Annuncio al convegno di Liberi e uguali

La giornalista Federica Angeli: “Ad Anzio arriverà la commissione d’accesso”

<
>
Il convegno
Il convegno
La sala gremita
La sala gremita
Cervellini, Angeli e Mineo
Cervellini, Angeli e Mineo
In sala il Sindaco Bruschini e Candido De Angelis
In sala il Sindaco Bruschini e Candido De Angelis

Un convegno affollato quello sulle infiltrazioni mafiose sul litorale romano, organizzato da Liberi e uguali. Tra il pubblico anche il Sindaco Luciano Bruschini e Candido De Angelis. Diversi esponenti del centrodestra, del pd e dei grilli. Ma tra tanti politici a dare una notizia esplosiva è stata la giornalista Federica Angeli di Repubblica che ha annunciato la decisione del Prefetto di inviare la commissione d’accesso nel comune neroniano.

Presenti, tra gli altri, il senatore Massimo Cervellini, il senatore Corradino Mineo, membro della commissione antimafia, e la giornalista di Repubblica Federica Angeli, più alcuni rappresentanti locali della stampa e della politica chiamati a testimoniare lo stato dei fatti. A moderare il convegno Luca Brignone, di Sinistra Italiana (SI) Anzio. Ad aprire gli interventi Enzo Toselli, Mdp Anzio, che ha parlato di collusioni evidenti, nella politica e nella società sul territorio neroniano un intervento a cui è seguito quello di Simonetta Pagliariccisempre di SI Anzio, che ha affrontato la questione Prg e colate di cemento, e più in generale delle mafie del cemento e del deprezzamento delle abitazioni e ancora Maurizio Carrozzi di SI Ostia. Qui il discorso si è spostato alla mafia del litorale di Roma, al fatturato che produce il litorale (uguale a quello della costiera amalfitana) e del ritardo della magistratura ad attenzione alcuni fenomeni che, infine, hanno portato al commissariamento del Municipio del litorale.

Quindi la stampa locale ha portato la sua testimonianza sulla cronaca del Litorale, anche la nostra testata ha fatto presente che le infiltrazioni mafiose nella politica, date per scontate, sembrano ancora materia di indagine e che le indagini sono appunto essenziali per togliere ogni dubbio sulla natura dei fenomeni corruttivi di recente al centro di due indagini, Evergreen e Touchdown e anche delle intimidazione alla politica con spari e auto a fuoco. Importante anche sottolineare che a ben cinque richieste di Commissione di accesso non sono arrivate risposte e che, la risposta infine arrivata, pur sottolineando la criticità del territorio, aveva negato il provvedimento. Ed è a questo punto che Federica Angeli, cronista della Repubblica, ha annunciato la notizia che il Prefetto la prossima settimana invierà la commissione d’accesso nel Comune di Anzio. “In passato – ha spiegato la Angeli – mancavano i requisiti oggettivi per inviare la commissione, per questo il Prefetto Basiloni ha chiesto degli elementi più solidi su cui basarsi per poter agire. Premetto – ha spiegato – che quando ho dato la notizia che il Prefetto stava valutando il caso d Anzio la questione è stata bollata dal Sindaco (Luciano Bruschini presente in sala per tutta la durata del convegno ndr) come una fake news, ma io quando scrivo è perché ho parlato con i diretti interessati e non mi faccio manovrare dai soliti bene informati. Di recente ho parlato anche con Rosy Bindi – ha spiegato – che ha preso una netta posizione su Anzio e che mi ha detto che non sapeva davvero più cosa fare per attirare attenzione sulla situazione del Comune. Ora gli elementi per parlare di infiltrazioni ci sono, le intercettazioni su Placidi, che il sindaco ha nominato assessore dimostrando e lo dico con ironia, molta lungimiranza, gli affidamenti diretti al nipote di un consigliere comunale parente di un noto boss, le cambiali di un assessore e un consigliere con un altro noto boss. Placidi, lo ricordo – ha poi concluso la Angeli – a chi gli aveva prestato soldi offre anche favori, un boss gli chiede di trovare lavoro ad un suo amico e lui glielo ha trovato. Se c’è ancora chi non vuole vedere le infiltrazioni… Io a queste persone non le avrei mai fatta avvicinare ad un solo euro del Comune, e ai banchi della politica. Ora ad Anzio possono fare come a Fondi, dimettersi per poi potersi ricandidare, oppure tenere il punto e aspettare la commissione e lo scioglimento, e poi vedere come va a finire”. Quindi ha preso la parola il Senatore Cervellini. “Avevamo visto giusto quando abbiamo chiesto la commissione d’accesso ad Anzio – ha detto – quando la maggioranza di Anzio non ci concedeva la sala per discutere di mafia e si parlava di disturbati mentali. Il Prefetto ora ha deciso. Nel Lazio la questione mafia è stata sottovalutata, ed è compito della politica tenere la guardia alta e imporre una sistema che eviti alla politica di fare affari con la mafia. Le persone che vogliono fare politica devono essere specchiate”. Pieno di speranza l’intervento di Corradino Mineo,reso fiducioso sul futuro dalla vivace risposta della sala alla sollecitazione sulle infiltrazioni mafiose, che tuttavia, ha voluto sottolineare l’importanza del ruolo della politica nel porre un freno al fenomeno mafioso. “Non è dalla magistratura né dalle forze di polizia – ha spiegato – che si hanno risposte sulla mafia e le infiltrazioni, ma dalla società e dalla politica, che deve essere un argine sempre più difficile da superare”.

Critico con la nostra testata per aver espresso dubbi sulle infiltrazioni nel comune di Anzio Edoardo Levantini, dell’Associazione coordinamento antimafia di Anzio e Nettuno. “Mi meraviglio – ha detto – che ci sia ancora chi mette in dubbio la presenza della mafia, la cui presenza è certificata sul litorale da inchieste e sentenze passate in giudicato, come Appia Mithos. Non mi rassego – ha poi aggiunto – a pensare che sia normale che assessori e consiglieri possano subire intimidazioni. Negli anni ’80 qui facevano saltare i negozi, e il vicino comune di Nettuno è stato il primo nel Lazio ad essere sciolto per infiltrazioni mafiose. La mafia c’è”.

 

ULTIME NOTIZIE
Nuova notizia in arrivo...
15/04 1618503300 Reti di Giustizia: “Sentenza Appia, ecco le motivazioni della condanna”
15/04 1618503180 All’ex comando dei Vigili sorgerà il nuovissimo Museo dello Sbarco di Anzio
15/04 1618502940 1000 firme per chiedere al Comune di Anzio di occuparsi delle strade vicinali
15/04 1618499280 Da carrozzeria a fabbrica di ogive per proiettili: la scoperta ai Castelli
15/04 1618497360 Covid, Latina e provincia: altri 161 casi, due decessi. I dati di tutte le città
15/04 1618496940 Coronavirus, nella Asl Roma 6 altri 184 contagi. Quattro persone decedute
15/04 1618493520 «La città non può subire un'altra stagione di incampacità amministrativa»
15/04 1618490700 Vaccino Astrazeneca sospeso nel Lazio? È una fake news
15/04 1618489680 La Virtus Pomezia Basket vuol tornare a stupire
15/04 1618489500 Elezioni a Latina, il giallo delle due liste con lo stesso nome
15/04 1618487160 Più dosi Astrazeneca negli hub vaccinali della provincia di Latina
15/04 1618475700 Anzio, il consigliere Gatti: “Onorato di rappresentare i Consiglieri di FdI”
15/04 1618475580 Alicandri, Pd Nettuno: “Basta discriminazioni, subito si alla legge Zan”
15/04 1618474500 La Polizia Locale revoca 35 autorizzazioni per posto disabili irregolari
15/04 1618474140 1.300 mascherine anti-Covid irregolari sequestrate dai banchi del mercato
15/04 1618473780 3kg di droga spediti per posta: pacco intercettato all’aeroporto di Ciampino
15/04 1618473420 Fermata auto sportiva con documenti irregolari: a bordo c'era anche uno scooter
15/04 1618471020 Genzano, auto prende fuoco in strada. Donna di Aprilia salvata dai Carabinieri
15/04 1618470180 Allieva pilota "discriminata e umiliata": il caso all'attenzione del parlamento
15/04 1618470180 Castel Gandolfo: “Giunta rinunci a ricorso contro le tutele paesaggistiche”
15/04 1618468980 Arrestato il ladro intenditore di cibo: rubava salmone e formaggi costosi
15/04 1618468680 Latina, sfratto dalla casa del combattente: anche Medici si mobilita
15/04 1618468680 I cittadini di Aprilia potranno chiedere i certificati anagrafici in tabaccheria
15/04 1618468140 Il 'nudino' torna a Latina: il dipinto fu rubato dopo l'armistizio del 1943
15/04 1618467180 Non fu un incidente ma un tentato omicidio: chiesta la condanna a 10 anni

Sport
< <


Inchieste
[+] Mostra altri articoli