[X]
  [X]
Sfoglia Settimanale

L'allarme all'ultimo convegno

Aspal Lazio: vini dei Castelli non valorizzati e agricoltori sottopagati

L’Aspal Lazio, già negli anni passati,ha espresso tutte le sue perplessità in merito al reddito della viticoltura del proprio territorio in quanto, nonostante tutto, negli ultimi sedici anni si sono persi oltre il 50% della superficie vitata a livello regionale nel Lazio. Il prezzo delle nostre uve non è mai salito, anzi, in alcune annate precedenti è addirittura diminuito, tanto da indurre gli agricoltori del nostro territorio a continuare ad estirpare le proprie vigne. "La dimostrazione che le nostre uve ed i nostri vini,non siano valorizzati a sufficienza, lo dimostra il fatto che nei giorni passati, in televisione ad un tg, addirittura un ristoratore del nostro territorio, a un’intervista del giornalista di mediaset, ha risposto pubblicizzando un vino della costiera amalfitana, fregandosene completamente dei nostri vini, che in passato sono sempre stati il fiore all’occhiello della viticoltura italiana". Lo dicono dal direttivo Aspal. "La nostra associazione - hanno evidenziato durante l'ultima riunione dall' Aspal Lazio - ha sensibilizzato le istituzioni locali da alcuni anni a questa parte,la necessità di costituire un marchio unico, che caratterizzi tutti i vini e le uve dei castelli romani e il nord della provincia di Latina, all’ interno di un unico consorzio di tutela che ne rivendichi le caratteristiche,le qualità e soprattutto un prezzo remunerativo per gli agricoltori.  Purtroppo nessuna istituzione locale,ne tanto meno la regione Lazio,interpellata piu volte dalla nostra associazione,ha preso a cuore questa problematica,impegnandosi insieme a noi,per trovare una soluzione che potesse far fronte a questa situazione di estrema crisi economica e sociale del nostro territorio vitivinicolo,aggravata dal fallimento di tutte o quasi tutte le cooperative vitivinicole della nostra regione Lazio. Ormai il mercato delle nostre uve nel Lazio, è rimasto in mano a poche cantine private e a qualche cooperativa, che spesso fanno cartello sul prezzo delle nostre uve,oppure quando non fanno cartello,non garantiscono un prezzo sufficientemente remunerativo che possa garantire agli agricoltori della nostra regione,un reddito minimo tale,da consentire loro,di poter continuare a lavorare i propri vigneti. La nostra associazione-concludono dal direttivo Aspal - ritiene,alla luce di quanto sopra evidenziato in questo comunicato,che per garantire un discreto prezzo ai viticoltori del nostro territorio regionale,sia necessario, partire da subito,da un prezzo base di almeno due euro a grado babo,visto e considerato che quest’anno le calamità naturali nella nostra regione,sia le gelate primaverili ad aprile che la siccità degli ultimi mesi,ha compromesso gran parte del nostro raccolto regionale sia per le uve da vino che per l’ortofrutta;tant’e’vero che la regione Lazio,ha chiesto al governo il riconoscimento dello stato di emergenza e di calamità naturale per tutti gli eventi calamitosi avvenuti da gennaio a luglio 2017". "Speriamo che chi di dovere - dice il presidente Stefano Giammatteo - recepisca questo nostro messaggio,e anche gli agricoltori si sveglino,ed imparino a farsi pagare il loro prodotto ad un prezzo giusto che possa soddisfare le loro esigenze".

ULTIME NOTIZIE
Nuova notizia in arrivo...
11:58 1553165880 Sciopero degli operatori del servizio mensa, salta il pasto a scuola ad Ariccia
10:46 1553161560 La rassegna Perle d'Inchiostro a Palazzo Savelli di Albano con Paola Benigni
10:31 1553160660 Come buttare correttamente i rifiuti e non rischiare multe? Chiedetelo al Caffè
10:28 1553160480 Centinaia di alunni ricordano le vittime della mafia in piazza a Velletri
10:26 1553160360 Svolta sui parcheggi a pagamento a Ciampino, ecco cosa dice la nuova ordinanza
10:24 1553160240 Assassinio in Cornovaglia (verso l'ora zero) al teatro Pistilli di Cori
10:22 1553160120 L'invenzione è donna, un convegno sul lato femminile della creatività a Frascati
10:15 1553159700 Ladri in casa: rubati orologi di valore e soldi. Cittadini esasperati
10:15 1553159700 Saperi e sapori siriani al Sottoscala9: pranzo sociale e musica a Latina
10:12 1553159520 Indian Slide Guitar con il maestro indiano Manish Pingle all'auditorium Caetani
10:06 1553159160 Giustizia in affanno, in arrivo quattro giudici di pace a Latina
09:55 1553158500 Quartiere Nicolosi: firmato il patto di collaborazione tra comune e comitato
09:47 1553158020 Una conferenza sul Mascarello: si valuterà una rampa di alloggio
09:41 1553157660 Karate, New Line Pomezia e Omda Blu Torvaianica in evidenza a Frascati
09:04 1553155440 Anche a Sermoneta si può richiedere in Comune la carta d'identità elettronica
08:31 1553153460 Incendio e riciclaggio: 5 arrestati. Tra loro un maresciallo dell'Aeronautica
08:21 1553152860 Investito e ucciso a Latina Scalo, annullata l'assoluzione per una ragazza
08:19 1553152740 Confiscato patrimonio da 30 milioni: bar e negozi a Roma, Ardea e Ciampino
07:53 1553151180 Ecco il ponte provvisorio sul fiume Sisto: Terracina e San Felice collegate
07:42 1553150520 Genzano, ultimo atto di Lorenzon. Il sindaco dimissionario non ammette colpe
07:35 1553150100 Slitta di sei mesi il processo per il disastroso rogo della Eco X di Pomezia
07:32 1553149920 Genzano, gemellaggio enogastronomico tra i Castelli Romani e Amatrice
20/03 1553101260 Genzano, 118 chiuso per mancanza di personale. Silvestroni (FdI): sanità a pezzi
20/03 1553093040 Under 15. Mirafin, non basta una grande prova contro Zagarolo
20/03 1553092200 Nuoto, Il Team Master Lavinio protagonista a Frosinone

Sport
< <

Eventi

Inchieste
[+] Mostra altri articoli