[X]
  [X]
Sfoglia Settimanale

Calcio Eccellenza

Non basta l'1-0 sul Campus Eur

Il Pomezia Calcio saluta la Coppa Italia

il mister del Pomezia Calcio Gagliarducci (Foto Salvatore Cannata Calcio Pometino)
il mister del Pomezia Calcio Gagliarducci (Foto Salvatore Cannata Calcio Pometino)

Niente da fare. Il Pomezia Calcio non riesce a ribaltare la sconfitta subita a Roma in gara 1, si impone soltanto di stretta misura, nel return-match del Comunale di via Varrone, contro il Campus Eur (1-0) e, tra lo sconforto dei propri sostenitori, esce mestamente di scena al primo turno della Coppa Italia di Eccellenza. La squadra del presidente Cerusico gioca una prima mezzora di gioco nettamente al di sotto delle proprie potenzialità, risulta piuttosto prevedibile in fase di impostazione della manovra e, di fatto, agevola il compito ai capitolini, i quali si limitano esclusivamente alla gestione del duplice vantaggio maturato all’andata, adottano una tattica votata esclusivamente alla difensiva e non corrono alcun rischio. Mister Gagliarducci, di conseguenza, opta per un cambio mirato e, alla mezzora esatta, inserisce Di Ventura al posto di Di Nezza per avere un uomo in più d’ordine nella zona mediana. La compagine pometina trae giovamento da tale mossa e chiude la prima frazione in avanti, ma non è fortunata sugli sviluppi di un calcio d’angolo. Il generoso De Santis crossa al centro dell’area per Laghigna, il quale vince il duello aereo con il diretto marcatore, ma si vede negare la gioia del gol dall’incrocio dei pali della porta difesa da Forzati. Dopo l’intervallo, il Pomezia Calcio alza il ritmo e mette sotto pressione i ragazzi allenati da Scarfini, ma si vede complicare i propri piani di rimonta dal direttore di gara. Il fischietto di Formia estrae il secondo cartellino giallo nei confronti di Bussi, reo di un fallo in attacco ai danni di un avversario, e costringe i rossoblu a giocare il resto della gara con un uomo in meno. Nonostante l’inferiorità numerica, il Pomezia Calcio continua a fare la partita e colpisce il secondo legno di giornata. Il generoso Laurato semina il panico sulla destra, crossa al centro dell’area e trova la fortuita deviazione di Pucci. La sfera assume una strana traiettoria e si stampa sulla traversa a Forzati battuto. I ragazzi di Gagliarducci, in ogni modo, non si perdono d’animo e, a metà periodo, reclamano un penalty per un netto fallo di mano commesso da un difensore capitolino. Il direttore di gara, tra le vibranti proteste di capitan Baylon e compagni, non ravvisa gli estremi per l’assegnazione della massima punizione. Il Pomezia Calcio non si dà per vinto e, al minuto numero trentasette, passa a condurre grazie a una splendida giocata di Laurato. Il numero quindici rossoblu lascia abilmente sul posto il diretto marcatore e infila la sfera sotto l’incrocio dei pali più lontano con una splendida esecuzione a giro dal limite dell’area. La formazione pometina, a quel punto, si riversa a testa bassa in avanti e, poco più tardi, getta alle ortiche una nitida occasione da gol con lo stesso Laurato, il quale calcia di piatto dall’interno dell’area, a seguito di un concitato batti e ribatti, ma spedisce la sfera clamorosamente sul fondo. Non avendo in pratica nulla da perdere, i ragazzi del presidente Cerusico producono il massimo sforzo e, in pieno extra-time, si creano nuovamente i presupposti per fare il colpaccio con Morini, il quale calcia al volo nei pressi del secondo palo, ma trova la provvidenziale deviazione di un avversario. poco dopo arriva il triplice fischio dell’arbitro. Il Pomezia Calcio, di conseguenza, esce di scena dalla Coppa Italia, ma non può fare altro che mordersi le mani per aver compromesso la qualificazione con un’opaca prestazione collettiva nella gara di andata.Niente da fare. Il Pomezia Calcio non riesce a ribaltare la sconfitta subita a Roma in gara 1, si impone soltanto di stretta misura, nel return-match del Comunale di via Varrone, contro il Campus Eur (1-0) e, tra lo sconforto dei propri sostenitori, esce mestamente di scena al primo turno della Coppa Italia di Eccellenza. La squadra del presidente Cerusico gioca una prima mezzora di gioco nettamente al di sotto delle proprie potenzialità, risulta piuttosto prevedibile in fase di impostazione della manovra e, di fatto, agevola il compito ai capitolini, i quali si limitano esclusivamente alla gestione del duplice vantaggio maturato all’andata, adottano una tattica votata esclusivamente alla difensiva e non corrono alcun rischio. Mister Gagliarducci, di conseguenza, opta per un cambio mirato e, alla mezzora esatta, inserisce Di Ventura al posto di Di Nezza per avere un uomo in più d’ordine nella zona mediana. La compagine pometina trae giovamento da tale mossa e chiude la prima frazione in avanti, ma non è fortunata sugli sviluppi di un calcio d’angolo. Il generoso De Santis crossa al centro dell’area per Laghigna, il quale vince il duello aereo con il diretto marcatore, ma si vede negare la gioia del gol dall’incrocio dei pali della porta difesa da Forzati. Dopo l’intervallo, il Pomezia Calcio alza il ritmo e mette sotto pressione i ragazzi allenati da Scarfini, ma si vede complicare i propri piani di rimonta dal direttore di gara. Il fischietto di Formia estrae il secondo cartellino giallo nei confronti di Bussi, reo di un fallo in attacco ai danni di un avversario, e costringe i rossoblu a giocare il resto della gara con un uomo in meno. Nonostante l’inferiorità numerica, il Pomezia Calcio continua a fare la partita e colpisce il secondo legno di giornata. Il generoso Laurato semina il panico sulla destra, crossa al centro dell’area e trova la fortuita deviazione di Pucci. La sfera assume una strana traiettoria e si stampa sulla traversa a Forzati battuto. I ragazzi di Gagliarducci, in ogni modo, non si perdono d’animo e, a metà periodo, reclamano un penalty per un netto fallo di mano commesso da un difensore capitolino. Il direttore di gara, tra le vibranti proteste di capitan Baylon e compagni, non ravvisa gli estremi per l’assegnazione della massima punizione. Il Pomezia Calcio non si dà per vinto e, al minuto numero trentasette, passa a condurre grazie a una splendida giocata di Laurato. Il numero quindici rossoblu lascia abilmente sul posto il diretto marcatore e infila la sfera sotto l’incrocio dei pali più lontano con una splendida esecuzione a giro dal limite dell’area. La formazione pometina, a quel punto, si riversa a testa bassa in avanti e, poco più tardi, getta alle ortiche una nitida occasione da gol con lo stesso Laurato, il quale calcia di piatto dall’interno dell’area, a seguito di un concitato batti e ribatti, ma spedisce la sfera clamorosamente sul fondo. Non avendo in pratica nulla da perdere, i ragazzi del presidente Cerusico producono il massimo sforzo e, in pieno extra-time, si creano nuovamente i presupposti per fare il colpaccio con Morini, il quale calcia al volo nei pressi del secondo palo, ma trova la provvidenziale deviazione di un avversario. poco dopo arriva il triplice fischio dell’arbitro. Il Pomezia Calcio, di conseguenza, esce di scena dalla Coppa Italia, ma non può fare altro che mordersi le mani per aver compromesso la qualificazione con un’opaca prestazione collettiva nella gara di andata.

ULTIME NOTIZIE
Nuova notizia in arrivo...
10:28 1550827680 Incontro tra giornalisti e studenti di Genzano su informazione e legalità
10:25 1550827500 Il convegno 'Stomia, un sacco da raccontare' al teatro comunale di Lanuvio
10:21 1550827260 Crisi del commercio a Marino, la protesta dei commercianti del centro storico
10:14 1550826840 Il vincolo di Torre Maggiore è valido: il Consiglio di Stato gela Cogea
10:07 1550826420 Archivi comunali nella sede di via Ezio: 24mila euro per i lavori
09:11 1550823060 Buche, l'assessore: «Abbiate pazienza fino a giugno»
08:57 1550822220 Due auto distrutte da un incendio notturno ad Aprilia
08:54 1550822040 Nirvana live al palaghiaccio di Marino 25 anni fa: oggi la proiezione del video
08:25 1550820300 Marika Battisti da Latina nel corpo di ballo di “Happy Dance” su Rai Gulp
08:19 1550819940 Presunto abuso per l'ok all'ecomostro, funzionari comunali di Pomezia a processo
08:08 1550819280 Incidente tra auto, furgone e moto: grave 18enne elitrasportato a Roma
07:55 1550818500 Dubbi sugli alberi tagliati davanti al centro commerciale: arrivano i Vigili
07:39 1550817540 Pulizia nelle scuole di Latina e Frosinone: c'è una speranza
21/02 1550776620 Incidente a Tor San Lorenzo, auto si ribalta in strada: due feriti in ospedale
21/02 1550767320 Shingle 1944, serata evento in ricordo dello Sbarco all’Astoria ad Anzio
21/02 1550767080 Lezioni di viabilità nella scuola di Cadolino con la Polizia locale di Nettuno
21/02 1550762100 Assunzione nuovi agenti di polizia locale: a Pomezia passa la mozione della Lega
21/02 1550760540 Bambina picchiata a Genzano, i medici sciolgono la prognosi: "Presto a casa"
21/02 1550759460 Trova il ladro e lo vede in faccia: sporge denuncia contro... il vicino di casa
21/02 1550755560 Marco, l'edicolante che ha salvato uno sconosciuto dal suicidio in stazione
21/02 1550754600 Screening oncologico: le nuove date per fare i test gratuiti con la Asl Roma 6
21/02 1550754540 Cori Comune Riciclone: attestato per aver superato il 65% di differenziata
21/02 1550753880 Alcol e degrado a Tor San Lorenzo, la voce dei residenti: «Ostaggi di sbandati»
21/02 1550753040 Mensa a Pomezia, M5S: «Quel prestito serve per pagare le fatture ai fornitori»
21/02 1550752680 Serie A1. Il Nettuno Baseball City riabbraccia Milvio Andreozzi

Sport
< <

Eventi
< <

Inchieste
[+] Mostra altri articoli