[X]
  [X]
Sfoglia Settimanale

I vincitori del Bando in rivolta

Niente bar nei chioschi delle spiagge libere a Nettuno: la Regione punta il dito

Nessun chiosco né attività commerciale può essere praticata sulle spiagge libere attrezzate concesse dal Comune di Nettuno per tre anni. A dirlo al Regione Lazio che ha scritto al Comune e il Dirigente di Area che ha realizzato il bando e seguito il suo iter passo passo, ha comunicato formalmente la novità agli interessati, scatenando il finimondo. Il Bando del Comune di Nettuno per la concessione delle spiagge libere attrezzate è stato problematico fin dal primo minuto. La concessione di tre anni è diventata di due anni e mezzo per le lungaggini nell’assegnazione, tutte le concessioni hanno avuto la possibilità di aprire un chiosco bar e di offrire il servizio lettini e sdraio su richiesta. Il bando di Nettuno, molto vago su questi dettagli, seguiva le direttive di una delibera di giunta dell’Amministrazione a 5 stelle che mirava a garantire la presenza di personale di salvamento delle aree comunali altrimenti senza controllo, offrendo in cambio una sorta di mini concessione triennale con punto di ristoro. Ma non si può fare. A ricordarlo bruscamente al Comune di Nettuno la Regione Lazio. La questione è stata sollevata dopo una serie di rilievi della Capitaneria di Porto, che si è rivolta alla Regione segnalando quella che ha percepito come una mala interpretazione della Legge regionale in materia di concessioni sul demanio. E la Capitaneria aveva ragione. La Regione Lazio prima in una corrispondenza interna e poi con una comunicazione ufficiale, richiama l’Amministrazione e, facendo presente che c’è stata un’errata interpretazione della norma, torna a ribadire i limiti di questo genere di concessioni: servizi per le persone, nessun punto ristoro, nessun ombrellone o lettino. Ovviamente con questa ‘nuova versione’ del bando, non c’è alcun guadagno nell’impresa e chi ha investito in strutture anche somme ingenti, per la prospettiva di almeno tre anni di lavoro, non ci sta. Questa sera i vincitori del bando si sono confrontati durante un’accesa riunione. E’ stato deciso di creare un’Associazione di categoria e rivolgersi ad un legale sottolineando le premesse del bando non rispettato. la volontà, se non si trova una soluzione, è quella di chiedere una risarcimento del danno all’Ente. I concessionari contestano di avere tutti presentato progetti con in punti ristoro, che l’Amministrazione non ha mai detto che non si poteva e anzi proprio gli uffici del comune hanno approvato la documentazione necessaria per farli lavorare. Ma non solo.
Oltre ai vincitori del bando ad essere sul piede di guerra anche i gestori degli stabilimenti balneari regolari che durante la stagione appena conclusa hanno dovuto fronteggiare la concorrenza dei suoi gestori, più economici, ed hanno avuto una danno sugli incassi finito rilevante. Anche i balneari si confronteranno nei prossimi giorni per valutare un’azione legale nei confronti dell’ente che ha permesso di avviare attività concorrenziali che invece non avrebbero mai dovuto poter offrire alcuni servizi.

ULTIME NOTIZIE
Nuova notizia in arrivo...
00:14 1550531640 Fiamme ed esplosioni nel camper nomadi, paura in zona Cretarossa a Nettuno
18/02 1550506440 Torna la XV edizione della Falia con i broccoletti in piazza a Priverno
18/02 1550505300 Pomezia, impresa: «Sindaco incontra le aziende ma "dimentica" i sindacati»
18/02 1550504040 Un uomo schiacciato da un bobcat in un'area in cantiere a Ciampino: morto
18/02 1550502660 Al via a Sezze la rassegna letteraria “L’ora del tè e delle parole”
18/02 1550502480 L'Ekoclub dei Colli Albani organizza il Corso di Guardie Zoofile Prefettizie
18/02 1550501400 Lettera dei genitori degli 84 studenti esclusi dal Liceo: "Un problema sociale"
18/02 1550501280 Una pista ciclabile per unire Aprilia, Anzio, Nettuno e Latina: il progetto
18/02 1550497920 Dal ministero 15 milioni ai Comuni per incentivare la mobilità sostenibile
18/02 1550496480 Torvaianica, il progetto: percorsi verso la spiaggia dedicati ai non vedenti
18/02 1550494680 Girone A. Unipomezia, Roberto Delgado Show: "volevamo questo successo"
18/02 1550494680 Telline, l'appello dei pescatori: «Sindaci, impedite pesca e vendita abusiva»
18/02 1550494200 Serie B, Girone E. Fortitudo Pomezia travolgente contro lo Sporting Juvenia
18/02 1550493720 Serie A2, Girone B. Mirafin, pari e patta nel big match con la Cioli
18/02 1550491920 Il 2 marzo riparte Zoomarine: ecco tutte le novità
18/02 1550491620 Violenze, minacce e false denunce verso l'ex moglie e il nuovo compagno
18/02 1550491560 Cocaina, hashish e marijuana addosso e a casa: arrestato 28enne a Latina
18/02 1550491380 Terza età, dalla Regione 6mila euro per il Centro anziani di Genzano
18/02 1550490960 Albano, riqualificazione di Piazza Mazzini: area bar e fermata Cotral
18/02 1550490180 Latina Scalo, dissuasori a scomparsa al mercato. Ok della commissione
18/02 1550487000 Serie C1, Girone A. L’Atletico Anziolavinio sbanca Castel Fontana
18/02 1550484180 Polstrada: le postazioni del telelaser di questa settimana nel Lazio
18/02 1550484060 Convegno della Caritas di Genzano sulla povertà del territorio locale
18/02 1550484000 Carcere di Velletri: annunciata l'apertura di un reparto psichiatrico, ma...
18/02 1550483160 Rifiuta di sottoporsi al drug test e chiama l'avvocato... che è ubriaco

Sport
< <

Eventi

Inchieste
[+] Mostra altri articoli