[X]
  [X]
Sfoglia Settimanale

La Corte dei Conti respinti i ricorsi

Condanne confermate per gli ex dirigenti Asl Latina: restituiranno 60.000 euro

Nessun errore da parte dei giudici. La III sezione centrale d’appello ha dichiarato inammissibili i ricorsi per revocazione presentati da quattro ex manager dell’Asl di Latina e confermato per loro, accusati di aver fatto sperperare denaro all’Azienda sanitaria mobizzando e demansionando un dipendente, che ha poi ottenuto un risarcimento per quanto subito, le condanne. L’ex direttore generale Salvatore Cirignotta, l’ex commissario straordinario Benito Battigaglia, l’ex direttore amministrativo Giorgio Ciacciarelli e l’ex direttore sanitario Giuseppe Di Chio dovranno così risarcire all’Asl 60mila euro.

Il dott. Giuseppe Campagna contestò l’assunzione, come responsabile di struttura complessa, del dott. Paolo Corbò, compiuta dall’Azienda sanitaria di Latina nel 2001, e l’affidamento di incarichi per strutture semplici per lui ed altri disposto sempre dall’Azienda due anni dopo. Tali provvedimenti, secondo i giudici, avrebbero comportato per Campagna una “mortificazione professionale”. Mobbing in pratica. Il medico, fatta una causa di lavoro, ottenne un risarcimento dal Tribunale di Latina e l’Asl, per chiudere la partita, scelse alla fine di fare una transazione, pagando a Campagna 312mila euro. Lo stesso medico segnalò poi la vicenda alla Corte dei Conti che, ritenendo quel denaro un danno erariale, dovuto a scelte errate compiute dai vertici aziendali, mandò a giudizio i quattro ex manager, chiedendo loro di risarcire i 312mila euro. E Cirignotta, Battigaglia, Di Chio e Ciacciarelli sono stati condannati nel 2015 dalla Corte dei Conti del Lazio. Il loro comportamento è stato bollato dai giudici come caratterizzato da un “marcato indice di trascuratezza e superficialità della gestione organizzativa della struttura e del personale”. I giudici contabili hanno però ritenuto che il mobbing e il demansionamento di Campagna, che ha portato al risarcimento e dunque al danno erariale, è stato causato anche dai direttori che sono succeduti ai quattro mandati a giudizio. Quest’ultimi hanno così ottenuto lo sconto, con una condanna a pagare soltanto 60mila euro. Ventimila euro a testa Battigaglia e Di Chio e 10mila a testa Cirignotta e Ciacciarelli. Una sentenza contro cui hanno fatto ricorso sia i manager, rivendicando la correttezza del loro operato, che la Procura, puntando al risarcimento da oltre 300mila euro. I giudici d’appello lo scorso anno hanno però confermato la sentenza di primo grado. Ritenendo che i giudici avessero commesso una serie di errori, i quattro ex manager hanno quindi presentato ricorsi per revocazione, affinché venisse appunto rivista la sentenza. Ben sette i presunti errori indicati, specificando che emergerebbero dagli stessi atti di causa. Ma la Corte dei Conti li ha appunto ora dichiarati inammissibili e i quattro manager dovranno risarcire l’Asl.

ULTIME NOTIZIE
Nuova notizia in arrivo...
16/02 1550340600 Non si ferma all'alt: inseguito dai carabinieri, si schianta contro un albero
16/02 1550338380 Pubblicate le graduatorie degli ammessi al liceo Meucci: 84 restano fuori. Ma...
16/02 1550325120 Violenza sessuali continuate sulla figlia minore: arrestato un uomo ad Anzio
16/02 1550324640 Bonificati i canali di Ardea, ma nessuno recupera i rifiuti raccolti
16/02 1550324160 Arrestato mentre commetteva un furto in appartamento: a casa altra refurtiva
16/02 1550323860 Consegnate a un gruppo di assegnatari le chiavi delle case popolari a Porta Nord
16/02 1550323680 Un cinema senza barriere, il progetto patrocinato dal Comune di Latina
16/02 1550316120 Carne ammuffita nella cella frigorifera: chiuso dal Nas un caseificio a Pontinia
16/02 1550315460 Marino, sostituzione caldaia alla scuola D’Azeglio: «Lavori in forte ritardo»
16/02 1550315400 Maltrattamenti alla moglie, 61enne di Aprilia agli arresti domiciliari
16/02 1550315220 Campagna contro i commercialisti abusivi in provincia di Latina
16/02 1550314800 Arrestato un pusher italiano: riforniva di droga i tossicodipendenti della zona
16/02 1550304780 Il giovane cantante Eden di Pomezia conquista Sanremo Young (Rai Uno)
16/02 1550304420 Corsi di Educazione stradale: a scuola con la Polizia locale di Nettuno
16/02 1550304180 Anzio, la bandiera della Roma Francesco Totti a cena in un ristorante al Porto
16/02 1550303940 A processo per aver importato 84 kg di droga dal Cile ad Aprilia e Latina
16/02 1550303220 I volontari di Gialuma incontrano gli studenti della scuola di Albano
16/02 1550302740 La campagna "Planet or plastic?" porta Marco Mengoni sulle dune di Sabaudia
15/02 1550243520 Bimba picchiata, l'ospedale: «È cosciente». La casa presa d'assalto dalle tv
15/02 1550242980 Albano, il Comune pronto alla certificazione del Sistema Anticorruzione
15/02 1550238540 Ciampino, Italia Nostra: appello al Ministero per la Tenuta ducale dei Colonna
15/02 1550236620 Genzano, bimba picchiata, criminologa:“Raptus non esiste,ci sono sempre segnali”
15/02 1550236560 Tornano i quotidiani cartacei nella biblioteca comunale di Pomezia
15/02 1550234280 "Meucci's got talent" al liceo di Aprilia: ecco i vincitori
15/02 1550233800 Controlli al palazzo di vetro di Latina, degrado e denunce

Sport
< <

Eventi

Inchieste
[+] Mostra altri articoli