[X]
  [X]
Sfoglia Settimanale

La denuncia dei cittadini di Anzio

Ostaggi allo Zodiaco di zingari e cani molossi, i residenti: Noi abbandonati

<
>
Uno dei cani liberi per le scale
Uno dei cani liberi per le scale
Uno dei cani e i suoi escrementi per le scale
Uno dei cani e i suoi escrementi per le scale
Un altro dei cani
Un altro dei cani
Pipi e bucce di banana nel cortile
Pipi e bucce di banana nel cortile
L'ennesimo cane libero
L'ennesimo cane libero
Il cortile devastato
Il cortile devastato
Porte e vetri spaccati
Porte e vetri spaccati
L?ascensore distrutto
L?ascensore distrutto
Quelle che una volta erano le cassette della posta, alcuni degli abusivi hanno persino scritto nome e numero di telefono sul muro
Quelle che una volta erano le cassette della posta, alcuni degli abusivi hanno persino scritto nome e numero di telefono sul muro
Quello che resta del citofono
Quello che resta del citofono

Hanno scritto alla nostra Redazione dopo essersi rivolti a tutte le Autorità competenti, dal Comune alle Forze dell’ordine, senza ottenere aiuto o risposte. Sono i condomini di “un comprensorio un tempo grazioso che si chiama Zodiaco“. Il dramma di questo gruppo di residenti inizia nell’estate del 2015 e ad oggi sono tre anni di esasperazione e paura costante. “Sono tutte palazzine a due piani – spiegano – con un totale di 16 appartamenti con parcheggio interno e piccole aiuole”. Questo condominio in particolare è quello di via del Leone 2 e da circa tre anni “è preda di zingari occupanti abusivi di alcuni appartamenti i cui proprietari, nonostante avvocati e cause in corso, non riescono a riprenderne possesso”. Il problema, lo chiariamo subito, non nasce dal fatto che siano Zingari, ma dal fatto che “hanno distrutto tutto”.

In un condominio in cui molti hanno comprato casa con sacrifici immensi, al punto di non poter neanche andare via (chi comprerebbe un appartamento in una simile situazione?) ora si vive nel terrore. “Nel nostro palazzo – spiegano – non ci sono più cancelli, portone, vetri, ascensore, citofoni. Tutto è stato massacrato, immondizia ovunque, fatta volare anche dalla finestra. Puzza di cacca e pipì ovunque. Cani di grossa taglia lasciati soli a girare liberamente all’interno del condominiosu scale e pianerottoli. Per questo è stato chiamato più volte il 112 che ha girato la chiamata alla polizia locale, che ha girato la chiamata all’ufficio Ambiente che non ha mai risposto. Qui da noi a prendere i cani pericolosi che ci corrono dietro quando scendiamo le scale, non ci è venuto nessuno”. Non solo.
“Più volte – aggiungono – dal mese di aprile, sono state allertate le guardie zoofile ma nessuno ha preso in carico questa situazione. L’ultima risposta è che non c’è una convenzione col canile di Anzio per cui non si possono catturare questi cani perchè poi non si sa dove collocarli. Intanto noi siamo prigionieri in casa e, ogni volta che dobbiamo andare a lavorare o torniamo dal lavoro dobbiamo stare attenti che non ci aggrediscano e fare gli scalini a due a due per stare al sicuro”. Non si tratta di semplici lamentele, si tratta di una situazione invivibile, a cui nessuno sta dando risposta e che rischia di portare a conseguenze serissime visto lo stato di esasperazione costante.

“Sono stati fatti vari esposti anche al Tribunale dei minori – spiegano ancora – per segnalare il continuo andirivieni di bambini a tutte le ore che entrano ed escono dagli appartamenti occupati. Bambini di età varia, dai neonati fino a adolescenti ma comunque minori. Spesso, anche in inverno, si vedono bambini poco vestiti girare sui pianerottoli. Spesso si sentono pianti e rumori di litigi importanti, anche per questo abbiamo più volte chiamato il 112. le forze dell’ordine arrivano sempre a lite finita mentre noi qui subiamo urla, minacce di morte e atteggiamenti aggressivi sempre. Gli esposti che abbiamo fatto – spiegano – sono infiniti e li possiamo documentare grazie al nostro Amministratore di condominio, che li conserva in copia”. E c’è il sospetto che sul tetto dell’edificio si consumino anche attività illecite. “Spesso si vedono persone salire all’ultimo piano dove c’è una terrazza e due stanze che sarebbero dovute essere per uso dei condomini. Non si sa bene cosa avvenga là sopra, sicuro che c’è un bel traffico di gente che va e viene”. I condomini ci tengono in particolare a raccontare un episodio. “I bambini di queste persone ci preoccupano molto, si vedono aggirare scalzi camminando sugli escrementi dei cani, giocando spesso da soli anche per la strada, su materassi da loro stessi buttati, luridi e puzzolenti. L’anno scorso una donna gridava sul balcone, abbiamo visto che mentre sbraitava stendeva la biancheria, poi come un lampo all’improvviso ci siamo accorti che quella che scuoteva fuori dal balcone non era biancheria ma una bambina di circa un anno e mezzo terrorizzata.

Abbiamo fatto denuncia contro ignoti, non è venuto nessuno. Di episodi di questo tipo potremmo elencarne un’infinità”. Di recente, per cercare di arginare la situazione i residenti ormai esasperati dalla situazione, si sono riuniti. Uno degli zingari che vive in zona li ha sentiti parlare dei cani ed è intervenuto urlando e minacciando. “Se mi toccate i cani – ha detto urlando – do fuoco al palazzo”. “Alcuni di noi – concludono – non ci hanno dormito la notte. Questa gente non ha regole, vive di espedienti, minaccia tutti e pensano di essere i padroni assoluti della zona. Usano i cani per coprire i loro traffici e spaventare anche le forze di polizia. La situazione qui è una polveriera”.
Si può davvero vivere così? Sopportare continue minacce, aggressioni verbali, animali di grossa taglia liberi negli spazi comuni, dover stare attenti a come si parla, non poter neanche cercare di pulire o migliorare la situazione. Cittadini ostaggi, fino ad oggi nessuno pronto ad intervenire. “Da anni nessuno di noi può ricevere in casa gli amici, far venire i parenti. Sono tutti impauriti e non possono neanche citofonare o sapere se le scale sono libere o ci sono i cani. Siamo prigionieri e siamo stati abbandonati da tutti – concludono i cittadini – quando poi qualcuno impazzirà e ci saranno delle reazioni sconsiderate perché davvero così non si può vivere, nessuno potrà dire che non avevamo denunciato tutto e chiesto aiuto”.

ULTIME NOTIZIE
Nuova notizia in arrivo...
00:14 1550531640 Fiamme ed esplosioni nel camper nomadi, paura in zona Cretarossa a Nettuno
18/02 1550506440 Torna la XV edizione della Falia con i broccoletti in piazza a Priverno
18/02 1550505300 Pomezia, impresa: «Sindaco incontra le aziende ma "dimentica" i sindacati»
18/02 1550504040 Un uomo schiacciato da un bobcat in un'area in cantiere a Ciampino: morto
18/02 1550502660 Al via a Sezze la rassegna letteraria “L’ora del tè e delle parole”
18/02 1550502480 L'Ekoclub dei Colli Albani organizza il Corso di Guardie Zoofile Prefettizie
18/02 1550501400 Lettera dei genitori degli 84 studenti esclusi dal Liceo: "Un problema sociale"
18/02 1550501280 Una pista ciclabile per unire Aprilia, Anzio, Nettuno e Latina: il progetto
18/02 1550497920 Dal ministero 15 milioni ai Comuni per incentivare la mobilità sostenibile
18/02 1550496480 Torvaianica, il progetto: percorsi verso la spiaggia dedicati ai non vedenti
18/02 1550494680 Girone A. Unipomezia, Roberto Delgado Show: "volevamo questo successo"
18/02 1550494680 Telline, l'appello dei pescatori: «Sindaci, impedite pesca e vendita abusiva»
18/02 1550494200 Serie B, Girone E. Fortitudo Pomezia travolgente contro lo Sporting Juvenia
18/02 1550493720 Serie A2, Girone B. Mirafin, pari e patta nel big match con la Cioli
18/02 1550491920 Il 2 marzo riparte Zoomarine: ecco tutte le novità
18/02 1550491620 Violenze, minacce e false denunce verso l'ex moglie e il nuovo compagno
18/02 1550491560 Cocaina, hashish e marijuana addosso e a casa: arrestato 28enne a Latina
18/02 1550491380 Terza età, dalla Regione 6mila euro per il Centro anziani di Genzano
18/02 1550490960 Albano, riqualificazione di Piazza Mazzini: area bar e fermata Cotral
18/02 1550490180 Latina Scalo, dissuasori a scomparsa al mercato. Ok della commissione
18/02 1550487000 Serie C1, Girone A. L’Atletico Anziolavinio sbanca Castel Fontana
18/02 1550484180 Polstrada: le postazioni del telelaser di questa settimana nel Lazio
18/02 1550484060 Convegno della Caritas di Genzano sulla povertà del territorio locale
18/02 1550484000 Carcere di Velletri: annunciata l'apertura di un reparto psichiatrico, ma...
18/02 1550483160 Rifiuta di sottoporsi al drug test e chiama l'avvocato... che è ubriaco

Sport
< <

Eventi

Inchieste
[+] Mostra altri articoli