[X]
  [X]
Sfoglia Settimanale

Il fondo de il Caffè di Stefano Carugno

Italia ai mondiali: catenaccio e contropiede

La formazione dell'Italia
La formazione dell'Italia

Le vicende politiche di questi giorni hanno già ottenuto un risultato storico: Whatsapp e Facebook, i bar e i luoghi di lavoro si sono riempiti di discussioni, ma l’unica formazione di cui si dibatte è quella del governo: Balotelli è stato surclassato da Cottarelli, gli azzurri dai giallo-verdi, le persone sono scese in piazza non per festeggiare uno scudetto, ma per inneggiare a un leader politico.  Parole come “impeachment”, “spread”, “default”, hanno sostituito nelle discussioni termini come “Var”, “pressing” e “fuorigioco”.

Tutto il popolo italiano ora parla di politica. E questo è forse l'unico lato positivo della vicenda.
A prescindere da come finirà (qui la situazione cambia di minuto in minuto) è certo che il peccato originale di questo caos istituzionale è l'ennesima porcata di legge elettorale con cui abbiamo votato: un misto di uninominale e proporzionale i cui effetti hanno portato tutti i soggetti politici, protagonisti di questo papocchio, a uscire fuori dal seminato, a cominciare da Lui, il protagonista, il Presidente della Repubblica Sergio Mattarella.

MATTARELLA POTEVA, MA NON DOVEVA
La Costituzione gli dà il potere di fare quello che ha fatto: le accuse di impeachment sono a dir poco ridicole e dettate solo dalla delusione e dalla rabbia dei partiti che si sono visti negare l'approvazione di un governo nato da una lunga e non facile mediazione. Quello che certamente non doveva fare è chiudere una trattativa con la maggioranza giallo-verde che, per quanto difficile, doveva continuare, avvalendosi dello strumento politico per eccellenza: la mediazione. Invece (sembra) che si sia fatto 'influenzare’ dai soliti poteri economici, che non sono certo fantomatici, ma assai reali (ne sa qualcosa Berlusconi, defenestrato dallo spread nel 2011).

IMPARARE DAL PASSATO
Bisogna  ricordare che nella storia italiana è accaduto spessissimo che un Primo Ministro incaricato si recasse al Quirinale con una lista di Ministri e poi ne uscisse con alcune variazioni 'consigliate' dal Presidente della Repubblica. Si era sempre riusciti a mediare tra le posizioni di due organi quali il Parlamento e il Presidente. Stavolta questo non è accaduto ed è stata rottura: su di chi sia tutta la colpa non mi sbilancerei però troppo, anche perché pure i partiti non sono esenti da comportamenti non proprio corretti, soprattutto nei confronti dei loro elettori.

IMPEACHMENT ANCHE PER I PARTITI
In campagna elettorale il Movimento 5 Stelle aveva chiaramente indicato Di Maio come premier, affiancato da una precisa lista di ministri, con una posizione nei confronti dell'Europa che rimaneva sì critica, ma senza paventare alcuna uscita drastica: l'elettore 5 Stelle si è ritrovato invece con un'alleanza con la Lega, un premier differente e Ministri sconosciuti, tra cui il prof. Paolo Savona, che è sembrata la via più breve e drastica per uscire dall'euro.
La Lega dal canto suo s'è fatta votare nei collegi uninominali dai forzisti, per poi abbandonare la coalizione con cui si era presentata agli italiani, un voltafaccia anche sulla posizione del “reddito di cittadinanza” verso cui gli imprenditori del nord, cuore della Lega, non sono certo così favorevoli.
Non parliamo poi del PD a cui gli elettori hanno chiaramente urlato “Cacciate Renzi” e che si ritrova invece a far decidere ancora a lui la linea politica.

LA TATTICA PER USCIRNE
E il paventato ricorso al voto ora cosa potrebbe cambiare? Con questa legge elettorale, una porcata figlia della Seconda Repubblica, sarà davvero complicato far partire la Terza Repubblica. E se poi a luglio, mese dei mondiali di calcio, voteremo davvero? Beh, almeno potremo parlare anche noi di formazione, ma di governo: catenaccio e contropiede, che lì siamo bravi!
 

ULTIME NOTIZIE
Nuova notizia in arrivo...
16/02 1550340600 Non si ferma all'alt: inseguito dai carabinieri, si schianta contro un albero
16/02 1550338380 Pubblicate le graduatorie degli ammessi al liceo Meucci: 84 restano fuori. Ma...
16/02 1550325120 Violenza sessuali continuate sulla figlia minore: arrestato un uomo ad Anzio
16/02 1550324640 Bonificati i canali di Ardea, ma nessuno recupera i rifiuti raccolti
16/02 1550324160 Arrestato mentre commetteva un furto in appartamento: a casa altra refurtiva
16/02 1550323860 Consegnate a un gruppo di assegnatari le chiavi delle case popolari a Porta Nord
16/02 1550323680 Un cinema senza barriere, il progetto patrocinato dal Comune di Latina
16/02 1550316120 Carne ammuffita nella cella frigorifera: chiuso dal Nas un caseificio a Pontinia
16/02 1550315460 Marino, sostituzione caldaia alla scuola D’Azeglio: «Lavori in forte ritardo»
16/02 1550315400 Maltrattamenti alla moglie, 61enne di Aprilia agli arresti domiciliari
16/02 1550315220 Campagna contro i commercialisti abusivi in provincia di Latina
16/02 1550314800 Arrestato un pusher italiano: riforniva di droga i tossicodipendenti della zona
16/02 1550304780 Il giovane cantante Eden di Pomezia conquista Sanremo Young (Rai Uno)
16/02 1550304420 Corsi di Educazione stradale: a scuola con la Polizia locale di Nettuno
16/02 1550304180 Anzio, la bandiera della Roma Francesco Totti a cena in un ristorante al Porto
16/02 1550303940 A processo per aver importato 84 kg di droga dal Cile ad Aprilia e Latina
16/02 1550303220 I volontari di Gialuma incontrano gli studenti della scuola di Albano
16/02 1550302740 La campagna "Planet or plastic?" porta Marco Mengoni sulle dune di Sabaudia
15/02 1550243520 Bimba picchiata, l'ospedale: «È cosciente». La casa presa d'assalto dalle tv
15/02 1550242980 Albano, il Comune pronto alla certificazione del Sistema Anticorruzione
15/02 1550238540 Ciampino, Italia Nostra: appello al Ministero per la Tenuta ducale dei Colonna
15/02 1550236620 Genzano, bimba picchiata, criminologa:“Raptus non esiste,ci sono sempre segnali”
15/02 1550236560 Tornano i quotidiani cartacei nella biblioteca comunale di Pomezia
15/02 1550234280 "Meucci's got talent" al liceo di Aprilia: ecco i vincitori
15/02 1550233800 Controlli al palazzo di vetro di Latina, degrado e denunce

Sport
< <

Eventi

Inchieste
[+] Mostra altri articoli