[X]
  [X]
Sfoglia Settimanale

Calcio Serie D

I ragazzi di Chiappara primi da soli

Albalonga, una sola squadra al comando. City Ko a Francavilla, pari Cynthia

La nona giornata del campionato interregionale di serie D segna nel girone G l’allungo dell’Albalonga che, approfittando del pareggio dell’Ostiamare a Città di Castello e del rinvio della gara del Rieti a Sansepolcro, si ritrova da sola in vetta al raggruppamento. E’ la quarta vittoria consecutiva in campionato per l’Albalonga che batte 3-1 lo Sporting Club Trestina, al rientro tra le mura amiche del Pio XII che ha vissuto un’importante opera di restyling sia delle recinzioni laterali del terreno di gioco che del manto stesso, adesso in perfette condizioni. “Una gara non semplice, condotta benissimo nel primo tempo e che poi abbiamo rischiato di complicarci nella ripresa”. L’analisi è del centrocampista centrale classe 1983 Rocco Giannone, uno dei grandi colpi di mercato estivi della società del presidente Bruno Camerini. “Il calo nel secondo tempo, con risultato a nostro favore, ci era accaduto già in qualche altra occasione e dobbiamo evitare di ripetere questo tipo di errori se vogliamo fare un campionato a vincere. Comunque ci prendiamo i tre punti che sono importanti e ci consentono di migliorare ancora la classifica”. Stante il rinvio della gara del Rieti e il pareggio dell’Ostia Mare, come dicevamo, i castellani di mister Chiappara sono volati da soli in vetta alla classifica del girone G di serie D. “Sicuramente fa piacere: prima della partita sapevamo che con una vittoria avremmo avuto ottime possibilità di essere in testa da soli, ma siamo appena alla nona giornata e sappiamo bene che c’è tanto da sudare. Questo nostro avvio di campionato, comunque, ci fa capire che possiamo centrare un posto tra le prime cinque”. Finalmente anche lui si è sbloccato dal punto di vista realizzativo siglando (con una splendida punizione) la rete del momentaneo 2-0 dopo il sigillo iniziale di Delgado e prima del definitivo 3-1 arrivato all’88’ a firma di Traditi. “Ho segnato tanti gol nelle ultime due stagioni ed in effetti quest’anno ero un po’ in ritardo…” sorride il forte centrocampista che poi si proietta già alla prossima sfida. “Saremo ospiti del Latte Dolce che tra l’altro ha anche subito una sconfitta sul campo della Nuorese e si presenterà ancor più agguerrita. Tra l’altro le trasferte in Sardegna sono sempre molto complicate dal punto di vista logistico e dunque dovremo mettere in campo tutto quello che abbiamo per uscire con un altro risultato positivo da Sassari”. Passando al girone H, non è bastato un primo tempo da applausi al Città di Ciampino per conquistare punti in casa del Francavilla, che si porta a casa una vittoria probabilmente non meritata contro un avversario capace di imbrigliare il gioco dei lucani per tutto il primo tempo, e punito fin troppo severamente in occasione degli errori compiuti nel corso dei 90 minuti. Eppure al Fittipaldi il City aveva dimostrato subito di voler fare la partita, passando in vantaggio dopo appena 4 minuti grazie ad una splendida azione conclusa da Fiore che a tu per tu con il portiere avversario non ha sbagliato, realizzando il suo secondo gol in campionato. La gara sembrava mettersi sui binari giusti per la squadra di Santoni, capace di annullare le giocate di Sekkoum con il controllo continuo di Macciocca, bravo a sacrificarsi in fase di copertura ma allo stesso tempo pericoloso in fase offensiva. Il Città di Ciampino, però, nonostante vada vicino al gol proprio con l’ex Ostiamare e ancora con Fiore, subisce il pari del Francavilla con Gasparini, e deve accontentarsi di rientrare negli spogliatoi con un risultato di 1-1 che non racconta il reale andamento della prima frazione di gara, che gli aeroportuali hanno gestito a senso unico nella metà campo avversaria, grazie ad una manovra corale da applausi e ad uno spumeggiante gioco sugli esterni, con un Damiani in splendida forma costretto poi ad uscire a seguito dell’ennesimo fallo subito dai difensori avversari. Nella ripresa, il Città di Ciampino rimane in inferiorità numerica per l’ingenua espulsione di Citro che, già ammonito, entra in modo poco ortodosso su un avversario. A poco servono la traversa colpita da Trippa, subentrato nella ripresa e autore di un’ottima gara, e la ghiotta occasione non concretizzata da Fiore, perché il Francavilla passa prima con Ancora e poi di nuovo con Gasparini, che dal dischetto mette la definitiva ipoteca sul 3-1 finale. Una sconfitta che punisce un Ciampino generoso ma poco concreto, che ancora una volta deve accontentarsi dei complimenti degli avversari per il bel calcio mostrato, ma è costretta a tornare a casa a mani vuote con il preciso obiettivo di rialzare la testa già domenica prossima, quando al Superga arriverà il Potenza punito tra le mura amiche dall’Agropoli. Chiudiamo con il pirotecnico 2-2 del comunale di Genzano tra Cynthia e Vultur. Partono forte i castellani che colpiscono una traversa al primo minuto, pian piano però i bianconeri prendono in mano il pallino del gioco e iniziano a creare occasioni da rete che non riescono a sfruttare a dovere. Almeno fino al 24’ quando Petagine insacca la sua prima rete stagionale portando in vantaggio meritatamente gli uomini di Sosa. I bianconeri producono gioco e tante potenziali azioni pericolose ma gli avanti continuano ad avere le polveri bagnate. La ripresa inizia con i bianconeri ancora a dettare gioco ma inspiegabilmente quindici minuti di black out permettono al Cynthia prima di pareggiare sugli sviluppi di un calcio d’angolo, e poi alla mezz’ora della ripresa, di portarsi in vantaggio con una azione di rimessa. La Vultur però reagisce rabbiosamente e giunge al pareggio con un penalty trasformato da Rabbeni, rete che praticamente chiude la partita. “Abbiamo giocato un primo tempo a dir poco perfetto con un gol realizzato su applicazione di uno schema provato in settimana ed eseguito con precisione – ha dichiarato il mister ospite Sosa a fine gara – questo  dimostra lo stato di attenzione degli uomini in campo. Al secondo tempo, per circa 30’, è venuto fuori un atteggiamento che mi ha fatto pensare alla prima frazione di gioco di Bisceglie, facendomi temere il peggio. Per questo alla fine non so se essere deluso o felice. Dobbiamo migliorare nell’approccio, nell’attenzione e nella motivazione. A volte sembra che ci accontentiamo ed è proprio allora che gli altri ci attaccano e ci puniscono”.

 

ULTIME NOTIZIE
Nuova notizia in arrivo...
16/02 1550340600 Non si ferma all'alt: inseguito dai carabinieri, si schianta contro un albero
16/02 1550338380 Pubblicate le graduatorie degli ammessi al liceo Meucci: 84 restano fuori. Ma...
16/02 1550325120 Violenza sessuali continuate sulla figlia minore: arrestato un uomo ad Anzio
16/02 1550324640 Bonificati i canali di Ardea, ma nessuno recupera i rifiuti raccolti
16/02 1550324160 Arrestato mentre commetteva un furto in appartamento: a casa altra refurtiva
16/02 1550323860 Consegnate a un gruppo di assegnatari le chiavi delle case popolari a Porta Nord
16/02 1550323680 Un cinema senza barriere, il progetto patrocinato dal Comune di Latina
16/02 1550316120 Carne ammuffita nella cella frigorifera: chiuso dal Nas un caseificio a Pontinia
16/02 1550315460 Marino, sostituzione caldaia alla scuola D’Azeglio: «Lavori in forte ritardo»
16/02 1550315400 Maltrattamenti alla moglie, 61enne di Aprilia agli arresti domiciliari
16/02 1550315220 Campagna contro i commercialisti abusivi in provincia di Latina
16/02 1550314800 Arrestato un pusher italiano: riforniva di droga i tossicodipendenti della zona
16/02 1550304780 Il giovane cantante Eden di Pomezia conquista Sanremo Young (Rai Uno)
16/02 1550304420 Corsi di Educazione stradale: a scuola con la Polizia locale di Nettuno
16/02 1550304180 Anzio, la bandiera della Roma Francesco Totti a cena in un ristorante al Porto
16/02 1550303940 A processo per aver importato 84 kg di droga dal Cile ad Aprilia e Latina
16/02 1550303220 I volontari di Gialuma incontrano gli studenti della scuola di Albano
16/02 1550302740 La campagna "Planet or plastic?" porta Marco Mengoni sulle dune di Sabaudia
15/02 1550243520 Bimba picchiata, l'ospedale: «È cosciente». La casa presa d'assalto dalle tv
15/02 1550242980 Albano, il Comune pronto alla certificazione del Sistema Anticorruzione
15/02 1550238540 Ciampino, Italia Nostra: appello al Ministero per la Tenuta ducale dei Colonna
15/02 1550236620 Genzano, bimba picchiata, criminologa:“Raptus non esiste,ci sono sempre segnali”
15/02 1550236560 Tornano i quotidiani cartacei nella biblioteca comunale di Pomezia
15/02 1550234280 "Meucci's got talent" al liceo di Aprilia: ecco i vincitori
15/02 1550233800 Controlli al palazzo di vetro di Latina, degrado e denunce

Espugnato il campo di Avezzano

L'Albalonga torna in zona Play Off

Espugnato il campo di Avezzano

L’Albalonga torna in zona play off. La squadra del presidente Bruno Camerini ha violato il campo dell’Avezzano grazie...


Sport
< <

Eventi

Inchieste
[+] Mostra altri articoli