[X]
  [X]
Sfoglia Settimanale

Calcio Serie D

Castellane sconfitte entrambe

Cynthia, non basta il cuore in casa dell'Olbia. Albalonga Ko a Grosseto

E’stato  un turno post pasquale decisamente da dimenticare per Cynthia ed Albalonga, sconfitte entrambe nella ventinovesima giornata del campionato di serie D (Girone G). Il team di Albano, falcidiato dalle numerosissime assenze, è caduto in quel di Grosseto con il passivo di 1-0 e resta al settimo posto in classifica a quota 47 punti. Partita incredibile invece quella disputata dai genzanesi ad Olbia, una girandola di emozioni categoricamente vietata ai deboli di cuore che si è conclusa con il rocambolesco 4-3 in favore dei padroni di casa che lascia i castellani al penultimo posto in classifica con 26 lunghezze. Come riporta il sito internet ufficiale della compagine sarda, pronti via e il Cynthia guadagna un calcio di rigore. Senesi scappa via e Pinna lo ostacola platealmente per 5 metri di corsa sinché l’esterno non cade rovinosamente all’altezza della linea: il signor Gualtieri non ha dubbi e assegna la massima punizione. Dal dischetto si presenta Bertoldi, ma Ciotti è due volte superlativo nel respingere prima di piede e poi nel bloccare in tuffo la ribattuta di testa. Scampata la doccia gelata, l’Olbia inizia a fare la partita, dirige le azioni con la palla e cerca di trovare il giusto pertugio per superare un compatto Cynthia che non accenna la minima pressione e attende l’iniziativa bianca. La chiave tattica della partita la trova Cossu, che abbassa il raggio d’azione di trenta metri creando superiorità a centrocampo e pericoli costanti con lanci millimetrici. Il dialogo con Mastinu e Molino è proficuo e al 14’ l’Olbia passa: il numero 7 trova Molino a centro area, il controllo di petto è sontuoso, il lavoro per il cross altrettanto e Mastinu deve solo prendere la mira con il suo infallibile sinistro: 1-0. Tra il 22’ e il 23’ il Cynthia sfiora però prima la rete con Attili (incuneatosi tra le maglie della difesa) e poi trova il gol del pari con Di Ventura, che spara dal limite sotto la traversa, là dove Ciotti non può arrivare. L’Olbia però non ci sta e con Cossu (al 26’) e Molino (al 35’) sfiora subito il controsorpasso. Che poi si concretizza al minuto 37. Fa sempre tutto lui, Andrea Cossu: si procura un fallo sul lato corto sinistro dell’area e disegna una parabola magistrale su punizione: 2-1. Proprio allo scadere, però, il gol che gela gli entusiasmi. Attili recupera una palla persa sulla trequarti e trafigge Ciotti con un gran diagonale: 2-2. La ripresa si apre sulla stessa falsariga della prima frazione. Subito grandi emozioni al 47’, con Mastinu che controlla in area sulla destra e con il collo sinistro del piede scheggia la traversa. Ancora Mastinu, due minuti dopo, cerca il gol in spaccata area su cross di un Cossu straripante, ma il portiere rimane impassibile e blocca la deviazione. Il terzo tentativo è però quello buono: è sempre Cossu a inventare con una verticalizzazione con il contagiri, Mastinu controlla e supera il portiere in uscita con un delizioso pallonetto: 3-2. Siamo al minuto 61 e a questo punto ci si aspetterebbe una gestione del finale di gara più rilassata, ma la partita si incanala su strade imprevedibili e al 74’ il Cynthia trova un insperato 3-3: palla vagante in area, contatti dubbi tra i giocatori e Scardola da pochi passi insacca il pari. Tutto da rifare, dunque, anche se l’Olbia rischia il patatrac all’81’ quando Senesi non capitalizza un fulmineo contropiede di Bertoldi. All’86’ la rete che fa esplodere il “Nespoli”: la miccia l’accende sempre lui, Andrea Cossu, con un calcio d’angolo tagliato e ad azionare il detonatore è Miceli: il suo colpo di testa vale un boato da brividi e tre punti in classifica che proiettano l’Olbia al quarto posto in solitaria. 

ULTIME NOTIZIE
Nuova notizia in arrivo...
21/02 1550776620 Incidente a Tor San Lorenzo, auto si ribalta in strada: due feriti in ospedale
21/02 1550767320 Shingle 1944, serata evento in ricordo dello Sbarco all’Astoria ad Anzio
21/02 1550767080 Lezioni di viabilità nella scuola di Cadolino con la Polizia locale di Nettuno
21/02 1550762100 Assunzione nuovi agenti di polizia locale: a Pomezia passa la mozione della Lega
21/02 1550760540 Bambina picchiata a Genzano, i medici sciolgono la prognosi: "Presto a casa"
21/02 1550759460 Trova il ladro e lo vede in faccia: sporge denuncia contro... il vicino di casa
21/02 1550755560 Marco, l'edicolante che ha salvato uno sconosciuto dal suicidio in stazione
21/02 1550754600 Screening oncologico: le nuove date per fare i test gratuiti con la Asl Roma 6
21/02 1550754540 Cori Comune Riciclone: attestato per aver superato il 65% di differenziata
21/02 1550753880 Alcol e degrado a Tor San Lorenzo, la voce dei residenti: «Ostaggi di sbandati»
21/02 1550753040 Mensa a Pomezia, M5S: «Quel prestito serve per pagare le fatture ai fornitori»
21/02 1550752680 Serie A1. Il Nettuno Baseball City riabbraccia Milvio Andreozzi
21/02 1550751600 Autobus bloccato per mezz'ora per colpa dell'auto parcheggiata in curva
21/02 1550750580 Rapina e aggressione in stazione nel 2010: assolti i tre imputati
21/02 1550747220 Grande partecipazione al convegno sull'integrazione in Comune a Genzano
21/02 1550746800 In via di ultimazione i lavori di sistemazione alla scuola Rodari di Genzano
21/02 1550746140 Arrestato sei mesi dopo il furto nell'azienda grazie alle impronte digitali
21/02 1550745180 Carnevale di Frascati: edizione colorata, festosa e rispettosa dell'ambiente
21/02 1550745060 Weekend di musica e cinema alla Sala Lepanto con Senza Frontiere Onlus a Marino
21/02 1550743440 Le strade al confine tra Ardea, Pomezia e Castelli sono in condizioni disastrate
21/02 1550743260 Auto fuori controllo rompe i ponteggi in via Menni a Nettuno e perde la targa
21/02 1550743140 Auto impazzita nella notte danneggia l’auto dei servizi sociali di Nettuno
21/02 1550737740 Influenza delle donne sulla letteratura e sull'arte con il prof. Caputo a Sezze
21/02 1550737680 Il 24 febbraio ripartono i concerti degli Sfaccendati con il ricordo di Rossini
21/02 1550736960 Via Bassianese: via ai lavori di potatura delle fasce frangivento

Espugnato il campo di Avezzano

L'Albalonga torna in zona Play Off

Espugnato il campo di Avezzano

L’Albalonga torna in zona play off. La squadra del presidente Bruno Camerini ha violato il campo dell’Avezzano grazie...


Sport
< <

Eventi
< <

Inchieste
[+] Mostra altri articoli