[X]
  [X]
Sfoglia Settimanale

Volley Maschile

La kermesse organizzata dalla Rainbow

Aprilia: Commozione per il 1° Memorial Giuseppe Caferra

L’aspetto puramente sportivo e di mera classifica occupa volutamente poche righe di questo articolo. Per gli appassionati dei numeri e dei risultati citiamo in maniera spicciola la graduatoria finale che vede al terzo e al quarto posto le due formazioni amatoriali della Rainbow Città di Aprilia. Al secondo posto si attesta la squadra delle vecchie glorie sconfitta in finale dalla selezione allenatori e dirigenti Rainbow che vince quindi il Memorial Giuseppe Caferra. Finisce qui la cronistoria sportiva di questa competizione seppur ci sarebbe da scrivere di squadre reattive e competitive nonostante la non più giovanissima età, ci sarebbe da sottolineare l’ottima prestazione del settore amatoriale o l’efficacia dell’eterogenea formazione dei tecnici e dei dirigenti. Ma la vera essenza di questo torneo, lo scopo reale di questa competizione, il fine ultimo di ogni azione di gioco, di ogni pausa, di ogni palla persa, di ogni punto fatto o subito è stato quello di rendere omaggio allo scomparso atleta Giuseppe Caferra al quale questo torneo è stato dedicato e dal quale ha preso il nome.  Il Memorial Giuseppe Caferra ha visto il punto di massimo coinvolgimento dei partecipanti non durante un’azione di gioco, non durante una semifinale o una finale, non nella preparazione e nell’allenamento per le gare ma nella sentita, coinvolgente e appassionata cerimonia di chiusura della competizione sportiva. Giuseppe Caferra classe 1959 è scomparso nel luglio 1997 a seguito di un tragico incidente stradale. I suoi ex compagni di squadra, oggi componenti della squadra delle vecchie glorie lo hanno ricordato visibilmente emozionati nel corso della cerimonia con le loro testimonianze di stima e le loro attestazioni di affetto, con i loro racconti di vita quotidiana, di momenti di palestra e di gioco, vissuti insieme al compianto atleta. Il team ha omaggiato la mamma di Giuseppe con una targa commemorativa che la signora ha ritirato visibilmente commossa. Anche un omaggio floreale alla mamma dello scomparso atleta consegnata per mano di Erica Mori, ideatrice del torneo, nipote di Caferra e oggi allenatrice della Rainbow Città di Aprilia.  Il presidente Gian Luca Battaiola, oltre a ricordare con una sua breve testimonianza il modo nel quale aveva conosciuto lo scomparso atleta ha espressamente dichiarato l’intenzione di voler organizzare annualmente una nuova edizione del torneo con l’auspicio e la volontà di ampliarne la partecipazione anche a squadre del settore giovanile. La moglie di Giuseppe Caferra oggi residente a Ottawa in Canada ha seguito la toccante cerimonia video e audio collegata grazie all’utilizzo di uno smartphone. Quante volte negli articoli, nei discorsi, nelle interviste, nei libri abbiamo sentito parlare dello sport e della sua straordinaria peculiarità di creare aggregazione e coesione. Quante volte lo abbiamo definito uno straordinario magico elemento che accomuna avvicina, unisce. Ma nella mente di tutti probabilmente lo riferivamo erroneamente solo alle persone che ancora godono di una vita terrena. Oggi abbiamo scoperto che si può andare oltre. Oggi abbiamo capito che lo sport non accomuna e unisce solo i vivi. Oggi abbiamo capito che questo magico straordinario elemento può fare molto di più. Può idealmente avvicinare anche chi non è più tra noi riscaldando il cuore di chi ne ha riservato una piccola parte al ricordo del compianto atleta apriliano.  

ULTIME NOTIZIE
Nuova notizia in arrivo...
21/02 1550776620 Incidente a Tor San Lorenzo, auto si ribalta in strada: due feriti in ospedale
21/02 1550767320 Shingle 1944, serata evento in ricordo dello Sbarco all’Astoria ad Anzio
21/02 1550767080 Lezioni di viabilità nella scuola di Cadolino con la Polizia locale di Nettuno
21/02 1550762100 Assunzione nuovi agenti di polizia locale: a Pomezia passa la mozione della Lega
21/02 1550760540 Bambina picchiata a Genzano, i medici sciolgono la prognosi: "Presto a casa"
21/02 1550759460 Trova il ladro e lo vede in faccia: sporge denuncia contro... il vicino di casa
21/02 1550755560 Marco, l'edicolante che ha salvato uno sconosciuto dal suicidio in stazione
21/02 1550754600 Screening oncologico: le nuove date per fare i test gratuiti con la Asl Roma 6
21/02 1550754540 Cori Comune Riciclone: attestato per aver superato il 65% di differenziata
21/02 1550753880 Alcol e degrado a Tor San Lorenzo, la voce dei residenti: «Ostaggi di sbandati»
21/02 1550753040 Mensa a Pomezia, M5S: «Quel prestito serve per pagare le fatture ai fornitori»
21/02 1550752680 Serie A1. Il Nettuno Baseball City riabbraccia Milvio Andreozzi
21/02 1550751600 Autobus bloccato per mezz'ora per colpa dell'auto parcheggiata in curva
21/02 1550750580 Rapina e aggressione in stazione nel 2010: assolti i tre imputati
21/02 1550747220 Grande partecipazione al convegno sull'integrazione in Comune a Genzano
21/02 1550746800 In via di ultimazione i lavori di sistemazione alla scuola Rodari di Genzano
21/02 1550746140 Arrestato sei mesi dopo il furto nell'azienda grazie alle impronte digitali
21/02 1550745180 Carnevale di Frascati: edizione colorata, festosa e rispettosa dell'ambiente
21/02 1550745060 Weekend di musica e cinema alla Sala Lepanto con Senza Frontiere Onlus a Marino
21/02 1550743440 Le strade al confine tra Ardea, Pomezia e Castelli sono in condizioni disastrate
21/02 1550743260 Auto fuori controllo rompe i ponteggi in via Menni a Nettuno e perde la targa
21/02 1550743140 Auto impazzita nella notte danneggia l’auto dei servizi sociali di Nettuno
21/02 1550737740 Influenza delle donne sulla letteratura e sull'arte con il prof. Caputo a Sezze
21/02 1550737680 Il 24 febbraio ripartono i concerti degli Sfaccendati con il ricordo di Rossini
21/02 1550736960 Via Bassianese: via ai lavori di potatura delle fasce frangivento

Sport
< <

Eventi
< <

Inchieste
[+] Mostra altri articoli