[X]
  [X]
Sfoglia Settimanale

Solo tanti annunci

SOS dissesto idrogeologico nel Lazio: zero lavori ultimati tra Roma e Latina

Frassineto (Aprilia) allagata
Frassineto (Aprilia) allagata

Regione Lazio per un reale e preventivo contrasto al dissesto idrogeologico? Per ora no, parola degli esperti. Da quando il Presidente Zingaretti si è insediato, davvero poco è stato fatto per la messa in sicurezza e mitigazione del rischio. La denuncia arriva dall’Ordine dei geologi del Lazio, che ormai da anni stimolano le istituzioni per un sano e corretto governo del territorio. La goccia che ha fatto traboccare il vaso della pazienza, si è avuta quest’estate quando la Regione ha stabilito la  soppressione del Servizio Geologico e sismico, struttura chiave per la riduzione dei rischi naturali.

La cosa che preoccupa i geologi è che, rimanendo invariate posizioni, retribuzioni, mansioni del personale in pianta organica, la chiusura dell’ufficio configurerebbe il «chiaro segnale di cancellare qualsiasi riferimento alla geologia, anche dalle comunicazioni interne». Secondo la dottoressa Guida, la linea politica regionale è tutt’altro che chiara: «Zingaretti dapprima ha creato un’agenzia di Protezione civile e poi ha dismesso l’ufficio geologico». Quest’ultimo si occupava della conoscenza dei rischi: «Il messaggio lanciato è evidente: potenziamo l’emergenza, depotenziamo la prevenzione». Una contraddizione in piena regola, considerato che le azioni contro il dissesto idrogeologico dovrebbero avvenire “prima”, investendo su messa in sicurezza e opere di difesa, e non “dopo”, a tragedia ed evento calamitoso avvenuti. Si tratta di un aspetto culturale che in Regione non pare vogliano capire: bisogna prevenire per curare. «Zingaretti invece è partito dalla fine, dall’emergenza». Poi ci sono i problemi legati ai finanziamenti. Negli ultimi mesi c’è stato il trasferimento ai presidenti delle Regioni delle funzioni dei Commissari straordinari, delegati alla realizzazione degli interventi di mitigazione del rischio idrogeologico. La manovra, avviata per velocizzare la realizzazione degli interventi di messa in sicurezza del territorio che procedevano a rilento, starebbe comportando nel Lazio un blocco dei cantieri. Questo perché il passaggio di consegne tra il Commissario straordinario delegato ed il Presidente della Regione, da quanto si apprende, starebbe avvenendo solo in queste settimane. Secondo i dati dell’Unità di missione nazionale per il contrasto al dissesto idrogeologico, la nostra Regione non prevede di aprire nessun cantiere per opere contro il rischio né nel 2014, né nel 2015. Verità o utopia? Il pericolo è la perdita dei fondi assegnati ad interventi ritenuti prioritari fino a pochi anni fa. Dalla Regione Lazio ancora nessuno si è pronunciato sull’argomento. L’ultimo paradosso è legato al Piano Casa: «La legge regionale appena approvata - spiega il segretario dei geologi laziali Guida -, introduce la possibilità di demolire e ricostruire in aree a rischio idrogeologico, prevedendo anche il cambio di destinazione d’uso». L’esempio classico è la possibilità di prendere un capannone dismesso, buttarlo giù ed edificare una palazzina ad uso commerciale o residenziale. Chiaramente là dove ci sono opere di difesa. Ma è evidente che si tratta di un controsenso perché dove già c’è rischio idrogeologico, altro cemento “rischia” di aggravarlo.

ZERO LAVORI ULTIMATI TRA ROMA E LATINA
«Il 98% dei Comuni della nostra regione presenta almeno un'area a rischio frana o esondazione e più di 350mila cittadini vivono in aree potenzialmente a rischio idrogeologico». Il presidente dell’Ordine Geologi Lazio, Roberto Troncarelli, lo dice ormai da anni. In tutte le lingue e in tutte le salse. Territori delicati ne troviamo anche ai Castelli e nel Litorale a sud di Roma. Campodimele, Ponza e Ventotene, ad esempio, sono nella top ten regionale delle zone a più alta criticità per frana: il primo presenta 13,53 kmq a rischio, mentre 4/10 del territorio delle due isole in provincia di Latina hanno elevato pericolo franoso. Tra le città ad alto rischio alluvionale, invece, spiccano Terracina e Latina con 11,36 e 6,87 kmq critici. Esistono, poi, altre aree, localizzate a macchia di leopardo sul territorio, bisognose di lavori di consolidamento o di messa in sicurezza. Indagando sul sito internet della Regione Lazio, si scoprono tutti gli interventi urgenti per la mitigazione del rischio idrogeologico, previsti dallo Schema di accordo di programma tra Ministero dell'Ambiente e Regione Lazio. Nel caso della provincia di Latina sono 24: di 6 non è comunicato lo stato di avanzamento, 10 in progettazione, 3 in gara, 5 in corso. Nessun lavoro ultimato. Sul territorio del comune di Latina non risulta programmato alcun intervento. Risulta in corso la sistemazione della tratta terminale del fosso Iavone. 2 interventi sono in fase di progettazione  a Terracina (stabilizzazione geomorfologica delle scarpate lungo via delle Cave e  dei versanti in località Piazza Palatina). Mentre a San Felice sono in fase di gara d'appalto i  consolidamenti delle scarpate a Monte della Strada via del Faro e della via delle Batterie e la messa in sicurezza dell'area del Parco pubblico di Vigna della Corte nel centro storico. Tutti gli altri lavori riguardano Ponza, Ventotene, Itri, Gaeta, Minturno, Formia e Fondi. Questa, invece, la situazione in provincia di Roma: a fronte di 12 interventi urgenti e previsti contro il dissesto idrogeologico, in 2 casi l’iter è sconosciuto, in 2 i lavori sono in gara, in altri 2 in corso, mentre 6 sono gli interventi in progettazione. Zero i lavori ultimati. In particolare, ad Ardea si sta progettando il consolidamento dell'antica rocca nel centro storico, mentre ad Anzio devono appaltare i lavori per consolidare la falesia in località Cincinnato. Nessun lavoro risulta nel resto del litorale romano meridionale né sui Castelli Romani, anch'essi molto colpiti da frane e dissesti. 



Articoli Correlati:

2017 Dossier Ecosistema Urbano di Legambiente Sostenibilità ambientale, Roma e Latina in fondo alle classifiche nazionali Roma verso il fondo della classifica nella sostenibilità ambientale, scende al 88° posto e perse ...
2017 La relazione dell'Antimafia alla Camera Le mafie non mollano il Lazio. La DIA: territorio strategico per il malaffare Le mafie continuano a tenere ben stretti i loro tentacoli attorno al Lazio. In particolare ...
2016 Monumenti e parchi storici accessibili Giornate Fai di Primavera: i luoghi da visitare in provincia di Roma e Latina Torna anche quest'anno l'appuntamento con le Giornate Fai di Primavera. Sabato 19 e domenica 20 ...
2015 636.524 in tutta la Regione Lazio multietnico: ecco il numero di stranieri presenti nelle province Numeri da capogiro per quanto riguarda gli immigrati nella Regione Lazio: 636.524. Il dossier statistico ...
2015 Coinvolte anche Roma e Latina La Regione Lazio assorbe 534 dipendenti in esubero delle Province del Lazio Con la riforma delle Province a Roma ci sono 238 dipendenti di Palazzo Valentini in ...
[ ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER ]
ULTIME NOTIZIE
Nuova notizia in arrivo...
15:56 1519570560 Pontina chiusa all'altezza di B.go Montello, lavori di "rattoppo buche" in corso
14:46 1519566360 Inaugurazione anno giudiziario '18: anche al Tar di Latina carenza di magistrati
14:02 1519563720 Minaccia di buttarsi dal terrazzo: salvata dai Vigili del Fuoco
11:34 1519554840 15 nuove case popolari a Cori: sbloccato il finanziamento regionale
11:29 1519554540 La ASL di Latina è inaccessibile ai disabili: ambulatori irraggiungibili
11:14 1519553640 Infiltrazioni d'acqua in classe: scuola chiusa fino al termine dei lavori
10:00 1519549200 Risparmio energetico: Genzano aderisce alla campagna "M'illumino di meno"
09:23 1519546980 I ballerini di Salsa crew Anzio e Nettuno oggi alle 14 su Rai 1 a Domenica in
09:21 1519546860 Sede indisponibile, chiude il centro migranti di via dell’Armellino ad Anzio
08:36 1519544160 Auto con quattro ragazzi a bordo finisce nella scarpata
24/02 1519493460 Allarme-neve: aumentano i Comuni che terranno chiuse le scuole lunedì. L'elenco
24/02 1519492200 Lascia l'auto davanti la scuola: le sfondano il vetro per rubare la borsa
24/02 1519491780 Anche la Nettunense costellata dalle voragini: alto rischio di incidenti
24/02 1519491300 Spacciatore 53enne in manette a Cisterna: in casa cocaina, marijuana e hashish
24/02 1519490280 Tunisino estremista islamico residente ad Anzio preso dalla Digos e rimpatriato
24/02 1519487580 Dopo lo scontro nella galleria del Raccordo a Ciampino l'auto si cappotta
24/02 1519484520 Allaccio abusivo della corrente nell'abitazione che vogliono occupare, 2 denunce
24/02 1519484100 Escono dal negozio con 450 euro di vestiti rubati, arrestate due donne
24/02 1519483800 Furto all'oleodotto, scoperta ad Aprilia una cisterna di carburante rubato
24/02 1519483740 Buche, allagamenti e… soluzioni ad Anzio, super lavoro per la Polizia locale
24/02 1519472700 Astral paga ad Aprilia la messa in sicurezza di via Toscanini e via Giustiniano
24/02 1519472040 Aprilia dichiara guerra ai volatili che infestano la scuola Montegrappa
24/02 1519471020 «Tamburelli e tammorre»: a Cori il laboratorio sugli strumenti della Tradizione
24/02 1519470480 Latina inaugura la Passeggiata Sandro Pertini in via Don Morosini
24/02 1519464540 Luca Capomaggi in sfida ad Amici, il sostegno di Nettuno per passare al Televoto