[X]
  [X]
Sfoglia Settimanale

Dopo 3 anni di cause giudiziarie

Caos edilizia agevolata: soluzione vicina FOTO

<
>
UGO GRASSI - Senatore 5 Stelle
UGO GRASSI - Senatore 5 Stelle

Il Parlamento sta per 'sanare' l'annosa vicenda dei Piani di Zona, più nota come edilizia agevolata o convenzionata. Lo strumento urbanistico introdotto in Italia a partire dagli anni sessanta per garantire l’accesso alla casa a chi non poteva permettersi di acquistarla al prezzo di mercato: famiglie e giovani coppie, persone meno abbienti e disabili. Per il momento, il Senato ha approvato una proposta di legge che se arriverà in porto che permetterà a tutti coloro che in passato hanno venduto i propri appartamenti acquistati con la formula dell'edilizia agevolata o convenzionata, ma rivenduti a prezzi di mercato, di non rischiare più di essere trascinati in giudizio dagli acquirenti. La proposta di legge deve ancora ricevere l'ultimo e decisivo via libera alla Camera dei Deputati, atteso entro dicembre. È stata promossa dal senatore 5Stelle, Ugo Grassi.

COSA PREVEDE LA NUOVA LEGGE?
Con la nuova legge, il venditore sarà tenuto a pagare all'acquirente solo il costo dell'affrancazione, ovvero una somma di danaro necessaria per prendere posseso completo e definitivo dei terreni su cui è costruita l'abitazione, che sarà decisa dal Ministero dell'Economia e Finanze insieme ai Comuni. Ma non anche la restituzione della differenza tra il prezzo di vendita calmierato e quello di mercato. In buona sostanza, il venditore sarà tenuto a pagare all'acquirente una cifra tra i 2.550 euro ai 35mila, a seconda dei casi, in modo tale da permettere all'acquirente di vendere a sua volta l'immobile a prezzo di mercato, anche a chi non ha diretto all'edilizia agevolata. In buona sostanza quindi l'acquirente che ha già avviato nei confronti del venditore una causa giudiziaria perché gli è stato venduto un immobile a prezzo di mercato e non a prezzo calmierato non avrà nulla indietro.  Molte cause giudiziarie difatti sono state avviate dopo che una sentenza della Corte di Cassazione a sezioni unite del 2015 ha dichiarato illegittime le vendite di queste abitazioni a prezzo di mercato poiché dovevano essere cedute rispettando un tetto massimo e solo a chi aveva diretto all'edilizia agevolata. Ora tale emendamento ribalta a tutti gli effetti la sentenza. 

GLI ACQUIRENTI: “È UNA SANATORIA”
L'associazione degli acquirenti sta cercando di capire se nella nuova legge vi siano profili di incostituzionalità e soprattutto se il decreto fiscale sia applicabile anche alle cause in corso, visto che l'emendamento sarebbe retroattivo: ovvero costituirebbe una pietra tombale anche per le cause in corso. "Siamo arrabbiati e offesi perché, oltre al danno, dobbiamo farci carico anche della beffa. Quella di chi – denuncia Dario Pastore, presidente del Comitato acquirenti – dopo aver lavorato in maniera unilaterale e senza ascoltarci, a questa soluzione legislativa, vuole convincerci della sua bontà". Pastore solleva diversi dubbi. Prima fra tutti fa notare che l'emendamento non chiarisce modalità e tempi entro i quali i venditori dovranno portare a termine le procedure di affrancazione. "Chi lo ha scritto parla di un tempo ragionevole, stimandolo a 'occhio' in 18 mesi. A occhio? Non solo. Lo stesso emendamento rimanda a un decreto ministeriale del Ministero dell'economia e delle finanze le modalità per il pagamento rateale. Se il venditore paga a rate, il nostro immobile si svincola solo alla fine del pagamento o prevedranno garanzie in modo da liberare subito l'immobile? E il conguaglio previsto dall'articolo 3 delle convenzioni di affrancazione chi lo pagherà? Parliamo di cifre attualmente non quantificabili, che il comune richiede al proprietario dell'immobile e che potrebbero aggirarsi intorno ai 20-30 mila euro". 

“SODDISFATTI” I VENDITORI
“Accogliamo con profonda speranza e fiducia nelle istituzioni questo nuovo testo dell'emendamento che tende a voler risolvere le numerose incertezze giuridiche attuali. La soluzione permette ai venditori, tramite il pagamento dell'affrancazione, di restituire ai proprietari attuali l'immobile libero da ogni vincolo, sia di prezzo sia di natura soggettiva, così come le parti pensavano di averlo compravenduto. Ringraziamo le forze politiche di maggioranza per essere stati i promotori dell'emendamento e quelle di opposizione per aver diligentemente contribuito costruttivamente alla costruzione di un testo finale che possa rappresentare in modo equo gli interessi di tutte le parti. L'emendamento ha superato positivamente il vaglio delle commissioni in Senato e oggi inizia il suo iter istituzionale di discussione in aula. Auspichiamo che lo spirito di collaborazione e di convergenza tra tutte le forze politiche dimostrato finora, continui per il raggiungimento dell'obiettivo che i cittadini tutti, nessuno escluso, attendono da 3 anni, e cioè della certezza e giustizia del diritto, così come vuole la nostra Costituzione”.

ULTIME NOTIZIE
Nuova notizia in arrivo...
22:15 1544649300 La squadra degli ex Assessori di Nettuno si presenta domenica all’Hotel Astura
18:34 1544636040 Scuole, ecco i nuovi indirizzi attivi dall'a.s. 2018/2019 in ogni città
16:23 1544628180 Vertice della Lega ad Anzio, in discussione solo il Bilancio comunale
16:18 1544627880 Il Comune di Anzio mette a disposizione i fondi per gli Istituti Comprensivi
15:45 1544625900 Enrica Tara, finalista a “ X Factor 9” in concerto al Parco Ghezzi di Terracina
15:32 1544625120 Ad Aprilia i rifiuti dell'impianto incendiato? Non risultano richieste ufficiali
15:22 1544624520 Migliaia di visitatori al parco delle Favole Incantate di Ariccia
14:23 1544620980 Era in Argentina uno dei 100 latitanti più pericolosi: affari ad Anzio e Aprilia
14:05 1544619900 Doppio furto notturno a Cisterna: ladri in un negozio di bici e in gioielleria
13:44 1544618640 Sciopero in 800 strutture sanitarie private del Lazio
13:37 1544618220 Ospedale di Latina punto di riferimento di Frosinone. Simeone: è follia
12:18 1544613480 Agnello partorito in strada salvato dalla Polizia locale di Roma
12:04 1544612640 Al Civico 20 di Marino partono le "Strenne di cultura" per le feste di Natale
12:02 1544612520 Sentimento e materia, presentazione della monografia di Colagrossi ad Ardea
12:00 1544612400 Briciole di bellezza, la presentazione del libro di Cannizzo a Velletri
11:58 1544612280 Concerto di Natale degli Sfaccendati alla chiesa di Santa Maria del Pozzo
11:56 1544612160 Pierluigi Battista presenta a Velletri "Il senso di colpa del dottor Zivago"
11:55 1544612100 Rio Martino, la Provincia chiede di poter usare i soldi avanzati per i lavori
11:51 1544611860 Traffico internazionale di gasolio di contrabbando sulla Pontina
11:45 1544611500 Paura alla "casa dei medici" di Ariccia, giovane paziente dà in escandescenza
11:42 1544611320 Cratere su via di Frascati, si teme per la sicurezza degli automobilisti
11:41 1544611260 Traffico internazionale di gasolio di contrabbando sulla Pontina
10:44 1544607840 Le arti del narrare. Storie ed immagini del Medioevo a Palazzo Ruspoli di Nemi
10:32 1544607120 La cena dell'antica Roma imperiale con un menù che ci porta indietro nel tempo
08:40 1544600400 Terreno franato in via Belardi a Genzano, al via i lavori di messa in sicurezza

Sport
< <

Eventi
< <

Inchieste
[+] Mostra altri articoli