[X]
  [X]
Sfoglia Settimanale

I vincitori del Bando in rivolta

Niente bar nei chioschi delle spiagge libere a Nettuno: la Regione punta il dito

Nessun chiosco né attività commerciale può essere praticata sulle spiagge libere attrezzate concesse dal Comune di Nettuno per tre anni. A dirlo al Regione Lazio che ha scritto al Comune e il Dirigente di Area che ha realizzato il bando e seguito il suo iter passo passo, ha comunicato formalmente la novità agli interessati, scatenando il finimondo. Il Bando del Comune di Nettuno per la concessione delle spiagge libere attrezzate è stato problematico fin dal primo minuto. La concessione di tre anni è diventata di due anni e mezzo per le lungaggini nell’assegnazione, tutte le concessioni hanno avuto la possibilità di aprire un chiosco bar e di offrire il servizio lettini e sdraio su richiesta. Il bando di Nettuno, molto vago su questi dettagli, seguiva le direttive di una delibera di giunta dell’Amministrazione a 5 stelle che mirava a garantire la presenza di personale di salvamento delle aree comunali altrimenti senza controllo, offrendo in cambio una sorta di mini concessione triennale con punto di ristoro. Ma non si può fare. A ricordarlo bruscamente al Comune di Nettuno la Regione Lazio. La questione è stata sollevata dopo una serie di rilievi della Capitaneria di Porto, che si è rivolta alla Regione segnalando quella che ha percepito come una mala interpretazione della Legge regionale in materia di concessioni sul demanio. E la Capitaneria aveva ragione. La Regione Lazio prima in una corrispondenza interna e poi con una comunicazione ufficiale, richiama l’Amministrazione e, facendo presente che c’è stata un’errata interpretazione della norma, torna a ribadire i limiti di questo genere di concessioni: servizi per le persone, nessun punto ristoro, nessun ombrellone o lettino. Ovviamente con questa ‘nuova versione’ del bando, non c’è alcun guadagno nell’impresa e chi ha investito in strutture anche somme ingenti, per la prospettiva di almeno tre anni di lavoro, non ci sta. Questa sera i vincitori del bando si sono confrontati durante un’accesa riunione. E’ stato deciso di creare un’Associazione di categoria e rivolgersi ad un legale sottolineando le premesse del bando non rispettato. la volontà, se non si trova una soluzione, è quella di chiedere una risarcimento del danno all’Ente. I concessionari contestano di avere tutti presentato progetti con in punti ristoro, che l’Amministrazione non ha mai detto che non si poteva e anzi proprio gli uffici del comune hanno approvato la documentazione necessaria per farli lavorare. Ma non solo.
Oltre ai vincitori del bando ad essere sul piede di guerra anche i gestori degli stabilimenti balneari regolari che durante la stagione appena conclusa hanno dovuto fronteggiare la concorrenza dei suoi gestori, più economici, ed hanno avuto una danno sugli incassi finito rilevante. Anche i balneari si confronteranno nei prossimi giorni per valutare un’azione legale nei confronti dell’ente che ha permesso di avviare attività concorrenziali che invece non avrebbero mai dovuto poter offrire alcuni servizi.

ULTIME NOTIZIE
Nuova notizia in arrivo...
16/01 1547659860 Critiche all’Amministrazione, procedimento contro una dipendente di Anzio
16/01 1547659560 “Manutenzione inesistente al Cimitero di Nettuno”, la denuncia dei cittadini
16/01 1547657640 Il tar respinge il ricorso dell'ex consigliere-direttore dei lavori
16/01 1547656740 Scontro tra due auto, una prende fuoco. paura per tre persone
16/01 1547651940 Velletri ricorda il tragico bombardamento del 22 gennaio 1944
16/01 1547650260 Anzio Calcio, Weekend da incorniciare per le giovanili
16/01 1547649960 Donna precipita dal proprio appartamento al settimo piano: morta sul colpo
16/01 1547649720 Unipomezia, “punteremo al massimo”
16/01 1547644920 Voragine sulla Pontina, ritrovato il cellulare dell'uomo disperso
16/01 1547644620 Affitti a canone concordato, incontro tra le parti in Comune a Genzano
16/01 1547641740 Ariccia, giornate con le scuole del territorio organizzate dai Servizi Sociali
16/01 1547640300 Nonnismo su un'allieva 20enne pilota della scuola di volo di Latina: la denuncia
16/01 1547637840 A processo dirigenti Astral e Provincia per la morte di un 18enne sulla Pontina
16/01 1547636940 Circuito Europeo Under17 di fioretto, Valentina Vezzali venerdì ad Anzio
16/01 1547636820 Scarica camion di calcinacci a via Grugnole, identificato dalla Polizia locale
16/01 1547635140 Controlli antidroga nella notte alle autolinee di Latina, tre arresti
16/01 1547632560 Al via i lavori sul manto stradale di via Stati Uniti d'America a Genzano
16/01 1547625900 In Regione il progetto per ampliare il centro commerciale Aprilia2
16/01 1547622480 Emergenza al cimitero di Pomezia: loculi esauriti e ampliamento bloccato
16/01 1547622120 Nuovo Politeama, taglio del nastro il 19 gennaio con la Splatters Company
16/01 1547621820 Desirée, la mamma ritira la denuncia per stalking contro il padre della ragazza
16/01 1547621460 Studenti al freddo: il Sindaco chiude la scuola per otto giorni
16/01 1547621280 Variante in Q3: la Lega vuole la revoca della delibera. Lbc vota no
16/01 1547620920 Ai domiciliari per tentato omicidio, ma non rispetta la misura: ora è in carcere
16/01 1547620800 Incendio Eco X, altro rinvio per l'udienza preliminare: in aula il 5 marzo

Sport
< <

Eventi

Inchieste
[+] Mostra altri articoli