[X]
  [X]
Sfoglia Settimanale

Monitoraggio su tempi di esami e visite

Sanità, Regione furbetta sulle liste d’attesa: non dice quanti giorni occorrono

I capi della sanità laziale hanno tirato un bel respiro di sollievo: è stata elogiata la trasparenza della nostra Regione sui tempi di attesa per visite ed esami. Il Lazio è tra le sole quattro Regioni ad avere un “un sistema avanzato di rendicontazione secondo classi di priorità”, insieme a Basilicata, Emilia Romagna, Lazio, Valle d’Aosta cui si aggiunge la  Provincia autonoma di Bolzano. A rilevarlo è stata la Fondazione GIMBE,  Gruppo Italiano per la Medicina Basata sulle Evidenze, lanciando i risultati preliminari di un apposito studio. In pratica, su internet comunicano ogni settimana  e per ogni prestazione vengono rispettati i tempi previsti dalla normativa regionale, aggiornata ad aprile dell'anno scorso con decreto del Presidente Zingaretti. I dati riportati si riferiscono alle prime visite e agli esami strumentali. Vi è una classifica, in base a tre classi di priorità e i relativi tempi standard che le Asl non dovrebbero oltrepassare nel fornire le prestazioni. Urgente: da eseguire entro 3 giorni. Breve: da eseguire entro 10 giorni. Differibile: da eseguire entro 30 giorni per le visite e 60 giorni per la diagnostica. Il sito regionale pubblica i dati a cadenza settimanale, a partire dalla settimana iniziata il 28 maggio scorso.

IL SEMAFORO DELLE ATTESE
Il portale evidenzia per ogni prestazione il livello di rispetto dei tempi standard con una percentuale calcolata ogni settimana. I risultati sono quindi evidenziati in tre scaglioni con tre distinti colori. Il verde indica il rispetto dei tempi per almeno il 90% del totale delle prenotazioni; il colore giallo indica che le prenotazioni entro lo standard sono comprese tra 50-89%; mentre sono segnate in rosso le prenotazioni che sono entro lo standard nemmeno nel 50% dei casi sul totale delle prenotazioni per il periodo selezionato. Ebbene, nel corso dell'ultima settimana rilevata (2 - 8 luglio) solo 3 prestazioni al livello regionale sono in verde, cioè vengono erogate entro i tempi massimi: le visite ginecologiche, otorinolaringoliatriche, fisiatriche e oncologiche e la Tac senza e con contrasto del rachide e speco vertebrale. Complessivamente, quasi 8 volte su 10 - dato medio - i pazienti hanno ottenuto le prestazioni nei tempi previsti come dato medio. Quasi 85% le visite, 71,9% gli esami diagnostici.   

MISTERO SUI GIORNI
Il 14 giugno la neo Ministra della Salute, Giulia Grillo, con una circolare ha chiesto a tutte le Regioni  di raccogliere capillari informazioni su come vengono gestite le liste d'attesa nella erogazione di visite ed esami. Del resto è dall'ottobre 2010 che Stato e Regioni hanno approvato il PNGLA, Piano nazionale di governo delle liste d'attesa che individua 58 prestazioni tra visite specialistiche, esami diagnostici e interventi chirurgici per i quali le Asl e aziende ospedaliere devono garantire tempi standard. Non è un favore ai sudditi pazienti, ma un obbligo di legge. Va bene la trasparenza espressa con le percentuali. Ma perché nel nuovo sistema di monitoraggio della Regione Lazio non indicano i giorni di attesa effettivi? Chi è arrivato alla fine di questo articolo, probabilmente se lo sarà domandato: quanto posso sperare di dover attendere per una risonanza, per la Tac, per una visita specialistica? In quanti giorni si traducono quelle percentuali medie color rosso fuoco, ad esempio, su risonanze magnetiche o ecocolordoppler cardiaca? Speriamo che almeno alla Ministra lo dicano. 

ULTIME NOTIZIE
Nuova notizia in arrivo...
15/08 1534350120 Gli rubano la Porsche ad Anzio, il proprietario offre 10mila euro per riaverla
15/08 1534344660 Genzano, arrivano i Predatori del Ramo d'Oro: rocambolesca caccia al tesoro
15/08 1534319160 Cadono alberi in strada a Latina: un pino centra una macchina in transito
15/08 1534317900 Auto con cinque ragazzi a bordo si schianta contro un albero: corsa in ospedale
15/08 1534316340 Rifiuti abbandonati alle Salzare di Ardea: scatta il sequestro dell'area
14/08 1534274160 Intervista con De Angelis, Sindaco di Anzio: Abbiamo ottimismo e voglia di fare
14/08 1534274040 Addio alla piccola Nicole, il Giudice stabilisce i domiciliari per il padre
14/08 1534267620 Tragedia di Genova: Anzio, Nettuno e Cisterna annullano gli eventi di stasera
14/08 1534267380 La pioggia a Rocca di Papa fa allagare sempre la (stessa) strada
14/08 1534267080 Ubriaco travolge un ciclista sulla Nettunense: alcol 5 volte oltre il limite
14/08 1534266720 Cittadina russa fermata al volante di un'auto con certificato di revisione falso
14/08 1534266300 Ossessionato da una donna, la perseguita nonostante l'ingiunzione del tribunale
14/08 1534265220 Litiga col datore di lavoro per gli stipendi arretrati, poi viene investito
14/08 1534261800 Castel Gandolfo dichiara guerra agli schiamazzi: parola d'ordine tranquillità
14/08 1534259400 Falò vietati sulle spiagge, la Polizia locale di Nettuno sequestra tende e legna
14/08 1534259160 Rifiuti, la Camassa replica al Comune di Anzio sulle multe per i disservizi
14/08 1534258920 Maltempo, ‘salta’ un pezzo di Ardeatina ad Anzio appena rifatta e subito chiusa
14/08 1534253100 Ferragosto sicuro con le "volanti del mare" della Polizia: stretta contro i falò
14/08 1534250700 L'attore americano Samuel L. Jackson in vacanza in provincia di Latina
14/08 1534245060 Apre il centro antiviolenza di Aprilia, "faro" per le donne maltrattate
14/08 1534238100 Tre ragazzini sorpresi a smontare una Smart rubata ai Castelli: arrestati
14/08 1534235700 Nella "casa" di campagna quasi 2 kg di droga: arrestato 47enne ad Anzio
14/08 1534235100 Oggi poca acqua a Latina, Pontinia e Sezze: ecco le zone e gli orari
14/08 1534234320 Si ribalta con la Smart dopo lo scontro con un'altra auto: estratto dai pompieri
14/08 1534232940 Concerto di Mezzagosto per il corpo bandistico Città di Terracina

Sport
< <

Eventi

Inchieste
[+] Mostra altri articoli