[X]
  [X]
Sfoglia Settimanale

La denuncia: privatizzazioni subdole

Acqua, 7° anniversario dei referendum traditi: appello per l'Acqua Bene Comune

A 7 anni dai referendum del giugno 2011 per l'Acqua Bene Comune, i promotori della epocale consultazione denunciano lo scandaloso tradimento della volontà popolare, sistematicamente  e scientificamente ignorata finora. Gli italiani votarono a favore della tutela delle risorse idriche nell'interesse primario della collettività attraverso gestioni pubbliche e senza la "cresta" garantita ai gestori privati a prescindere dalla loro efficienza, ma l'andazzo è ben altro.

"Nel giugno 2011 abbiamo votato e vinto il referendum per l'acqua bene comune, bloccando le privatizzazioni ed eliminando il profitto - rammenta il Forum italiano dei Movimenti per l'acqua -. Da allora sono cambiati tanti governi e tutti hanno ignorato e contraddetto la volontà popolare favorendo di nuovo la privatizzazione del servizio idrico e degli altri servizi pubblici locali, reinserendo in tariffa il profitto garantito ai gestori e promuovendo fusioni e aggregazioni con le 4 mega-multiutility A2A, Iren, Hera e Acea". Quest'ultima, tra l'altro, annunciò l'acquisto di mezza Acqualatina Spa (gestore a Latina e provincia, Anzio e Nettuno) per poi dover tornare sui suoi passi: i Sindaci e la stessa Acqualatina stroncarono k'operazione perché illegittima, avviata senza aver chiesto e ottenuto 'obbligaotiro parere dei soci pubblici (i Comuni). Un surreale flop che colpisce anche per il silenzio del Comune di Roma, socio di maggiorna e quindi presunto controllante di Acea Ato 2 Spa. "Inoltre, la crisi idrica - proseguono gli attivisti dell'Acqua Bene Comune -, aggravata dal surriscaldamento globale e dai relativi cambiamenti climatici, ha fatto emergere le responsabilità di una gestione privata che risparmia sugli investimenti infrastrutturali per massimizzare i profitti. Ribadiamo che oggi più di ieri è necessaria una radicale inversione di tendenza ed è sempre più importante riaffermare il valore paradigmatico dell'acqua come bene comune, ribadendo che: l'acqua è un diritto umano universale e fondamentale ed è la risorsa fondamentale per l'equilibrio degli ecosistemi; l'acqua è un obiettivo strategico mondiale di scontro con il sistema capitalistico-finanziario; la gestione partecipativa delle comunità locali è un modello sociale alternativo; è necessario giungere ad un sistema di finanziamento basato sulla fiscalità generale e su un meccanismo tariffario equo, non volto al profitto e che garantisca gli investimenti". E se sulla carta l'acqua privata risulterebbe un'astrazione, il Forum dei Movimenti per l'acqua mettono in guardia: "Intendiamo anche denunciare come oggi la privatizzazione dell'acqua passa attraverso processi più subdoli come le fusioni tra aziende e i pericolosi meccanismi tariffari predisposti da ARERA (la cosiddetta Autorità garante in materia, ndr), la quale ha dimostrato di non tutelare né il servizio idrico né gli utenti, ma solo gli interessi delle aziende che dovrebbe controllare. Per cui ne chiediamo lo scioglimento e il ritorno delle sue competenze sul servizio idrico integrato al Ministero dell’Ambiente". 
Infine un appello ai nuovi governanti nazionali: "In occasione del 7° anniversario del referendum, forti di quella straordinaria partecipazione democratica rilanciamo il nostro impegno e la nostra mobilitazione, sfidando il nuovo governo M5S-Lega appena insediato a dare realmente attuazione all'esito referendario e a superare con iniziative legislative concrete la parte del “Contratto” relativa all'acqua in quanto del tutto insufficiente e inadeguata".



Articoli Correlati:

24/05 Un bene comune ‘regalato’ I boss privati dell’acqua minerale pubblica Sullo scorso numero abbiamo raccontato il frizzante business delle acque  pubbliche gestite e imbottigliate dai...
[ ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER ]
ULTIME NOTIZIE
Nuova notizia in arrivo...
19/07 1532027700 Gli ex assessori: Pista ciclabile e non solo, le mura del Borgo rimesse a nuovo
19/07 1532027580 Concerti, cabaret e mercatini, ecco tutti i programmi dell’estate di Lavinio
19/07 1532014500 Terracina, sequestrate strutture abusive di uno stabilimento balneare
19/07 1532010120 Auto si ribalta all'incrocio in pieno centro ad Aprilia: paura per il conducente
19/07 1532009340 Giardino pubblico rinnovato a Martin Pescatore: inaugurazione con il sindaco
19/07 1532008620 Terracina, la ex scuola "Lama" ospiterà aule e laboratori del Filosi
19/07 1532006400 Frascati sbarca in Cina: al lavoro con Tianjin su scienza ed enogastronomia
19/07 1532005920 Serie C1. Città di Anzio, prime mosse per la nuova stagione
19/07 1532004180 Casamonica, scovati altri due ricercati: si nascondevano a Grottaferrata
19/07 1532003640 Zoomarine in musica con gli ex coristi dello Zecchino d'Oro
19/07 1532003460 Questa sera la "Notte rosa di Aprilia": eventi in occasione degli shopping days
19/07 1532003280 Cori disponibile ad accogliere fino a 40 migranti per massimo 60 giorni
19/07 1532000040 Pomezia, a Castagnetta e Campo Jemini presto le fogne: arrivano fondi regionali
19/07 1531996920 1,5 milione dalla Regione per interventi di urbanizzazione ad Aprilia
19/07 1531996680 Festa di una notte di mezza estate: tutto pronto per l'arrivo di Calcutta
19/07 1531995480 Bombardamento di San Lorenzo, anche i pompieri dei Castelli alla commemorazione
19/07 1531994640 Paura in pieno centro, vecchio Mercedes 190 prende fuoco mentre è in movimento
19/07 1531993800 Il Tar respinge il ricorso di Casto: “I consiglieri si volevano dimettere”
19/07 1531993320 Torna la rassegna "Cinema sotto le stelle". 11 film di recente uscita al parco
19/07 1531992960 Raccolta fondi pro Daniele Bontempi, la famiglia si dissocia da ogni iniziativa
19/07 1531992000 Torna a Torvaianica la Sagra della Tellina, piatti a base di pesce in piazza
19/07 1531991880 Anzio Festival dello Street Food, dal 27 al 29 luglio si degusta in piazza
19/07 1531991760 Strappa la catenita ad una 60enne e la butta a terra vicino a Villa Albani
19/07 1531991460 Concerto gratuito di Roberto Vecchioni in piazzale Cresci a San Felice Circeo
19/07 1531991220 Aprilia centro di nuovo senz'acqua. Ennesimo guasto elettrico al fungo centrale