[X]
  [X]
Sfoglia Settimanale

Latina, scacco alla mafia

Avvocati terrorizzati dai Di Silvio: così avvenivano le estorsioni

Tra gli aspetti venuti fuori nell'operazione che ha portato agli arresti di 25 persone riconducibili al clan Di Silvio ci sono le estorsioni agli avvocati. 

Colpisce dalle attività tecniche svolte dalla Polizia di Stato la capacità di programmazione dei vari reati, realizzata attraverso il metodo mafioso in ogni aspetto delle condotte che comprendevano l'utilizzo delle armi, atti incendiari, danneggiamento. Il gruppo, con una precisa struttura, regole e sanzioni in caso di violazione delle regole, ha monopolizzato il territorio attraverso la commissione di estorsioni sistematiche a tappeto secondo la regola mafiosa: l'importante è che paghino tutti, per creare consenso sociale. Oltre alle estorsioni a commercianti e imprenditori c'è un fatto nuovo che ha riguardato una categoria di professionisti, gli avvocati. Molti di loro hanno ricevuto la visita di alcuni componenti del gruppo, generando un particolare allarme, tanto che alcuni si sono rivolti agli organi di rappresentanza che hanno collaborato al buon esito delle indagini. È anche stata inviata una mail a tutti i professionisti con l'appello a denunciare. Alcune delle vittime delle estorsioni non hanno sporto denuncia o ritrattato, ma i mportante è stato anche il contribuito di un collaboratore di giustizia.

Nel tempo l'efficacia intimidatoria avrebbe consentito al gruppo criminale di abbassare il livello di violenza materiale da compiere verso le vittime. È un dato significativo: se non hanno più bisogno di esprimere azioni violente, vuol dire che hanno raggiunto il loro scopo di intimidire. C'era un gruppo specializzato in estorsioni che faceva capo ad Armando Di Silvio, chiamato Lallà. «Era capace di terrorizzare non solo il tessuto economico del pontino - hanno spiegato nella conferenza stampa, ma anche altri gruppi criminali non rom. La gerarchia, fortissima, gli consentiva di pianificare e controllare le iniziative criminose degli appartenenti. 

Oltre agli avvocati e agli imprenditori, le vittime venivano prescelte sulla scorta di richieste che si rivolgevano ai rom per ottenere recupero crediti, che poi diventavano di assoluta proprietà del gruppo criminale. Tutto il gruppo si recava a più riprese a far visita alla vittima, terrorizzandolo con alcune frasi verificate nelle intercettazione, realizzando una persecuzione quotidiana a cui le vittime non riuscivano a sottrarsi.

Tags: latina  mafia  di silvio 


Articoli Correlati:

12/06 Latina, scacco alla mafia I Di Silvio e la promessa di 30 euro per un voto alle elezioni amministrative Tra i reati contestati ai Di Silvio ci sono anche quelli in materia elettorale. Come...
28/06 Latina, retroscena svelato dal pentito Quando la "gente normale" chiedeva protezione ai Di Silvio e non "alle guardie" Dalle carte dell’indagine, che ha visto la Polizia eseguire ben 25 misure cautelari e che...
22/06 "Presidio della legalità" Scacco al clan Di Silvio: Latina dice grazie scendendo in piazza Ieri sera c'è stata una manifestazione in piazza della Libertà denominata "Presidio della Legalità" per ringraziare...
20/06 Post operazione Alba Pontina Latina scende (di nuovo) in piazza per ringraziare le forze dell'ordine «Chi ha paura muore ogni giorno. Chi non ha paura muore una volta soltanto». Questo...
17/05 Latina, via dei Sabini Il Comune vuole acquisire la villa confiscata ai Ciarelli-Di Silvio Il Comune di Latina ha intenzione di acquisire l'immobile confiscato dallo Stato alle famiglie Ciarelli e Di...
[ ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER ]
ULTIME NOTIZIE
Nuova notizia in arrivo...
19/07 1532027700 Gli ex assessori: Pista ciclabile e non solo, le mura del Borgo rimesse a nuovo
19/07 1532027580 Concerti, cabaret e mercatini, ecco tutti i programmi dell’estate di Lavinio
19/07 1532014500 Terracina, sequestrate strutture abusive di uno stabilimento balneare
19/07 1532010120 Auto si ribalta all'incrocio in pieno centro ad Aprilia: paura per il conducente
19/07 1532009340 Giardino pubblico rinnovato a Martin Pescatore: inaugurazione con il sindaco
19/07 1532008620 Terracina, la ex scuola "Lama" ospiterà aule e laboratori del Filosi
19/07 1532006400 Frascati sbarca in Cina: al lavoro con Tianjin su scienza ed enogastronomia
19/07 1532005920 Serie C1. Città di Anzio, prime mosse per la nuova stagione
19/07 1532004180 Casamonica, scovati altri due ricercati: si nascondevano a Grottaferrata
19/07 1532003640 Zoomarine in musica con gli ex coristi dello Zecchino d'Oro
19/07 1532003460 Questa sera la "Notte rosa di Aprilia": eventi in occasione degli shopping days
19/07 1532003280 Cori disponibile ad accogliere fino a 40 migranti per massimo 60 giorni
19/07 1532000040 Pomezia, a Castagnetta e Campo Jemini presto le fogne: arrivano fondi regionali
19/07 1531996920 1,5 milione dalla Regione per interventi di urbanizzazione ad Aprilia
19/07 1531996680 Festa di una notte di mezza estate: tutto pronto per l'arrivo di Calcutta
19/07 1531995480 Bombardamento di San Lorenzo, anche i pompieri dei Castelli alla commemorazione
19/07 1531994640 Paura in pieno centro, vecchio Mercedes 190 prende fuoco mentre è in movimento
19/07 1531993800 Il Tar respinge il ricorso di Casto: “I consiglieri si volevano dimettere”
19/07 1531993320 Torna la rassegna "Cinema sotto le stelle". 11 film di recente uscita al parco
19/07 1531992960 Raccolta fondi pro Daniele Bontempi, la famiglia si dissocia da ogni iniziativa
19/07 1531992000 Torna a Torvaianica la Sagra della Tellina, piatti a base di pesce in piazza
19/07 1531991880 Anzio Festival dello Street Food, dal 27 al 29 luglio si degusta in piazza
19/07 1531991760 Strappa la catenita ad una 60enne e la butta a terra vicino a Villa Albani
19/07 1531991460 Concerto gratuito di Roberto Vecchioni in piazzale Cresci a San Felice Circeo
19/07 1531991220 Aprilia centro di nuovo senz'acqua. Ennesimo guasto elettrico al fungo centrale