[X]
  [X]
Sfoglia Settimanale

Operazione della Guardia di Finanza

False fatturazioni: 18 arresti tra Aprilia e Cisterna. Commercialisti nei guai

La Guardia di Finanza di Latina ha eseguito 18 misure cautelari per false fatturazioni. I provvedimenti sono arrivati in seguito ad attività di indagine eseguite dai militari del Nucleo Tributario delegate dalla Procura della Repubblica su un giro di false fatture per circa 90 milioni di euro relative a delle cooperative di facchinaggio.Coinvolti soggetti di Latina, Aprilia e Cisterna. Tra gli arrestati ci sono un imprenditore della provincia di Pavia, tre commercialisti e altrettanti consulenti del lavoro che gravitano tra Aprilia e Cisterna, un ispettore della Guardia di Finanza di Aprilia e un funzionario dell'Agenzia delle Entrate. Altre nove persone tra cui presidenti e soci di cooperative sono finite agli arresti domiciliari.

I DETTAGLI - I militari del Comando Provinciale di Latina, coordinati dai Sostituti Procuratori Dott.ssa Luigia Spinelli e Dott. Giuseppe Bontempo, hanno concluso un’articolata indagine eseguendo, come da ordinanza emessa dal GIP del Tribunale di Latina Dott. Pierpaolo Bortone, 18 arresti e sequestrando beni per oltre 15 milioni di euro, nei confronti di un’organizzazione criminale, operante su scala internazionale, dedita alla commissione di una serie indeterminata di reati tributari e di reati contro la pubblica amministrazione.

L’attività investigativa si è sviluppata attraverso acquisizioni e perquisizioni, audizioni di testimoni ed intercettazioni telefoniche ed ambientali, che hanno consentito di disvelare un articolato sistema di frode attuato mediante l’emissione e l’utilizzo di fatture per operazioni inesistenti, per un valore complessivo di oltre 90 milioni di euro.

Gli approfondimenti, condotti unitamente dal Nucleo di polizia economico-finanziaria di Latina e dalla Tenenza di Aprilia, hanno permesso di scoprire un dedalo di società cooperative, riconducibili a un commercialista apriliano e a un imprenditore pavese, intestate a prestanome e destinate ad operare per pochi anni, utilizzate per la commissione di svariati reati tributari.

Le investigazioni hanno inoltre consentito di arrestare sei commercialisti, che mettevano a disposizione del sistema criminoso le loro specifiche competenze professionali, per la contabilizzazione di costi derivanti da false fatture e per la certificazione dei crediti IVA derivanti dalle operazioni oggettivamente inesistenti. Crediti che venivano poi utilizzati per compensare la quasi totalità dei debiti di natura tributaria e previdenziale. Questi costi venivano bilanciati con ricavi derivanti, a loro volta, dall’emissione di false fatture di prestazione manodopera, per milioni di euro frodati all’Erario.

Lo spregiudicato sistema ha consentito all’associazione di fornire manodopera a prezzi concorrenziali ai propri clienti – tra i quali una società milanese di recupero credito – e di generare ingenti fondi neri derivanti dalle imposte evase. Fondi che venivano trasferiti all’estero simulando l’acquisto di servizi presso società londinesi risultate riconducibili agli stessi indagati.

Gli accertamenti delle Fiamme Gialle pontine hanno, inoltre, stabilito che il sodalizio criminale, per raggiungere i propri scopi si avvaleva anche di due pubblici ufficiali corrotti. Le indagini condotte su tale filone hanno consentito l’individuazione di un insidioso sistema clientelare facente capo a tre commercialisti apriliani che sfruttavano illecitamente i loro contatti presso pubblici uffici per agevolare i loro clienti.

La lotta alle frodi ed agli abusi è tra i fattori chiave per assicurare, in un’ottica di rigore ed equità, il recupero di risorse illecitamente sottratte all’Erario. In questa direzione va l’operazione “super job”, che attesta l’impegno del Comando Provinciale della Guardia di Finanza di Latina nel contrasto all’evasione e alle frodi fiscali, dalla parte dei cittadini e degli operatori economici onesti.

ULTIME NOTIZIE
Nuova notizia in arrivo...
18:30 1534782600 Il Pd di Nettuno riparte dal… passato, nessun nome nuovo in Segreteria
18:27 1534782420 Contributi per la Festa dello Sport a Nettuno, il bando sul sito del Comune
18:16 1534781760 Il Segretario del Pd di Anzio cambia la serratura della sede, tutti fuori
17:27 1534778820 A Genzano torna il mercatino dei libri usati: appuntamento nel cortile comunale
17:24 1534778640 Maltempo ai Castelli: alberi crollati su via Nettunense e via Cisternense
17:14 1534778040 Cade un grosso albero in via Nettunense, danneggiata una condotta del gas
17:12 1534777920 Paura in centro, crolla il solaio di una abitazione privata ormai in disuso
15:43 1534772580 Serie A2. La Mirafin è pronta al decollo: il 6 Ottobre c'è il derby con Ostia
15:29 1534771740 Gli agenti lo pizzicano a rubare borse in spiaggia, arrestato un 34enne campano
15:25 1534771500 Il Rugby Anzio Club è pronto a ripartire
15:12 1534770720 Grand Prix Volley S3, vince (ancora) Pallavolo Pomezia
15:03 1534770180 L’Indomita Pomezia prepara una stagione da vertice
14:51 1534769460 Aggressione ad un immigrato: indiano ferito da tre colpi di fucile a piombini
14:31 1534768260 Frammenti di un Discorso Odoroso, degustazione di olio extravergine d’oliva
14:27 1534768020 Nasce ad Aprilia il Milan Club Herbert Kilpin: al via le attività sociali
14:09 1534766940 Auto fuori controllo abbatte i contatori del gas e travolge un giovane pedone
13:56 1534766160 Dolphins Anzio, Play Off per gli U12 del Baseball e le U13 del Softball
11:45 1534758300 La vie en rouge, la fisarmonica solista di Marco Lo Russo al Museo Lavinium
11:42 1534758120 Grande serata al Terracina Summer Festival con Butinar, Lembo e Anellino
11:35 1534757700 Verifiche sulla stabilità di un ponte, chiusa per mezz'ora la Pontina al km 62
11:32 1534757520 Bilancio di Ariccia: “Conti virtuosi, fornitori pagati dopo soli 17 giorni”
11:10 1534756200 L’amministrazione aderisce al Piano Digitale Banda Ultra Larga della Regione
10:48 1534754880 Giorgia Giuliani brilla ai mondiali di taekwondo in Argentina
10:43 1534754580 Controlli della Polizia Locale: 50 auto trovate senza tagliando assicurativo
10:35 1534754100 Sabaudia adotta il Sistema Aras per la diffusione di avvisi di emergenza

Sport
< <

Eventi
< <

Inchieste
[+] Mostra altri articoli