[X]
  [X]
Sfoglia Settimanale

Calcio Serie D

Da 0-2 a 2-2 con la Lupa Roma

L'Aprilia Calcio non muore mai, che rimonta da sballo!

Grande rimonta dell’Aprilia, che risale dallo 0-2 al 2-2 pur se ridotta in dieci uomini dalla mezz’ora del primo tempo. Una prova di carattere che lascia ben sperare per il prosieguo del campionato. Partono subito bene le rondinelle, che già al 7’ portano il primo pericolo in area avversaria. Lungo lancio di Sossai per Bosi, cross per Mosciaro che in acrobazia sfiora il palo alla destra di Lazzari. Un minuto dopo Zeccolella ci prova dalla distanza, ma il pallone finisce fuori. Al 10’ Del Moro esce con ottima scelta di tempo su Milani lanciato a rete, stoppando così l’iniziativa avversaria. Un minuto dopo Fortunato viene pescato bene in area avversaria, dove riesce a girarsi e a concludere a rete, senza trovare però la porta avversaria. Al 15’ arriva un po’ inaspettato il vantaggio ospite. L’Aprilia perde palla sulla sinistra, con la difesa sbilanciata lascia spazio a Sabatino dalla parte opposta che in diagonale supera Del Moro. I padroni di casa accusano un po’ il colpo e lasciano l’iniziativa agli avversari. Alla mezz’ora, sugli sviluppi di un calcio di punizione, Pedrazzini trova il raddoppio in mischia tra le proteste apriliane. Lo schema della Lupa Roma, secondo Montella e compagni, si era concluso in fuorigioco, ma la terna è stata irremovibile. Così come lo è stato l’arbitro nell’allontanare Mosciaro dopo le frasi poco eleganti rivolte al suo primo assistente. Nonostante l’uomo in meno, i ragazzi di mister Venturi non si sono persi d’animo. Al 36’ Bosi ci prova dal limite, non trovando però la porta avversaria. Al 41’ lo stesso Bosi manda sulla barriera un calcio di punizione; ripreso il pallone, lo ha allargato per Cioè che ha trovato tutto solo Montella davanti la porta avversaria per il più facile dei gol. L’aver accorciato le distanze prima dell’intervallo ha dato coraggio ai biancocelesti che sono partiti forte anche nella ripresa. Dopo aver concesso un tiro dal limite a Sabatino (2’, palla fuori), le rondinelle sono arrivate al pareggio. Il sinistro da fuori di Sterpone è andato ad infilarsi all’angolino basso, senza lasciare scampo a Lazzari. L’Aprilia ha iniziato a credere all’impresa e ha tenuto l’acceleratore premuto. Al 12’ ancora Bosi su punizione ha messo in difficoltà il portiere avversario, costretto alla parata in due tempi. Al 15’ l’ultimo acuto della Lupa Roma, con il tiro fuori misura di Milani. Da qui in poi solo Aprilia. Al 24’ discesa sulla destra di Montella, cross sul primo palo per Valentini che ha avuto il tempo di stoppare e girarsi prima di tirare, mandando però alto da buona posizione. Al 35’ Matteo si è involtato tutto solo davanti a Lazzari che di piede ha negato il terzo gol alla squadra di mister Venturi. “Siamo andati sotto di due gol ed un uomo, ma non abbiamo subìto quasi per niente l’avversario – ha il commento a fine gara di mister Mauro Vneturi – questo  può però rivelarsi un’arma a doppio taglio: cosa succederà quando ci troveremo in situazione di sofferenza? Abbiamo sbagliato troppo sotto porta, subendo i gol avversari e l’inferiorità numerica. Ma poi c’è stata una sola squadra in campo, e di questo devo complimentarmi con i ragazzi. Nonostante fosse la prima gara hanno tenuto un ottimo ritmo per tutti i novanta munuti. È un peccato non essere riusciti a ribaltarla del tutto per portare a casa i tre punti, che secondo me sarebbero stati più che meritati. Non dobbiamo pensare che questa prova sia l’inizio di un campionato tranquillo. Con questa mentalità è come se fossimo già retrocessi. In campo non dobbiamo mai dare nulla per scontato, anche oggi abbiamo avuto la prova di quanto ci voglia per arrivare alla vittoria. Dobbiamo fare molto di più rispetto a quanto fatto oggi, anche perché abbiamo concesso un tiro e mezzo ai nostri avversari e sono usciti dal campo con un punto”.

 

Tags: aprilia calcio 


[ ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER ]
ULTIME NOTIZIE
Nuova notizia in arrivo...
14:05 1526990700 Pomezia, officina abusiva per il riciclaggio di auto rubate: due arrestati
13:49 1526989740 Seconda Divisione, Coppa di Latina. Rainbow Aprilia Volley corsara con la Cosmos
13:13 1526987580 Terracina, ampliamento di un immobile senza titoli: tre denunciati
13:07 1526987220 Rubano un ciclomotore per portare a termine due rapine: arrestati
13:02 1526986920 Litiga con un dipendente Cotral, i Carabinieri scoprono che era uno spacciatore
12:56 1526986560 Dosi di cocaina nascoste nel mobiletto del bagno: coppia arrestata
12:26 1526984760 Nuovi nomi per l'IC Zona Leda e per le scuole di Selciatella e Campo di Carne
10:40 1526978400 Barriere architettoniche a Pomezia: incontro per "istruire" i candidati sindaci
09:47 1526975220 Bridgestone investe 40 milioni di euro nei siti di Castel Romano e Aprilia
09:33 1526974380 Scontro tra due auto all'incrocio tra via Gallerie di Sotto e via Appia Nuova
08:54 1526972040 Pomeriggio di fuoco ad Ardea: protezione civile impegnata su roghi incontrollati
08:25 1526970300 Furto notturno in un magazzino di giocattoli. Indaga la Polizia
08:20 1526970000 Scoperto con la marijuana in tasca in piena notte davanti a Latina Fiori
08:13 1526969580 Extracomunitari assistono ad un furto di bici e bloccano il ladro: arrestato
08:11 1526969460 Fuori dai domiciliari, dice di essere stato in ospedale: i medici lo smentiscono
08:06 1526969160 Heinz-Plasmon, siglato l'accordo per salvare lo stabilimento
07:53 1526968380 Zanzara tigre, in vigore l'ordinanza. Le norme igieniche da seguire
07:44 1526967840 Rapinarono e malmenarono minorenne, 12 anni di condanne per 2 ragazzi di Latina
07:40 1526967600 22enne morì per evitare di investire un cane, a processo il padrone
00:29 1526941740 Avaria a Lido dei Pini, la Guardia costiera soccorre 8 adulti e 2 bambini
21/05 1526922840 Fermato in auto con la merce contraffatta: maxi sequestro ad Albano
21/05 1526921700 “Possibile Tour” con Stefano D’Orazio e Jessica Casula a Campoverde il 2 giugno
21/05 1526920800 Antica Braceria Anzio Volley, conquistata la salvezza
21/05 1526919360 La Pro loco Nettuno a colloquio con la Camarda, pronto il programma estivo
21/05 1526916660 Oltre mille persone al funerale di Roberto Caprara, vittima di un mortale