[X]
  [X]
Sfoglia Settimanale

L'allarme all'ultimo convegno

Aspal Lazio: vini dei Castelli non valorizzati e agricoltori sottopagati

L’Aspal Lazio, già negli anni passati,ha espresso tutte le sue perplessità in merito al reddito della viticoltura del proprio territorio in quanto, nonostante tutto, negli ultimi sedici anni si sono persi oltre il 50% della superficie vitata a livello regionale nel Lazio. Il prezzo delle nostre uve non è mai salito, anzi, in alcune annate precedenti è addirittura diminuito, tanto da indurre gli agricoltori del nostro territorio a continuare ad estirpare le proprie vigne. "La dimostrazione che le nostre uve ed i nostri vini,non siano valorizzati a sufficienza, lo dimostra il fatto che nei giorni passati, in televisione ad un tg, addirittura un ristoratore del nostro territorio, a un’intervista del giornalista di mediaset, ha risposto pubblicizzando un vino della costiera amalfitana, fregandosene completamente dei nostri vini, che in passato sono sempre stati il fiore all’occhiello della viticoltura italiana". Lo dicono dal direttivo Aspal. "La nostra associazione - hanno evidenziato durante l'ultima riunione dall' Aspal Lazio - ha sensibilizzato le istituzioni locali da alcuni anni a questa parte,la necessità di costituire un marchio unico, che caratterizzi tutti i vini e le uve dei castelli romani e il nord della provincia di Latina, all’ interno di un unico consorzio di tutela che ne rivendichi le caratteristiche,le qualità e soprattutto un prezzo remunerativo per gli agricoltori.  Purtroppo nessuna istituzione locale,ne tanto meno la regione Lazio,interpellata piu volte dalla nostra associazione,ha preso a cuore questa problematica,impegnandosi insieme a noi,per trovare una soluzione che potesse far fronte a questa situazione di estrema crisi economica e sociale del nostro territorio vitivinicolo,aggravata dal fallimento di tutte o quasi tutte le cooperative vitivinicole della nostra regione Lazio. Ormai il mercato delle nostre uve nel Lazio, è rimasto in mano a poche cantine private e a qualche cooperativa, che spesso fanno cartello sul prezzo delle nostre uve,oppure quando non fanno cartello,non garantiscono un prezzo sufficientemente remunerativo che possa garantire agli agricoltori della nostra regione,un reddito minimo tale,da consentire loro,di poter continuare a lavorare i propri vigneti. La nostra associazione-concludono dal direttivo Aspal - ritiene,alla luce di quanto sopra evidenziato in questo comunicato,che per garantire un discreto prezzo ai viticoltori del nostro territorio regionale,sia necessario, partire da subito,da un prezzo base di almeno due euro a grado babo,visto e considerato che quest’anno le calamità naturali nella nostra regione,sia le gelate primaverili ad aprile che la siccità degli ultimi mesi,ha compromesso gran parte del nostro raccolto regionale sia per le uve da vino che per l’ortofrutta;tant’e’vero che la regione Lazio,ha chiesto al governo il riconoscimento dello stato di emergenza e di calamità naturale per tutti gli eventi calamitosi avvenuti da gennaio a luglio 2017". "Speriamo che chi di dovere - dice il presidente Stefano Giammatteo - recepisca questo nostro messaggio,e anche gli agricoltori si sveglino,ed imparino a farsi pagare il loro prodotto ad un prezzo giusto che possa soddisfare le loro esigenze".

ULTIME NOTIZIE
Nuova notizia in arrivo...
16:37 1547825820 Ciampino, strisce blu: da oggi il parcheggio si può pagare con la app Postepay
16:22 1547824920 Nuovo ospedale dei Castelli: al via il primo open day sulla maternità
16:17 1547824620 Anzio Basket, l'Under 18 sbanca Frosinone
16:10 1547824200 Serie A2. Mirafin, mister Maurizio Salustri tra passato e presente
15:52 1547823120 Castel Gandolfo, domenica si inaugura la mostra d'arte "Artisti a confronto"
15:10 1547820600 Tre trombe marine a Torvaianica: i cittadini assistono tra meraviglia e paura
15:01 1547820060 “Policinella giù la maschera”: il 20 gennaio in scena all’Alba Radians di Albano
14:38 1547818680 Maturità: seconda prova "multidisciplinare": ecco le materie scuola per scuola
14:29 1547818140 Albano, confermata anche per il 2019 l’apertura di sabato degli Uffici Comunali
14:19 1547817540 Tre trombe d'aria in contemporanea: lo spettacolo visibile da Aprilia
14:19 1547817540 Pomezia, pedofilia e tecniche di adescamento: formazione con Chiara e Francesco
14:05 1547816700 Latina, altre sei colonnine con i defibrillatori in strada: ecco dove saranno
14:04 1547816640 Esce fuori strada in piena notte con l'auto: ragazza salva per miracolo
13:58 1547816280 188 licenziamenti ritirati alla Corden Pharma Latina: accordo raggiunto
13:37 1547815020 Pensiline pagate e poi sparite: indagati due funzionari del Comune di Ardea
13:24 1547814240 Ariccia, intitolata la sala riunioni della Polizia Locale a Massimo Cianfanelli
10:56 1547805360 Presentazione del libro di Filippo Cannizzo "Briciole di bellezza" ad Aprilia
10:21 1547803260 Nettuno ospiterà l'Europeo U15 di baseball e la Men's European Softball Supercup
10:02 1547802120 Furto di rame al depuratore incompleto (e incontrollato) di Aprilia
09:43 1547800980 Ciak in terra pontina con Riccardo Scamarcio: set blindato e strade chiuse
09:35 1547800500 Finisce con l'auto contro un albero, 35enne resta incastrata tra le lamiere
09:08 1547798880 Pilota accusa di nonnismo i colleghi. In un video però anche lei usa la "frusta"
08:49 1547797740 Minaccia la cassiera del market con un pistola, prende i soldi e scappa
08:18 1547795880 Inchiesta parlamentare sulla scomparsa da Velletri del militare Davide Cervia
08:12 1547795520 Consigliera di Lanuvio sulla tomba di Mussolini: "tappa doverosa". È bufera

Sport

Eventi

Inchieste
[+] Mostra altri articoli