[X]
  [X]
Sfoglia Settimanale

Testimonianze da brivido online

Parte la campagna #bastatacere: ora le donne raccontano gli abusi in sala parto FOTO

<
>
Michela Cericco, "La goccia magica"
Madre attivista nel Lazio, tra le promotrici della campagna #bastatacere
Michela Cericco, "La goccia magica" Madre attivista nel Lazio, tra le promotrici della campagna #bastatacere

Pratiche sconsigliate dalle massime autorità sanitarie mondiali perché inutili, insicure e dannose. Disapplicazione di quelle corrette. Medicalizzazione, pericolosi 'aiutini', come li chiamano gli addetti ai lavori (ossitocina a go go, pressione sulla pancia, taglio della vagina, ventosa, ma anche il mettere fretta senza ascoltare e rispettare i tempi e la fisiologia di mamma e bimbo), troppi cesarei inutili o negati quando invece la donna lo chiede perché non ce la fa più. Sciatteria. 
E poi mancanza di umanità e di rispetto, superficialità, partorienti che raccontano di essere state persino sbeffeggiate da chi doveva accompagnarle e sostenerle nel mettere al mondo il loro bebé! 
Insomma, un sistema in cui gravidanza e parto diventano una malattia e un calvario anziché un'esperienza naturale e positiva, in cui la protagonista è la mamma. 

TESTIMINONIANZE DA BRIVIDO
E le mamme si ritrovano messe all'angolo, come corpi-macchine in mano a tecnici, magari giudicate perché «mi lamentavo, dicevano che esageravo e non ero capace di spingere». «Mi sono sentita stuprata», «ho ancora gli incubi», «non posso più avere figli», «mi hanno resa incontinente, ho ancora problemi sessuali». In molte hanno iniziato a raccontare pubblicamente, su internet, questi e altri drammi attraverso la comunità di #bastatacere su Facebook. 70mila persone al giorno hanno visitato e commentato la pagina. Un fatto eccezionale. 

VERITÀ E SANITÀ (SANA) DAL BASSO
#bastatacere ha portato alla luce (è proprio il caso di dirlo) i tanti, troppi e ancora troppo poco conosciuti abusi, violenze, negligenze e maltrattamenti in sala parto. Nel settore lavorano professionisti magnifici e pieni d’amore, che covano la frustrazione di dover lavorare in mezzo a certe aberrazioni, calpestando la propria scienza e coscienza. A organizzare e curare questa campagna di sensibilizzazione e informazione dal basso che squarcia l'omertà sono ora proprio le donne. 
In primissima linea anche molte mamme attiviste della zona in cui esce il nostro giornale. In 15 giorni, dal 4 al 19 aprile, hanno raccolto una valanga di testimonianze agghiaccianti da tutta Italia. «Ogni giorno vediamo e assistiamo madri che hanno subito abusi di vario tipo durante il parto e non solo, che poi disturbano l'allattamento al seno», dice a il Caffè Michela Cericco, che da Genzano si prodiga sul territorio a sostegno delle neo-mamme con l'associazione "La Goccia Magica". Con loro ha accolto e curato le testimonianze sul web anche l'associazione "Città delle mamme" di Frascati e tante associazioni, gruppi e mamme del nostro territorio hanno aiutato a divulgare l'iniziativa. 

ADESSO TOCCA ALLE ISTITUZIONI
«Da tempo lo diciamo alle istituzioni, che magari ascoltano pure ma ci chiedono i dati per poi muoversi», prosegue la Cericco. Ebbene ora i dati iniziano ad arrivare. «Nei 15 giorni della campagna on line #bastatacere abbiamo raccolto oltre  mille testimonianze - rendiconta l'attivista, cifra statisticamente assai significativa - e a breve le elaboreremo tirandone fuori dei dati organizzati». Altri dati arriveranno e chi di dovere non potrà dire "non sapevo" o minimizzare. «L'esperienza prosegue con l'Osservatorio  Sulla Violenza Ostetrica nazionale, continueremo a raccogliere i dati mediante un questionario che le mamme potranno compilare sulla pagina Facebook #bastatacere e così potremo far emergere in modo sempre più preciso e ampio il fenomeno e individuare soluzioni». 

PROPOSTA DI LEGGE
Intanto in Parlamento su loro impulso è stata presentata una proposta di legge che prevede il reato di violenza ostetrica. Avanzata dall'on. Adriano Zaccagnini, la proposta prevede anche norme per un effettivo rispetto dei diritti della partoriente e del neonato e per la promozione del parto fisiologico. 
Non è per legge che si può imporre e far sbocciare amore e professionalità al 100%,  ma certo è un segnale importante e dirompente. Del resto linee guida e raccomandazioni ufficiali esistono già, ma vengono sistematicamente violate. 

 

Inchiesta ministeriale: cartelle cliniche tarocche
Già nel 2012, del resto, un'inchiesta dell'allora Ministro della Salute Balduzzi scoprì il vizietto di falsificare le cartelle cliniche o di non scriverci l'avvenuta esecuzione di certe pratiche sulle partorienti. Ad esempio l'episiotomia (taglio della vagina) spesso e volentieri non viene nemmeno proposta alla donna, prima di praticarlo, e viene taciuta nei documenti clinici. 


[ ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER ]
ULTIME NOTIZIE
Nuova notizia in arrivo...
19/07 1532027700 Gli ex assessori: Pista ciclabile e non solo, le mura del Borgo rimesse a nuovo
19/07 1532027580 Concerti, cabaret e mercatini, ecco tutti i programmi dell’estate di Lavinio
19/07 1532014500 Terracina, sequestrate strutture abusive di uno stabilimento balneare
19/07 1532010120 Auto si ribalta all'incrocio in pieno centro ad Aprilia: paura per il conducente
19/07 1532009340 Giardino pubblico rinnovato a Martin Pescatore: inaugurazione con il sindaco
19/07 1532008620 Terracina, la ex scuola "Lama" ospiterà aule e laboratori del Filosi
19/07 1532006400 Frascati sbarca in Cina: al lavoro con Tianjin su scienza ed enogastronomia
19/07 1532005920 Serie C1. Città di Anzio, prime mosse per la nuova stagione
19/07 1532004180 Casamonica, scovati altri due ricercati: si nascondevano a Grottaferrata
19/07 1532003640 Zoomarine in musica con gli ex coristi dello Zecchino d'Oro
19/07 1532003460 Questa sera la "Notte rosa di Aprilia": eventi in occasione degli shopping days
19/07 1532003280 Cori disponibile ad accogliere fino a 40 migranti per massimo 60 giorni
19/07 1532000040 Pomezia, a Castagnetta e Campo Jemini presto le fogne: arrivano fondi regionali
19/07 1531996920 1,5 milione dalla Regione per interventi di urbanizzazione ad Aprilia
19/07 1531996680 Festa di una notte di mezza estate: tutto pronto per l'arrivo di Calcutta
19/07 1531995480 Bombardamento di San Lorenzo, anche i pompieri dei Castelli alla commemorazione
19/07 1531994640 Paura in pieno centro, vecchio Mercedes 190 prende fuoco mentre è in movimento
19/07 1531993800 Il Tar respinge il ricorso di Casto: “I consiglieri si volevano dimettere”
19/07 1531993320 Torna la rassegna "Cinema sotto le stelle". 11 film di recente uscita al parco
19/07 1531992960 Raccolta fondi pro Daniele Bontempi, la famiglia si dissocia da ogni iniziativa
19/07 1531992000 Torna a Torvaianica la Sagra della Tellina, piatti a base di pesce in piazza
19/07 1531991880 Anzio Festival dello Street Food, dal 27 al 29 luglio si degusta in piazza
19/07 1531991760 Strappa la catenita ad una 60enne e la butta a terra vicino a Villa Albani
19/07 1531991460 Concerto gratuito di Roberto Vecchioni in piazzale Cresci a San Felice Circeo
19/07 1531991220 Aprilia centro di nuovo senz'acqua. Ennesimo guasto elettrico al fungo centrale