[X]
  [X]
Sfoglia Settimanale

Calcio Eccellenza

Non basta l'1-0 sul Campus Eur

Il Pomezia Calcio saluta la Coppa Italia

il mister del Pomezia Calcio Gagliarducci (Foto Salvatore Cannata Calcio Pometino)
il mister del Pomezia Calcio Gagliarducci (Foto Salvatore Cannata Calcio Pometino)

Niente da fare. Il Pomezia Calcio non riesce a ribaltare la sconfitta subita a Roma in gara 1, si impone soltanto di stretta misura, nel return-match del Comunale di via Varrone, contro il Campus Eur (1-0) e, tra lo sconforto dei propri sostenitori, esce mestamente di scena al primo turno della Coppa Italia di Eccellenza. La squadra del presidente Cerusico gioca una prima mezzora di gioco nettamente al di sotto delle proprie potenzialità, risulta piuttosto prevedibile in fase di impostazione della manovra e, di fatto, agevola il compito ai capitolini, i quali si limitano esclusivamente alla gestione del duplice vantaggio maturato all’andata, adottano una tattica votata esclusivamente alla difensiva e non corrono alcun rischio. Mister Gagliarducci, di conseguenza, opta per un cambio mirato e, alla mezzora esatta, inserisce Di Ventura al posto di Di Nezza per avere un uomo in più d’ordine nella zona mediana. La compagine pometina trae giovamento da tale mossa e chiude la prima frazione in avanti, ma non è fortunata sugli sviluppi di un calcio d’angolo. Il generoso De Santis crossa al centro dell’area per Laghigna, il quale vince il duello aereo con il diretto marcatore, ma si vede negare la gioia del gol dall’incrocio dei pali della porta difesa da Forzati. Dopo l’intervallo, il Pomezia Calcio alza il ritmo e mette sotto pressione i ragazzi allenati da Scarfini, ma si vede complicare i propri piani di rimonta dal direttore di gara. Il fischietto di Formia estrae il secondo cartellino giallo nei confronti di Bussi, reo di un fallo in attacco ai danni di un avversario, e costringe i rossoblu a giocare il resto della gara con un uomo in meno. Nonostante l’inferiorità numerica, il Pomezia Calcio continua a fare la partita e colpisce il secondo legno di giornata. Il generoso Laurato semina il panico sulla destra, crossa al centro dell’area e trova la fortuita deviazione di Pucci. La sfera assume una strana traiettoria e si stampa sulla traversa a Forzati battuto. I ragazzi di Gagliarducci, in ogni modo, non si perdono d’animo e, a metà periodo, reclamano un penalty per un netto fallo di mano commesso da un difensore capitolino. Il direttore di gara, tra le vibranti proteste di capitan Baylon e compagni, non ravvisa gli estremi per l’assegnazione della massima punizione. Il Pomezia Calcio non si dà per vinto e, al minuto numero trentasette, passa a condurre grazie a una splendida giocata di Laurato. Il numero quindici rossoblu lascia abilmente sul posto il diretto marcatore e infila la sfera sotto l’incrocio dei pali più lontano con una splendida esecuzione a giro dal limite dell’area. La formazione pometina, a quel punto, si riversa a testa bassa in avanti e, poco più tardi, getta alle ortiche una nitida occasione da gol con lo stesso Laurato, il quale calcia di piatto dall’interno dell’area, a seguito di un concitato batti e ribatti, ma spedisce la sfera clamorosamente sul fondo. Non avendo in pratica nulla da perdere, i ragazzi del presidente Cerusico producono il massimo sforzo e, in pieno extra-time, si creano nuovamente i presupposti per fare il colpaccio con Morini, il quale calcia al volo nei pressi del secondo palo, ma trova la provvidenziale deviazione di un avversario. poco dopo arriva il triplice fischio dell’arbitro. Il Pomezia Calcio, di conseguenza, esce di scena dalla Coppa Italia, ma non può fare altro che mordersi le mani per aver compromesso la qualificazione con un’opaca prestazione collettiva nella gara di andata.Niente da fare. Il Pomezia Calcio non riesce a ribaltare la sconfitta subita a Roma in gara 1, si impone soltanto di stretta misura, nel return-match del Comunale di via Varrone, contro il Campus Eur (1-0) e, tra lo sconforto dei propri sostenitori, esce mestamente di scena al primo turno della Coppa Italia di Eccellenza. La squadra del presidente Cerusico gioca una prima mezzora di gioco nettamente al di sotto delle proprie potenzialità, risulta piuttosto prevedibile in fase di impostazione della manovra e, di fatto, agevola il compito ai capitolini, i quali si limitano esclusivamente alla gestione del duplice vantaggio maturato all’andata, adottano una tattica votata esclusivamente alla difensiva e non corrono alcun rischio. Mister Gagliarducci, di conseguenza, opta per un cambio mirato e, alla mezzora esatta, inserisce Di Ventura al posto di Di Nezza per avere un uomo in più d’ordine nella zona mediana. La compagine pometina trae giovamento da tale mossa e chiude la prima frazione in avanti, ma non è fortunata sugli sviluppi di un calcio d’angolo. Il generoso De Santis crossa al centro dell’area per Laghigna, il quale vince il duello aereo con il diretto marcatore, ma si vede negare la gioia del gol dall’incrocio dei pali della porta difesa da Forzati. Dopo l’intervallo, il Pomezia Calcio alza il ritmo e mette sotto pressione i ragazzi allenati da Scarfini, ma si vede complicare i propri piani di rimonta dal direttore di gara. Il fischietto di Formia estrae il secondo cartellino giallo nei confronti di Bussi, reo di un fallo in attacco ai danni di un avversario, e costringe i rossoblu a giocare il resto della gara con un uomo in meno. Nonostante l’inferiorità numerica, il Pomezia Calcio continua a fare la partita e colpisce il secondo legno di giornata. Il generoso Laurato semina il panico sulla destra, crossa al centro dell’area e trova la fortuita deviazione di Pucci. La sfera assume una strana traiettoria e si stampa sulla traversa a Forzati battuto. I ragazzi di Gagliarducci, in ogni modo, non si perdono d’animo e, a metà periodo, reclamano un penalty per un netto fallo di mano commesso da un difensore capitolino. Il direttore di gara, tra le vibranti proteste di capitan Baylon e compagni, non ravvisa gli estremi per l’assegnazione della massima punizione. Il Pomezia Calcio non si dà per vinto e, al minuto numero trentasette, passa a condurre grazie a una splendida giocata di Laurato. Il numero quindici rossoblu lascia abilmente sul posto il diretto marcatore e infila la sfera sotto l’incrocio dei pali più lontano con una splendida esecuzione a giro dal limite dell’area. La formazione pometina, a quel punto, si riversa a testa bassa in avanti e, poco più tardi, getta alle ortiche una nitida occasione da gol con lo stesso Laurato, il quale calcia di piatto dall’interno dell’area, a seguito di un concitato batti e ribatti, ma spedisce la sfera clamorosamente sul fondo. Non avendo in pratica nulla da perdere, i ragazzi del presidente Cerusico producono il massimo sforzo e, in pieno extra-time, si creano nuovamente i presupposti per fare il colpaccio con Morini, il quale calcia al volo nei pressi del secondo palo, ma trova la provvidenziale deviazione di un avversario. poco dopo arriva il triplice fischio dell’arbitro. Il Pomezia Calcio, di conseguenza, esce di scena dalla Coppa Italia, ma non può fare altro che mordersi le mani per aver compromesso la qualificazione con un’opaca prestazione collettiva nella gara di andata.

ULTIME NOTIZIE
Nuova notizia in arrivo...
18:34 1544636040 Scuole, ecco i nuovi indirizzi attivi dall'a.s. 2018/2019 in ogni città
16:23 1544628180 Vertice della Lega ad Anzio, in discussione solo il Bilancio comunale
16:18 1544627880 Il Comune di Anzio mette a disposizione i fondi per gli Istituti Comprensivi
15:45 1544625900 Enrica Tara, finalista a “ X Factor 9” in concerto al Parco Ghezzi di Terracina
15:32 1544625120 Ad Aprilia i rifiuti dell'impianto incendiato? Non risultano richieste ufficiali
15:22 1544624520 Migliaia di visitatori al parco delle Favole Incantate di Ariccia
14:23 1544620980 Era in Argentina uno dei 100 latitanti più pericolosi: affari ad Anzio e Aprilia
14:05 1544619900 Doppio furto notturno a Cisterna: ladri in un negozio di bici e in gioielleria
13:44 1544618640 Sciopero in 800 strutture sanitarie private del Lazio
13:37 1544618220 Ospedale di Latina punto di riferimento di Frosinone. Simeone: è follia
12:18 1544613480 Agnello partorito in strada salvato dalla Polizia locale di Roma
12:04 1544612640 Al Civico 20 di Marino partono le "Strenne di cultura" per le feste di Natale
12:02 1544612520 Sentimento e materia, presentazione della monografia di Colagrossi ad Ardea
12:00 1544612400 Briciole di bellezza, la presentazione del libro di Cannizzo a Velletri
11:58 1544612280 Concerto di Natale degli Sfaccendati alla chiesa di Santa Maria del Pozzo
11:56 1544612160 Pierluigi Battista presenta a Velletri "Il senso di colpa del dottor Zivago"
11:55 1544612100 Rio Martino, la Provincia chiede di poter usare i soldi avanzati per i lavori
11:51 1544611860 Traffico internazionale di gasolio di contrabbando sulla Pontina
11:45 1544611500 Paura alla "casa dei medici" di Ariccia, giovane paziente dà in escandescenza
11:42 1544611320 Cratere su via di Frascati, si teme per la sicurezza degli automobilisti
11:41 1544611260 Traffico internazionale di gasolio di contrabbando sulla Pontina
10:44 1544607840 Le arti del narrare. Storie ed immagini del Medioevo a Palazzo Ruspoli di Nemi
10:32 1544607120 La cena dell'antica Roma imperiale con un menù che ci porta indietro nel tempo
08:40 1544600400 Terreno franato in via Belardi a Genzano, al via i lavori di messa in sicurezza
08:23 1544599380 Esplosione dell'autocisterna a Rieti, indagato anche un camionista di Velletri

Sport
< <

Eventi
< <

Inchieste
[+] Mostra altri articoli