[X]
  [X]
Sfoglia Settimanale

I vincitori del Bando in rivolta

Niente bar nei chioschi delle spiagge libere a Nettuno: la Regione punta il dito

Nessun chiosco né attività commerciale può essere praticata sulle spiagge libere attrezzate concesse dal Comune di Nettuno per tre anni. A dirlo al Regione Lazio che ha scritto al Comune e il Dirigente di Area che ha realizzato il bando e seguito il suo iter passo passo, ha comunicato formalmente la novità agli interessati, scatenando il finimondo. Il Bando del Comune di Nettuno per la concessione delle spiagge libere attrezzate è stato problematico fin dal primo minuto. La concessione di tre anni è diventata di due anni e mezzo per le lungaggini nell’assegnazione, tutte le concessioni hanno avuto la possibilità di aprire un chiosco bar e di offrire il servizio lettini e sdraio su richiesta. Il bando di Nettuno, molto vago su questi dettagli, seguiva le direttive di una delibera di giunta dell’Amministrazione a 5 stelle che mirava a garantire la presenza di personale di salvamento delle aree comunali altrimenti senza controllo, offrendo in cambio una sorta di mini concessione triennale con punto di ristoro. Ma non si può fare. A ricordarlo bruscamente al Comune di Nettuno la Regione Lazio. La questione è stata sollevata dopo una serie di rilievi della Capitaneria di Porto, che si è rivolta alla Regione segnalando quella che ha percepito come una mala interpretazione della Legge regionale in materia di concessioni sul demanio. E la Capitaneria aveva ragione. La Regione Lazio prima in una corrispondenza interna e poi con una comunicazione ufficiale, richiama l’Amministrazione e, facendo presente che c’è stata un’errata interpretazione della norma, torna a ribadire i limiti di questo genere di concessioni: servizi per le persone, nessun punto ristoro, nessun ombrellone o lettino. Ovviamente con questa ‘nuova versione’ del bando, non c’è alcun guadagno nell’impresa e chi ha investito in strutture anche somme ingenti, per la prospettiva di almeno tre anni di lavoro, non ci sta. Questa sera i vincitori del bando si sono confrontati durante un’accesa riunione. E’ stato deciso di creare un’Associazione di categoria e rivolgersi ad un legale sottolineando le premesse del bando non rispettato. la volontà, se non si trova una soluzione, è quella di chiedere una risarcimento del danno all’Ente. I concessionari contestano di avere tutti presentato progetti con in punti ristoro, che l’Amministrazione non ha mai detto che non si poteva e anzi proprio gli uffici del comune hanno approvato la documentazione necessaria per farli lavorare. Ma non solo.
Oltre ai vincitori del bando ad essere sul piede di guerra anche i gestori degli stabilimenti balneari regolari che durante la stagione appena conclusa hanno dovuto fronteggiare la concorrenza dei suoi gestori, più economici, ed hanno avuto una danno sugli incassi finito rilevante. Anche i balneari si confronteranno nei prossimi giorni per valutare un’azione legale nei confronti dell’ente che ha permesso di avviare attività concorrenziali che invece non avrebbero mai dovuto poter offrire alcuni servizi.

ULTIME NOTIZIE
Nuova notizia in arrivo...
18/12 1545156900 Finto regalo di Natale, coppia di 80enni di Nettuno truffata per 3500 euro
18/12 1545148320 Chiesto l'inserimento del campo rom La Barbuta nel piano contro i roghi
18/12 1545148200 Il Tribunale accetta la richiesta di Placidi, l’ex assessore torna in libertà
18/12 1545148080 Oltre un milione di euro di multe, Anzio torna a contestare la Camassa
18/12 1545148020 Un convegno sui numeri (veri) dell'immigrazione alla Sala Lepanto di Marino
18/12 1545146940 Restyling della passeggiata a mare di Torvaianica: il Comune pianta 27 tamerici
18/12 1545146460 Pompieri con solo 3 autoscale per tutta Roma e provincia. La denuncia del Conapo
18/12 1545145020 Sgombero Ex Divina Provvidenza, Striscia La Notizia a Nettuno con Jimmy Ghione
18/12 1545142920 Più di 4mila candidati al concorso per 115 posti da telefonista del 112 Lazio
18/12 1545141360 Il buon compleanno di Coletta a Latina, che compie 86 anni
18/12 1545140100 Zingaretti e Mostarda inaugurano ufficialmente il nuovo ospedale dei Castelli
18/12 1545136080 Tenta la truffa, poi si scaglia contro le forze dell'ordine: 42enne arrestato
18/12 1545133740 Carenza medici di base, la Regione ne recluta 204. Ecco dove. Ma non bastano
18/12 1545132420 Identificati e denunciati sei dei venti giovanissimi bulli di piazza San Marco
18/12 1545130380 Crisi Coop, chiusure inevitabili: ecco le due ipotesi sul tavolo
18/12 1545126900 Una sedia per avvisare gli automobilisti della buca: la foto fa il giro del web
18/12 1545124860 Un deposito con 60 kg di fuochi d’artificio tra le case, italiano denunciato
18/12 1545124860 Nasce a Latina il nuovo Politeama
18/12 1545122700 Mensa scolastica, a Pomezia si può pagare on-line tutti i giorni: ecco come
18/12 1545119880 Ponte di Ariccia: Giunta Di Felice in guerra con Anas
18/12 1545119580 Pomezia, case popolari: contratti registrati on-line per scovare gli abusivi
18/12 1545119220 Cerroni, monopolista dei rifiuti di Roma, batte cassa ai 10 ex Comuni-utenti
18/12 1545117180 Colpo al distributore di benzina: ladri sradicano il self service e fuggono
18/12 1545116040 Minacce di morte al citofono: arrestato ex compagno stalker
18/12 1545115920 Attacco al sindaco di Rocca di Papa: «Ha autorizzato un'altra antenna»

Sport
< <

Eventi

Inchieste
[+] Mostra altri articoli