[X]
  [X]
Sfoglia Settimanale

Nuova concessione a scaricare nel fiume

Rifiuti: aria irrespirabile dalla Sogerit. Sos a Pontinia, cittadini esasperati

Torna l'incubo puzze pestilenziali a Pontinia e dintorni. Lo denunciano i residenti del Comitato Mazzocchio. Le emissioni adesso arrivano dalla ditta Sogerit. Srl, che riaccende il problema che da anni subiscono i cittadini dell'area a causa dell'impianto di cosiddetto compostaggio della società SEP Srl, ormai sequestrata e poi chiusa dai carabinieri forestali per una sfilza di infrazioni. «Lì accanto tuttavia la stessa società ha attivato ormai da mesi la Sogerit – spiegano dal Comitato Mazzocchio - e quindi ora le fonti di cattivi odori sono due non più una. La tanto agognata aria respirabile è ancora un miraggio. Ormai da giorni viviamo barricati in casa per odori nauseabondi che ci affliggono notte e giorno. Puzzano i camion in arrivo e paradossalmente puzzano anche quelli che escono. La Sogerit, di proprietà degli stessi imprenditori che gestiscono la Sep – aggiungono i cittadini esasperati -, è un impianto complementare all’impianto di compostaggio e avrebbe dovuto risolvere, così sostenevano gli imprenditori, i problemi relativi ai miasmi. L’impianto infatti è destinato al “trattamento e al recupero di rifiuti non pericolosi per l‘attività di rifiuti biodegradabili di cucine e mense e per il pre-trattamento prima del definito recupero presso altri siti industriali per la produzione di compost”, come si legge nell’autorizzazione concessa dalla Regione Lazio». Non solo. Sogerit Srl opera in via Marittima II km 7,190 – stesso indirizzo della famigerata SEP - ma ha sede legale in via Atto Tigri n. 11, a Roma. Stessa via e stesso numero civico di varie società che risultano “riconducibili, direttamente e/o indirettamente a Manlio Cerroni e alle figlie Donatella e Monica Cerroni”. Così attesta l'ultima relazione della Commissione parlamentare di inchiesta sulle attività illecite connesse al ciclo dei rifiuti e su illeciti ambientali ad esse correlati. Monica è tra l'altro presidente della Systema Ambiente Spa, la società che a fine marzo si è comprata all'asta fallimentare il 51% della Ecoambiente Srl.

 

CONCESSIONE A SCARICARE NEL CAVATA

Nei giorni scorsi a favore della Sogerit. è stata girata la concessione di tre scarichi idrici per acque di scolo con occupazione di aree demaniali nel fiume Cavata dei Lorenzi, proprio in località Mazzocchio. Dietro un canone di 100 euro e 71 centesimi l'anno (importo totale del contratto: 503,55 euro per 5 anni residui, l'Ente ha autorizzato la ditta rappresentata dal signor Franco D'Innocenzi volturandogli la concessione che prima era in mano alla stessa SEP, ora inattiva. Alla Sogerit., si legge nel provvedimento protocollato il 5 luglio scorso, il Settore pianificazione urbanistica della Provincia “voltura il diritto all'uso esclusivo dell'area del Demanio Fluviale e delle relative pertinenze”. A garanzia del rispetto delle prescrizioni impostele, la Sogerit. ha versato nelle casse della Provincia di Latina 387 euro e 54 centesimi: è la cauzione per eventuali infrazioni alle prescrizioni imposte. La concessione ceduta dalla SEP alla Sogerit. dura 19 anni e scadrà il 2 marzo 2023. La SEP, giova ricordarlo, era stata posta sotto sequestro dalla Procura della Repubblica di Latina. Il Magistrato aveva comunque dato alla ditta la possibilità di continuare ad operare, a patto che sistemasse le pesanti magagne riscontratevi dai tecnici ambientali della Regione. Di fronte al mancato rispetto delle prescrizioni, lo stabilimento di lavorazione dei rifiuti organici SEP è stato chiuso a dicembre dai Forestali, su ordine della Procura. Una situazione davvero raccapricciante, stando ai verbali dell'Agenzia regionale per la protezione ambientale, ARPA Lazio: i suoi tecnici vi hanno trovato nel corso di ispezioni urine e letame, cumuli di rifiuti senza gli obbligatori codici identificativi e di origine non rintracciabile, varie anomalie che non consentivano in sostanza di accertare cosa vi entrasse e cosa ne uscisse a fine “lavorazione”. Ma anche problemi agli scoli. SEP era autorizzata a lavorare 49.5000 tonnellate l'anno di rifiuti di 28 Comuni e anche fanghi fognari e di depuratori industriali, per ricavarne compost (terriccio) di qualità.

 

MIASMI FINO AI COMUNI LIMITROFI

«L’impianto SEP è sotto sequestro – tagliano corto i cittadini - ma opera la Sogerit e i miasmi sono gli stessi. Le segnalazioni di miasmi giungono fino dalla stazione di Priverno Fossanova, Sonnino Scalo, Cotarda, Capocroce e addirittura Priverno centro – sottolinea ancora il Comitato Mazzocchio -. Siamo davvero esasperati e se davvero nemmeno i sequestri servono non sappiamo più a cosa appellarci». Anche questo è il frutto malato di altre attività economiche, pur necessarie e utili, portate avanti però violentando la natura. Le cave hanno sventrato chilometri di territorio e divelto le barriere naturali di alberi creando così un percorso nel quale i venti trascinano i miasmi quotidiani anche fino al centro della località, a dieci chilometri. Pensare che all'inizio dell'Ottocento avevano sperimentato in zona alcune risaie. Stupri ambientali di cui, prima o poi, anche le persone diventano vittime, come nel caso di Pontina e dell'area lepina circostante assediata dalle puzze dei soliti boss monnezzari.

ULTIME NOTIZIE
Nuova notizia in arrivo...
20/10 1540062420 Gli ex assessori di Nettuno: "CoProgettazione e Agenda di Governo 2019/24"
20/10 1540052760 Decine di furti e altrettanti nomi falsi in tutta Europa: arrestata a Cisterna
20/10 1540051680 Tragedia domestica ad Aprilia, morto un bambino schiacciato da un armadio
20/10 1540044240 The Harlem Voices, un magico Natale a Latina con il vero gospel americano
20/10 1540043040 A Velletri i funerali del 51enne morto in un incidente di caccia a Cisterna
20/10 1540031880 Piano di zona: ad Aprilia il 23 ottobre la prima di tre assemblee partecipate
20/10 1540030800 Trasportava illegalmente 550 kg di bombole del gas sulla Pontina: maxi multa
20/10 1540030200 Prima la lite, poi le botte e le minacce col coltello: arrestato marito violento
20/10 1540029240 Controlli "elettronici" sulle strade di Velletri, decine di auto senza revisione
20/10 1540028880 Controlli antibivacco a Velletri, la Polizia locale identifica alcuni senzatetto
20/10 1540028220 Incursione serale al poliambulatorio di Aprilia: danni e pochi spicci rubati
20/10 1540027620 La vice questore aggiunto Rubinacci nuovo dirigente del commissariato di Genzano
20/10 1540026360 Commozione e applausi per il flash mob e il murale dedicato a Leo e Ludo
20/10 1540026300 Giornata di pesca finita in tragedia, si continua a cercare il secondo uomo
20/10 1540025940 Banda di Rapinatori sgominata, hanno aggredito due volte ristoratore di Nettuno
20/10 1540021980 Autolesionismo, aggressioni ed emergenze al carcere di Velletri
20/10 1540020420 Confermato sequestro milionario di beni tra Cisterna e Aprilia
20/10 1540019880 Premio Cartagine 2.0 “cultura” al dirigente del commissariato di Albano
20/10 1540019460 Stanato "furbetto del cartellino": risultava al lavoro, ma se ne stava a casa
19/10 1539966420 A Latina Scalo il "controllo di vicinato": segnalazioni Whatsapp contro i furti
19/10 1539965400 RFI: sottopasso Casello 45 pronto a fine 2019. «Lavori rallentati, ecco perchè»
19/10 1539963420 “Mario Righini: un Nettunese in Antartide”, l’evento in sala consiliare
19/10 1539963240 Capo d’Anzio, il Presidente Marchetti si dimette ma il Sindaco respinge l'idea
19/10 1539963180 Anziano va a comprare il regalo alla moglie, ma viene assalito e rapinato
19/10 1539963060 Pulmini per disabili rotti a Nettuno, si riparte con il servizio trasporto

Sport
< <

Eventi

Inchieste
[+] Mostra altri articoli