[X]
  [X]
Sfoglia Settimanale

Elezioni, verso il ballottaggio

Adriano Zuccalà (M5S) parla al Caffè: «Il mio rivale non conosce Pomezia»

"Benedetto" da Luigi Di Maio - Adriano Zuccalà con il ministro del Lavoro e vicepremier Luigi Di Maio
"Benedetto" da Luigi Di Maio - Adriano Zuccalà con il ministro del Lavoro e vicepremier Luigi Di Maio

Zuccalà, lei parte in vantaggio di 3 punti percentuali. Viste le forze in campo, si aspettava di essere il candidato sindaco più votato?
«Sono felice che nonostante lo scontro con le solite armate di liste e coalizioni, il lavoro svolto in questi anni è stato riconosciuto dai cittadini attribuendoci il primo posto come forza politica della città. Abbiamo svolto una campagna sui temi e non sulle promesse, spiegando cosa abbiamo fatto in questi anni e cosa faremo. I cittadini ci hanno ripagato».

Facciamo un passo indietro. Ci racconta come è stato scelto il suo nome come candidato sindaco del Movimento 5 Stelle? Sappiamo che all'epoca l'ex sindaco appoggiava la candidatura della sua vice.
«Il mio nome è stato scelto tra chi aveva dato la disponibilità a ricoprire questo ruolo e deciso tramite una votazione palese. Non credo che ormai sia più importante chi ha votato chi in quel momento, visto che i cittadini hanno avallato questa scelta con il loro voto. Ciò che conta è che tutta la squadra che ha amministrato in questi anni sia unita nel raggiungere l’obiettivo della riconferma anche per i prossimi 5 anni».

Alcuni degli assessori che potenzialmente comporranno la sua Giunta (Mattias, Castagnacci, Raspa) sono stati allontanati dal precedente sindaco, oppure si sono dimessi. Ora tornano nella sua squadra. Può spiegarci questa scelta?
«L’assessore è un lavoro a tutti gli effetti. Un lavoro molto complesso perché ci si interfaccia con diverse realtà. Mattias, Castagnacci e Raspa hanno dimostrato in questi anni di saper interpretare questo ruolo al meglio grazie alle loro competenze. Come in ogni lavoro, l’ambiente ed il rapporto con il “capo” è importante. Questo rapporto di confronto e collaborazione è venuto meno in passato. Io in questi anni ho avuto modo di lavorare con loro su diversi temi e ne ho potuto apprezzare la serietà, competenza e dedizione al lavoro, tanto da affidargli nuovamente un ruolo da assessore».

Qual è stato il più grande errore del Movimento 5 Stelle – badi bene, non dell'Amministrazione comunale – in questi cinque anni? E qual è, invece, l'azione politica di cui va più fiero?
«Non saprei esprimermi su un errore in particolare che riguarda esclusivamente la parte politica e non governativa. Sicuramente in questi anni abbiamo fatto tanto e qualcosa poteva essere fatta meglio. Mi concentrerei sul futuro e sulla capacità di saper crescere e maturare che questa squadra ha dimostrato. L’azione politica di cui più vado fiero è sicuramente il lavoro di ottimizzazione delle risorse economiche tramite il bilancio, che nonostante le ancora attuali ristrettezze, ci ha permesso di fare investimenti e manutenzioni sul territorio che da troppo tempo non venivano eseguite».

Vuole rispondere all'ex sindaco, che ha proposto al Movimento 5 Stelle un apparentamento in vista del ballottaggio?
«Ho già risposto dal palco venerdì scorso: il Movimento 5 Stelle non fa apparentamenti o accordi. La legge elettorale comunale, a differenza di quella nazionale, prevede dopo il ballottaggio un vincitore che ha i numeri per governare. Rispettiamo profondamente la libertà di scelta degli elettori e sono sicuro che questi, anche se hanno votato al primo turno per una forza politica diversa, sapranno scegliere il meglio per Pomezia senza farsi influenzare da indicazioni di voto che hanno il sapore della vecchia politica».

In cosa il suo avversario è più debole di lei? Perché crede che potrà fare meglio di Pietro Matarese alla guida della città?
«Sicuramente non essere di Pomezia è un punto che penalizza molto il mio rivale. Non conosce le persone, non conosce la città e non conosce i quartieri. Rappresenta una coalizione in costante litigio tra loro e non può garantire un governo stabile alla città. È decisamente carente negli aspetti programmatici, non possiamo dimenticare l’Etna card e la facoltà di vulcanologia, chiaro segno che il programma è stato copiato da un comune siciliano e non scritto su misura per Pomezia come nel nostro caso. Inoltre, rappresenta quella vecchia politica che i cittadini di Pomezia hanno già scelto di abbandonare nel 2013, oggi non si può tornare indietro di 15 anni».

Il primo atto da sindaco è un segnale verso i cittadini. Quale sarà il suo?
«Partiremo subito da Torvaianica. Un restyling della passeggiata sul mare per sfruttare più possibile la stagione estiva già iniziata. Poi ci metteremo subito a lavoro sul piano del commercio e piano marketing specifico per arrivare pronti alla prossima estate. Identificare un primo atto è troppo riduttivo, avendo amministrato in questi 5 anni posso garantire che le priorità sono diverse e vanno affrontate tutte insieme. Parlo dell’estensione dei servizi primari, lo sviluppo economico e commerciale, gli aiuti alle persone e la tutela dell’ambiente».

ULTIME NOTIZIE
Nuova notizia in arrivo...
16/01 1547659860 Critiche all’Amministrazione, procedimento contro una dipendente di Anzio
16/01 1547659560 “Manutenzione inesistente al Cimitero di Nettuno”, la denuncia dei cittadini
16/01 1547657640 Il tar respinge il ricorso dell'ex consigliere-direttore dei lavori
16/01 1547656740 Scontro tra due auto, una prende fuoco. paura per tre persone
16/01 1547651940 Velletri ricorda il tragico bombardamento del 22 gennaio 1944
16/01 1547650260 Anzio Calcio, Weekend da incorniciare per le giovanili
16/01 1547649960 Donna precipita dal proprio appartamento al settimo piano: morta sul colpo
16/01 1547649720 Unipomezia, “punteremo al massimo”
16/01 1547644920 Voragine sulla Pontina, ritrovato il cellulare dell'uomo disperso
16/01 1547644620 Affitti a canone concordato, incontro tra le parti in Comune a Genzano
16/01 1547641740 Ariccia, giornate con le scuole del territorio organizzate dai Servizi Sociali
16/01 1547640300 Nonnismo su un'allieva 20enne pilota della scuola di volo di Latina: la denuncia
16/01 1547637840 A processo dirigenti Astral e Provincia per la morte di un 18enne sulla Pontina
16/01 1547636940 Circuito Europeo Under17 di fioretto, Valentina Vezzali venerdì ad Anzio
16/01 1547636820 Scarica camion di calcinacci a via Grugnole, identificato dalla Polizia locale
16/01 1547635140 Controlli antidroga nella notte alle autolinee di Latina, tre arresti
16/01 1547632560 Al via i lavori sul manto stradale di via Stati Uniti d'America a Genzano
16/01 1547625900 In Regione il progetto per ampliare il centro commerciale Aprilia2
16/01 1547622480 Emergenza al cimitero di Pomezia: loculi esauriti e ampliamento bloccato
16/01 1547622120 Nuovo Politeama, taglio del nastro il 19 gennaio con la Splatters Company
16/01 1547621820 Desirée, la mamma ritira la denuncia per stalking contro il padre della ragazza
16/01 1547621460 Studenti al freddo: il Sindaco chiude la scuola per otto giorni
16/01 1547621280 Variante in Q3: la Lega vuole la revoca della delibera. Lbc vota no
16/01 1547620920 Ai domiciliari per tentato omicidio, ma non rispetta la misura: ora è in carcere
16/01 1547620800 Incendio Eco X, altro rinvio per l'udienza preliminare: in aula il 5 marzo

Sport
< <

Eventi

Inchieste
[+] Mostra altri articoli