[X]
  [X]
Sfoglia Settimanale

Palozzi e i rapporti col Sindaco M5S

Politica e cemento, le intercettazioni che imbarazzano i 5Stelle di Marino

Un uomo di centrodestra, che non ha alcun problema ad avallare progetti come la maxi lottizzazione nota come Marino2, “disponibile a tutto” e con il solo problema di alcuni consiglieri comunali troppo rigidi e indisponibili al compromesso. Il primo cittadino di Marino, il pentastellato Carlo Colizza, viene descritto così dall’ex sindaco e attuale consigliere regionale azzurro Adriano Palozzi in una conversazione con l’imprenditore Luca Parnasi, intercettata dai carabinieri e parte dell’inchiesta che ha portato i carabinieri ad arrestare gli stessi Parnasi, Palozzi e altre sette persone, tra cui l’ex assessore regionale Michele Civita. Un dialogo relativo alle mire che il gruppo Parnasi avrebbe continuato ad avere nella riqualificazione urbanistica dell’area Divino Amore, per cui sarebbe stato alla ricerca di sponde nella attuale giunta targata M5S.

Secondo la Procura di Roma, l’imprenditore Luca Parnasi avrebbe costituito un’associazione per delinquere dedita a corrompere politici di qualsiasi schieramento per riuscire a ottenere vantaggi nelle proprie attività imprenditoriali. Un gruppo che da tempo avrebbe elargito denaro ai partiti, finanziando direttamente o indirettamente esponenti tanto della Lega quanto del Movimento5Stelle, tanto di Forza Italia quanto del Pd. Attività analizzate in particolare relativamente alle azioni compiute attorno al progetto dello Nuovo stadio della Roma. Ma non solo. Parnasi sarebbe stato infatti interessato, anche per problemi relativi all’impianto a Tor di Valle, a riprendere in mano il progetto della lottizzazione da oltre un milione di metri cubi a Marino, estesa su 50 ettari vicino al Parco dell’Appia Antica e dove portare a vivere 12.500 persone. Un progetto a cui, quando era sindaco, aveva dato l’ok, accogliendo una richiesta di variante al Prg, proprio Palozzi, ora uomo forte in Regione di Forza Italia, e poi frenato dall’attuale giunta a 5 stelle, insediatasi a Palazzo dopo che un’altra inchiesta, per corruzione e non solo, aveva spazzato via la giunta di centrodestra che aveva raccolto l’eredità del consigliere regionale.

In un dialogo tra Parnasi e Palozzi, che dall’imprenditore avrebbe ricevuto denaro in cambio del suo interessamento allo stesso progetto del nuovo stadio della Roma, intercettato dagli investigatori, è emerso così il nuovo interesse per il progetto a Marino e la particolare descrizione che l’esponente di FI fa dell’attuale sindaco pentastellato. “Ti preannuncio – dice Parnasi a Palozzi - che faremo un lavoro per trovare una sintesi con questi di Cinquestelle. Diciamo che io ritornerò pesantemente su questa operazione di Marino”. Ancora: “Bisogna trovare una sintesi sulla Convenzione, quale può essere una cosa che a loro può interessare come mediazione per far sì che il consenso ci possa essere quale è la …una mediazione politica”. Palozzi non mostra dubbi: “Lì non c’è mediazione perché sicuramente c’avrai il sindaco che sicuramente sarà disponibile a tutto. Però c’hai una buona parte della sua coalizione che se parte sta cosa lo mandano a casa…il giorno dopo…cioè lì c’è un gruppo di 5-6 consiglieri…La mediazione secondo me che ti chiederanno di togliere un po’ di cubatura”. Parnasi insiste e chiede consiglio al politico su come convincere i grillini sulla maxi lottizzazione e il consigliere azzurro insiste: “Guarda, ma il sindaco secondo me non c’ha nessun problema manco così. Io il sindaco lo conosco bene, caro amico, ogni tanto ci vediamo, lui è un uomo di centrodestra, sportivo pure nei ragionamenti, quindi non ha grandi problemi su quello. Faremo un’opera in più”. E Parnasi: “Qualunque cosa, non c’è problema”. Palozzi: “Il problema che lui c’ha là è..”. Parnasi: “Quei 4-5”. Palozzi: “Sì, anche se hanno già preso una bastonata sulla convenzione di Giannini, lo sai no? Hanno revocato una concessione che avevo lasciato io a Giannini. A Marino lì, sulla zona del Divino Amore ..ha fatto ricorso al Tar, l’ha vinto, poi ha chiesto 30 milioni di euro di danni Giannini”. A sostenere il progetto in consiglio comunale a Marino Palozzi assicura infine che sarà anche il centrodestra: “Ma io nel momento che lo faranno farò dire ai miei, che sono tutti all’opposizione, è quello che abbiamo sempre sostenuto, pronti a sostenere al Consiglio se ti mancano i numeri”. Parnasi: “Bravo, perfetto”. E Palozzi sottolinea: “Nun serve nemmeno che me lo dici”. Ma prima della “sintesi” auspicata dall’imprenditore è arrivata quella della Procura di Roma. E le iniziative di Parnasi e Palozzi si sono fermate davanti a un’ordinanza di custodia cautelare.

Tags: palozzi  stadio  roma  marino  m5s  parnasi 


Articoli Correlati:

13/06 Associazione a delinquere per la Procura Stadio della Roma, 9 arresti: coinvolti rappresentanti M5S, Forza Italia e Pd I Carabinieri del Nucleo Investigativo del Comando Provinciale di Roma questa mattina hanno arrestato nove...
2017 Un viaggio nella sua carriera letteraria Lo scrittore di Marino Roberto Pallocca riempie il teatro Duse di Roma Tutto esaurito per lo scrittore marinese Roberto Pallocca che nella prestigiosa location del teatro Duse...
2017 Controlli dei Carabinieri a Roma 44enne di Marino sorpreso con mazza da baseball e un lungo cacciavite nell'auto Continua l’iniziativa del Comando Provinciale dei Carabinieri di Roma per porre un freno ai fenomeni...
2016 13 politici, vari agenti di polizia ecc. Marinopoli, 47 indagati. Per ora Il 20 maggio i Carabinieri del Capitano Emanuele Tamorri, hanno notificato l'avviso di garanzia e...
2016 Premiato in Campidoglio a Roma Lo scrittore di Marino Marco Onofrio si aggiudica il Premio Simpatia Marco Onofrio, scrittore, saggista, critico letterario, classe ’71, romano di nascita e marinese di adozione,...
[ ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER ]
ULTIME NOTIZIE
Nuova notizia in arrivo...
19/07 1532027700 Gli ex assessori: Pista ciclabile e non solo, le mura del Borgo rimesse a nuovo
19/07 1532027580 Concerti, cabaret e mercatini, ecco tutti i programmi dell’estate di Lavinio
19/07 1532014500 Terracina, sequestrate strutture abusive di uno stabilimento balneare
19/07 1532010120 Auto si ribalta all'incrocio in pieno centro ad Aprilia: paura per il conducente
19/07 1532009340 Giardino pubblico rinnovato a Martin Pescatore: inaugurazione con il sindaco
19/07 1532008620 Terracina, la ex scuola "Lama" ospiterà aule e laboratori del Filosi
19/07 1532006400 Frascati sbarca in Cina: al lavoro con Tianjin su scienza ed enogastronomia
19/07 1532005920 Serie C1. Città di Anzio, prime mosse per la nuova stagione
19/07 1532004180 Casamonica, scovati altri due ricercati: si nascondevano a Grottaferrata
19/07 1532003640 Zoomarine in musica con gli ex coristi dello Zecchino d'Oro
19/07 1532003460 Questa sera la "Notte rosa di Aprilia": eventi in occasione degli shopping days
19/07 1532003280 Cori disponibile ad accogliere fino a 40 migranti per massimo 60 giorni
19/07 1532000040 Pomezia, a Castagnetta e Campo Jemini presto le fogne: arrivano fondi regionali
19/07 1531996920 1,5 milione dalla Regione per interventi di urbanizzazione ad Aprilia
19/07 1531996680 Festa di una notte di mezza estate: tutto pronto per l'arrivo di Calcutta
19/07 1531995480 Bombardamento di San Lorenzo, anche i pompieri dei Castelli alla commemorazione
19/07 1531994640 Paura in pieno centro, vecchio Mercedes 190 prende fuoco mentre è in movimento
19/07 1531993800 Il Tar respinge il ricorso di Casto: “I consiglieri si volevano dimettere”
19/07 1531993320 Torna la rassegna "Cinema sotto le stelle". 11 film di recente uscita al parco
19/07 1531992960 Raccolta fondi pro Daniele Bontempi, la famiglia si dissocia da ogni iniziativa
19/07 1531992000 Torna a Torvaianica la Sagra della Tellina, piatti a base di pesce in piazza
19/07 1531991880 Anzio Festival dello Street Food, dal 27 al 29 luglio si degusta in piazza
19/07 1531991760 Strappa la catenita ad una 60enne e la butta a terra vicino a Villa Albani
19/07 1531991460 Concerto gratuito di Roberto Vecchioni in piazzale Cresci a San Felice Circeo
19/07 1531991220 Aprilia centro di nuovo senz'acqua. Ennesimo guasto elettrico al fungo centrale