[X]
  [X]
Sfoglia Settimanale

Operazione tra Anzio, Nettuno e Latina

Frode fiscale con la complicità di 2 finanzieri corrotti: 6 arresti e 5 indagati

Un sistema fraudolento per occultare fondi neri con la complicità di due finanzieri in servizio a Latina. La Guardia di Finanza di Nettuno ha proceduto all’arresto di 6 (di cui 2 in carcere e 4 ai domiciliari) persone, mentre altre 5 sono formalmente indagate, oltre a perquisizioni nelle province di Roma, Latina, Milano, Monza e Bergamo, nonché al sequestro preventivo per equivalente di somme di denaro, partecipazioni societarie e beni immobili per circa 2 milioni di euro, nei confronti di tutti i soggetti coinvolti nella frode, indagati a vario titolo per i reati di riciclaggio, autoriciclaggio, corruzione e collusione. Il “dominus” è un noto imprenditore milanese.

Partendo dai documenti rinvenuti nel corso di una verifica fiscale, i militari della Compagnia di Nettuno hanno scoperto come ingenti somme di denaro, derivanti da una frode fiscale milionaria, sarebbero state fatte confluire dall’imprenditore meneghino sui conti correnti di alcuni soggetti di Anzio e Nettuno, che a loro volta provvedevano, con la complicità di altri intermediari, a restituirle “in contanti” direttamente allo stesso imprenditore.

Tutto ruotava intorno a una società che fornisce servizi di logistica (gestione di magazzini, imballaggio, allestimento spedizioni), trasporto e gestione di call center a note imprese nazionali e multinazionali, impiegando oltre 10.000 lavoratori in varie regioni d’Italia.

Tuttavia, come hanno ricostruito i Finanzieri anche grazie alle intercettazioni telefoniche e telematiche, i dipendenti sono stati amministrati attraverso una complessa frode che, mediante la creazione di cooperative fittizie e l’utilizzo di fatture per operazioni inesistenti per oltre 150 milioni di euro, ha favorito detrazioni Iva per oltre 33 milioni di euro e l’omesso versamento di contributi previdenziali ed assistenziali per oltre 5 milioni di euro.

In particolare, l’indagine ha permesso di scoprire che 621 dipendenti, occupati prevalentemente in Lombardia e nel Lazio, presso importanti società del panorama nazionale, totalmente estranee ai meccanismi di frode, sarebbero stati gestiti direttamente dall’imprenditore milanese e dai suoi stretti collaboratori, ma sono stati formalmente inquadrati nel tempo in ben 28 cooperative, risultate essere delle vere e proprie “scatole vuote”.

Cooperative diventate così responsabili del versamento dei contributi dovuti all’Inps e all’Inail, ma essendo intestate a prestanome e rimanendo operative solo per un brevissimo lasso temporale, non hanno mai ottemperato, lasciando in realtà rilevanti debiti nei confronti dell’Erario e i lavoratori privi dei versamenti contributivi.

Questo meccanismo fraudolento ha consentito alla società in questione di proporsi sul mercato con prezzi estremamente vantaggiosi, danneggiando quelle che invece operano rispettando le leggi.

Le somme indebitamente accumulate sono state fatte confluire, in seguito, sui conti di un’unica Cooperativa, simulando anche in questo caso operazioni commerciali mai avvenute, per giustificare i movimenti finanziari e ostacolare l’identificazione della provenienza illecita.

Le somme venivano poi smistate su conti correnti appositamente accesi presso istituti di credito di Anzio e Nettuno, dai quali tre persone effettuavano numerosi prelievi per piccoli importi, trasformando così l’intera somma ricevuta in denaro contante, che infine, attraverso altri due intermediari, militari della Guardia di Finanza in servizio a Latina – posti agli arresti domiciliari – veniva riconsegnato direttamente nelle mani dell’imprenditore milanese.

Oltre ai finanzieri, altri tre collaboratori dell'imprenditore milanese sono stati raggiunti da ordinanza di custodia cautelare. Attraverso una meticolosa analisi di decine di conti correnti, le Fiamme Gialle hanno ricostruito il riciclaggio di somme illecitamente accumulate per oltre 1,2 milioni di euro.

ULTIME NOTIZIE
Nuova notizia in arrivo...
08:39 1539671940 Donazione organi, il 25% ha dichiarato volontà positiva sulla carta d'identità
08:25 1539671100 Furto di cavi elettrici alla centrale idrica: manca di nuovo l'acqua a Pomezia
08:17 1539670620 Coop apre ai sindacati: "Disponibili a non prendere decisioni unilaterali"
08:11 1539670260 Vetor vince contro il Ministero: troppo care le tariffe per il porto di Anzio
08:08 1539670080 Estorsioni di famiglia: 3 arresti ai Castelli Romani. Truffata anche l'Inps
08:04 1539669840 Ardea, al via i lavori di riqualificazione di viale San Lorenzo
07:58 1539669480 Presentato il libro del cantautore Spurio. Presente anche lo scrittore Onorati
07:57 1539669420 Manager spiata col gps, condannato l'investigatore privato
07:55 1539669300 Lanuvio, istituiti i primi stewart della sicurezza nei luoghi pubblici
15/10 1539630900 A cavalcioni sul Monumento al pescatore di Anzio, ripresa tutta la scena
15/10 1539630720 Lavori sul palazzo comunale, domani la protesta dell'ex vicesindaco di Nettuno
15/10 1539617700 Genzano, il centro storico è "zona off limits": negozianti e residenti disperati
15/10 1539616680 Quei misteri (che resteranno a lungo tali) dei graffiti nella villa di Domiziano
15/10 1539614520 Ad Ardea la raccolta differenziata sprofonda: record negativo al 35,79%
15/10 1539613740 Occhio alla truffa di chi chiede soldi per conto del Comune di Aprilia
15/10 1539612660 Serie C2, Girone A. La United Pomezia ci sta prendendo gusto
15/10 1539611940 A Lavinio stazione una domenica di pulizia contro sporco e degrado
15/10 1539611880 Incendio a Cretarossa a Nettuno, appartamento inagibile e tanti danni
15/10 1539610980 Ritrovata l'82enne Gabriella Razzi scomparsa da piazza Moro a Latina
15/10 1539610260 Serie B, Girone E. United Aprilia, è il momento di stringere i denti
15/10 1539609360 Serie B1, Girone B. Giovolley Aprilia, è un esordio sul velluto
15/10 1539609120 Ardea, il sindaco riceve i cittadini in Comune: ecco come richiedere colloquio
15/10 1539608760 Violenta lite tra giovani davanti ad un pub di Frascati, uno finisce in ospedale
15/10 1539607560 Riapre al pubblico la Sala ragazzi della biblioteca comunale Carlo Levi
15/10 1539605880 Recup: «Il nuovo numero è a pagamento, la Regione Lazio chiarisca»

Sport
< <

Eventi

Inchieste
[+] Mostra altri articoli