[X]
  [X]
Sfoglia Settimanale

L’inquinamento nell’aria del Lazio

Blitz di Greenpeace alla Regione (fuorilegge) per la mancanza del Piano antismog FOTO

<
>
Faccia a faccia - Da sin. Andrea Boraschi di Greenpeace con il vicepresidente del Lazio, Smeriglio, sceso dal palazzo
Faccia a faccia - Da sin. Andrea Boraschi di Greenpeace con il vicepresidente del Lazio, Smeriglio, sceso dal palazzo

La bella parete di pannelli solari non basta fare verde la Regione Lazio. La facciata fotovoltaica è stata lo scenario del nuovo, spettacolare blitz di Greenpeace: gli attivisti dell'associazione ambientalista hanno scalato il palazzo della Giunta regionale del Lazio e vi hanno steso un poster gigante raffigurante la facciona del Presidente Zingaretti con mascherina anti-smog e la scritta “Aria pulita ora!”. 
Estremo tentativo per avere un riscontro dal palazzo trilobato tutto vetri e cemento, sulla via Colombo, il 30 maggio scorso. 
Bersaglio dello striscione, opera dell'artista Tvboy, sono l’ignavia e il record laziale di polveri sottili - Roma in testa - a livelli tanto preoccupanti che il Lazio è stato inserito recentemente tra le aree in cui le autorità non hanno presentato misure credibili, efficaci e tempestive per ridurre l'inquinamento entro i limiti il prima possibile. Così ci ha bollato la Commissione europea nel deferire l'Italia alla Corte di Giustizia europea. La stessa Corte  alla quale il Tribunale amministrativo del Lazio lo scorso aprile ha trasmesso il caso Sblocca Italia – inceneritori: l'operazione del governo Renzi (Gentiloni ha lasciato in piedi il piano) per imporre al Paese una nuova ondata di mega-forni (due a Roma Malagrotta, uno aggiuntivo a San Vittore in Ciociaria e un quarto gigantesco in luogo da definire) per bruciare i rifiuti, anziché riciclarli come prevedono le normative nazionale, dal 2006, e comunitaria, dal 1975. A far scattare il pacifico assalto al palazzo regionale è l'immobilismo dell'Ente, che non ha ancora un nuovo e serio Piano di risanamento per la qualità dell'aria, come impone la direttiva europea 50 del 2008, recepita in Italia nel 2010. La Regione Lazio deve mettere in pratica una precisa strategia, con azioni concrete capaci di riportare l’inquinamento atmosferico nei limiti di legge prima possibile. 
«Tutto ciò non c'è nell'attuale Piano regionale del Lazio del 2009, mai aggiornato secondo la nuova normativa e ormai assolutamente carente e inadeguato. In particolare – ci spiega Andrea Boraschi, responsabile campagna trasporti di Greenpeace – devono  affrontare il problema del biossido di azoto, un cancerogeno di cui sono responsabili per circa l'80% i motori diesel, e che ogni anno in Italia causa oltre 17 mila morti premature. A Roma il risultato dell'inerzia regionale è il superamento dei limiti di legge per il biossido di azoto anche del 50%. Il comportamento della Regione, che neppure si è degnata di rispondere in maniera adeguata alla nostra lettera di diffida, è deplorevole», affonda Boraschi, riferendosi alla lettera  che hanno inviato alla Regione il 19 febbraio scorso. La scalata del palazzo sulla Colombo è stato l'unico modo per stanare i signori della Regione. Ma non finisce qui: Greenpeace ha annunciato di presentare un esposto penale alla Procura della Repubblica per denunciare la mancata adozione del Piano antismog. Dai piani alti del palazzone trilobato tutto vetro e cemento è sceso il vicepresidente Massimiliano Smeriglio. Del resto questo pezzo grosso vanta un master in comunicazione. Squarciata la cortina di smog politico – istituzionale, poco dopo gli attivisti di Greenpeace sono stati ricevuti da lorsignori: «Abbiamo incontrato l'Assessore regionale all'agricoltura e ambiente, Enrica Onorati, il Segretario Generale Andrea Tardiola e altri funzionari della Regione: non hanno negato le nostre pesanti accuse e ci hanno detto che ci mostreranno cosa hanno fatto finora per arrivare al nuovo Piano antismog», racconta Boraschi. Greenpeace non ha presentato l'esposto  contro la Regione Lazio. Ma non è detto che resti nel cassetto. «Non esiteremo a rivolgerci ai giudici per proteggere il diritto di tutti a respirare un’aria pura, come abbiamo già fatto con successo in tante altre aree d’Europa - conclude Andrea Boraschi -. anche perché questa campagna la facciamo con Client Earth, associazione di avvocati. Se ci saranno cose buone, torneremo sotto la Regione per applaudire». La facciona di Zingaretti con la mascherina è stata rimossa. Ora va tolta la maschera. 

ULTIME NOTIZIE
Nuova notizia in arrivo...
18:02 1547744520 Protogonos della compagnia Dueditre apre la stagione di danza al Fellini
17:51 1547743860 Sbarco, la Proloco Sangallo e Poste propongono 8 cartoline commemorative
17:50 1547743800 Ciak ad Ariccia per la serie tv Diavoli con Patrick Dempsey e Alessandro Borghi
17:48 1547743680 La polizia privata sorprende un ladro a rubare a Lido dei Pini, Anzio: arrestato
17:45 1547743500 Malore nella notte, donna di 53 anni muore in casa nella notte a Nettuno
16:33 1547739180 Le gelate mettono ko la produzione di olio, chiesto il risarcimento in Regione
16:15 1547738100 Violento scontro tra auto e moto su via del Muro Bianco a Albano, centauro grave
15:41 1547736060 Incidente con ferito sulla SP 140 a Castel Gandolfo, si cercano testimoni
15:35 1547735700 Auto rubata ad Ariccia e ritrovata nel bosco dei Campi di Annibale
14:10 1547730600 Veicolo con targa falsa e senza assicurazione: denuncia e maxi multa
13:52 1547729520 Genzano, ripristinato servizio di assistente su scuolabus, ma aumenta la tariffa
13:26 1547727960 Valerio Catoia diventa un supereroe di una tesi di maturità in Svizzera
13:00 1547726400 Tre consiglieri di maggioranza lasciano Latina Bene Comune
12:49 1547725740 Minaccia di morte e picchia la convivente: arrestato 53enne
10:51 1547718660 Delfino spiaggiato rinvenuto sul litorale, accertamenti in corso
10:41 1547718060 Coop, fumata nera al Ministero: chiudono Velletri, Aprilia e Pomezia
10:22 1547716920 Tevere da bere grazie alla ‘manina’ dei 5 Stelle in Regione Lazio
08:57 1547711820 A fuoco un camion carico di cartone sulla Laurentina a Pomezia
08:15 1547709300 Clochard investito e ucciso a Roma, arresto "made in Castelli" per il pirata
08:07 1547708820 Under 16. Virtus Invicta Pomezia, seconda vittoria di fila
07:57 1547708220 A processo la banda delle rapine a sale slot e ristoranti a Latina e Nettuno
07:57 1547708220 Latina, scuola di via Quarto: fondi dal Ministero per un'aula all'avanguardia
07:50 1547707800 Crimine all'ombra del calcio, inutilizzabili le intercettazioni all'ex deputato
07:47 1547707620 Ladri nella scuola elementare: rubati i soldi del distributore automatico
07:41 1547707260 Governo bocciato sulla nomina di Ricciardi alla presidenza del Parco del Circeo

Sport
< <

Eventi

Inchieste
[+] Mostra altri articoli