[X]
  [X]
Sfoglia Settimanale

Per i danni economico-esistenziali

Risarcimenti alle vittime degli impianti a rifiuti. Parte la 'crociata'

<
>
Roncigliano, discarica e tmb vicino le case - Il TMB e la discarica di Albano. Foto drone Il Caffè
Roncigliano, discarica e tmb vicino le case - Il TMB e la discarica di Albano. Foto drone Il Caffè
Ecobombe - La discarica di Borgo Montello
Ecobombe - La discarica di Borgo Montello

Chi vive vicino gli impianti di trattamento dei rifiuti può contare su una possibilità reale di essere risarcito per i danni subiti e di vedere la bonifica dei siti martoriati. A garantire dovrà essere la Regione Lazio: lo sta per chiedere il Comune di Latina, dove il 1° marzo il Consiglio comunale ha dato mandato al Sindaco, Damiano Coletta, e alla sua Giunta “di adottare ogni iniziativa utile per convenire con la Regione una compensazione verso tutte le popolazioni interessate dalle servitù collegate allo smaltimento dei rifiuti”. Si punta a un meccanismo per cui più l'immondizia è vicina e maggiore dovrà essere l'importo risarcito. 

AZIONE PER TUTTO IL LAZIO
«È un passaggio importante per l’intero Lazio – dice Dario Bellini, capogruppo di Latina Bene Comune che ha presentato la mozione -, che permetterà di riconoscere il danno economico ed esistenziale, cioè la riduzione del valore degli immobili e della qualità della vita». Apre dunque una via, per esempio, a chi risiede vicino la discarica di Roncigliano e annesso TMB, il cosiddetto trattamento meccanico biologico che seleziona e sminuzza (o almeno dovrebbe) l'immondizia non differenziata e la trasforma in balle per inceneritori. Sempre che si dimostri il danno. Ma pure alla gente a due passi dalla vecchia discarica di Velletri, in località Lazzaria Colle Rosso, mai bonificata, coi suoi fiumi di percolato sulle falde idriche di Carano. In futuro, i risarcimenti potranno andare agli abitanti di Anzio, dove si sta costruendo un cosiddetto 'bio'gas da 55mila tonnellate l'anno di rifiuti, a pochi metri da dove ne è previsto un altro da 100mila. Idem per quelli che si ritroveranno vicino casa i due 'bio'gas previsti ad Ardea o la mega discarica prevista ad Aprilia, ad un solo chilometro da quella di Roncigliano, ad Albano. 

FONDO PER IL POST MORTEM
L'Amministrazione di Latina esige che la Regione istituisca un apposito fondo di garanzia, cioè una copertura finanziaria, per la gestione post mortem dei siti. Praticamente per metterli in sicurezza e monitorarli una volta chiusi. Troppo spesso i gestori, incassate cifre da capogiro, hanno lasciato luoghi contaminati e fuori controllo. 
È previsto anche un accordo – programma con la Regione per sviluppare e incentivare - in tutti i territori colpiti da impianti per rifiuti - l'economia circolare, basata sulla reimmissione in circolo delle risorse utilizzate. «Attiveremo qualsiasi iniziativa utile, sempre d’intesa con la Regione Lazio, per la bonifica definitiva del sito di Borgo Montello, inclusi il recupero ambientale e la valorizzazione turistica dell’area dell’Astura, del dismesso sito industriale di “Le Ferriere” e del sito archeologico di Satricum», spiega l'Assessore all'ambiente di Latina, Roberto Lessio. 

SI PUò FARE
Ma è fattibile tutto ciò? «I fatti storici, sociali e ambientali e le basi giuridiche – ci spiega Lessio - sono documentati in modo esemplare in due fondamentali atti: nella relazione della Commissione Parlamentare d’inchiesta sulle attività illecite connesse al ciclo dei rifiuti e all’ambiente, approvata lo scorso 20 dicembre. Quel documento dà il primo oggettivo riscontro del danno economico-esistenziale arrecato dalla servitù ambientale della discarica di Borgo Montello - Bainsizza. E poi nella coraggiosa sentenza numero 7983/2015 del Tribunale ordinario di Roma, con cui il giudice Federico Salvati riconosce ai residenti e abitanti di San Giovanni Incarico, Roccasecca e Colfelice (FR) il danno economico-esistenziale subito per analoghe servitù ambientali (discarica e impianto TMB): due-tre milioni di euro a oltre 80 cittadini». 

I SOLDI CI SONO
Sì, ma i soldi? «I soldi ci sono, tanti. Sono quelli previsti dalla legge regionale 42 del 1998 – precisa l'Assessore di Latina – che impone il “ristoro da discarica”: assegna ai Comuni che ospitano gli impianti una parte dei proventi dell'attività di smaltimento e prevede anche la coisiddetta “ecotassa”, un tributo speciale pagato con la bolletta dell'immondizia, prevista per incentivare gestioni sostenibili dei rifiuti e chiudere progressivamente discariche e inceneritori».  Questo fiume di quattrini viene girato alla Regione, che ne usa il 30% per promuovere la raccolta differenziata, ridurre la produzione di immondizia e bonificare i siti inquinati. Rimane ignoto per cosa la Regione abbia impiegato il restante 70%. Di sicuro i soldi dovevano essere di più. La legge regionale 42 del 1998 prevede l'aggiornamento dell’ecotassa entro il 31 luglio di ogni anno. In 20 anni non è stata mai adeguata, nemmeno alle variazioni degli indici Istat, che sono il minimo sindacale! Sono invece stati aggiornati i prezzi pagati dai Comuni ai gestori degli impianti, con rincari anche retroattivi... 

ALBANO E VELLETRI?
«Comunque – soggiunge l'Assessore Lessio - la Regione Lazio ha e avrà sempre più soldi a disposizione, visto che oramai quasi ovunque ci sono il porta a porta e le isole ecologiche, e dove mancano i Comuni si stanno attrezzando. Perciò l'ecotassa andrà sempre meno a finanziare progetti per la differenziata, e potrà essere impiegata per altri scopi». Tra questi anche il risarcimento alle popolazioni ammorbate dai mega immondezzai e le bonifiche, dopo decenni di contaminazione, truffe e stalking monnezzaro. E i Comuni dei Castelli - specialmente quelli ammorbati da discariche come Albano e Velletri - adotteranno iniziative come quella di Latina? 

ULTIME NOTIZIE
Nuova notizia in arrivo...
11/12 1544552700 Bus Cotral bloccato su via Gramsci a Nettuno, la Polizia locale multa tutti
11/12 1544552460 Venerdì si inaugura il centro antiviolenza sovracomunale in via Bachelet
11/12 1544544660 "Suo nipote ha avuto un incidente, ci servono soldi": truffata anziana a Lariano
11/12 1544543820 Lo stilista nettunese Pierpaolo Piccioli nominato Designer dell’anno 2018
11/12 1544543340 Abbattura casa abusiva a Nettuno, Strati: “Lavoriamo per la legalità”
11/12 1544542380 Come diventare Mental Coach, a Latina i corsi per la certificazione
11/12 1544539680 Il comitato di Lariano contesta i lavori della rotatoria di piazza Brass
11/12 1544538240 Velletri, 15enne aggredito alla stazione da un gruppo di coetanei: indagini
11/12 1544535420 Serie C1. Atletico Anziolavinio, 4 colpi per pensare in grande
11/12 1544534580 Under 17. Unipomezia, crocevia importante della stagione
11/12 1544534160 Rugby, Serie C1, Girone G. Il Rugby Anzio Club festeggia la 1^vittoria esterna
11/12 1544533260 Karate. Campanari Karate, incetta di medaglie a Civitavecchia
11/12 1544530200 Furto aggravato ed evasione: arrestata 43enne serba
11/12 1544529600 Latina, tre indiani ubriachi arrestati per rissa dai Carabinieri
11/12 1544520240 Il presepe vivente di Ardea incanta la rocca: una tradizione che non delude
11/12 1544518440 Il Comune di Pomezia cerca sponsor per la cura di 26 rotatorie e spartitraffico
11/12 1544517540 Il taglio degli alberi in via Emilia Romagna al centro del consiglio comunale
11/12 1544513760 Pavona: via ai lavori di ripristino delle fogne delle case popolari di via Roma
11/12 1544512620 Asfalto nuovo sulla Albano-Torvaianica, allerta traffico intenso per i lavori
11/12 1544512380 24enne beccato a rubare nelle auto: a casa la radio per spiare i carabinieri
11/12 1544512140 64enne di Sezze tenta di suicidarsi il giorno del suo compleanno
11/12 1544512080 Marino, i camminatori del 'Gruppo dei dodici' alla biblioteca comunale Bibliopop
11/12 1544511600 Denuncia l'ex fidanzato per violenza sessuale: indagini a Sezze
11/12 1544511540 Rocca Massima, Sabaudia e Maenza tra le "100 mete d'Italia"
11/12 1544511180 Il Mercato Contadino dei Castelli sbarca anche a Marino davanti ex Palaghiaccio

Sport
< <

Eventi
< <

Inchieste
[+] Mostra altri articoli