[X]
  [X]
Sfoglia Settimanale

Calcio Serie D

Ciampino Ko a Gravina

Un super Roberto Delgado salva l'Albalonga. Torna a sorridere il Cynthia

Nella terza giornata del campionato interregionale di serie D il ruolino di marcia delle castellane impegnate nei raggruppamenti G ed H parla di una vittoria, un pareggio ed una sconfitta. Nel girone G primo pareggio stagionale per l’Albalonga che ha impattato 3-3 sul difficile campo del Flaminia. Una gara dai tanti risvolti in cui i castellani prima hanno condotto e poi si sono trovati ad inseguire. C’è voluta una doppietta di Roberto Delgado, ai primi gol in maglia azzurra, per riacciuffare la squadra viterbese. “Avremmo voluto vincere – dice l’attaccante spagnolo classe 1986 -, ma alla fine poteva andare anche peggio. Abbiamo cominciato la partita con determinazione, andando in vantaggio grazie a un calcio di rigore di Pintori, poi il Flaminia è riuscito a ribaltare il risultato prima dell’intervallo”. Il resto è storia del secondo tempo con Delgado che prima realizza il 2-2 e poi (a pochi minuti dal 90esimo) fissa il definitivo 3-3. “Sono contento per questi gol, inutile negarlo – rimarca Delgado – Ho lavorato duramente nel periodo della preparazione e ultimamente sentivo di stare decisamente più in condizione. Anche con il Flaminia, quando sono subentrato nel corso della gara, ho subito avvertito sensazioni positive e finalmente sono arrivati anche i primi gol con la maglia dell’Albalonga: ci tenevo anche per ripagare la fiducia che tutto l’ambiente mi sta dando”. L’Albalonga ha quattro importantissime frecce al suo arco: oltre a Delgado, ci sono Cruz, Corsetti e Pintori per un reparto offensivo dalle grandi soluzioni per mister Chiappara. “La cosa bella è che tra di noi andiamo d’accordissimo e non c’è nessuna gelosia – spiega Delgado – Il nostro unico pensiero è quello di riuscire a conquistare più punti possibili per l’Albalonga. Quale dev’essere il nostro obiettivo? Sappiamo di essere un’ottima squadra, ma è inutile sbandierare eventuali traguardi: il nostro pensiero dev’essere sempre rivolto alla prossima partita da giocare”. Che nello specifico per i castellani sarà il duro confronto del Pio XII contro l’Avezzano che al momento è a punteggio pieno dopo tre giornate. “Abbiamo già visto qualche video, è una squadra molto organizzata e di livello. Se può essere già un test importante? Tutte le gare hanno il loro peso e quella di domenica non fa eccezione” conclude Delgado. Passando al Girone H, torna finalmente a sorridere la Cynthia che ritrova i tre punti battendo l’Anziolavinio, mentre cade in terra pugliese il Città di Ciampino. A Genzano, i ragazzi di Romolo Santolamazza giocano bene e riescono ad avere la meglio sui neroniani grazie ad un gran goal di Artistico che al 38’ in diagonale non da scampo a Simone Rizzaro. Adesso per i boancoblu potrebbe iniziare un altro campionato e sarà importante in tal senso la trasferta di domenica prossima sul campo dell’Herculaneum. Sconfitto, invece, come detto, il Città Di Ciampino che tornava in Puglia dopo lo 0-2 con il quale ha espugnato Nardò il 4 settembre, alla prima di campionato. Il primo squillo della gara è del City con D’Orazi che salta più in alto di tutti sul corner a uscire di Bosi ma non trova l’impatto con la sfera. Al 7’ Presicce cade in area di rigore, l’arbitro fischia ma sanziona la simulazione dell’11 di casa. Episodio simile al 13’, questa volta però il tocco di Martinelli su Palumbo c’è: dal dischetto si presenta lo stesso 9 gialloblù che batte Peri con un potente destro incrociato. L’undici di Santoni accusa il colpo e i padroni di casa cercano l’affondo con Ngom (vola Peri e blocca), Guadalupi (palla di poco oltre la traversa) e Palumbo (destro a giro che si impenna). A tre dalla fine Bosi, dopo uno scatto di 40 metri, riesce ad anticipare Cilumbriello e da posizione defilata libera il destro ma la palla si spegne sul fondo strozzando in gola l’urlo dei biancorossoblu. La prima emozione della ripresa è al 10’ quando Caputo sfonda a sinistra e mette un pallone forte e teso che Palumbo sotto porta spara alto, mentre sette giri d’orologio più tardi un monumentale Peri ipnotizza e mura il tap-in a botta sicura sempre del 9 pugliese. Quando si entra nell’ultimo quadro di gara, l’episodio che spegne definitivamente il City. Martinelli interviene nettamente sul pallone sulla trequarti: per Bonaldo però la scivolata del 3 ciampinese è irregolare. Il fischietto veneto non ha esitazioni, fischia ed estrae il secondo giallo all’indirizzo del classe 1987. Nel quarto d’ora finale ancora Gravina, con Patierno che prima viene murato da D’Orazi e poi trova un attento Peri a sbarrargli la via per il gol. Qualche istante più tardi, un’incomprensione tra il numero 1 aeroportuale e Pralini porta Patierno a colpire di testa a porta vuota ma Cassetti salva sulla linea. Sul seguente tiro dalla bandierina, arriva il raddoppio dei locali, a tre dal 90’, col neo entrato Albano. In pieno recupero ancora Patierno protagonista: il 19 gialloblù tenta il gol da distanza siderale ma la parte alta della traversa evita al City di incassare il tris. “Sapevamo che il Gravina era una grande squadra – ha commentato il mister aeroportuale Santoni ai microfoni della Gazzetta del Mezzogiorno – a prescindere da tutto, oggi la squadra ha offerto la miglior prestazione della stagione. I ragazzi sono stati bravissimi nell’interpretare la gara seguendo alla lettera tutti i dettagli studiati in settimana. Anche i nostri avversari hanno avuto le loro difficoltà, come noi abbiamo avuto le nostre. Il risultato viene sbloccato da un calcio di rigore che c’è”. “Allo stesso tempo però – ha proseguito – era da sanzionare anche il gomito largo di Anaclerio su Bosi qualche minuto più tardi. Conoscendo il nostro numero 10, posso dichiarare che il contatto è netto: lui non è un calciatore che va giù con una certa facilità. C’è rammarico anche per la grossa occasione fallita dallo stesso Bosi nel finale della prima frazione. Domenica scorsa ci ha fatto esultare, oggi non è stato così. L’errore non va però a ledere la sua prestazione, che è stata importante. Abbiamo obiettivi diversi rispetto al Gravina. Siamo sulla strada giusta, dobbiamo continuare a lavorare così. Torniamo a casa consapevoli di quello che abbiamo messo in campo e da martedì inizieremo a lavorare sugli errori commessi. Dobbiamo migliorare molto nella compattezza tra i reparti. Non essendo una squadra molto strutturata fisicamente, dobbiamo crescere nella creazione del gioco sulle catene esterne e cercare di far esprimere al massimo le risorse a disposizione”.

ULTIME NOTIZIE
Nuova notizia in arrivo...
16/01 1547659860 Critiche all’Amministrazione, procedimento contro una dipendente di Anzio
16/01 1547659560 “Manutenzione inesistente al Cimitero di Nettuno”, la denuncia dei cittadini
16/01 1547657640 Il tar respinge il ricorso dell'ex consigliere-direttore dei lavori
16/01 1547656740 Scontro tra due auto, una prende fuoco. paura per tre persone
16/01 1547651940 Velletri ricorda il tragico bombardamento del 22 gennaio 1944
16/01 1547650260 Anzio Calcio, Weekend da incorniciare per le giovanili
16/01 1547649960 Donna precipita dal proprio appartamento al settimo piano: morta sul colpo
16/01 1547649720 Unipomezia, “punteremo al massimo”
16/01 1547644920 Voragine sulla Pontina, ritrovato il cellulare dell'uomo disperso
16/01 1547644620 Affitti a canone concordato, incontro tra le parti in Comune a Genzano
16/01 1547641740 Ariccia, giornate con le scuole del territorio organizzate dai Servizi Sociali
16/01 1547640300 Nonnismo su un'allieva 20enne pilota della scuola di volo di Latina: la denuncia
16/01 1547637840 A processo dirigenti Astral e Provincia per la morte di un 18enne sulla Pontina
16/01 1547636940 Circuito Europeo Under17 di fioretto, Valentina Vezzali venerdì ad Anzio
16/01 1547636820 Scarica camion di calcinacci a via Grugnole, identificato dalla Polizia locale
16/01 1547635140 Controlli antidroga nella notte alle autolinee di Latina, tre arresti
16/01 1547632560 Al via i lavori sul manto stradale di via Stati Uniti d'America a Genzano
16/01 1547625900 In Regione il progetto per ampliare il centro commerciale Aprilia2
16/01 1547622480 Emergenza al cimitero di Pomezia: loculi esauriti e ampliamento bloccato
16/01 1547622120 Nuovo Politeama, taglio del nastro il 19 gennaio con la Splatters Company
16/01 1547621820 Desirée, la mamma ritira la denuncia per stalking contro il padre della ragazza
16/01 1547621460 Studenti al freddo: il Sindaco chiude la scuola per otto giorni
16/01 1547621280 Variante in Q3: la Lega vuole la revoca della delibera. Lbc vota no
16/01 1547620920 Ai domiciliari per tentato omicidio, ma non rispetta la misura: ora è in carcere
16/01 1547620800 Incendio Eco X, altro rinvio per l'udienza preliminare: in aula il 5 marzo

Espugnato il campo di Avezzano

L'Albalonga torna in zona Play Off

Espugnato il campo di Avezzano

L’Albalonga torna in zona play off. La squadra del presidente Bruno Camerini ha violato il campo dell’Avezzano grazie...


Sport
< <

Eventi

Inchieste
[+] Mostra altri articoli