[X]
  [X]
Sfoglia Settimanale

Calcio Serie D

Castellane sconfitte entrambe

Cynthia, non basta il cuore in casa dell'Olbia. Albalonga Ko a Grosseto

E’stato  un turno post pasquale decisamente da dimenticare per Cynthia ed Albalonga, sconfitte entrambe nella ventinovesima giornata del campionato di serie D (Girone G). Il team di Albano, falcidiato dalle numerosissime assenze, è caduto in quel di Grosseto con il passivo di 1-0 e resta al settimo posto in classifica a quota 47 punti. Partita incredibile invece quella disputata dai genzanesi ad Olbia, una girandola di emozioni categoricamente vietata ai deboli di cuore che si è conclusa con il rocambolesco 4-3 in favore dei padroni di casa che lascia i castellani al penultimo posto in classifica con 26 lunghezze. Come riporta il sito internet ufficiale della compagine sarda, pronti via e il Cynthia guadagna un calcio di rigore. Senesi scappa via e Pinna lo ostacola platealmente per 5 metri di corsa sinché l’esterno non cade rovinosamente all’altezza della linea: il signor Gualtieri non ha dubbi e assegna la massima punizione. Dal dischetto si presenta Bertoldi, ma Ciotti è due volte superlativo nel respingere prima di piede e poi nel bloccare in tuffo la ribattuta di testa. Scampata la doccia gelata, l’Olbia inizia a fare la partita, dirige le azioni con la palla e cerca di trovare il giusto pertugio per superare un compatto Cynthia che non accenna la minima pressione e attende l’iniziativa bianca. La chiave tattica della partita la trova Cossu, che abbassa il raggio d’azione di trenta metri creando superiorità a centrocampo e pericoli costanti con lanci millimetrici. Il dialogo con Mastinu e Molino è proficuo e al 14’ l’Olbia passa: il numero 7 trova Molino a centro area, il controllo di petto è sontuoso, il lavoro per il cross altrettanto e Mastinu deve solo prendere la mira con il suo infallibile sinistro: 1-0. Tra il 22’ e il 23’ il Cynthia sfiora però prima la rete con Attili (incuneatosi tra le maglie della difesa) e poi trova il gol del pari con Di Ventura, che spara dal limite sotto la traversa, là dove Ciotti non può arrivare. L’Olbia però non ci sta e con Cossu (al 26’) e Molino (al 35’) sfiora subito il controsorpasso. Che poi si concretizza al minuto 37. Fa sempre tutto lui, Andrea Cossu: si procura un fallo sul lato corto sinistro dell’area e disegna una parabola magistrale su punizione: 2-1. Proprio allo scadere, però, il gol che gela gli entusiasmi. Attili recupera una palla persa sulla trequarti e trafigge Ciotti con un gran diagonale: 2-2. La ripresa si apre sulla stessa falsariga della prima frazione. Subito grandi emozioni al 47’, con Mastinu che controlla in area sulla destra e con il collo sinistro del piede scheggia la traversa. Ancora Mastinu, due minuti dopo, cerca il gol in spaccata area su cross di un Cossu straripante, ma il portiere rimane impassibile e blocca la deviazione. Il terzo tentativo è però quello buono: è sempre Cossu a inventare con una verticalizzazione con il contagiri, Mastinu controlla e supera il portiere in uscita con un delizioso pallonetto: 3-2. Siamo al minuto 61 e a questo punto ci si aspetterebbe una gestione del finale di gara più rilassata, ma la partita si incanala su strade imprevedibili e al 74’ il Cynthia trova un insperato 3-3: palla vagante in area, contatti dubbi tra i giocatori e Scardola da pochi passi insacca il pari. Tutto da rifare, dunque, anche se l’Olbia rischia il patatrac all’81’ quando Senesi non capitalizza un fulmineo contropiede di Bertoldi. All’86’ la rete che fa esplodere il “Nespoli”: la miccia l’accende sempre lui, Andrea Cossu, con un calcio d’angolo tagliato e ad azionare il detonatore è Miceli: il suo colpo di testa vale un boato da brividi e tre punti in classifica che proiettano l’Olbia al quarto posto in solitaria. 

ULTIME NOTIZIE
Nuova notizia in arrivo...
11/12 1544552700 Bus Cotral bloccato su via Gramsci a Nettuno, la Polizia locale multa tutti
11/12 1544552460 Venerdì si inaugura il centro antiviolenza sovracomunale in via Bachelet
11/12 1544544660 "Suo nipote ha avuto un incidente, ci servono soldi": truffata anziana a Lariano
11/12 1544543820 Lo stilista nettunese Pierpaolo Piccioli nominato Designer dell’anno 2018
11/12 1544543340 Abbattura casa abusiva a Nettuno, Strati: “Lavoriamo per la legalità”
11/12 1544542380 Come diventare Mental Coach, a Latina i corsi per la certificazione
11/12 1544539680 Il comitato di Lariano contesta i lavori della rotatoria di piazza Brass
11/12 1544538240 Velletri, 15enne aggredito alla stazione da un gruppo di coetanei: indagini
11/12 1544535420 Serie C1. Atletico Anziolavinio, 4 colpi per pensare in grande
11/12 1544534580 Under 17. Unipomezia, crocevia importante della stagione
11/12 1544534160 Rugby, Serie C1, Girone G. Il Rugby Anzio Club festeggia la 1^vittoria esterna
11/12 1544533260 Karate. Campanari Karate, incetta di medaglie a Civitavecchia
11/12 1544530200 Furto aggravato ed evasione: arrestata 43enne serba
11/12 1544529600 Latina, tre indiani ubriachi arrestati per rissa dai Carabinieri
11/12 1544520240 Il presepe vivente di Ardea incanta la rocca: una tradizione che non delude
11/12 1544518440 Il Comune di Pomezia cerca sponsor per la cura di 26 rotatorie e spartitraffico
11/12 1544517540 Il taglio degli alberi in via Emilia Romagna al centro del consiglio comunale
11/12 1544513760 Pavona: via ai lavori di ripristino delle fogne delle case popolari di via Roma
11/12 1544512620 Asfalto nuovo sulla Albano-Torvaianica, allerta traffico intenso per i lavori
11/12 1544512380 24enne beccato a rubare nelle auto: a casa la radio per spiare i carabinieri
11/12 1544512140 64enne di Sezze tenta di suicidarsi il giorno del suo compleanno
11/12 1544512080 Marino, i camminatori del 'Gruppo dei dodici' alla biblioteca comunale Bibliopop
11/12 1544511600 Denuncia l'ex fidanzato per violenza sessuale: indagini a Sezze
11/12 1544511540 Rocca Massima, Sabaudia e Maenza tra le "100 mete d'Italia"
11/12 1544511180 Il Mercato Contadino dei Castelli sbarca anche a Marino davanti ex Palaghiaccio

Espugnato il campo di Avezzano

L'Albalonga torna in zona Play Off

Espugnato il campo di Avezzano

L’Albalonga torna in zona play off. La squadra del presidente Bruno Camerini ha violato il campo dell’Avezzano grazie...


Sport
< <

Eventi
< <

Inchieste
[+] Mostra altri articoli