[X]
  [X]
Sfoglia Settimanale

Calcio Giovanile

Terminata la pausa del campionato

Gli Allievi fascia B dell'Aprilia sono pronti a ripartire

La seconda ed ultima settimana di pausa del campionato Allievi Regionali di Eccellenza fascia B si è appena conclusa, lunedì 22 febbraio è ricominciato il lavoro di standard per i ragazzi nati nel 2000. Prima del nuovo impegno di campionato in casa del Certosa, abbiamo fatto il punto della situazione con chi conosce meglio la squadra guidata da mister Antonio Verardi: il dirigente accompagnatore Tonino Sciarra.

Sciarra, un campionato a due facce quello della squadra che lei segue. Cosa è cambiato dalla gara contro il Carso, prima vittoria stagionale, in poi? “I ragazzi hanno cambiato l’approccio al lavoro settimanale. Con mister Bussi erano molto nervosi, perché il tecnico proponeva un certo tipo di lavoro che negli anni passati aveva avuto ottimi risultati, ma per i giocatori era troppo difficile. Il che, ovviamente, non significa che le idee di mister Bussi fossero sbagliate, questo va chiarito. Ma i ragazzi non riuscivano a seguire i suoi dettami, questo li innervosiva e non riuscivano ad esprimersi al meglio in campo. Con l’arrivo del nuovo tecnico è stata concessa maggiore libertà ai giocatori, lasciandogli esprimere le loro qualità nel modo a loro più congeniale. La maggiore tranquillità credo sia stata la chiave per invertire la tendenza dei risultati”.

Oltre all’aspetto mentale, l’arrivo di mister Verardi che novità ha portato? “Schemi più semplici. Mister Bussi aveva in mente un gioco che, se fosse riuscito a farlo comprendere ai ragazzi, avrebbe portato uno spettacolo molto bello da vedere e anche molto efficace, come dimostrano le sue precedenti esperienze nel settore giovanile della nostra società. Mister Verardi, invece, ha dato poche direttive ma semplici, i giocatori le hanno recepite in breve tempo e sono riusciti a metterle subito in pratica”.

Come dirigente responsabile della squadra lei che contributo ha dato nel momento di difficoltà? Come ha cercato di aiutare tecnico e giocatori? “A mister Bussi suggerivo di lasciare più libertà ai ragazzi, senza portare le sue idee con troppa fermezza. Ma è anche giusto che ogni allenatore segua il suo metodo, che tra l’altro per Bussi aveva avuto anche successo in passato. La stessa cosa ho detto a mister Verardi che, non conoscendo la squadra, per mettere alla prova i ragazzi ha seguito il mio consiglio, interpretando poi le indicazioni arrivate dai giocatori”.

I giocatori come hanno affrontato le difficoltà di questo campionato? “La squadra lo scorso anno nella propria categoria è arrivata terza, quindi i ragazzi erano consapevoli delle loro qualità e si rammaricavano dei risultati negativi. C’è anche da dire che ad inizio anno c’erano stati degli innesti, la rosa contava 25 giocatori. Purtroppo non tutti si sono inseriti bene e, alle prime difficoltà, il gruppo si è ridotto fino ad arrivare agli attuali 19 elementi. Ora però la situazione si è stabilizzata, il gruppo è tornato in sostanza quello dello scorso anno. Tutti si stanno impegnando al massimo, nessuno è più sicuro di avere il posto anche saltando qualche allenamento. Ripartire tutti da zero, dallo stesso livello visto che mister Verardi non conosceva i giocatori, credo sia stato uno degli aspetti che hanno contribuito al cambio di rotta”.

Ci possono essere dei rimpianti per questa squadra? La posizione in classifica rispecchia le aspettative di inizio stagione o si poteva puntare a qualcosa in più? “Beh vedendo quello che la squadra ha fatto lo scorso anno, di certo qualche ambizione in più l’avevamo. Probabilmente avendo dall’inizio lo stesso atteggiamento di adesso, potendo contare ancora su una rosa ampia invece di costringere molti giocatori a giocare fuori ruolo, le cose sarebbero potute andare diversamente. Secondo il mister siamo ancora intorno al 60-70% delle nostre potenzialità e, visti i buoni risultati ottenuti contro le squadre in testa al nostro girone, questo la dice lunga su ciò che la squadra poteva fare in questo campionato”.

Volley Femminile prima divisione

Antonio Maillaro: “l'approccio è stato sbagliato sicuramente perché in una palestra del genere con un sole che non ti permetteva di giocare è stato complicato, comunque non voglio cercare scuse, le ragazze probabilmente sono arrivate scariche a questo appuntamento. Un campo in cui non si poteva proprio giocare però ripeto noi abbiamo sbagliato tantissimo, non eravamo agonisticamente preparati forse”.

Marzia Mariani: “Ci siamo trovate in difficoltà da subito, appena entrate in campo a causa della condizione climatica, a mio avviso la palestra non era omologata per quell'orario, però come ha detto il coach non è una scusa, avevamo tra l'altro anche parecchie defezioni e questo ha logicamente peggiorato la situazione. E' stato difficile anticipare il pallone che è la cosa più importante, è chiaro che se non sai dove sia la palla non puoi anticiparla anche loro quando sono state nel campo contro sole hanno sofferto, infatti avevamo un parziale di 22-10. Era una squadra contro la quale avremmo potuto fare risultato se avessimo giocato su un altro campo. Adesso sarà difficile continuare la risalita verso i play off ma il nostro obiettivo è anche e soprattutto quello di formare e far crescere le giovani atlete, tant'è che abbiamo fatto entrare nella nostra rosa tre ragazze dell'under 13/14, la corsa al campionato c'è fino ad un certo punto. L'obiettivo minimo erano i play off, ci proveremo ma non sarà facile. La nostra corsa la facciamo sul Volta.

ULTIME NOTIZIE
Nuova notizia in arrivo...
16:32 1534516320 Luce a "scrocco" da tre anni, denunciati madre e figlio per allaccio abusivo
15:53 1534513980 "Acqua torbida a Torvaianica, che cosa succede?": la segnalazione di un lettore
15:17 1534511820 Domenica 19 agosto Grande Festa di Mezzagosto all'area archeologica Privernum
14:56 1534510560 Il Senato "congela" i 9 milioni destinati alla riqualificazione di Santa Palomba
12:57 1534503420 Vende una polizza via web ma è falsa: 43enne denunciato per truffa
11:52 1534499520 Impiegato del commissariato si toglie la vita con un colpo di pistola in testa
11:32 1534498320 Condanna nulla per l'impiegato accusato di corruzione: lo salva la prescrizione
11:28 1534498080 A Grottaferrata il Comune è talmente trasparente...che i documenti non si vedono
10:53 1534495980 L'amministrazione di Pomezia ospite della città turca "gemella" di Çanakkale
10:23 1534494180 Piero Angela insignito del "Civis Tuscolanus" alla Notte Europea dei Ricercatori
10:01 1534492860 Il Tar rimette in discussione l'assegnazione delle spiagge libere di Nettuno
09:53 1534492380 Tragico schianto durante la fuga dopo il furto in negozio: muore 29enne
16/08 1534447860 Ubriaco tenta di rubare un’auto in via Veneto a Nettuno, arriva la polizia
16/08 1534447680 Nettuno, folla per l’ultimo saluto a Nicole. Padre Antonio: Vicini alla famiglia
16/08 1534437840 Dopo i fatti di Aprilia: "È diventato pericoloso essere nero in Italia"
16/08 1534436760 Dopo Genova, il ponte di Sabaudia sorvegliato speciale: l'appello al Governo
16/08 1534436040 Arrestato l'autore del massacro del cane Lucky: violento anche coi familiari
16/08 1534430640 Cucciolo di boxer cade al piano sottostante, lo salvano i vigili del fuoco
16/08 1534430400 Lariano festeggia la campionessa europea di ciclismo Marta Bastianelli
16/08 1534430160 Concerto gratuito di Mietta in piazzale Cresci per la Festa di San Rocco
16/08 1534429800 Mancanza di autorizzazioni e vendita di cibo non tracciabile, 3 attività chiuse
16/08 1534429020 Controlli in strada: scoperti alla guida sotto effetto di droga e senza patente
16/08 1534428780 Latina partecipa al lutto nazionale per il tragico evento di Genova
16/08 1534423200 Turista precipita dalla finestra della sua stanza in hotel e muore sul colpo
16/08 1534416900 Ad Ariccia torna la 68esima edizione della Sagra della Porchetta

Sport
< <

Eventi

Inchieste
[+] Mostra altri articoli